Telecom Italia diventerà spagnola: a Telefonica la maggioranza relativa

Telefonica sottoscrive l'aumento di capitale: accordo con Generali, Mediobanca e Intesa Sanpaolo per salire dal 46 al 65% di Telco che controlla il 22,4% di Telecom

Intesa trovata. Da oggi l'italiana Telecom parla spagnolo. Generali, Intesa e Mediobanca hanno concluso con Telefonica un "accordo modificativo" del patto parasociale relativo a Telco che controlla il 22,4% di Telecom. In una prima fase il colosso iberico sottoscriverà un aumento di capitale per complessivi 324 milioni di euro a 1,09 euro per azione. "L'accordo è in linea con gli obiettivi di rafforzamento patrimoniale - ha spiegato l'ad di Generali Mario Greco - ci permette di guardare con ottimismo alla distribuzione di un dividendo soddisfacente a fine anno".

Telefonica manterrà i diritti di voto in Telco spa all’attuale 46,1% anche dopo i due aumenti di capitale che porteranno la quota al 70% della holding. "Telecom Italia non diventa spagnola - si è affrettato ad assicurare il presidente di Telecom Franco Bernabè - l’operazione riguarda Telco". Secondo la road map tracciata dalla stessa compagnia spagnola, l'operazione sarà articolata in due fasi ben distinte. Nella prima l’aumento di capitale da 324 milioni prevede l’emissione di azioni di classe C prive del diritto di voto, convertibili in azioni con diritto di voto a determinate condizioni. Questa operazione fornirà a Telco le risorse per rimborsare una prima parte dell’indebitamento finanziario a scadenza il prossimo novembre, mentre i residui 700 milioni saranno interamente finanziati da Mediobanca e Intesa in parti uguali. A seguito dell’aumento, Telefonica arriverà a controllare il 66% di Telco, di cui il
46,2% con diritto di voto, Generali il 19,32%, con diritto di voto per il 30,6%, e Intesa e Mediobanca il 7,34%, entrambe, con diritto di voto pari all’11,6%. Contestualmente all’aumento, Telefonica acquisterà una parte del prestito Telco fino a lievitare al 70% del totale ricevendo in cambio azioni del valore di 10,86 euro ciascuna. Solo allora, dopo aver incassato le autorizzazioni previste dall’Antitrust in Brasile e Argentina, Telefonica sottoscriverà un nuovo aumento di capitale per 117 milioni di euro, sempre senza diritto di voto, convertibile poi in azioni ordinarie con diritto di voto, fino a raggiungere il 70% di Telco.

Telefonica potrà arrivare ad acquistare il 100% di Telco soltanto a partire dal primo gennaio del 2014. Il nuovo accordo tra Mediobanca, Generali, Intesa Sanpaolo e Telefonica prevede la possibilità di una scissione Telco a partire da giugno 2014. "I soci Telco - si legge in una nota - mantengono la possibilità di vedersi attribuire le azioni di Telecom Italia, uscendo cos dal patto parasociale, attraverso la scissione di Telco, che potrà essere richiesta durante una prima finestra tra il 15 ed il 30 giugno 2014 ed una seconda finestra tra il 1ø ed 15 febbraio 2015". L'opzione di acquisto delle azioni residue è previsto al prezzo maggiore di una forbice prevista tra 1,1 euro e il prezzo di mercato previsto al momento dell’esercizio dell’opzione. In caso di esercizio dell’opzione di acquisto, Telefonica sarà obbligata ad acquistare a valore nominale anche tutte le quote residue del prestito obbligazionario in mano ai soci italiani, a fronte del pagamento del 50% in contanti e del 50%, a discrezione del socio spagnolo, tra azioni Telefonica e contanti.

Sulla vicenda Telecom, passata in mani spagnole, "guardiamo, valutiamo", ma "stiamo nel mercato europeo e Telecom è una società privata". Lo ha detto il presidente del Consiglio Enrico Letta a margine dei lavori per la 68esima Assemblea Generale dell’Onu. "Vigileremo perché ci sia un massimo di attenzione ai profili occupazionali e agli aspetti strategici per l’Italia. Tuttavia vorrei ricordare a tutti quelli che stanno parlando in queste ore che Telecom è stata privatizzata, e che di tutte le privatizzazioni italiane non credo sia stata uno dei più grandi successi. Quindi anche se arrivassero dei capitali europei credo potrebbe aiutare Telecom a essere migliore rispetto agli ultimi 5 anni", ha aggiunto il premier.

Video che ti potrebbero interessare di Economia

Commenti
Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mar, 24/09/2013 - 08:44

CIAO CIAO Italia svenduta in nome dell'Europa Unita. Noi non compriamo nulla all'estero, ma che ci stiamo a fare ancora con questa moneta insanguinata e maledetta ?

gioch

Mar, 24/09/2013 - 09:15

Un altro successo della sinistra al potere.Conclusione di un percorso iniziato dagli amici di D'Alema.E la Spagna,sull'orlo del fallimento(?),riesce a tenere in vita un'azienda che si porta via un pezzo di storia e d'inventiva italiane.Quando spariscono grandi aziende italiane,dobbiamo sempre ringraziare i bravi e responsabili signori di sinistra.

