Sui titoli di Stato l'Italia è davvero peggiore della Grecia?

Per la prima volta i titoli di Stato di Atene offrono un rendimento più basso di noi. Per i mercati non siamo un Paese sicuro. Ma è davvero così?

La Grecia è il Paese dell'Ue che più ha sofferto (e ancora soffre) per la crisi economico-finanziaria degli ultimi anni. Enormi sacrifici sono stati imposti alla sua popolazione, con profondi scossoni politici, proteste di piazza e problemi concreti per un'ampia fetta di cittadini, ad oggi non ancora superati. Ieri, però, la Grecia sembra aver superato l'Italia sui titoli di Stato, o almeno così sembra: Atene ha iniziato a offrire i titoli a un rendimento più basso del nostro. I Bot a nove mesi ieri offrivano un rendimento dello 0,79%, mentre gli equivalenti titoli ellenici erano offerti a 0,75%. Che vuol dire? Se si offre un tasso più alto significa, in teoria, che il rischio è maggiore. Il tasso si alza quando c'è da convincere-invogliare gli investitori, a fronte di un rischio-Paese (percepito dai mercati) maggiore. Un tecnicismo, che però non può passare inosservato, specie se a superarci è la Grecia, un Paese che pochi anni fa era stato messo ai margini dei mercati, con i propri titoli che erano definiti quasi spazzatura (chi avrebbe avuto il coraggio di investire in titoli di Stato di un Paese in fallimento?).

Se la Grecia fa meglio di noi, anche se di poco (ma nella finanza anche i decimali fanno la differenza), vuol dire anche un'altra cosa, non proprio bella per il nostro Paese: siamo all'ultimo posto nella zona Euro. C'è poco da fare, i dati sono questi. La stabilità di un Paese, del resto, viene misurata anche da queste cose. E pensare che alcune settimane fa lo scarto tra noi e la Grecia era di oltre un punto a nostro favore (noi più affidabili di loro). Poi iniziarono le turbolenze, legate anche alle incertezze politiche sulla formazione del governo e alle voci sulla intenzione (vera o presunta) di voler uscire dall'Euro, poi smentita dall'asse giallo-verde. Ora siamo scivolati molto in basso. Il nuovo governo deve lavorare per rassicurare i mercati, e (ovviamente) per cercare di realizzare il proprio programma. Intanto la Grecia viene considerata più affidabile di noi, in prospettiva futura, perché si sta muovendo nella direzione concordata con l'Ue, che ha legato gli aiuti internazionali a certi impegni precisi assunti dal governo di Atene. Si può quindi affermare che i "sospetti" sulla poca affidabilità dell'Italia derivino soprattutto dalle politiche della Bce, che condizionano i mercati con le scelte sull'acquisto dei titoli di Stato. È proprio la "politica monetaria" della Banca centrale europea, infatti, a guidare i movimenti di fondo delle aste dei titoli di Stato a breve termine.

Dal nuovo governo italiano per il momento sono arrivati pochi segnali, a parte alcune dichiarazioni generiche. Ma è comprensibile, visto che l'esecutivo si è appena insediato e il premier è già impegnato all'estero, per il G7 in Canada. Bisogna dargli modo e tempo di lavorare.

Nel mese di maggio, intanto, quando ancora non si sapeva cosa sarebbe accaduto (governo tecnico, nuove elezioni oppure accordo politico?) sono usciti dal Paese, verso mercati considerati più sicuri, qualcosa come 38 miliardi di euro. Una bella fetta di ricchezza che non sappiamo se e quando ritornerà.

Commenti

Marzio00

Ven, 08/06/2018 - 10:18

E secondo voi per quale motivo? In questi ultimi anni hanno fatto shopping comprando porti-aeroporti e ditte sane elleniche e adesso bisogna cambiare piatto! Grazie agli amici tedeschi in questi ultimi 5 anni abbiamo ripagato il debito greco che le loro banche si tenevano in pancia, rimettendoci. Sarà sicuramente colpa del nuovo governo......

amedeov

Ven, 08/06/2018 - 10:18

Ma i governi a guida pd che ci hanno governato in questi ultimi 5 anni non avevano detto che l'economia dell'Italia era in ripresa per le numerose riforme fatte sopratutto con il governo del frottolo?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 08/06/2018 - 10:19

