La bandiera di Al Qaida sulle chiese profanate Ecco la Siria dei ribelli

Croci calpestate e statue distrutte. Così a Raqqa, roccaforte dei rivoluzionari, gli islamisti umiliano i simboli della fede "nemica"

Prima hanno tirato giù la croce sopra la chiesa per issare la bandiera nera di Al Qaida. Poi hanno divelto la campana e lanciato in strada un crocifisso per calpestarlo. Alla fine la chiesa cattolica armena dei Martiri è stata vandalizzata e quella dell'Annunciazione data alle fiamme. Il tutto ripreso in un video dagli uomini mascherati dello Stato islamico dell'Irak e del Levante, che combattono in Siria. L'ennesimo sfregio alla cristianità ha avuto luogo il 26 settembre a Raqqa, la città del nord caduta nelle mani dei ribelli.
Una televisione di Dubai ha mandato in onda il video per denunciare l'attacco alle due chiese, che trovate sul sito del Giornale. Sul tetto a punta di quella armena, gli estremisti armati e mascherati piantano la bandiera nera di Al Qaida con i versi del Corano scritti in bianco. Un gruppetto armeggia attorno alla campana per metterla fuori uso. In sottofondo, come per le esecuzioni, non mancano gli immancabili inni degli eredi di Osama Bin Laden. La profanazione è accompagnata dal solito grido di vittoria «Allah o akbar» (Dio è grande).
Poi un miliziano lancia in strada, dal tetto della chiesa, un crocifisso, che viene calpestato da un altro volontario della guerra santa vestito di nero. Attorno ci sono dei bambini ed il personaggio mascherato, proveniente dall'Arabia Saudita, spiega che il crocifisso è il simbolo dei «Nazareni, una setta cristiana che appoggia il regime di Bashar al Assad». Un vero e proprio lavaggio del cervello denunciato dallo stesso conduttore del canale televisivo di Dubai.
Gli estremisti giunti dall'Irak hanno messo in piedi delle scuole coraniche per diffondere il verbo wahabita della penisola arabica. Non a caso la città di Raqqa è stata occupata dai ribelli lo scorso marzo grazie allo sceicco Mohammad Faycal al Houeidi, leader della locale tribù degli Avadilat. Ex membro del parlamento di Damasco, ha stretti legami con l'Arabia Saudita e voleva che Raqqa fosse «la prima città indipendente della rivoluzione siriana».
Gli ultrà islamici dopo aver issato la bandiera nera di Al Qaida hanno vandalizzato gli interni e l'asilo accanto alla chiesa armena dei Martiri. A Raqqa, nelle stesse ore, veniva appiccato il fuoco a un altro luogo di culto cristiano, la chiesa melkita cattolica della Nostra signora dell'Annunciazione. Croci, statue, icone e dipinti all'interno sono andati distrutti. Una fotografia pubblicata sul sito dei cristiani siriani mostra la facciata della chiesa annerita dalle fiamme.
Proprio nella zona di Raqqa è stato rapito il 5 agosto il gesuita italiano Paolo Dall'Oglio. I suoi carcerieri sarebbero i miliziani dello Stato Islamico in Irak e nel Levante, gli stessi che hanno profanato le chiese.
Qualche giorno dopo, uno sparuto gruppetto di coraggiosi attivisti dei diritti civili è sceso in strada per protestare contro la profanazione. Il problema è che le unità dell'Esercito siriano libero, la fazione filo occidentale dei ribelli, si è ripetutamente scontrata, armi in pugno, a Raqqa ed altre zone della Siria con gli estremisti venuti dall'Irak e del fronte Jabhat Al Nusra.
All'agenzia vaticana Fides un veterano dell'Esercito libero ha ammesso che «per noi diventa impossibile proteggere i più fragili, come le minoranze religiose. Abbiamo visto uccisioni barbariche». L'obiettivo è terrorizzare i cristiani (due milioni) costringendoli ad andarsene (già 200mila profughi) e frantumare la Siria su base confessionale.
www.faustobiloslavo.eu

Commenti

Beaufou

Mer, 02/10/2013 - 09:18

E intanto Bergoglio disserta con Scalfari su Repubblica. Oltre che le pecorelle smarrite, ci sono anche quelle sbranate dai lupi, Bergoglio...

gneo58

Mer, 02/10/2013 - 09:29

ma perché non vedo mai commenti dei soliti buonisti a queste notizie ?

Ritratto di Annagil

Annagil

Mer, 02/10/2013 - 09:37

Gli islamisti combattono per ciò che loro credono sia il bene, Papa Francesco sarà contento.

