A bordo dell'aereo disperso due iraniani con passaporti rubati

I due, che non hanno legami con gruppi terroristici, cercavano di raggiungere l'Europa

La polizia mostra le foto dei due uomini che viaggiavano con passaporti rubati

La polizia malese ha dato oggi la notizia che i due uomini che viaggiavano con passaporti rubati sull'aereo della Malaysia Airlines sono entrambi cittadini iraniani: il 19enne Pouria Nour Mohammad Mehrdad e il 29enne Delavar Seyed Mohammadreza.

Secondo le forze dell'ordine i due non hanno legami con il terrorismo e stavano cercando di raggiungere l'Europa. Mehrdad era diretto in Germania, dove già vive la madre, per chiedere asilo. È stata la donna a contattare le autorità malesi, chiedendo aiuto, quando il 19enne non è arrivato a destinazione.

I due iraniani viaggiavano sul volo MH370 con un documento rubato l'anno scorso in Tailandia all'austiaco Christian Kozel e all'italiano Luigi Maraldi. Al momento non ci sono legami tra la presenza a bordo di queste due persone e la sparizione dell'aereo.

Le indagini stanno seguendo molte piste differenti. L'Interpol ha comunque negato che sia trattato di un atto di terrorismo. La notizia dell'avvistamento di una scia d'olio e di una parte del velivolo è stata smentita ieri. Nove Paesi sono impegnati nelle ricerche dell'aereo scomparso. La Cina ha messo in campo dieci satelliti.

Commenti
Ritratto di Cris56

Cris56

Mar, 11/03/2014 - 12:28

ma è possibile che se perdi o ti rubano un singolo iphone, il satellite lo rintraccia e dice dove è, e se muoiono oltre 300 persone dentro un boeing 777 (un mostro alato), non li si riesce a trovare in uno spicchio di mondo? che cazzo ce li abbiamo a fare sti satelliti??? ma come, dicono che riescono ad inquadrare un fazzoletto posato in terra, e nn trovano un boeing??

Klotz1960

Mar, 11/03/2014 - 13:47

Ragionamento elementare: i terroristi islamici hanno le loro logiche sanguinarie, e far esplodere un aereo della Malaysian Airlines, Paese islamico moderato, non ne ha proprio nessuna.

Raoul Pontalti

Mar, 11/03/2014 - 13:56

Per la verità ci misero 6 giorni per rintracciare i primi resti del volo Air France 447 precipitato nell'Atlantico nel 2009 e due anni per recuperare la parte principale del relitto e le scatole nere. Allora il disastro risultò dovuto ad una infernale concomitanza di circostanze atmosferiche avverse, malfunzionamento conseguente della strumentazione di bordo e ad un incredibile inanellamento di cappelle operate dai copiloti (di cui uno inesperto) mentre il comandante si era assentato dalla cabina. Dopo l'allarme terrorismo islamico lanciato inizialmente, ora che l'islamico con il passaporto falso l'hanno identificato, non si parla più di terrorismo islamico. Boh...Si dice che fosse uno cercante asilo in Germania, un dissidente dunque? Ed è per questo che viene immediatamente scagionato? Perché i dissidenti iraniani sono in quanto tali immuni da sospetto di terrorismo...E chi li compie gli attentanti in Baluchistan? e a Teheran contro gli scienziati nucleari? Eh...ma c'è terrorismo e terrorismo...se è contro gli ayatollah è benedetto dall'occidente, altrimenti è maledetto. Un dissidente iraniano è dunque innocente a prescindere, per dogma occidentale. Prendiamo atto e consideriamo che vista la mancanza di bagliori d'esplosioni registrati strumentalmente (satelliti) e otticamente (navi e aerei in zona al momento della perdita di contatto radar) si deve propendere per un'implosione da cedimento strutturale, rottura di oblò, etc. o una serie di cappelle accidentali o volute (suicidio?) da parte dei piloti. Rassicuriamoci comunque: i sosia di Balotelli e i dissidenti iraniani non possono essere terroristi suicidi...

bruno.amoroso

Mar, 11/03/2014 - 14:05

mentre i giornali seri pubblicano l'intervista al funzionario malese che esclude la pista del terrorismo islamico ecco che questo almanacco di caciottari allo sbaraglio pubblica le notizie a metà per stuzzicare l'islamofobo che vive in tutti i bananas