Come si fa presto affondare un Paese. In tre mesi scommetto che non è cambiato niente ma siccome la sx ha perso guarda un po' ora siamo mal piazzati. Perchè prima cosa eravamo! Magari buttano via la merce per dire che non si vende, come 30 anni fa che gettavano colonne di tir di pesche bellissime per dire che non si vendevano e tenevano i prezzi alti. Siamo in una speculazione assordante. E' lì che dobbiamo indagare e condannare, chi specula sulla pelle dei cittadini e condannarli senza appelli e ricorsi vari.

giuliana

Ven, 08/06/2018 - 10:25

Monti aveva definito la Grecia "il capolavoro dell'euro".

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Ven, 08/06/2018 - 10:27

Occhio che a forza di dire menzogne, alla fine anche le menzogne diventano verità. Affermare di essere peggio della Grecia è un assurdità, un paese di 10 milioni di abitanti con un pil ridicolo stimato attualmente in 200 miliardi; l'Italia è una nazione di 60 milioni di cittadini con un pil stimato di 1850 miliardi, ma sopratutto (cosa che i media esteri non dicono mai, per convenienza, e i media italiani evidentemente ignorano) con un risparmio privato da fare invidia a tutto il mondo, in grado di garantire almeno 2 VOLTE il livello attuale di debito pubblico ITA. Quanto fa comodo (per gli altri paesi sopratutto quelli forti che possono esercitare pressione sul nostro paese) avere a disposizione una propaganda così; ecco, il punto è proprio il nostro RISPARMIO PRIVATO che evidentemente fa invidia e gola a molti, dall'esterno, a cominciare dalla Germania...

Andrea_Berna

Ven, 08/06/2018 - 10:27

Saremo peggio della grecia se rimarremo nell'euro e faremo venire la troika come hanno fatto loro, in barba ai risultati elettorali e all'esito di un referendum. Quanto al debito, in tempi di Quantitative Easing, basta che la BCE smetta di comprare titoli di un paese e lo spread sale di conseguenza. In quanto tale lo spread e' un'arma di ricatto: la grecia si e' piegata, distruggendo stato sociale e futuro di un popolo intero, ed e' quindi premiata con acquisti della BCE a pioggia. L'Italia vuole tornare ad essere un paese libero e sovrano, e per questo e' punita. PS: sono parecchi giorni che il biennale greco paga meno di quello italiano, dall'inizio della trattativa per la formazione del governo. Non e' certo una notizia di oggi questa.

Reip

Ven, 08/06/2018 - 10:27

Praticamente si cerca di convincere gli italiani che o si vota un governo schiavo dei mercati, filoeuropeista, approvato dalle agenzie di rating, dalle multinazionali, dalle banche, dall’Europa e della Germania quindi, oppure si rischia il default! A questo punto mi domando che senso abbia andare a votare. Tanto vale trasformare le ridicole democrazie europee in sistemi dittatoriali, dove a decidere chi governa non sono i popoli (che di fatto gia’ non decidono nulla) ma direttamente le multinazionali, le banche, le agenzie di rating, esclusivamente in base ai propri interessi!

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 08/06/2018 - 10:27

se per assurdo, venisse nebulizzato bilderberg al Lingotto di Torino,che fine farebbe lo spred???XD

Ritratto di _alb_

_alb_

Ven, 08/06/2018 - 10:28

Draghi sta di nuovo facendo il suo sporco gioco di traditore

nerinaneri

Ven, 08/06/2018 - 10:30

...macchè, è un'invenzione...lo spread non esiste...la finanza è un crimine...è un gombloddo mondialista-globalista-komunista...lo sanno anche i pensionati...articolo commissionato dal pd...

paolo1944

Ven, 08/06/2018 - 10:33

BASTA! siete peggio di Repubblica, contro a prescindere. Ieri per la prima volta da decenni (Tremonti-visco incluso, l'affossatore) è stato chiarito da un ministro che l'onere della prova dell'evasione tocca al Fisco, e non tocca al contribuente dimostrare che è innocente. E voi a gufare sui tassi dei bot, invece di esultare! State diventando nauseanti.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 08/06/2018 - 10:33

Assegnate i btp ai dipendenti prezzo 100 interessi 3% tagli da 500 euro che girino solo in Italia e vendibili allo stesso prezzo senza speculazionia solo italiani dipendenti. Me lo lasciate inserito questo commento una volta per tutte? Altro che c.c., se interessati ad un guadagno nel tempo, oppure vendita se ha delle spese.