CALISESI MAURO

Mar, 24/09/2013 - 09:18

Un triste epilogo di una privatizzazione maldestra, altro che politica industriale, qui siamo alla svendita di fine stagione. Povera nazione

CALISESI MAURO

Mar, 24/09/2013 - 09:18

Un triste epilogo di una privatizzazione maldestra, altro che politica industriale, qui siamo alla svendita di fine stagione. Povera nazione

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 24/09/2013 - 09:32

Certo che siamo messi nella M.....se nonostante la Spagna che è messa più ancora più nella m..ha ditte ancora attive a questo livello..nella compravendita!! stiamo vendendo tutto, a TUTTI, tra un pò venderemo anche ai maltesi!! è la dimostrazione della politica demenziale dello stato Italiano(tramite governi demenziali) sulla tassazione in Italia

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 24/09/2013 - 09:38

Vendendosi tutto , al passo coi tempi.Abbiamo politici che evidentemente con queste acquisizioni ci guadagnano di tasca loro.

Ritratto di Tristano

Tristano

Mar, 24/09/2013 - 09:47

SALVIAMO L’ITALIANITA’ DI TELECOM Su dai, un po' di ottimismo. Ideona ! Per salvare l’italianità di Telecom si potrebbe fare così: creiamo una “bad-company” pubblica (nel senso che paghiamo tutto noi contribuenti) nella quale facciamo confluire tutti i debiti e le attività di Telecom in perdita; regaliamo la Gold-Company ad un gruppo di imprenditori italiani (con il diritto di essere chiamati “salvatori della Patria”) aiutandoli economicamente nella gestione della nuova Telecom (nel senso che le perdite le finanziamo noi e gli utili se li dividono loro). Vi sembra una stronzata ? Eppure il pregiudicato con questa bella trovata (che ci è costata oltre 3 miliardi) ci ha vinto le elezioni mettendo questa cagata tra le cose buone fatte dal suo governo e convincendo gli italioti che lo ha fatto per salvare l’italianità di Alitalia. Lo si potrebbe fare anche con Telecom.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Mar, 24/09/2013 - 09:49

Ecco il risultato delle privatizzazioni piddine... Persino gli spagnoli fanno shopping da noi! Continuate a votare la feccia comunista, mi raccomando!

jeanlage

Mar, 24/09/2013 - 09:53

Fase 1: primo governo Prodi, minitro dell'industria Bersani (ministro della difesa, compagno di merende, Napolitano): svendita di Telecom agli amici Agnelli e distruzione, fra le altre, di Finsiel, grande azienda informatica italiana con migliaia di dipendenti. Fase 2: secondo governo D'Alema il denti aguzzi De Benedetti (che già aveva distruoo la gloriosa Olivetti) si pappa Telecom senza che l'allora ministro del Tesoro Amato usi la golden share (ministro dell'industria Enrico letta) e la fa cucinare a Colaninno (capitano coraggioso secondo D'Alema) padre dell'attuale senatore del PD (i debiti vanno pagati). Dopo due anni di prelievi sanguigni, l'esausta Telecom viana ceduta a Trochetti Provera e la magistratura comincia ad attaccare. Alle prossime elezioni, ricordiamoci di quanto i compagni hanno mangiato l'Italia e non delle donnine di Berlusconi

Ritratto di dbell56

dbell56

Mar, 24/09/2013 - 09:57

Parafrasando il titolo di uno splendido LP del '73 dei Genesis (titolo "Selling England By The Pound") si può ormai amaramente commentare: selling Italy by the pound (vendere l'Italia a quattro soldi!)

lui976

Mar, 24/09/2013 - 10:06

E del grandissimo successo di Berlusconi con Alitalia non parliamo?

scric

Mar, 24/09/2013 - 10:16

D'alema dove sei? questo è il tuo splendido risultato della privatazione per favorire gli amici bresciani. ma scusate telefonica si compra telecom senza passara da opa seppure benevola? domanda tutto normale ?

thecaliffo

Mar, 24/09/2013 - 10:31

Sarà colpa sicuramente della magistratura rossa. Ma state tranquilli, hanno tolto l'IMU.

Mr Blonde

Mar, 24/09/2013 - 10:32

primo è il mercato a decidere non si può essere liberisti o comunisti a seconda dell'umore con cui ci si sveglia secondo: anche con tutto l'odio che ho per d'alema se anche fosse "colpa" sua la privatizzazione sono passati 16 anni, dire che l'azienda va male oggi per colpa dei komunisti mi sembra al solito esagerato terzo: lo scandalo piuttosto, e come al solito nessuno nè parla visto che tra gli advisor dell'operazione c'è mediobanca (inchino please), è che in ogni altro paese ci sarebbe obbligo di opa a cascata in modo da indennizzare i piccoli azionisti (-90% dal 2000); invece l'operazione è strutturata in modo che il prezzo di 1.09 (contro 0,6 di borsa oggi) venga pagato indirettamente con variazioni delle holding di possesso. Ovviamente è colpa dei comunisti non potendosela prendere con il solito salotto buono della finanza da cui dipendono tanti finanziamenti a mediaset compresa. Capito o no?

