Tasse boomerang: a dicembre calano le entrate provenie

A dicembre le entrate fiscali derivanti dalla benzina sono scese. Il governo si è spinto troppo in là: per colpa delle accise, i carburanti costano troppo e gli italiani sono più oculati nei consumi

Pompa di benzina

Ormai sembra quasi un'abitudine: ogni volta che lo Stato ha bisogno immediato di soldi, come ad esempio dopo un terremoto o un'alluvione, la soluzione è aumentare le accise su carburante e tabacchi. Una tradizione così consolidata che ci troviamo a pagare ancora la guerra in Abissinia.

Il rischio? Che i prodotti tassati siano troppo costosi e che i cittadini inizino a non acquistarli più. Un meccanismo che gli economisti conoscono come "Curva di Laffer": si tratta di una curva a campana che dimostra come se si spinge troppo nella tassazione, le entrate nelle casse dello Stato diminuiscono invece di aumentare. 

Proprio quello che starebbe accadendo alla benzina, come denuncia il Centro Studi Promotor. Nel 2012, complessivamente il Fisco ha guadagnato grazie alle accise sul carburante ben 36,5 miliardi di euro, il 12,4% in più rispetto all'anno precedente. Eppure a dicembre qualcosa è cambiato e a una spesa sempre maggiore si è affiancato un calo vertiginoso dei consumi. Il gettito fiscale proveniente dalle tasse sui carburanti è diminuito del 7,2%.

"In seguito ai forti aumenti dovuti ad accise, Iva e in generale alla crisi economica, calano i consumi e il gettito", spiega Gian Primo Quagliano, presidente del Centro Studi Promotor, secondo cui a incidere sono tutti gli effetti negativi della crisi. Per il Quagliano, inoltre, il rischio è che quello che per ora è un dato che non grava particolarmente sulle entrate totali, può diventare una tendenza marcata: "C'è il pericolo che il calo perduri deni 2013. Se dovesse succedere costerebbe allo Stato 2,6 miliardi di euro in un anno". 

Visti i prezzi sempre più alti, insomma, gli italiani preferiscono prendere la macchina il meno possibile. Anzi, come se non bastasse, non la comprano proprio l'auto, sottraendo all'Erario ben 3 miliardi di euro solo nel 2012, come sottolinea il presidente di Federauto Filippo Pavan Bernacchi: "Ai signori delle tasse sta tornando indietro un boomerang di dimensioni colossali, e la notizia di oggi è la riprova che le tasse stanno uccidendo i consumi devastando l’occupazione nel nostro settore, fatta di 1,2 mln di addetti".

Commenti

puntopresa10

Lun, 28/01/2013 - 16:48

e se vince la sinistra sarà ancora peggio.

Ritratto di gianni1950

gianni1950

Lun, 28/01/2013 - 16:49

Caro Monti perchè non metti agli italiani la tassa per mantenere come una regina tua moglie e famiglia. Vuoi fARE COME LA REGINA D'INGHILTERRA ACCOMODATI PURE, MA CREDO CHE GLI ITALIANI NON TI ACCOGLIERANNO PIù A FISCHI MA CON I FORCONI. VAI A CASA MAGNA COME TUTTI A SPESE DEGLI ITALIANI. NON HAI CAPITO CHE GLI ITALIANI NON VOGLIONO VEDERE PIU' LA TUA FACCIA NEPPURE IN CARTOLINA?????

CiaoPepp

Lun, 28/01/2013 - 16:52

"Per la prima volta, a dicembre le entrate fiscali derivanti dalla benzina sono scese. Il governo si è spinto troppo in là, ignorando il cosiddetto effetto Laffer". Ecco cara Clarissa, il governo o meglio il professore Monti "ingnora" quello che il buonsenso di una casalinga invece sa. Non serve studiare tanto se poi si diventa così idioti!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 28/01/2013 - 16:55

Comperato auto rigorosamente a metano e che s'impicchi il governo e le sue accise relative a Garibaldi.

rr

Lun, 28/01/2013 - 16:59

Meno benzina = meno soldi per i "principi arabi"

Ritratto di demistotele

demistotele

Lun, 28/01/2013 - 16:59

che notizia! Ma questa è bella. Mi sembra che la notizia vera sia che sull'anno intero c'è un +12.4% ! Questo sì che mi stupisce. Non mi stupisce invece che nel mese di dicembre, quando ben poca gente è andata al lavoro tra il 20 e il 31, il consumo di benzina sia calato. Ci voleva la curva di Laffer a capirlo!

untergas

Lun, 28/01/2013 - 17:00

mah, il problema delle tasse non è certo quella di invitare ad una maggior oculatezza nelle spese e morigeratezza nei consumi, queste sopno virtù, se non mi sbaglio. Il problema è la mancanza di investimenti dovuta alle tasse, non il fatto di essere virtuosi

ettore80

Lun, 28/01/2013 - 17:00

e se vince Berlusconi le abbassa.

max.cerri.79

Lun, 28/01/2013 - 17:01

Tanto non cambierà mai niente, perlomeno non in meglio

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Lun, 28/01/2013 - 17:04

l'unica alternativa è la vittoria del dott. Berlusconi. Già in tempi non sospetti aveva fatto capire di conoscere e dominare i concetti espressi dalla curva di Laffer e di poter mantenere il livello di tassazione a livello ottimale. E' cosi che negli ultimi 10 anni la crisi da noi non è arrivata, affacciandosi alla porta solo nel 2012, non prima.