Ritratto di Antimo56

Antimo56

Ven, 08/06/2018 - 10:33

Come è caduto in basso il Giornale di Indro Montanelli...

Happy1937

Ven, 08/06/2018 - 10:34

Con questo governo Mattarella ha il coraggio di dire che ha difeso i risparmi degli italiani. Quanto accade era facilmente prevedibile. E' niente rispetto a quello che accadrebbe se Draghi veramente smettesse di acquistare i titoli del nostro debito pubblico.

nopolcorrect

Ven, 08/06/2018 - 10:34

Non c'è alcun dubbio che finché il debito pubblico italiano non sarà TUTTO in mani italiane, come il debito pubblico del Giappone è tutto nelle mani dei Giapponesi, saremo alla mercè dei mercati e delle agenzie di rating.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Ven, 08/06/2018 - 10:36

Iniziano con i ricatti.. uscire subito dall'Euro e stamparsi moneta come faceva la Gran Bretagna malgrado fosse in Europa.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Ven, 08/06/2018 - 10:37

-seguito da prima- Attenzione che quando affermavo "RISPARMIO PRIVATO ITALIANO in grado di supportare almeno 2 VOLTE il livello attuale di debito pubblico", mi riferivo solo alla liquidità, al NETTO del patrimonio immobiliare privato (l'80% degli italiani è proprietario della propria abitazione, la percentuale più elevata in EU) e senza considerare il patrimonio immobiliare pubblico. La verità è che la consistenza dell'Italia (come pil e come risparmio) è BEN SOLIDA e di tutt'altra specie rispetto alle menzogne che l'editoria estera sputa su di essa, loro per primi (UK FR e DE) se consideriamo il DEBITO AGGREGATO (somma di DEB PUBBL + DEB PRIVATO dei propri cittadini) sono messi MOLTO PEGGIO DI NOI, ma è proprio ciò che essi vogliono coprire con le loro fake, agli occhi dell'opinione pubblica. Per questo fa loro comodo spargere letame sulle condizioni dell'ITALIA, in realtà molto diverse da quello che vogliono far credere.

Tenedotante

Ven, 08/06/2018 - 10:37

Se questo governo dimostrerà di avere le idee chiare per mantenere almeno parte delle promesse - il che è tutto da... dimostrare - anche la diffidenza verso l'Italia si placherà. Che il governo non piaccia alla gente che piace è un fatto, ma di qui al complottismo ce ne corre.

Ritratto di maurofe

maurofe

Ven, 08/06/2018 - 10:37

Uscire dall'euro ed impedire che i tedeschi ed i francesi ci comprino anche le case oltre che tutte le aziende .... e che poi si fottano tutti l'europa per noi è stato ed è un pacco colossale!!!

Mariopp

Ven, 08/06/2018 - 10:37

Ho dato una scorsa ai tassi italiani e greci. Andando sul medio - lungo termine i BDT italiani rendono intorno al 3%, i greci circa il 4%. Quindi il sorpasso probabilmente riguarda solo le scadenze a breve che francamente non credo che siano un indicatore importante. Io continuo ad avere fiducia nel sistema Italia e (piano piano) conto di comprare un po' di BTP.

Emilia65

Ven, 08/06/2018 - 10:39

Il nuovo governo si è appena insediato, che colpe può avere se non qualche piccolo difetto di comunicazione? Se adesso i mercati ci reputano peggio della Grecia andiamo alle colpe vere: cinque anni di governo di sinistra a trazione PD hanno lasciato un'Italia in condizioni debitorie disastrose. Se questi intellettuali di sinistra erano tanto bravi e con capacità tanto superiori, in cinque anni (che è tanto tempo) avrebbero raddrizzato la situazione.