CALISESI MAURO

Mar, 24/09/2013 - 10:32

Tristano: la privatizzazione di telecom o sip e' stata gestita dai suoi eroi e capitani di ventura ( penso almeno dalle considerazioni che ha fatto ). L'alitalia gestita da schifo e in mano ai sindacati e' un altro esempio di commistione politica e sindacale.... dove i sindacati non sono quelli tedeschi sempre coinvolti, ma consapevoli degli interessi nazionali. Berlusca qui conta poco, il danno ( fallimento era gia' conclamato )

Holmert

Mar, 24/09/2013 - 10:33

Italia nazione alla deriva, una specie di zattera della Medusa, dove tutti gli sciacalli e gli avvoltoi affondano zanne ed artigli, mentre le nostre istituzioni stanno a guardare disincantati. Terra di conquista a suon di shopping, svendiamo di tutto, come in tempi di carestia. I cittadini si rivolgono al monte di pietà mentre gli ex tycoon e lo stato vendono agli stranieri. Si sono fatti avanti persino gli spagnoli che non stanno meglio di noi rilevando la Telecom, società martoriata, con la quale si gioca alle scatole cinesi, come fece a suo tempo la famosa cordata dei bresciani con in testa Colaninno. I francesi fanno la parte del leone. Hanno comprato marchi famosi della fashion, Parmalat, ora Alitalia affidata imprudentemente a Colaninno, il padre del rampollo Pdino, affarista di razza come la tigre Carlone benedetto da Dio e dagli uomini Pdini..Insomma ci vendiamo anche le brache e forse il loro contenuto posteriore. Avanti c'è posto, scampoli di fine stagione. Intanto chi dovrebbe farci risorgere dalla polvere, parla parla, parla, come il pappagallo tutto verde e l'occhio giallo. Una vergogna che non fa arrossire più nessuno, in quanto non ne sono capaci, avendo al posto della faccia l'apparato genitale.

Ritratto di franco@trier-

franco@trier-

Mar, 24/09/2013 - 10:40

pensate che anche la Telekom tedesca andrà agli spagnoli? Io dico di no.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 24/09/2013 - 10:53

E' cominciata la vendita all'asta dei gioielli di famiglia. Si avvera il sogno di Monti. Ma noi siamo troppo occupati con la squalifica di Balotelli per prendere in considerazione queste quisquilie.

luiss_sm

Mar, 24/09/2013 - 11:01

Un altro bel successo della sinistra. Telecom italia 15 anni fa era una delle migliori aziende di telecomunicazioni esistenti,(capitalizzava più 100 mila miliardi di lire, ovvero 50 e passa miliardi di euro) grazie all'incoraggiamento della sinistra ai " capitani coraggiosi" che l'hanno acquistata senza un soldo, i quali CAPITANI contavano di ripagare il debito mostruoso contratto con le banche solo con gli utili della stessa telecom, sottraendoli agli inestimenti. In un settore in continua evoluzione, senza investimenti Telecom è rimasta la cenerentola delle tlc ed era inevitabile per evitare il fallimento che finisse in mani straniere. Dopo MONTE PASCHI, BANCA MARCHE, CARIGE un altro capolavoro della sinistra. E ormai che sembra inarrestabile la loro conquista definitiva del governo dell'intero paese, NON OSO IMMAGINARE COSA SUCCEDERA'. O meglio lo sappiamo tutti benissimo, BANCAROTTA E MISERIA PER TUTTI.!!!!!!!!!!

LAMBRO

Mar, 24/09/2013 - 11:06

SIAMO RIUSCITI !!! A VENDERE UN ALTRO PEZZO DI ITALIA ALL'ESTERO!!! CHE CERTAMENTE AUMENTERA' LA NOSTRA OCCUPAZIONE RISOLVENDO IL NOSTRO PROBLEMA LAVORO!!! E SCOMMETTO CHE I SOLDI PER FINANZIARLI SACCOMANNI LI TROVERA' CON FACILITA'!!! SE NON SONO AUTOLESIONISTI NON LI VOLGIAMO!!!

buri

Mar, 24/09/2013 - 11:13

ecco fatto, l'Italia è in svendita, pensavo che le TLC fossero di interesse nazionale w quindi incedibili, ma sembra che non sia così, stiamo diventando un protettorato, dove tutti so ritagliano una zona di competenza

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Mar, 24/09/2013 - 11:19

Non ci vedo niente di scandaloso, all'utente interessa la qualità del servizio non chi è il proprietario che glielo fornisce. E' il libero mercato bellezze. E se si fosse applicato con tutte le privatizzazioni invece di costruire a tavolino fantomatici capitani coraggiosi e cordate di italiani il contribuente avrebbe sicuramente risparmiato un bel po'.

luiss_sm

Mar, 24/09/2013 - 11:28

per lui976 Paragonare alitalia a telecom non è proprio pertinente. ALITALIA ERA PRATICAMENTE FALLITA, si è tentato di resuscitarla a quanto pare con scarsi effetti. Telecom, prima delle scorribande dei "capitani coraggiosi" in bolletta, avallate dalla sinistra, era una delle migliori aziende di tlc. Qui è stata distrutta un'azienda prosperosa che valeva nel 2000 130.000 miliardi ovverro quasi 70 miliardi di euro contro neanche i 12 di oggi.