Ritratto di demistotele

demistotele

Lun, 28/01/2013 - 17:06

Questo raggiro statistico ruba la prima pagina alla strage di ustica...che tristezza

cgf

Lun, 28/01/2013 - 17:07

Quando Reagan portò la pressione fiscale dal 70% al 31% le entrate Statali continuarono ad aumentare ogni anno dal 1980 (8858 miliardi di dollari) al 1990 (1.93 trilioni di dollari). Chi ne ha beneficiato di più è stato Clinton che è stato presidente il decennio successivo, ma... ha aumentato le tasse e le spese di guerra.

Ritratto di scandalo

scandalo

Lun, 28/01/2013 - 17:08

monti , ingroia, di pietro , bersani , bindi . vendola, finocchiaro , casini , fini .... sono esseri umani oppure alieni ???

Ritratto di manasse

manasse

Lun, 28/01/2013 - 17:11

e quella testa di c,,o del boccconiano non ha studiato Laffer o questo è nato dopo che si è laureato(laureato???????) questa vergogna italica

Amelia Tersigni

Lun, 28/01/2013 - 17:13

Allora Berlusconi aveva ragione.1) Tasse troppo alte, prezzi in aumenti. Calo dei consumi. Di conseguenza calo delle entrate dello Stato. 2) Tasse troppo alte. Incentivo all'evasione. Di conseguenza calo delle entrate dello Stato. Ormai siamo nella globalizzazione dell'economia. Ad esempio: se la Cina produce a prezzo inferiore, io in Italia chiudo la fabbrica oppure evado le tasse. Più semplice di così !!!.

Ritratto di Manieri

Manieri

Lun, 28/01/2013 - 17:15

Ma il comunista-tipo è contento. L'importante per lui è vedere costretto il vicino di casa a vendere la mercedes.

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Lun, 28/01/2013 - 17:15

@gianni1950 - ma quali forconi. Gli italiani ragliano, non scalciano.....

Ritratto di illuso

illuso

Lun, 28/01/2013 - 17:15

Speriamo che non facciano una furbata...per pareggiare i conti non mettano una tassa sulla "bici", sono capaci del peggio...

Ritratto di nontelomandoadiretelodico

nontelomandoadi...

Lun, 28/01/2013 - 17:15

LA SLOVENIA E' ANCHE A RISCHIO DEFAULT, EVVIVA L' EUROPA.

Ritratto di lectiones

lectiones

Lun, 28/01/2013 - 17:15

Ecchekazzo! Ci voleva tanto a capirlo? Andare un po' a piedi e lo Stato tassatore deve arrendersi. Che tappi i buchi che spillano quattrini, ne guadagneremo tutti, cittadini, produzion e lo Stato che si rifarà da un risparmio obbligato.

craddi

Lun, 28/01/2013 - 17:15

votate votate Bersani/Monti (e` chiaro che dopo le elezioni governeranno insieme) e vi succhieranno persino il sangue oltre ai soldi

Agostinob

Lun, 28/01/2013 - 17:17

Due giorni fa un amico era in Francia. A tavola con altre persone, dopo aver ricevuto il conto ha dato un'occhiata all'IVA. IVA 7% Ha così chiesto agli altri se il 7% è una norma o no e gli è stato risposto che la ristorazione come anche gli artigiani hanno iva al 7% (muratori, idraulici, elettricisti ecc..ecc..) Probabilmente altri lavori avranno la stessa IVA. Meravigliato, il mio amico ha detto che noi abbiamo il 21 che diventerà 22%. L'hanno guardato male, meravigliati. La risposta è stata: "per forza allora avete l'evasione. Noi, se dobbiamo fare un lavoro in casa, paghiamo l'iva perchè la fattura è garanzia del lavoro in caso di problemi e pagare il 7% non è così importante se serve per garanzia. Ma se avessimo anche noi il 21% certo che non la pagheremmo, mica siamo scemi. Ecco perchè dicono che evadete...." Continuando sul discorso è venuto fuori che gli scontrini non sono obbligatori perchè i negozi pagano in base a tariffe di categoria concordate. Se poi alla fine dell'anno tali cifre vengono superate, pagano la differenza. Certo, se il cliente lo vuole, loro lo fanno ma è insignificante ai fini fiscali per determinare il loro lavoro e guadagno. Altra cosa: se uno fa spese anche per qualche migliaio di euro può pagare in contanti. Probabilmente ci sono limiti ma se ne fregano perchè non perdono clienti per pretendere una carta di credito se il cliente ha contanti. Infine, quel giorno (due giorni fa) la benzina verde 85, è costata ad un self service 1,499 quando ad un self service nella città italiana costa 1,759. Che ne dite? Il petrolio costa uguale per tutti, solo che in Francia un pieno ha un costo ed in Italia..... Provate a pensare se la nostra IVA fosse al 7%. Quanto ci resterebbe in tasca da spendere per altre cose? E se benzina costasse 1,499? Ecco perchè abbiamo evasione. Quando lo Stato è ladro, i cittadini cercano di difendersi. Parola di Francesi!

amedori

Lun, 28/01/2013 - 17:19

Il grande economista Monti. Meglio di lui ci sono almeno 60 milioni di italiani.