MEFEL68

Ven, 08/06/2018 - 10:39

Se l'Italia sta diventando il Paese più disastrato dell'Europa, la colpa non può certo essere di chi ancora deve cominciare a governare. I colpevoli vanno ricercati fra coloro che hanno avuto le redini fino a oggi e che con la massima sfrontatezza si ripropongono come salvatori della Patria. Chi di voi riconfermerebbe l'Amministratore che sta rovinando e derubando il vostro condominio, anzichè cercarne un altrro? Questo comunque la si pensi!!!

mzee3

Ven, 08/06/2018 - 10:41

I dazi si dovrebbero applicare alle imprese italiane che delocalizzano... questi sì sono dazi giusti.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Ven, 08/06/2018 - 10:47

@ Giuliana : monti aveva ragione 100% nel definire la Grecia "il capolavoro dell'€uro". Dipende dalla prospettiva da cui lo affermi : vista dalla parte UE e della Germania (ma non dalla parte della Grecia che ha dovuto subirne le misure restrittive dettate dai primi) quanto perpetrato contro la Grecia si è rivelato un TOTALE SUCCESSO : un paese schiavizzato, raso al suolo nella propria sovranità e nella propria economia (ad Atene centro gli appartamenti sono in vendita al prezzo di un "hot-dog") ormai totalmente sotto ricatto da FMI e BCE che ne garantiscono la linea di credito. I tedeschi, che saranno pure teste dure ma non degli stupidi, dopo avere ridotto allo stremo quel paese sono passati al piano successivo, ovvero fare shopping A COSTO ZERO di tutte le infrastrutture importanti del paese, dai porti agli aeroporti. Sarebbe ora che l'opinione pubblica aprisse gli occhi su cosa significano veramente €uro e UE! Soprattutto per paesi quali l'ITALIA.

effecal

Ven, 08/06/2018 - 10:48

i mercati preferiscono i pdioti ,sono più servili al loro scopo

Ritratto di rapax

rapax

Ven, 08/06/2018 - 10:48

la prova che il mercato non è credibile e lavora di speculazione politica, smontiamo questo schifo globale, ma vi pare sia reale questa cosa? la Grecia è nulla,

BACECO

Ven, 08/06/2018 - 10:48

Prima ci liberiamo di questo giogo chiamato "europa" meglio sarà. Questa è una dittatura ed è inutile che si faccia finta di non vedere.

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 08/06/2018 - 10:49

io non ho votato questo governo(ma forza italia, per l'ultima volta)e ho l'onesta intellettuale per capire che se l'italia sta in queste condizioni lo deve al pd e fi che hanno affossato l'italia in combriccola.

steluc

Ven, 08/06/2018 - 10:50

Siamo peggio della Grecia ? Beh , allora grazie pd , che ha governato per sette anni. E grazie delle menzogne raccontate (quella sul debito le batte tutte). Comunque , ulteriore dimostrazione che serve avere un piano b nei cassetti , se la situazione d'attacco speculativo diventasse pesante, cosa che le cancellerie europee han pronta da un pezzo (chiedere a Merkel)

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Ven, 08/06/2018 - 10:50

Questo il titolo in prima pagina: "Siamo peggio della Grecia". Beh, un giornale, che arriva a tanto per partito preso e che, a questo punto, non lo si riconosce più degno di considerazione alcuna, è sicuramente peggio non solo della Grecia, ma del peggio dell'universo mondo.

ginobernard

Ven, 08/06/2018 - 10:50

mi rifaccio a quanto fatto notare già in questo forum. Con macchine tipo Giulia, Maserati, Stelvio e Levante i nostri politici girano quasi tutti su macchine tedesche. Why ? diano il bello esempio ... che forse la Maserati fa cagare ? cià una classe che neanche la Mercedes cià. Vero è che i marchi italiani si sono un po' americanizzati ... manca un bel berlinone di qualità per esempio. Una specie di Thesis rivista ed ampliata. Una macchina mai capita veramente. Poteva essere un classico.

Ritratto di rapax

rapax

Ven, 08/06/2018 - 10:51

siamo zll ultimo posto per i governi ZERBINI PD CHE HANNO FATTO GLI INTERESSI DELLA GERMANIA E DELLA FRANCIA SVEGLIA

Ritratto di michageo

michageo

Ven, 08/06/2018 - 10:53

...perché, pensavate che mollassero? basta solo vedere l'astiosit.à degli scherani mondialcomunisti trombati nostrani , con Renzi che va a fare le conferenze, neanche fosse Clinton. Soros che più o meno alla chetichella è continuamente in Italia "coperto" dall'ombrello omertoso dei media del precedente regime abusivo, Guardate la RAI i volti dei partecipanti alle noiose tiritere mattutine sono quasi tutti quelli di prima in quota rossa. Stamattina ho seguito un po' agorà su tele Pyong Yang , le scemenze penose di Bertolino, forse bisognerebbe dire a quelli della RAI che abbiamo votato un altro tipo di Governo….