Joecasti

Mar, 24/09/2013 - 11:40

Franco@trier. Telefonica ha comprato un paio di settimane fa una delle 4 compagnie di telecomunicazioni tedesche (E-Plus), e dopo avere già acquistato qualche anno la compagnia O2 possiede 2 compagnie di telecomunicazioni su 4, alla faccia della concorrenza. Comunque preferisco Telefonica o Vodafone alla telekom tedesca, quest'ultima una compagnia di incapaci e ladri.

il gotico

Mar, 24/09/2013 - 11:44

La posizione di Telecom era tale, negli anni passati, da permetterle il monopolio sulla telefonia fissa, mobile, banda dati, in pochi anni si sono visti soffiare il mercato da tutti, sintomo di una gestione penosa, dove hanno prevalso gli interessi personali e l'incapacità di gestire un'azienda di quella portata. Domani vedremo i manager godersi la pensione d'oro in qualche spiaggia caraibica, i dipendenti in mezzo ad una stra per rivendicare il loro posto di lavoro, perché non credo che chi subentrerà abbia intenzione di tenersi tutto il carrozzone ambulante, a breve temo forti tagli al personale, necessari purtroppo a causa della cattiva gestione degli anni passati.

watcheroftheskyes

Mar, 24/09/2013 - 11:44

@dbell56, come non quotarti?

gioman

Mar, 24/09/2013 - 11:46

La rete, e solo la rete, sarebbe dovuta essere di proprietà dello Stato, ma il komunista D'Alema, a fine anni '90, decise di "regalarla" ai suoi "capitani coraggiosi", con il vergognoso benestare dell'intera classe politica. UNA SEMPLICE REGOLA SI SAREBBE DOVUTA RISPETTARE: NON CEDERE MAI LE INFRASTRUTTURE PRINCIPALI, SIA FISICHE CHE DIGITALI, AI PRIVATI, SOPRATTUTTO SE STRANIERI!!! Purtroppo, il diabolico piano per togliere all'Italia i suoi beni più preziosi, procede spedito! Mentre i signori Letta, Monti e Napolitano si attivano alacremente in tal senso, PDL e PD rimangono inerti, in religioso silenzio!!! FORZA BEPPE GRILLO, DEVI VINCERE LE PROSSIME ELEZIONI! SOLO TU PUOI MANDARE A CASA QUESTI PARASSITI!!!

Ritratto di Tristano

Tristano

Mar, 24/09/2013 - 11:47

Per @Calisesi Mauro (post delle 10.32). Intanto io non ho eroi o compagni di ventura da difendere (come mangano per il pregiudicato berlusconi) perché non sono comunista (o del PDmenoL) e tutta la gente che ha nominato io la manderei in galera, a prescindere. Per quanto attiene all'Alitalia, troppo comodo dare la colpa ai sindacati per una operazione fallimentare del pregiudicato berlusconi che è costata a noi contribuenti oltre tre miliardi ed ha fatto vincere le elezioni al concussore berlusconi. Sì, purtroppo in italia c'é ancora qualche idiota che vota berlusconi perché ha salvato l'Alitalia. Ma si potrà essere più cretini di così ?

Joecasti

Mar, 24/09/2013 - 11:53

Pisistrato. Un'affermazione da ignoranti poteva venire solo da te, all'utente non interessa solo la qualità del servizio, interessa soprattutto cosa farà la compagnia non i nostri dati, se garantirà la nostra privacy, cosa che alla telefonica non interessa molto, anzi chi è informato sa cosa intende fare: vuole introdurre una tecnica per protocollare il comportamento di guida di tutti gli automobilisti che usano la rete telefonica, e in più vuole vendere i dati dei suoi clienti a imprese di pubblicità. Qui 2 link di articoli se conosci il tedesco:www.spiegel.de/wirtschaft/service/telefonica-will-fahrverhalten-protokollieren-a-894688.html ewww.zeit.de/digital/datenschutz/2012-10/telefonica-smart-steps-vorratsdaten

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Mar, 24/09/2013 - 11:55

@luiss_sm - bella analisi, non ti dimenticare però che le chiappe i contribuenti italiani ce le hanno dovute mettere sia con i capitani coraggiosi della sinistra sia con le fantomatiche cordate italiane del Berlusca.

