Elettrodomestici hi-tech per una casa intelligente

Tutti gli apparecchi di nuova generazione che semplificano la vita

Se c'è un settore dove la tecnologia e l'impegno dei costruttori è forte e continuo, a livello nazionale come internazionale, è quello degli elettrodomestici. La loro evoluzione in questi ultimi anni è stata impressionante in Italia, forse anche perché destinati a sostenere una concorrenza degli stranieri sempre più agguerrita. In ogni modo questi apparecchi hanno portato in primo luogo un contributo fondamentale all'estetica dell'ambiente cucina, migliorandone la qualità e questo anche se certe aziende dell'arredamento non sono state alla pari per fantasia e tecnica. Non è sbagliato allora affermare che la cucina che oggi amano tutti, quella cosiddetta «professionale», dove la cottura, la conservazione e la manipolazione dei cibi gode dei più grandi vantaggi, è in fondo, attraverso i suoi apparecchi, tutto quello che conta. Infatti i mobili, pensili, basi, isole, sono ridotti al più puro e trapassato minimalismo, e se non vi fosse la pubblicità o un simbolo sui mobili stessi, per il consumatore sarebbe impossibile identificare una marca, con grande gioia del rivenditore che può giocare fino in fondo il suo ruolo. Ma quando parliamo di elettrodomestici, ormai è bene accettare il fatto che ne fanno parte non solo lavatrici, frigo, congelatori, forni e quant'altro, ma anche la rubinetteria e le cappe aspiranti. Il contributo estetico della rubinetteria è molto forte, come pure quello delle cappe (vedi ad esempio il marchio «Elica») che presenta tutta una serie di modelli davvero rivoluzionari per tecnica ed estetica. A contribuire al fascino dei nuovi apparecchi stanno anche i «combinati», vale a dire i frigo a due porte, quelli che contengono sulla porta anteriore altre apparecchiature e quelli che si accostano alle nuovissime «cantinette», per non parlare poi delle macchine per il caffè che oggi hanno raggiunto limiti di estetica e di funzionalità incredibili. Tutto un mondo dove oltre all'acciaio si affaccia oggi anche il colore, in una gamma che ci riporta con nostalgia agli anni passati.
(hanno collaborato:
Albino Boffi e Gabriella)