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 08/06/2018 - 10:54

---se salvini si fosse tappato la bocca ed avesse contato fino a dieci prima di proferir parola--sono sicuro che le borse avrebbero bruciato qualche miliardino in meno---la minaccia paventata dal felpato sulla cancellazione del debito è stata una bella mazzata pagata cara in borsa---salvini non ha ancora capito la differenza tra politico e ministro--un pò come --a livello locale la differenza tra un assessore ed un semplice consigliere comunale--

gianni59

Ven, 08/06/2018 - 10:55

E' merito del vostro capo Silvio che dopo averci portato al rischio di non avere i soldi per pagare gli stipendi pur di uscirne fuori vivo (Mediaset & C.) ha fatto ogni sorta di patto con Renzi & C. continuando a sperperare i soldi che abbiamo preso a bassissimo interesse in tutti questi anni. Come al solito cambiando gestione i nodi della precedente (visto che siamo il paese della menzogna) vengono al pettine.

Jon

Ven, 08/06/2018 - 10:56

E' chiaro..LO SOTTOLINEA IL CORRIERE..!!! Ah.Ah...!!! Se si offre un tasso maggiore e' solo perche' siamo in mano AGLI SPECULATORI..a cui Ciampi ha offerto i nostri Titoli di Stato..!! La Germania offre Co Co. bond al 6%..!! Sono in stato fallimentare.! Non e' CRISI, non sono incertezze politiche...E' LA CONSEGUENZA DELLE POLITICHE EUROPEE, di austerity, per distruggere un Paese .. Stia tranquillo Binelli ..non siamo peggio della Grecia, ma il secondo Paese Industriale D'europa, circondato di sciacalli , e' vero, ma anche da media colonie dei Banchieri..

mauco

Ven, 08/06/2018 - 11:04

Siamo così messi perché,nonostante siamo un Paese completamente diverso dalla Grecia,con un'economia ed una struttura incomparabilmente superiore, subiamo gli stessi attacchi e con gli stessi meccanismi da parte della speculazione finanziaria che l'Europa dei tedeschi consente ed anzi incentiva con i propri regolamenti, le dichiarazioni dei suoi funzionari da strapazzo e la visione miope dei politici che la stanno gestendo. I "mercati" che tutti ossequiano come divinità crudeli ma giuste, sono per i nostri tempi ormai come i fulmini di Giove,inevitabili e ineludibili, ci si può solo rassegnare ed adeguare.Ascoltate le sirene del PD e di tutta la marmaglia di economisti che sanno come gira il mondo: è logico! Cosa credevano di fare questi quattro ignoranti che hanno votato come se fossimo un Paese libero! I mercati ci puniscono giustamente, il voto bisognava darlo a quelli che piacciono all'europa, ai mercati e a Giove

ginobernard

Ven, 08/06/2018 - 11:07

"I Bot a nove mesi ieri offrivano un rendimento dello 0,79%, mentre gli equivalenti titoli ellenici erano offerti a 0,75%" qualcuno mi spiega che senso ha investire con un interesse praticamente dell'uno per cento lordo annuo ? ma in un sistema sano non sarebbe meglio premiare le aziende più performanti comprandone le azioni ? almeno ciai il dividendo ... e poi si rivalutano pure. Mah ... non riesco a capire chi compra titoli di stato sul serio.