Mario-64

Mar, 24/09/2013 - 11:59

Almeno si scorpori la rete o si faccia valere una sorta di golden share ,Letta se ci sei batti un colpo...

gamma

Mar, 24/09/2013 - 12:07

Ormai l'Italia non ha più una compagnia telefonica propria nè nel fisso che nel mobile. Infatti sia Vodafon (Inglese) che Fastweb (Svizzera) che Wind (Russia) sono totalmente in mani straniere. E ora Telecom agli spagnoli. Intendiamoci, potrebbe anche funzionare meglio, ma non per quanto riguarda l'occupazione. Faccio un esempio: il call-center di Vodafone è in Svizzera e si parla di riduzione drastica di personale italiano. Hanno anche ragione. Perchè pagare un dipendente italiano che fra stipendio, tasse e contributi (il famoso cuneo fiscale) costa ad un'azienda il doppio di un dipendente svizzero o persino tedesco? E i nostri straimbecilli politici e sindacalisti non sanno far altro che gridare slogan che non ascolta più nessuno, mentre il paese si sta dissolvendo industrialmente e psicologicamente. Il figlio di un amico, prossimo a laurearsi in ingegneria meccanica al Politecnico di Milano mi ha raccontato che i docenti consigliano loro di andare a cercar lavoro all'estero non appena conseguono la laurea senza perder tempo a cercarlo inutilmente in Italia. Il paradosso è che spesso si viene assunti all'estero da aziende italiane che si sono trasferite armi e bagagli in altri paesi europei.

Alessio2012

Mar, 24/09/2013 - 12:12

Telecom se non sbaglio si è beccata una maxi-multa che andava a vantaggio di De Benedetti... alla fine immagino che è meglio vendere all'estero piuttosto che subire le angherie dei soliti komunisti...

Ritratto di dbell56

dbell56

Mar, 24/09/2013 - 12:40

watcheroftheskyes, ma la quotazione è riferita all'Italia in svendita o al mitico LP dei Genesis? Sappi che ora, mentre sto scrivendo, sto ascoltando il pezzo degli AC/DC "Up To My Neck In You" vero rock 'n roll allo stato puro con adrenalina prodotta in gran quantità, ti assicuro!! Ciao

Ritratto di dbell56

dbell56

Mar, 24/09/2013 - 12:43

watcheroftheskyes, ma la quotazione è riferita all'Italia in svendita o al mitico LP dei Genesis? Sappi che ora, mentre sto scrivendo, sto ascoltando il pezzo degli AC/DC "Up To My Neck In You" (LP "Powerage") vero rock 'n roll allo stato puro con adrenalina prodotta in gran quantità, ti assicuro!! Ciao

comase

Mar, 24/09/2013 - 12:46

Tristano vai a cercare Isotta che è meglio con la testa che hai ogni volta che parli consumi aria preziosa per il prossimo.

fraktal

Mar, 24/09/2013 - 12:48

Ho sempre considerato la privatizzazione della rete telefonica una corbelleria; e questo vale anche per quella delle autostrade! Ma non possiamo dare colpa alla sinistra, per giunta quella degli anni 90, se Telecom vale oggi meno di un ventesimo di quanto valeva nel 1999 e diventa spagnola in cambio di un piatto di lenticchie. C'è da interrogarsi invece sulle capacità del capitalismo nostrano! Oltre a Colaninno, che gode di un apprezzamento bipartisan frutto degli eccellenti risultati ottenuti sia con Telecom che con Alitalia, per Telecom sono passati Pirelli, Generali e Banca Intesa! Le Assicurazioni Generali riescono a perdere con Telecom più di un miliardo di euro su un invetimento di meno di un miliardo e mezzo.

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Mar, 24/09/2013 - 12:49

@Joecasti - ti ricordo che esiste una legge che tutela i dati personali in Italia come in Europa e che si applica indipendentemente da chi sia il proprietario di un'azienda. Peraltro, se ricordo bene, c'è già stato un bello scandalo su dati ed intercettazioni forniti abusivamente da Telecom ad agenzie di investigazione private quando Telecom Italia non era nemmeno partecipata da Telefonica, quindi, fossi in te mi farei meno paturnie a riguardo.

CALISESI MAURO

Mar, 24/09/2013 - 13:04

Tristano@ non penso che qualcumo abbia votato Berlusconi per Alitalia, se non i diretti interessati forse, l'azienda era gia' cotta, l'azione di Berlusconi non e' stato un regalo come telecom, ma una decisione disperata. Comunque per commistione o incapacita', nessuno difende le ns aziende. La sinistra in questo e' stata piu' incapace. la dx non ha riparato ai danni fatti. Vsio e' finita ormai e' evidente, adesso si puo' votare quello che si vuole, e' ininfluente.

scric

Mar, 24/09/2013 - 13:20

scusate sono un azionista di telecom e anche o sarei interessato per vendere i miei titoli a 1,1€, dove sei antitrust? risultato sono tutti dei BUFFONI grazie signori della sinistra

Alessio2012

Mar, 24/09/2013 - 13:42

Ormai per mantenere un'azienda in Italia bisogna che sia affidata a zingari o a musulmani. Solo così i komunisti non avranno il coraggio di criticare... Viceversa avranno sempre qualcosa da ridire...