Balza70

Lun, 28/01/2013 - 17:20

Gli italiani sono più oculati nei consumi ?!?! come al solito questo giornale illaziona sul fatto che è diminuito il gettito fiscale sulle accise perche noi saremmo piu oculati! La differenza è un'altra è che i pensionati ma soprattutto i dipendenti (che rientrano fra quelli che le tasse le pagano tutte al 100%) non ce la fanno più a sostenere quest'ulteriore carico che grava enormemente sul bilancio familiare e si organizzano facendo car sharing o utilizzando mezzi pubblici. Come al solito questa testata offre spunti circoscritti con intenti faziosi e demagogici perche l'aumento delle accise sui carburanti c'entra relativamente assieme a tutti le altre nuove imposizione piu recenti (aumento aliquota iva imu ecc!!!); la riflessione da fare è molto più ampia : 1) perche chi ha un reddito fisso non può recuperare costi che normalmente sostiene ad esempio di macchina e carburante in % dovuto all'utilizzo che se ne fa per recarsi al posto di lavoro (perche il libero professionista e/o l'imprenditore recuperano iva costi di manutenzione spese per carburanti ecc e noi no?!?!) 2) perche in un ragionamento di equidistribuzione fiscale si continua a mettere tasse indirette che è risaputo danneggia fortemente chi ha redditi medio medio/bassi ? 3) la legge 30 in un paese come il nostro ha introdotto precarietà nel mondo del lavoro (altro che flessibilità!!!) col solo intento di risparmiare sul costo dei dipendenti un fatto che ha impoverito il ceto medio/basso...potrei continuare ore ma non bisogna essere di sinistra per capire che se colpisci sempre la parte piu debole alla fine si sgretola il sistema dei consumi che trascina poi tutti verso il basso...

Ritratto di Papapeppe

Papapeppe

Lun, 28/01/2013 - 17:27

Ma come si può fottere col sorriso? Basta essere un politico italiano. Ti dicono che il lavoro è un diritto ! Ma loro passano la vita senza fare un ..azzo ...... Pagare le tasse è un dovere e per loro spendere è un piacere. Noi dobbiamo pagare in anticipo se no ci arriva a casa l'ufficiale giudiziario , loro pagano solo se gli va, quando gli va e come gli pare . La legge è uguale per tutti per loro, è un po' meglio!! E la benzina? Togliete le accise e le tasse sulle accise, quanto costa??? Come l'acqua del rubinetto. Fra tasse dirette e indirette su ogni euro si fottono ottanta centesimi . Provate a scorporare i ricarichi fiscali sul vostro carrello della spesa .... Così vi incazzate davvero

vabbeh

Lun, 28/01/2013 - 17:35

PARLANDO DI TASSE SCANDALOSE: perche' nessuno parla della gabella di 1400 euro da dare all'inps se vuoi licenziare anche per giusta causa una colf? esempio se l'anziano dovesse mancare, oltre a tutti i contributi versati e alla liquidazione da versare alla badante bisogna versare 1400,00 euro all'inps... ma a che titolo? ... sul blog della rai ho visto decine e decine di commenti furiosi... parlateni anche voi!

vabbeh

Lun, 28/01/2013 - 17:36

PARLANDO DI TASSE SCANDALOSE: perche' nessuno parla della gabella di 1400 euro da dare all'inps se vuoi licenziare anche per giusta causa una colf? esempio se l'anziano dovesse mancare, oltre a tutti i contributi versati e alla liquidazione da versare alla badante bisogna versare 1400,00 euro all'inps... ma a che titolo? ... sul blog della rai ho visto decine e decine di commenti furiosi... parlateni anche voi! ATTENZIONE: e' una novita' introdotta adesso, a partire da gennaio 2013

marco963

Lun, 28/01/2013 - 17:42

lo avevo previsto come il crollo del mercato immobiliare e l'ho scritto qui come in altri blog...questi professoroni dovrebbero dimettersi e darsi all'agricoltura...spiegategli cosa sia l'elasticità della domanda...

unosolo

Lun, 28/01/2013 - 17:46

più volte il governo tecnico è stato ripreso che le tasse avrebbero creato questo effetto ma ovviamente oggi si può pensare che è stato fatto senatore per coprire qualcosa di grande , lo ha fatto . forse sperando in una soluzione silenziosa qualcosa o qualcuno non è stato di questo parere ed ha cantato .questo è pensare male ed è assurdo che nel 2013 possano ancora avvenire queste cose ma accadono .abbiamo avuto delle crisi ma sempre le abbiamo superate , abbiamo avuto grandi catastrofi naturali e le abbiamo superate , oggi siamo stati tassati oltre il possibile per colpa di questi tecnici ridenti che ci prendono in giro , sfruttano le loro cariche per scopi di campagna elettorale senza pagare nulla , tutto a nostre spese compreso il seguito e scorte. Non sono solo leaccise ma tutti gli aumenti collegati e il blocco delle pensioni , politica sciagurata e sprecona, non si eliminano i rimborsi elettorali perche ?si mangiano tutti i nostri soldi.

futuro libero

Lun, 28/01/2013 - 17:50

Non occorre essere professori per capire che meno tasse più soldi più consumi più lavoro e quindi più entrate. In America ci fu un attore a capire questo e l'America si risollevò proprio con meno tasse. In Italia abbiamo Berlusconi che la sinistra lo denigra chiamandolo buffone,ma vuole fare le stesse cose però in Italia abbiamo un partito di sinistra che lo impedisce, il motivo? molto semplice meno tasse meno magna magna e meno clientela da pagare. Sinistri che avete ancora un cervello cercate di ragionare quando mettete quella croce.Pensateci bene ma molto bene.Se vlete pagare tangenti per il vostro partito e quindi tass votate pure per bersani,se volete tenere in poltrona persone che non hanno mai fatto niente in politica se non ingrassare il portafoglio votate monti.Se volete avere una speranza di vedere i vostri sacrifici meno onerosi e una speranza di un futuro migliorevotate PDL. Dimenticate i partitini non servono a nulla solo a impedire una vera governabilità. Questa governabilità la si può avere solo con una grande maggioranza di voti.Perciò pensate bene a quelloche farete.