qwewqww

Ven, 08/06/2018 - 11:11

I tedeschi sono venuti dopo la distruzione dell'Italia dei politici romani e del sud,con l'aumento all'infinito del debito pubblico e delle tasse(il cavallo di txxxa dei tedeshi)che hanno colpito le aziende del Nord Italia esportatrici e concorrenti della Germania.Romani e tedeschi sono due facce della stessa medaglia.I romani e i politici del sud speravano che danneggiando il Nord Italia risorse e economia sarebbero andate a roma e al sud,in realtà tutto quello che hanno sfasciato al Nord Italia è andato nel Nord Europa.I tedeschi ci stanno ricattando sul debito pubblico che i politici romani e del sud hanno creato.roma è stata sempre il miglior alleato dei paesi esteri che fecero appunto pressioni al tempo dell'unificazione dell'Italia per farla capitale,sapendo bene i danni che avrebbe fatto in futuro all'Italia.Quindi fino a quando non si risolve il problema in casa della "capitale" roma togliendole ogni governo economico e politico dell'Italia non si va da nessuna parte.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Ven, 08/06/2018 - 11:11

Lega e grillini vogliono il default, Salvini per un preciso disegno autoritario, i grillini perché non capiscono cosa accadrà. Inutile piangere sul latte versato, i risparmiatori ne prendano atto e cerchiamo di difenderci: 1) Per chi avesse ancora i suoi risparmi in titoli di stato (sembra folle, ma potrebbe essere) deve VENDERLI SUBITO, stessa cosa per obbligazioni e azioni italiane. 2) TOGLIERE i soldi ricavati dai Conti Correnti (verranno convertiti forzosamente) e metterli in parte in cassette di sicurezza (più di una, i fallimenti delle Banche saranno molti) per le piccole spese 3) Con il restante comperare Dollari e, FONDAMENTALE, portarli fuori dall'Italia. Quando avverrà il default? Potrebbero passare settimane o mesi, ma spettare è un suicidio, presto le banche limiteranno i prelievi. Siamo peggio Grecia - VERISSIMO - e in Grecia questa fu la prima azione. A breve il Tria (ventriloquo di Savona) lo imporrà anche in Italia.

Ritratto di orcocan

orcocan

Ven, 08/06/2018 - 11:25

Ho capito solo una cosa. Ormai TUTTI gli organi di informazione si sono adeguati a comunicare catastrofi.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Ven, 08/06/2018 - 11:36

Portare SUBITO i soldi fuori dall'Italia, lo hanno già fatto per 38 miliardi in poche settimane (ha investito all'estero anche Borghi Aquilini!!!!!) e la cifra crescerà a dismisura nei prossimi giorni. Rivolgo una appello al piccoli risparmiatori che più soffriranno del disastro: NON RESTATE CON IL CERINO IN MANO. Chi ha grossi capitali li sta trasferendo e liquida le posizioni in Italia e poi liquiderà anche le attività. Il pensionato, il commerciante, l'artigiano, il tecnico, l'operaio non siano le sole vittime della presa di potere giallo-verde. SALVIAMOCI ANCHE NOI, PORTIAMO IL POCO CHE ABBIAMO AL SICURO, NON SIAMO SOLO E SEMPRE LE VITTIME PREDESTINATE.

qwewqww

Ven, 08/06/2018 - 11:38

La cosa bella è che i politici romani e dò sùdde non volevano i "cattivoni" del Nord Italia a governare l'Italia, gli unici che possono mettere a posto il paese e bloccare l'espansione del debito pubblico (come le regioni del nord dimostrano, che non hanno un euro di debito pubblico). Mò beccatevi i tedeschi, a quelli non li fregate, sono educati fin da piccolissimi a diffidare di gente come voi, e al momento giusto a fregarvi pure, vedi il debito pubblico "romano" che stanno usando da veri strozzini contro l'Italia.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Ven, 08/06/2018 - 11:38

@ GinoBernard "non riesco a capire chi compra titoli di stato sul serio." - Solo la BCE acquista attualmente titoli sovrani ITA, perchè con i rendimenti offerti nessun privato è così sciocco da farlo (un qualsiasi fondo pensione necessita almeno del 5% di rendimento solo per essere in pari), il discorso (e il problema) è un altro : con la sua strategia del QE prolungato (oltre 3anni dal Marzo2015) la BCE ha totalmente ucciso il mercato obbligazionario europeo, azzerando i rendimenti. Se una tale strategia se la possono permettere Stati sovrani come UK JP e USA possessori delle proprie banche centrali e della propria divisa, per l'UE che è un accozzaglia di 19 Stati OBBLIGATI all'uso della moneta unica è una specie di suicidio ritardato.

nerinaneri

Ven, 08/06/2018 - 11:39

perSilvio46: peccato che a chi commenta, il tuo scenario non interessi...