Joecasti

Mar, 24/09/2013 - 14:07

@pisistrato. Hai ragione se dici che in italia e in europa esistano leggi che tutelano (almeno in apparenza) i diritti privati dei cittadini, purtroppo a parte la germania ( contro la quale é stata aperta una causa a Maggio 2012 per non avere attuato una legge imposta da questa Mafia) tutti i paesi europei hanno approvato una legge dettata dalla Mafia UE ( nel 14.12.2005) che costringe a tutte le nazioni di protocollare tutti i dati privati per 6 mesi. Informati meglio, sono terrorizzato e meravigliato come specialmente la stampa e la politica italiana abbiano e continuino ad ignorare questo tema anche dopo gli scandali di PRISM, NSA ecc. e se una compagnia telefonica dichiara in modo cosí sfacciato cosa intende fare con i dati dei suoi clienti non c'é altro da fare che boicottarla. Non fare e tacere é un comportamento simile all'omertá riguardo alle organizzazioni criminali.

Carlo.

Mar, 24/09/2013 - 14:29

BERLUSCONI SUBITO AL POTEREEEEEEEEEE!!!!!!!!!!! COMPRA TUTTO LUI E DA LAVORO A TUTTI!!!!

luigi civelli

Mar, 24/09/2013 - 14:32

Mi stupisce che,nel caso Telecom-Telefonica,nessuna voce si sia alzata su ilGiornale et similia a difesa dell'italianità di questa sfortunata società;eppure non è passato molto tempo da quando il Governo Berlusconi s'inventò la Crociata dei Capitani Coraggiosi,pagata dai cittadini italiani oltre 4 miliardi di euro(altro che IMU)per 'salvare' Alitalia.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mar, 24/09/2013 - 14:59

tra poco l'Alitalia risanata con le vostre tasse e accise verrà svenduta ad AIR FRANCE, manca ancora l'ENEL e le Ferrovie foerse entro il 2014 perchè vi fate chiamare ancora ITALIANI ?

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Mar, 24/09/2013 - 15:15

Questa operazione inquadra esattamente quello che il governo Letta con l'appoggio del PDL propaga ormai da diversi mesi: Attirare in Italia investitori stranieri. Ora che accade vi lamentate?

Ritratto di franco@trier-

franco@trier-

Mar, 24/09/2013 - 15:31

joecasti, visto che lodi tanto gli spagnoli io se fossi in te emigrerei in Spagna e andrei a lavorare là,o ci sei già?

unosolo

Mar, 24/09/2013 - 15:38

Bene forse ci si guadagna ora ma se poi spostasse la sede in paesi con cui le tasse l'agevolano ? che fine faranno i nostri dipendenti ? verranno dimezzati ? verranno spostati in altre sedi affinche si licenziano da soli ? certo di domande sulla certezza del posto di lavoro è normale pensarle .sappiamo quanto sono castrette a pagare le aziende.

Gianca59

Mar, 24/09/2013 - 16:14

Ma non è con gli spagnoli che facciamo a gara per chi ha lo spread peggiore ?

doris39

Mar, 24/09/2013 - 16:24

Che ne dite? Sarà solo un sospetto?" L'iberica Telefonica per portare a compimento l'operazione, verrà finanziata da qualche banca spagnola - già fallita - e salvata con i soldi dei contribuenti italiani attraverso il fondo salva stati e banche ESM, al quale l'Italia partecipa con 125 miliardi di euro, presi a debito sui mercati"

fedeverità

Mar, 24/09/2013 - 16:44

il mortadella le pagherà tutte prima di riposare in pace.... MA VOI CHE DOVRESTE TUTELARE,NON VI VERGOGNATE UN Pò???!!! MA CHE POLITICI ABBIAMO!!!CHE VERGOGNA!!

linoalo1

Mar, 24/09/2013 - 17:17

Benvengano gli investimenti stranieri!Purchè non creino altri disoccupati!Siamo molto bravi anche noi da soli a creare disoccupazione!Lino.

Gianca59

Mar, 24/09/2013 - 17:26

linoalo1: gli investimenti stranieri prevedono, in sequenza, di acquisire un mercato/prodotto, rendersi conto che i costi in Italia sono eccessivi, dichiarare esuberi. Potrà mica essere Telefonica un' eccezione in questo ?

baio57

Mar, 24/09/2013 - 17:41

@ Tristano (ore 11,47)- Pensa che fino poco tempo fa c'erano anche idioti che votavano il mortadella. Uno svenditore di aziende floride statali agli amici degli amici ,nonchè artefice ( tanto per restare in tema telefonia) della scellerata operazione Telecom Serbia ,che ha fatto perdere alle casse dello Stato circa 600 miliardi delle vecchie lire (in quegli anni mica bruscoline).