Duka

Lun, 28/01/2013 - 17:53

Epilogo elementare. Lo aveva scritto oltre 10 mesi fa la saggia "massaia di voghera" che sarebbe finita così. Ma si sà un prof. non può ascoltare una popolana perciò ha trascinato il paese nel BARATRO tanto tirato in ballo ed oggi attuale e tristemente famoso. Si processa gente per molto molto meno ma per un disastro sociale di questa entità NOooo? gli diamo il premio?

Ritratto di parloitaliano@ilgiornale.it

parloitaliano@i...

Lun, 28/01/2013 - 17:57

Con Monti abbiamo sperimentato ciò che Silvio Berlusconi andava ripetendo da sempre: più tasse meno consumi , meno produzione, meno lavoro, meno entrate per lo Stato e meno servizi per i cittadini.Impoverimento di tutti i settori produttivi e delle famiglie. Speriamo che gli italiani abbiano imparato la lezione e facciano tornare al potere gli uomini di buon senso; infatti è quello che un uomo di governo deve avere il buon senso di una casalinga e Monti i suoi titoli accademici può rivenderli all'asta al peggior offerente!!!!!

edoo

Lun, 28/01/2013 - 17:59

scusate ma "nel 2012 complessivamente il Fisco ha guadagnato grazie alle accise sul carburante il 12,4% in più rispetto all'anno precedente". magari il dato sul mese di dicembre è una semplice anomalia? una statistica su un intero anno è sicuramente più affidabile di quella su un singolo mese.

giottin

Lun, 28/01/2013 - 18:06

Ohhhh, finalmente fate entrare in gioco il Sig. LAFFER, era ora!

Il giusto

Lun, 28/01/2013 - 18:08

Visto che quasi tutti gli aumenti di tasse sono state per mano del governo del vecchio rimba,non capisco perchè accusiate Monti!!!!

Ritratto di Conte Uguccino

Conte Uguccino

Lun, 28/01/2013 - 18:10

elementare watson, tira tira la corda si spezza, a proposito ma alla bocconi si insegna il tiro alla fune?

frescobaldo

Lun, 28/01/2013 - 18:11

Caro demistotele, per quanto la strage di Ustica sia un fatto abominevole e perfettamente degno di prima pagina, saperne di più non aiuta l'economia e non fornisce informazioni per farsi un'idea più precisa (quale che sia) sulle conseguenze (senza accezione negativa, se vuole) dello scorso governo.

angelomaria

Lun, 28/01/2013 - 18:19

quanti soddisfatti quando BERLUSCONI per il bene di tutti si tiro'indietro erano tutti li pronti ha farsi riprendere in piazza quqlsiasi telecamera andava bene i soddisfatti il diavolo era stato finalmente abbattuto tutti ad accogliere il salvatore monti per poi scoprire che era arrivato SATANAin persona ora piangete sciacalli piangetein vita tutto costa ma gli errori quelli lasciano un segno cosi profondo che eimpiagerete ancora per parecchi o rempo e alloro vi ricordo che CHI E'CAUSA DEL SUO MALE PIANGA SE STESSO voi che non meritate niente per colpa vostra millioni d'italiani soffrono e sono il vicino di casa il fratello della madre insomma queli che come tutti pagano sempre per gli sbagli deglialtri FETENTONI E INCOSCENTI in galera ci madserei anche voi col monti e kompany

Agostinob

Lun, 28/01/2013 - 18:23

per EDOO Do il mio parere su quanto Lei ha scritto. Sicuramente nell'arco dell'anno il gettito delle accise carburanti avrà dato di più e questo dovrebbe essere il valore di riferimento. Va però considerato che ogni decremento, sopratutto se viene confermato dal mese successivo, è comunque un segnale. Sono daccordo con chi ha scritto che Dicembre non è forse il mese più adatto per far questo calcolo proprio perchè i giorni lavorativi sono inferiori ed i consumi sono essenzialmente dati dal trasporto lavoro; occorre però vedre se chi ha emesso i dati ha già fatto il confronto col diecembre del 2011, mese su mese. Se ci fosse stato un calo a parità di mesi e giorni lavorativi, allora potrebbe esser un segnale. L'aver introitato il 12.4% in più significa però poco perchè se i consumi calano ancora quel 12 e passa può diventare meno di quanto si incassava prima. E certo non saranno tanto stupidi di pensare (chissà) di riaumentare per sopperire al calo di Dicembre, perchè ad ogni aumento segue un decremento degli incassi. Di fatto, abbiamo notato in questo 2012 che ogni aumento fatto ha portato, alla fine, a scarsi risultati e comunque inferiori a quanto pianificato. Magari è entrato qualcosa da una parte ma se ne sono persi più da un'altra. Ed il conto dello Stato è totale. Se alla fine ho esagerato, incasso meno. Cordialità

Agostinob

Lun, 28/01/2013 - 18:29

per EDOO Mi scusi, dimenticavo. I Concessionari auto sono tutti in forte crisi. Non si vendono più auto e molti sono falliti o stanno fallendo. Qualcuno penserà "chi se ne frega" ma nelle Concessionarie lavorano operai, venditori, impiegati e tutte queste persone stanno andando a spasso. Gli aumenti dei costi generali e del carburante, sta mietendo vittime a tutto andare. Chiudono i benziani o si trasformano in sel service licenziando i dipendenti per poterci stare nelle spese. Spesso noi siamo abituati ad analizzare il nostro piccolo mondo e non ci interessano gli altri. Ma se inizia una catena, come è iniziata e non la si blocca, i lavoratori nei vari settori, cadranno come birilli perchè l'economia è tutta collegata, anche se non ci sembra. Cordialità