Ritratto di huckleberry10

huckleberry10

Ven, 08/06/2018 - 11:47

Si scrive Conte, ma si legge Tsipras. Nulla di nuovo sotto il sole. Il cosiddetto governo del cambiamento, ovvero della fuga dalla realtà, ha già imboccato il viale del tramonto, nel momento in cui la BCE ha annunciato il tapering e la prevista fine del QE. Il mercato dei titoli di Stato, ampiamente drogato dalla Banca Centrale Europea riprenderà il proprio equilibrio, che per l’Italia significa avvicinamento alle condizioni di default. Nulla di ciò che è stato promesso da Di Maio e Salvini sarà realizzabile. Salvo che non vi sia una drastica presa di coscienza degli angusti limiti imposti dal debito, tramite l’allargamento dello spread, il default sarà una realtà.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Ven, 08/06/2018 - 11:52

11:25 "Ormai TUTTI gli organi di informazione si sono adeguati a comunicare catastrofi." - È normale. Anche questo GIORNALE la cui linea editoriale NON può uscire dal binario del "politicamente corretto" imposto dal suo padrone [e finanziatore] non può fare eccezione. Lo "statu quo" attuale che impera e detta le linee è chiaro : l'UE. Tutta la politica che conta [in europa] è ad essa allineata, compresi i maggiori gruppi editoriali, quelli che definiscono "populisti" chi non la pensa come loro perchè ritenuti di livello e di profilo inferiore. SE NON CI DIAMO UNA SVEGLIA E UNA SCOSSA (ED IL NUOVO GOVERNO ITA È L'INIZIO DI QUESTO seppure ancora appena abbozzato visto che è nato praticamente "ieri"), ci manca poco che ci toglieranno anche il voto democratico, è proprio ciò che sognano queste che si ritengono "elites" in grado di decidere per i popoli, come queste si auto reputano nei confronti dei popoli.

ginobernard

Ven, 08/06/2018 - 12:05

"se per assurdo, venisse nebulizzato bilderberg al Lingotto di Torino,che fine farebbe lo spred???XD" ma secondo lei quelli che comandano veramente si fanno vedere in giro così come persone normali ? per me stanno ben nascoste da qualche parte in svizzera ... ed il primo che si avvicina lo seccano. Anzi non si avvicina proprio. Epoi proprio al lingotto ... non scherziamo

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Ven, 08/06/2018 - 12:05

Ci sarebbe un altro dettaglio da dire, sempre sul tema equiparazione Grecia-ITA : quest'ultima non è la Grecia. Se la Grecia tanto preoccupò a suo tempo l'UE ed in particolare FR e DE per 100 miliardi di esposizione delle rispettive banche di questi 2 Paesi, l'ITA con 600 miliardi di € detenuti da investitori esteri è troppo grande per fallire, si accomodino pure a volere il fallimento dell'ITALIA (chi scommette al rialzo su questo ad alti livelli speculativi come solo certi hedge funds possono permettersi) che si tradurrebbe nel fallimento a catena di Francia e Germania (i Paesi esteri che detengono la maggiorparte di questa fetta di DEB ITA) con forti ripercussioni anche al di fuori dell'ambito Europeo.

nerinaneri

Ven, 08/06/2018 - 12:33

aorlansky60: magari se qualcuno ha dei crediti nei confronti dell'italia si crede in diritto di dire qualcosa, che ne dici? se un impresa ha dei debiti da onorare, prima viene sollecitata, poi arriva l'ufficiale giudiziario...in grecia, si sono presi come risarcimento porti e aeroporti...

badboy

Ven, 08/06/2018 - 12:38

L'Italia non ha ancora capito che se uno mi ha prestato dei soldi e gli dico di non voler restituirli, che non abbia gran voglia di prestarmi altri. Questa non è "politica monetaria", questo è scontato. Siamo gli unici fessi a non capire che i soldi che sprechiamo da decenni da qualche parte devono venir fuori, che prima o poi non ce li darà piú nessuno. Addiritura i greci lo hanno almeno accettato, anche se non capito. Noi però siamo piú ignoranti di loro...