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Mar, 24/09/2013 - 17:41

Colanninno : De Benedetti = Telecom Italia : Olivetti Entrambi Demolitori di aziende italiane!

giocondo1

Mar, 24/09/2013 - 17:49

Tranquilli. Joe Condor è volato in Canada ed in USA a fare marketing (si dice così?). Spolverate il resto dell'argenteria che tra un po' si apre l'asta di beneficenza.

gamma

Mar, 24/09/2013 - 18:33

Quello della spagnola Telefonica non è "investire" in Italia ma solamente fare "shopping" in Italia. Investire in Italia significa venire a fare "impresa" in Italia, cioè aprire uffici, linee di produzione, assumere operai, impiegati, ecc. Telefonica è molto probabile che faccia il contrario, visto che nel settore delle TLC è facilissimo delocalizzare. A parte queste considerazioni, c'è poi da dire che un settore ad alta tecnologia (e lo sarà sempre più in futuro) come quello delle telecomunicazioni sarebbe stato meglio restasse in mani italiane. Alcuni dicono che non importa perchè in fondo diventeremo un unica nazione ma io non vedo la nazione Europa ma un coacervo di famelici interessi nazionali. E una nazione, debole, l'Italia che si sta facendo "fottere" alla grande. Lo stesso dicasi di Alitalia, Finmeccanica, ecc.

Ritratto di siro4747

siro4747

Mar, 24/09/2013 - 18:56

x Tristano ed a tutti i KOMPAGNI: Guarda che la Telecom l'ha SVENDUTA il tuo caro compagno D'Alema all'altro tuo compagno Colaninno, al governo c'era un tale che si chiamava Prodi!!!COLEUS!

Gianca59

Mar, 24/09/2013 - 18:59

Telefonica ha all' "attivo" 68 miliardi di debiti. Telecom più o meno 30 miliardi. Voglio veder cosa investiranno gli spagnoli .....

eddie02

Mar, 24/09/2013 - 19:15

gioch@ Certo, meglio il metodo Centro Destra, quello dell'Alitalia per intenderci, il cui pseudosalvataggio è costato euro più euro meno circa 5 miliardi di € di soldi pubblici (ben più del valore del taglio dell'IMU), il tutto per riconsegnare comunque ai francesi la stessa compagnia in cambio di 4 soldi e con il rischio di doverci ancora aggiungere dei soldi pubblici. Saluti

LAMBRO

Mar, 24/09/2013 - 19:16

BASTA CON I PROCLAMI !!! BISOGNA AGIRE O CI SARA' LA RIVOLTA !!!BASTA METTERCI A 90° IN EUROPA E PRENDERCI IL CARICO DELLE MISSIONI ALL'ESTERO e DEI PROFUGHI!! O L'EUROPA USA EQUITA' O ANDIAMO CON PUTIN CHE SARA' FELICISSIMO DI AVERE UNA BASE AL CENTRO DEL MEDITERRANEO. VOGLIAMO SOLO EQUITA' DI TRATTAMENTO COME SPAGNA e FRANCIA !!! ANCHE PERCHE' CON IL GIOCHINO DEI LAND LA SIGNORA MERKEL NON LA RACCONTA GIUSTA!! BASTA CON I NOSTRI LACCHE' CHE ACCETTANO TUTTE LE VESSAZIONI E CHE NON VOGLIONO CAPIRE CHE QUESTO COMPORTAMENTO E' ALLA BASE DI UNA STRATEGIA DI COLONIZZAZIONE DELL'ITALIA E DELLE SUE AZIENDE e DELLE SUE RISORSE!!!

swiller

Mar, 24/09/2013 - 19:40

Letta vigileremo....... ma vedi di andare.......

ghibli10

Mar, 24/09/2013 - 19:50

bisogna ringraziare Prodi e le sue privatizzazioni fatte a favore dei suoi amici Debenedetti Trochetti Provera Benetton privatizzazioni fatte senza considerare cosa sarebbe successo , e senza norme che prevenissero questi fatti incresciosi in passato il buon Di Pietro è riuscito a bloccare la vendita delle Autostrade SpA di Benetton agli spagnoli tutte aziende che avrebbero fruttato soldi allo Stato ma reglate laasciandoci nella m...a

fabrizio

Mar, 24/09/2013 - 19:54

Letta e tutto il governo con tutti quelli che lo supportano: ANDATE A CASA!! sono indignato per le falsità e la presa per i fondelli che giorno dopo giorno fate nei confronti dell'italia e degli italiani.

Ritratto di falso96

falso96

Mar, 24/09/2013 - 19:54

Grazie al Governo D'Alema ... Grazie Collanino .. Grazie Tronchetti ...... Grazie bancari.. ci avete guadagnato TUTTI , tranno chi la pagata, chi la resa ricca ... NOI, con le tasse e il canone e con i gettoni.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mar, 24/09/2013 - 20:00

Queste comprevendite incrociate tra due nazioni mezze bollite, con banche altrettanto mezze bollite sono tipiche dei prefallimenti e dei prelicenziamenti, dovremo tirare fuori altri soldi per tenere in piedi il campionato Tim?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 24/09/2013 - 20:05

1992, Britannia. La svendita dell'Italia e la sua fine.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 24/09/2013 - 20:13

google: Britannia, 1992. Cercate, leggete e capite.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Mar, 24/09/2013 - 20:31

...I padroni di casa litigano mentre i "ladri" ne approfittano per saccheggiare la casa.