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Lun, 28/01/2013 - 18:47

vabbè ma se vince Berlusconi vi diminuirà la benzina,toglierà sicuramente le accise quali debito con la Lybia, Africa Orientale e altre state tranquilli .Gianni 1950 scrivi come un cretino ,cosa ti interessa come mantiene sua moglie Monti Per quel che ne sai potrebbe avere ereditato milioni o ricco di famiglia mica deve interessare a te.Amedori allora perchè nno siete andati voi al governo?Vedremo se con il PDL toglieranno le tasse che ha messo Monti io non ci credo.

chiara2012

Lun, 28/01/2013 - 18:48

Monti ha fatto quello che gli hanno chiesto di fare.Era stato messo al governo per affamarci e distruggerci e ha svolto bene il suo compito.E vuole portarlo atermine,con l'aiuto dei comunisti che vedono un ritorno del socialismo reale.Il paradiso dei lavoratori ,quello di buona memoria,perchè il Male è duro a morire.

Ritratto di emarco54

emarco54

Lun, 28/01/2013 - 18:52

Ieri sera parlavo con amici che hanno figli iscritti alla Bocconi. Stanno seriamente pensando di trasferirli ad altra università per due ragioni: 1^ I ragazzi si vergognano di dire l'ateneo che frequentano, fino ad un anno fa era invece motivo d'orgoglio. 2^ i genitori invece temono che avranno figli laureati nell'università del senatore , pres.te consiglio, politicante da quattro soldi, Università che forse, a giudicare dai professori prestati alla politica, valga molto ma molto meno di quanto si pensi!

Ritratto di stegalas

stegalas

Lun, 28/01/2013 - 19:06

Ogni tanto alzo lo sguardo e vedo un negozio nuovo, appena aperto: kebaberie, money transfer, churrascarie, posti telefonici per chiamate internazionali. Fino al 31 dicembre c'erano parrucchiere, gelaterie, macellerie, mercerie, edicole... Già pregusto la trimestrale esplosiva, quella che porterà ad una corposa manova correttiva fatta di TASSETASSETASSE per far ripartire l'Itaglia. Intanto, voi non lo sapete, il Comune di Massa e Carrara ha visto una simpatica rivolta da parte di un gruppo di profughi (?) nigeriani, visto che, per qualche fastidiosa lungaggine, non ricevono più la diaria di 47 euro (1410 euro mensili) all'uopo predisposta dalla Regione Toscana, che ha appena alzato tutte le tasse regionali per tamponare la voragine della ASL giustappunto di Massa e Carrara. Ma io, italiano, vado a profugare in Corea del Sud? A Guam? In Ecuador? O vado in Francia, Austria, Slovenia? Cosa c'entriamo noi con i profughi NIGERIANI? Se l'UNHCR, invece di fare isteropolitica, facesse il suo lavoro, avrebbe allestito come sempre accaduto in passato, a spese dell'ONU, degli accoglienti campi profughi in nazioni limitrofe, ove poter profugare a volontà dalla Nigeria(e poterci poi comodamente tornare ad emergenza finita). Ora, invece, con la scusa della profugazione metaculturale e multirazziatrice da ogni angolo del globo, ci si fa mantenere con stipendi (inutile dire ESENTASSE) che la gran parte degli operai italiani si sogna. Una delle tante distorte follie dell'ideologia sinistra...

blackbird

Lun, 28/01/2013 - 19:07

Non è solo 'aumento del prezzo dei carburanti ad influire sul loro consumo. Ci sono stati altri aumenti di prezzi e di tasse e quindi la riduzione della capacità di spesa dei cittadini. Inotre va tenuto conto che molti di quelli che usavano l'automobile per andare a lavorare oggi sono disoccupati!

mares57

Lun, 28/01/2013 - 19:07

Davvero davvero un genio. Quasi quanto i due Pier, per non parlare di sel o dei giustizialisti.

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Lun, 28/01/2013 - 19:10

Bastava aprire un libro di economia a pag 3, dopo l'introduzione, per vedere l'andamento delle entrare in base all'aumento della tassazione, evidentemente il professore che ha giudato il governo pensava di cambiare una legge economica, poveraccio, non ho ancora capito se è un bugiardo,o un cretino oppure se è un bugiardo cretino. Adesso i compagni vorrebbero mettre la patrimoniale sulla casa, a partire da quelle che pagano un imu di 400/500 euro, dice Gargamella, che dire ?, se capissero qualche cosa di economia non sarebbero comunisti

antonioamelio

Lun, 28/01/2013 - 19:20

Vai maledetto monti e tutta la tua cricca. Forse ma dico forse adesso ti renderai conto che non ne hai azzeccata una brutto incapace. e ti vuoi anche candidare, ma dai assurdo essere torna nella tua bocconi.

CONDOR

Lun, 28/01/2013 - 19:28

Lo stesso sta succedendo per le automobili. Persi 3 miliardi di IVA da sommare ai maggiori costi per lo stato (cassa integrazione) per i 10.000 posti di lavoro persi. E mettiamoci anche la minore IRPEF pagata dalle aziende disastrate da questi pazzi incapaci.

citano39

Lun, 28/01/2013 - 19:39

L'effetto Laffer il mio prof. di liceo (prof.di lettere-badate bene) me lo spiegava già.