Ritratto di gabriele74-cina

gabriele74-cina

Mar, 11/03/2014 - 16:05

Con lo sfortunato volo AF447 ci sono delle differenze. Il volo AF era in un area fuori copertura radar, quindi si spiega il perché sono stati necessari molti giorni per trovare le parti emerse del velivolo. Questo era in vicino alle coste e sotto copertura radar, oltretutto in zone in cui i cieli sono particolarmente controllati a causa delle tensioni tra Cina, Vietnam. Se l'aereo come nel caso del volo AF fosse entrato in una zona di tempesta tropicale il centro controllo della compagnia aerea avrebbe dovuto ricevere i segnali sul funzionamento dell'aereo ACARS, ma di questo non si sente parlare. Probabile una esplosione in volo con la conseguente decompressione esplosiva che in frazioni di secondo a compromesso l'intera struttura senza lasciare la possibilita' di comunicazioni. In passato ci sono state decompressioni esplosive appena raggiunta la quota di crociera, ma in quel caso la rottura della parte posteriore dell'aereo ha lasciato tempo ai piloti di comunicare il problema anche se il destino di tutti era purtroppo segnato. Il 777 e' considerato uno degli aerei piu' sicuri al mondo ma questo non lo salva da eventuali difetti progettuali. In passato ad esempio lo scambiatore di calore posto nel circuito di alimentazione del combustibile, permetteva la formazione di ghiaccio con la conseguenza che a basse quote in fase di atterraggio veniva a mancare la spinta. Se non erro ne erano stallati tre di cui uno della Brithis Airways,ma il dubbio di un attentato purtroppo rimane. In Cina stanno aumentando le azioni terroristiche da parte degli uiguri ed un aereo diretto a Pechino e' il bersaglio giusto per mandare un segnale alla Cina. Se questo si dimostrasse vero, occorre capire chi c'e' dietro alla regia di questi attentati.

yulbrynner

Mar, 11/03/2014 - 17:30

sosia di balotelli??? ma non diciamo cazzate che non ci assomigliano di striscio .. anche nel giornalismo s'e persa professionalita' e serieta' priam di divulgare una notizia bisogna avere conferme non sparare notizie false a casaccio .. a far cio sono buoni tutti anche i bambini dell'asilo ..e il giornalismo di oggi fa veramente PENA in tutti i sensi!

cgf

Mar, 11/03/2014 - 17:47

non significano nulla 2 passeggeri con passaporti falsi, [FORSE] succede più spesso di quanto s'immagini, nel maggio 2010 quando precipitò l'aereo Air India decollato da Dubai, 10 delle 158 vittime avevano un passaporto non loro. Il mare al largo di Kuala Terrenganu è meno profondo dell'Atlantico ma *inognicaso* nessun satellite può vedere in fondo al mare!!! Durante questo periodo ci sono molte nubi e forti correnti in mare (cambio stagione dei monsoni), ne so qualcosa personalmente avendo una volta scelto marzo per una 'crociera' da quelle parti. Non ultimo... anche per il volo AF non ci fu il tempo per il pilota di lanciare l'SOS, la copertura radio c'era così come c'erano almeno altri 12 aerei tra Dakar e Recife. Il problema del carburante che ghiacciava è avvenuto solo con Brithis Airways e dovuto ad un'anomalia dei motori Rolls-Royce Trent 800... il volo BA38 era proveniente da Pechino, avanti con le dietrologie!!! eheheh

Ritratto di abj14

abj14

Mer, 12/03/2014 - 03:26

yulbrynner 11/03 17:30 scrive: "sosia di balotelli??? ma non diciamo cazzate … a far cio sono buoni tutti anche i bambini dell'asilo ..e il giornalismo di oggi fa veramente PENA …" - - - 1) Mi indichi dove, nell'articolo, si fa riferimento a "sosia di balotelli". – 2) Prima di scrivere fregnacce, almeno controlli l'ortografia, se ci riesce. : s'e persa / s'è persa – priam/prima – cio/ciò – accento e apostrofo non sono proprio la stessa cosa. - Conclusione, non è il giornalismo che fa PENA, ma un tal yulbrynner (come sempre).

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 12/03/2014 - 08:48

dopo della Germania sarebbero venuti in Italia il passo è molto breve.

Ritratto di abj14

abj14

Mer, 12/03/2014 - 11:45

yulbrynner 11/03 17:30 scrive: "sosia di balotelli??? ma non diciamo cazzate … a far cio sono buoni tutti anche i bambini dell'asilo ..e il giornalismo di oggi fa veramente PENA …" - - - 1) Mi indichi dove, nell'articolo, si fa riferimento a "sosia di balotelli". – 2) Prima di scrivere fregnacce, almeno controlli l'ortografia, se ci riesce. : s'e persa / s'è persa – priam/prima – cio/ciò – accento e apostrofo non sono proprio la stessa cosa. - Conclusione, non è il giornalismo che fa PENA, ma un tal yulbrynner (come sempre). – (2° invio)

cgf

Mer, 12/03/2014 - 13:35

yulbrynner: "anche nel giornalismo s'e persa professionalita' e serieta' priam di divulgare una notizia bisogna avere conferme non sparare notizie false a casaccio .." La notizia è vera, ma un ignorantone come lei NON legge la stampa estera perché non sa altra lingua che quella imparata a sQuola! A lei piace sempre che gli si dica quello che le sta bene? ecco perché sta così MALE al mondo! mi ricorda qualcuno, più di uno, che ha sempre scambiato i desiderata per realtà, pensi che si reputano più intelligenti perché [nota bene] sono più uguali degl'altri, per questo sono ANCHE antropologicamente superiori. 'loro' leggono i quotidiani seri ed i libri di suCESSO [questo la dice lunga DOVE leggono i libri].