Ilpassatorcortese

Mar, 24/09/2013 - 20:58

Telecom diventa spagnola? facciamo due conti: Telefonica sale dal 46 al 65% di Telco che controlla il 22,4% di Telecom, quindi Telefonica detiene il 14,56 di Telecom, però!

giovanni PERINCIOLO

Mar, 24/09/2013 - 21:04

Un grazie ai "furbetti" capitanati da Colaninno! Il prossimo fulgido passaggio di proprietà?? Alitalia e anche qui c'entra Colaninno e il suo sponsor con i baffi non ha nulla da dire.

Ilgenerale

Mar, 24/09/2013 - 21:22

Tristano , fermo restando che io sono contro ogni tipo di sostegno pubblico ad aziende private (vale anche per la cassa integrazione) , bisogna ricordare che la vettoristica aerea ha una importanza strategica che la telefonia non ha!!!

Nadia Vouch

Mar, 24/09/2013 - 22:04

E che dire dell'inventore della tessera TIM, andato in pensione con quasi 92.000 euro mensili? So che la guida telefonica della mia città, le Pagine Bianche, ora è spessa meno di un centimetro. Fino a cinque anni fa era cinque volte l'attuale. So solo che, chiamato un operatore Telecom per avere la linea fissa in casa, quegli mi combinò un caos. Poi, seppi che usa trascorrere lunghe pause di riposo in orario lavorativo. Chi controlla? Insomma, la telecom ha scontentato migliaia e migliaia di clienti. Adesso, è un po' tardi per "piangere".

wotan58

Mar, 24/09/2013 - 22:08

Splendide notizie. Telecom non costerà più un euro agli Italiani onesti, ed Alitalia pure. Vittoria del mercato, sconfitta per le mafie e per i nostri politici che peraltro con Alitalia si sono ampiamente arricchiti. Speriamo che altre "aziende" prendano la strada estera.

Ritratto di mark 61

mark 61

Mar, 24/09/2013 - 22:14

la fiat andava bene per telecom no ??? ma fatemi il piacere

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 25/09/2013 - 00:01

Non è che ci ritroveremo a pagare i debiti degli spagnoli?

Ritratto di Ignazio.Picardi

Ignazio.Picardi

Mer, 25/09/2013 - 00:07

A QUESTO PUNTO POSSIAMO ANCHE VENDERGLI IL COLOSSEO ED IL COLLE - Almeno questi sono oggetti vincolanti e fissi sul suolo italiano, non si sposterebbero; per come non si sposterebbe l'inquilino col contratto settennale rinnovabile a ciclo continuo.

Ritratto di Maurizio Da Lio

Maurizio Da Lio

Mer, 25/09/2013 - 00:59

Telecom va male? Nessuno si chiede perché? Io lo chiederei alla Camusso, Landini e compagnia cantante, per loro i diritti non sono figli dei doveri ed ecco il risultato. Buon fallimento Italia.

SteveCanelli

Mer, 25/09/2013 - 04:12

Sono cliente Telecom da sempre. Da domani cambio gestore. Facciamola fallire, così imparano

paolo0187

Mer, 25/09/2013 - 07:24

E Letta disse: "vigileremo sui livelli occupazionali"... povera italia (la i minuscola è voluta)

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 25/09/2013 - 07:44

intanto, nel silenzio piu' assoluto, gli svedesi negoziano con i la Yusco di Taiwan la vendita delle Acciaierie di Terni. VERGOGNA!

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mer, 25/09/2013 - 07:52

Solo una cinquantina d'anni fa in Italia ogni più piccolo paese era un mondo a sè, si credeva al centro del mondo: si chiamava campanilismo. Con la qualità dei nostri commenti dimostriamo di essere ancora fermi al campanilismo, peggiore di allora, perché nel frattempo ci siamo abituati a vivere in Europa e dovremmo aver superato certi concetti. Cosa interessa se la sede legale di una società è in Italia o in Spagna, o in Germania? Noi siamo cittadini dell'Europa! No, anzi, del mondo! Ci vuole tanto a capirlo? Prosit.

scric

Mer, 25/09/2013 - 07:53

su questa vicenda devono riferire in parlamento i sigg.ri Prodi svendita di Telecom agli amici Agnelli e distruzione, fra le altre, di Finsiel D'alema vendita a agli amici di Mantova Colaninno & C. senza che l'allora ministro del Tesoro Amato usi la golden share volete sapere come andrà ? Telefonica dopo aver pappato il 100% licenzierà il personale in esubero utilizzando ammortizzatori sociali a spese (INPS) dello stato italiano. molte grazie governi della sinistra composti da incapaci incalliti