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Lun, 28/01/2013 - 19:47

@angelomaria io sono ancora soddisfatto non si preoccupi. Monti ha sparato a bruciapelo all'Italia ma non dimentico chi l'ha avvelenata goccia dopo goccia in tutti questi anni. La piazza, quella sera, è stata come lo spettacolo teatrale messo in piedi da Amleto: lo specchio ombroso della verità.

Il giusto

Lun, 28/01/2013 - 19:51

per agostimob...la crisi nell'auto e negli altri settori c'è da qualche anno e non dal 2012!Io e altri 51 siamo stati licenziati da una grande casa automobilistica nel 2009!l'iva al 21 e molte accise le ha messe il governo berlusconi quando la "crisi non esisteva"!Perciò dare la colpa solo a Monti è stupido oltre che malafede!!1

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 28/01/2013 - 19:58

Un vero pirla con laurea e loden. Sobrio pero'.

Il giusto

Lun, 28/01/2013 - 20:02

per agostimob...la crisi nell'auto e negli altri settori c'è da qualche anno e non dal 2012!Io e altri 51 siamo stati licenziati da una grande casa automobilistica nel 2009!l'iva al 21 e molte accise le ha messe il governo berlusconi quando la "crisi non esisteva"!Perciò dare la colpa solo a Monti è stupido oltre che malafede!!1

Il giusto

Lun, 28/01/2013 - 20:03

per agostimob...la crisi nell'auto e negli altri settori c'è da qualche anno e non dal 2012!Io e altri 51 siamo stati licenziati da una grande casa automobilistica nel 2009!l'iva al 21 e molte accise le ha messe il governo berlusconi quando la "crisi non esisteva"!Perciò dare la colpa solo a Monti è stupido oltre che malafede!!1

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Lun, 28/01/2013 - 20:05

Siamo sinceri forse Monti non saprà governare come Berlusconi,però statue in faccia Monti non ne ha mai prese.

MMARTILA

Lun, 28/01/2013 - 20:07

Son passato da 45.000 km./anno, fatti per lavoro, a 31.000. Più telefono e più appuntamenti mirati...non è il massimo lavorare così ma ci son costretto. Poi arriva lo studio di settore che mi dice "Lei deve guadagnare tot. dopo 25 anni di attività". Francamente mi ci pulisco in bagno delle loro presunzioni di guadagno...vengano, vengano...ladri si stato!!!!

antonioamelio

Lun, 28/01/2013 - 20:16

E un pirla di cui non faccio il nome ha messo al governo un bocconiano incapace che ha prodotto questi risultati ? Ma cosa bisognerebbe fare a quel pirla ?

Cassandraprof

Lun, 28/01/2013 - 20:18

ESATTAMENTE COME IN GRECIA DOPO IL PRIMO ANO DELLA "CURA" DEL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE.... W L' EQUITA', LA CRESCITA, IL RIGORE.. DI FALLIMONTI....... IHIHIHIH

Il giusto

Lun, 28/01/2013 - 20:29

per agostimob...la crisi nell'auto e negli altri settori c'è da qualche anno e non dal 2012!Io e altri 51 siamo stati licenziati da una grande casa automobilistica nel 2009!l'iva al 21 e molte accise le ha messe il governo berlusconi quando la "crisi non esisteva"!Perciò dare la colpa solo a Monti è stupido oltre che malafede!!1

bitonco

Lun, 28/01/2013 - 20:51

Ho sinceramente grossi problemi a capire il senso dell'articolo. Populismo e demagogia la fanno da padroni, introducendo argomentazioni che non hanno pertinenza. La Curva di Laffer parla del gettito dovuto alla tassazione, non a tagli o risparmi. Basandoci solo sul link a wikipedia proposto nell'articolo, per non infierire oltre, risulta: "Oltrepassata l’aliquota ottimale il gettito fiscale tende a diminuire per tre fenomeni: evasione, elusione, sottrazione." Evasione: non posso convincere il benzinaio a dimostrare che invece di 40 litri me ne ha fatti solo 5, se io ho comprato 40 litri di benzina lui paga le tasse per 40 litri di benzina. Elusione: 1 litro di benzina mi costa sempre lo stesso prezzo, anche se riuscissi a scaricarlo interamente. Quindi, indipendentemente da quanto lo pago io effettivamente 1 litro di benzina, il benzinaio deve sempre sempre la stessa cifra allo stato. Io posso anche fregare lo Stato dicendo che dal benzinaio ho comprato 40 litri di acqua, ma per il benzinaio è difficile dimostrare che la benzina si sia trasformata in acqua. Sottrazione: qui potrei delocalizzando, parola che in questi tempi è di moda, un pò come la curva di Laffer. Potrei delocalizzare andando a fare il pieno in Svizzera per esempio, ma se abito a Palermo non è conveniente, a meno che non compri, minimo, un autobotte di carburante. La curva di Laffer è usata a sproposito in questo articolo. Ma andiamo avanti. Cito : "Nel 2012, complessivamente il Fisco ha guadagnato grazie alle accise sul carburante ben 36,5 miliardi di euro, il 12,4% in più rispetto all'anno precedente." Mi viene da pensare che il 2012 vada da Gennaio a Dicembre 2012 compresi. Il gettito fiscale di Dicembre invece , è diminuito del 7,2%; a cosa si riferisce? A dicembre 2012 rapportato a Dicembre 2011? Dicembre 2012 contro Novembre 2012? Dicembre 2012 sulla media mensile del 2012? Dicembre 2012 su Agosto 2012 quando la maggior parte delle persone fa il pieno e va in ferie? A cosa? Questo si guarda bene dal dircelo, nel suo articolo. L'importante è instillare la paura, rappresentata bene dalla frase di Quagliano :" C'è il pericolo che il calo perduri deni 2013. Se dovesse succedere costerebbe allo Stato 2,6 miliardi di euro in un anno." E ancora :"Visti i prezzi sempre più alti, insomma, gli italiani preferiscono prendere la macchina il meno possibile." Ritengo sia un bene che gli italiani preferiscono prendere la macchina il meno possibile, a meno che io non abbia interessi nella produzione di autoveicoli, o nella distribuzione del carburante. Ma la parte migliore arriva adesso : "Anzi, come se non bastasse, non la comprano proprio l'auto, sottraendo all'Erario ben 3 miliardi di euro solo nel 2012" SOTTRAENDO? Forse non le è ben chiaro il significato del termine, parlando di fiscalità, sig.ra Gigante. Per arrivare alla chiusura, che si commenta da sola :" il presidente di Federauto Filippo Pavan Bernacchi: "Ai signori delle tasse sta tornando indietro un boomerang di dimensioni colossali, e la notizia di oggi è la riprova che le tasse stanno uccidendo i consumi devastando l’occupazione nel nostro settore, fatta di 1,2 mln di addetti". Perchè il presidente di Federauto Filippo Pavan Bernacchi ha detto bene: "le tasse stanno uccidendo i consumi devastando l’occupazione nel nostro settore", perchè le aziende quotate in borsa devono fare sempre gli stessi utili o incrementarli, e se non guadagnano abbastanza, tagliano i costi, cioè le persone. Se invece le persone tagliano i costi, allora non va più bene, forse perchè la singola persona non è quotata in borsa. Ma di finanza io ci capisco poco, per questo magari ritengo questo articolo un somma di nonsense.