Ritratto di adl

adl

Ven, 08/06/2018 - 12:57

I fondi pensione cominciano a respirare, i rendimenti stanno lentamente riprendendosi, i risparmiatori potranno lucrare qualche piccola briciola di rendimento del sudato risparmio, dopo le commissioni trattenute da banche e sgr, ed infine il Treasury bond decennale, rende il 3 %. Mike Bongiorno direbbe ...........ALLEGRIA !!!!!!!

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Ven, 08/06/2018 - 14:08

@ nerinaneri : se la Grecia avesse evitato di entrare a tutti i costi nell'€urozona, il destino dei suoi 10 mln di abitanti sarebbe stato ben diverso da quello attuale. Lo stesso concetto vale per l'Italia. Con la differenza che l'Italia per capacità manifatturiera votata all'export (potendo contare sulla LIRA) avrebbe eclissato la Germania, è proprio per questo che siamo stati "costretti" (romano prodi docet) ad aderire, non per volontà nazionale ma su pressioni dall'estero. Di quei 600 miliardi di DEB ITA detenuto all'estero, più del 50% (350 miliardi) è in pancia alla BCE : è soprattutto quest'ultima che stà condizionando lo spread attualmente, e facendo questo opera pressione politica sul nostro paese, ricattandolo di fatto. E non è la prima volta che lo fa. Tanto per far capire quanto di "democratico" sia rimasto in questa unione europea. Prima ancora di parlare di crediti, debiti e debitori.

nerinaneri

Ven, 08/06/2018 - 14:21

aorlansky60: una italia fuori dalla ue la compri con un cartone di birra e due scodelle di riso...capisci la metafora?...

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Ven, 08/06/2018 - 14:56

@ nerinaneri : se lei è tanto preoccupata per un uscita o una estromissione forzata dell'Italia dall'€urozona, resti sintonizzata, il futuro potrebbe riservarle sorprese; non fosse altro che tutti i paesi principali della zona €uro (a cominciare da DE e FR) hanno già pronto il proprio "piano b" in caso di precipitare degli eventi ed esplosione caotica dell'€urozona che resta l'ipotesi più verosimile, piuttosto che la singola fuoriuscita dell'ITA, opzione peraltro smentita dall'attuale esecutivo di governo. Una volta che l'UE e l'€uro saranno saltati, poi voglio vedere dove se lo mette la Germania il suo surplus commerciale...

Jon

Ven, 08/06/2018 - 15:01

@nerinaneri..Invece dentro la UE l'Italia e' a gratis: colonia..!!

nerinaneri

Ven, 08/06/2018 - 15:20

aorlansky60: un ritorno alla lira, lo farebbero al venerdì notte...nelle ore dei ladri albanesi (di cui ti consiglio la valuta anche adesso, fuori dall'euro)...

nerinaneri

Ven, 08/06/2018 - 15:25

aorlansky60: perSilvio46 ha dettagliato bene, peccato che le banche abbiano esaurito le cassette di sicurezza...

nerinaneri

Ven, 08/06/2018 - 15:26

Jon: ti sfido a scrivere: meglio poveri ma liberi che ricchi e schiavi...scrivilo...

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Ven, 08/06/2018 - 15:54

@ nerinaneri : provi a confrontare lo stato di salute dei paesi scandinavi (economicamente parlando, non cito la NORVEGIA perchè sarebbe vincere TROPPO FACILE dato che questa si è mantenuta totalmente fuori dall'EUROPA) tra chi, pur aderendo al mercato comune EU e ai trattati di SHENGHEN ha deciso come la SVEZIA di mantenere la sua divisa sovrana e la sua banca centrale, a differenza di chi ha optato anche per l'€uro come la Finlandia. La verità è che la SVEZIA (10 milioni di abitanti - PIL di 477 mld) non stà affatto peggio della Finlandia (5 milioni di abitanti - PIL di 233 mld) anzi pare sia quest'ultima ultimamente alla quale stiano venendo forti dubbi per avere aderito alla moneta unica. L'inganno cui ci hanno costretti aderendo nell'€urozona -parlo dell'Italia- ha i tempi contati. Con questo non voglio dire che l'ITA sarà la prima ad uscire, probabilmente assisteremo ad una uscita multipla e disordinata.