roberto zanella

Lun, 28/01/2013 - 21:19

ho lasciato il bmw in garage e uso l'autobus...

bitonco

Lun, 28/01/2013 - 21:44

Sveglia!! Il prezzo della benzina aumenterà sempre di più, perchè non riusciamo a produrla artificialmente a costi convenienti, le riserve vanno esaurendosi, ma le multinazionali devono conservare od aumentare i profitti ogni anno, ed i produttori di auto continuano a costruire motori il cui rendimento è intorno al 40%, per farci consumare benzina.

ROBERTSPIERRE

Lun, 28/01/2013 - 22:19

vorrei ricordare che il partito delle tasse non è solo Monti ma anche Casini, Bersani e soprattutto BERLUSCONI e TREMONTI. L'articolo è fatto bene e lo condivido, ma dobbiamo dirlo chiaramente che l'accisa non è stata mai più ribassata - nonostante sia stata sempre invocata - nè da Berlusconi nè da nessun altro. Abbiamo due auto in famiglia, sto pensando seriamente a rottamare quella più vecchia (è del 1994 !) appena mi lascerà per strada. Credo di non essere isolato in questa drastica decisione, e mi dispiace perchè so che contribuirò mio malgrado all'ulteriore depressione economica.

Agostinob

Mar, 29/01/2013 - 06:41

per IL GIUSTO Non so se leggerà questo post ma Le rispondo. Comprendo il Suo desiderio di dare la colpa a Berlusconi e voglio renderLa contenta (visto anche i post che ha spedito perchè pensaca che non passassero e succede anche a me). Allora diciamo che Monti era stato messo lì da quel gran Genio di Napolitano affinchè risolvesse i problemi fatti da Berlusconi. Le va bene? Lo ha fatto o si è solo vantato riuscendo in un anno a distruggere tutto e di più? Ricordo che Monti, dopo un paio di mesi vedeva già la luce in fondo al tunnel. E' questo quello che preoccupa! Cordialità.

rancarani.giacinto

Mar, 29/01/2013 - 08:38

Ho letto attentamente tutti i Vostri scritti e nessuno ha sottolineato il blocco degli aumenti ISTAT sulle pensioni. I pensionati sono quelli che pagano di più questo blocco biennale, perche vivessero 100 anni, non rientrerebbero mai in possesso di quello che è stato bloccato. Il bocconiano non aveva previsto che anche questo blocco delle pensioni avrebbe subito la "curva di Laffer"? Il grande economista!!!!!!!!!!!! E ora tutto sta andando a ramengo.......ma lui dice che ha salvato l'ITALIA dal precipizio. ? ? ? Cordialità.

Ritratto di Corsaro Azzurro

Corsaro Azzurro

Mar, 29/01/2013 - 08:40

Agostinob Lun, 28/01/2013 - 17:17, il Suo ragionamento non fa una piega. Il Cav cita la curva di Laffer da anni ma, purtroppo, certi signori continuano a dargli dell'amico degli evasori. Per loro è molto più bello invocare e somministrate sempre maggiori spremiture fiscali piuttosto che ...incassare più tasse ma dare ragione al Cav. Purtroppo sono fatti così: capacissimi di negare qualunque evidenza pur di sostenere i loro teoremi totalmente sganciati dalla realtà.

mares57

Mar, 29/01/2013 - 16:00

citano 39 evidentemente lei non ha studiato alla Bocconi.

chiara2012

Mar, 29/01/2013 - 17:23

biconco è un troll logorroico.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Mar, 29/01/2013 - 17:59

Si, mi piacerebbe anche che qualche istituzione-agenzia si prendesse la briga di mostrare i dati relativi all'andamento separato di tasse dirette e indirette, quanto hanno incassato a Novembre 2012 Inps e Inail e quanto invece a Novembre 2011 e per gli stessi periodi il totale IVA dei beni di consumo (comprendendo ovviamente il settore auto-camion-pullman)... La "curva di Laffer" per noi dovrebbe essere ribattezzata "la curva della Disperazione"; perché non è solo una questione che una tassazione al limite dello strozzinaggio (quando in certi comparti non sia "oltre" lo strozzinaggio) involglia all'evasione, si deve parlare di "tassazione killer" che uccide le imprese, rimuove ogni risorsa dalle famiglie per spese che non siano quelle strettamente legate alla pura sopravvivenza, deprime e fa "stare in difesa" anche chi avrebbe ancora un minimo di risorse da spendere-investire. Le imprese si sono viste chiudere ogni linea di credito e sanno che qualsiasi iniezione di soldi (magari vendendo la casa) provocherebbe un'immediata verifica fiscale di mesi con paralisi della produzione. E nelle situazioni in cui, piuttosto che chiudere, la situazione potrebbe essere tamponata riducendo il personale, ci pensano CGIL e kompagni a obbligare l'imprenditore a non osare farlo... così almeno in breve tempo finiscono tutti disoccupati invece che solo una parte e anche il "bene impresa" finisce nella spazzatura oppure viene gentilmente regalato ad Austria, Rep. Ceca, Slovenia, Romania, ecc... E poi: dobbiamo tutti fare uno sforzo per rimettere in carreggiata e rilanciare l'Italia? Va bene! Tasse, tasse, tasse, ma comunicando esattamente e puntualmente agli Italiani dove va a finire il singolo Euro ma, SOPRATTUTTO E PRIMA, chi ci chiede uno sforzo economico sovraumano DEVE avere già tagliato tutto il tagliabile a cominciare dai palazzi romani, dai vari enti e voragini del parastato, dalle spese militari per le "missioni" come scudieri dei nostri "alleati" (che però per immigrazione e, che ne so, la storia dei nostri Marò, ci lasciano più soli e sbeffeggiati dell'ultimo servo della gleba), dalle posizioni fiscali di privilegio dei sindacati, dai "patrimoni" dei partiti (su questi si che bisognerebbe applicare una patrimoniale pari al 50%, tanto sono sempre e solo stati tutti soldi nostri). Monti, Bersani e kompagni non faranno altro che aggravare ancora di più questo disastro…. Attenti, ora il ciglio del burrone è davvero molto vicino!

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Mar, 29/01/2013 - 18:41

Allora bisognerà aumentare i carburanti per ricuperare ci penserà Silvietto dopo le elezioni o Bersani chi vincerà.

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Mar, 29/01/2013 - 19:07

agostinob costerebbe ugualmente più che in Luxemburgo che è sempre EU.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Mer, 30/01/2013 - 08:32

Si, mi piacerebbe anche che qualche istituzione-agenzia si prendesse la briga di mostrare i dati relativi all'andamento separato di tasse dirette e indirette, quanto hanno incassato a Novembre 2012 Inps e Inail e quanto invece a Novembre 2011 e per gli stessi periodi il totale IVA dei beni di consumo (comprendendo ovviamente il settore auto-camion-pullman)... La "curva di Laffer" per noi dovrebbe essere ribattezzata "la curva della Disperazione"; perché non è solo una questione che una tassazione al limite dello strozzinaggio (quando in certi comparti non sia "oltre" lo strozzinaggio) involglia all'evasione, si deve parlare di "tassazione killer" che uccide le imprese, rimuove ogni risorsa dalle famiglie per spese che non siano quelle strettamente legate alla pura sopravvivenza, deprime e fa "stare in difesa" anche chi avrebbe ancora un minimo di risorse da spendere-investire. Le imprese si sono viste chiudere ogni linea di credito e sanno che qualsiasi iniezione di soldi (magari vendendo la casa) provocherebbe un'immediata verifica fiscale di mesi con paralisi della produzione. E nelle situazioni in cui, piuttosto che chiudere, la situazione potrebbe essere tamponata riducendo il personale, ci pensano CGIL e kompagni a obbligare l'imprenditore a non osare farlo... così almeno in breve tempo finiscono tutti disoccupati invece che solo una parte e anche il "bene impresa" finisce nella spazzatura oppure viene gentilmente regalato ad Austria, Rep. Ceca, Slovenia, Romania, ecc... E poi: dobbiamo tutti fare uno sforzo per rimettere in carreggiata e rilanciare l'Italia? Va bene! Tasse, tasse, tasse, ma comunicando esattamente e puntualmente agli Italiani dove va a finire il singolo Euro ma, SOPRATTUTTO E PRIMA, chi ci chiede uno sforzo economico sovraumano DEVE avere già tagliato tutto il tagliabile a cominciare dai palazzi romani, dai vari enti e voragini del parastato, dalle spese militari per le "missioni" come scudieri dei nostri "alleati" (che però per immigrazione e, che ne so, la storia dei nostri Marò, ci lasciano più soli e sbeffeggiati dell'ultimo servo della gleba), dalle posizioni fiscali di privilegio dei sindacati, dai "patrimoni" dei partiti (su questi si che bisognerebbe applicare una patrimoniale pari al 50%, tanto sono sempre e solo stati tutti soldi nostri). Monti, Bersani e kompagni non faranno altro che aggravare ancora di più questo disastro…. Attenti, ora il ciglio del burrone è davvero molto vicino!