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Mer, 02/10/2013 - 10:07

Assad, pensaci tu. Stai lavorando benissimo.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Mer, 02/10/2013 - 10:22

Quelli che quel terrorista di Obama ha cercato di aiutare fino all'ultimo. Se non ci fosse stato Putin, la Siria avrebbe fatto la fine della Libia in mano ai fondamentalisti islamici.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 02/10/2013 - 10:23

ho viaggiato in Siria per lavoro. Paese tollerante. Ad Aleppo vi e' una bellissima Chiesa. nessuno si sarebbe mai sognato di oltraggiarla. Se non ci fosse stata la Russia di Putin, adesso assisteremmo al trionfo dei terroristi.

buri

Mer, 02/10/2013 - 10:48

Che c'è da meravigliarsi? solo gli illusi. i buonisti ad ogni costo, i politici occidentali e fli eucumenisti che parlano di "nostri fratelli musulmani" possono stupirsi di queste cose, forse un giorno si sveglieranno ma purtroppo sarà troppo tardi

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 02/10/2013 - 10:57

E il negro ora che dice?

giuliana

Mer, 02/10/2013 - 11:04

"uno sparuto gruppetto di coraggiosi attivisti dei diritti civili" ...a me risultava fossero tanti e ben foraggiati soprattutto in Italia...ma allora si può sapere dove si sono intanati tutti quelli (italiani in prima fila) pronti a difendere a spada tratta i finti profughi palestinesi contro i finti cattivoni israeliani perchè, molto realisticamente, non devono temere reazioni violente da parte di Israele, ma se la fanno sotto quando i loro protetti si incazzano? E tutti i laici, gli atei, i sostenitori dell'ipocritamente corretto, i cialtroni delle lobby gay (che i loro amici islamici puntualmente appendono alle gru), gli strenui difensori delle minoranze (arma usata per permettere agli immigrati islamici di dettar legge a casa nostra), sempre puntuali nell'inveire contro la chiesa cattolica rea di tutti i mali del mondo, dove si sono intanati?

82masso

Mer, 02/10/2013 - 11:15

Tutti che parlano di Putin, non capendo che in Siria difende esclusivamenti interessi economici punto. sapete quanto gliene frega che lì ci siano estremisti o meno, sveglia.

gneo58

Mer, 02/10/2013 - 11:25

ne fanno secchi tanti nel mondo....... e' mai possibile che non riescono a piazzare qua e la' un po' di cecchini e quando spunta questa gente tirargli un colpo in testa senza se e senza ma ?

berserker2

Mer, 02/10/2013 - 11:33

Io ho a disprezzo quella che ritengo nemmeno una religione, quanto più un codice comportamentale. Ma in ogni caso, MAI mancherei di rispetto a simboli sacri per qualsiasi religione. Puoi anche non credere, ma il rispetto è insito nella cultura e nella civiltà oltre che nella persona. Il Sacro va sempre rispettato qualsisi esso sia. Questi sottanati oscurantisti invece vedo che sono esattamente come richiede la loro religione, con buona pace di tutti i sinistrati catto/buonisti nonchè intellettual/chic che, non avendo mai lavorato in vita loro non comprendono le cose reali del mondo, che si affannano a voler trovare il volto "buono" dell'islam, la propensione al "dialogo" che infatti è ben rappresentata dalle immagini (non che ce ne fosse ancora bisogno per capire come in realtà essi siano....) che li mostrano sudati, invasati e senza dignità e rispetto.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mer, 02/10/2013 - 11:33

Avete letto come gli Shabab hanno trattato gli ostaggi in Kenya? Torturati a morte. Evirati, strappati gli occhi, strappato il naso, tagliate le dita con pinze e, alfine, uccisi. I bambini ammazzati a coltellate. E nessun giornale ha riportato queste atrocità. Troppo scomode per il "dialogo" di sto papa comunista. questi sono i CAMPIONI ISLAMICI che vengono spacciati come "partigiani" in Siria.

paolonardi

Mer, 02/10/2013 - 11:47

C'è un altro aspetto scarsamente preso in considerazione in questi primi interventi, compreso il mio. Ora che sono stati oltraggiati i simboli della nostra cultura dove si nascondono i cretini che, per non offendere la sensibilità (ma quale?) di questi cenciosi tolgono i crocifissi, i presepi ed altro dai nostri luoghi pubblici. Quando rimetteremo la croce sui minareti di Santa Sofia a Istambul?

maxaureli

Mer, 02/10/2013 - 12:08

Brava giuliana!!

maxaureli

Mer, 02/10/2013 - 12:21

Bravi giuliana e paolonardi!!!!

NON RASSEGNATO

Mer, 02/10/2013 - 12:44

Che ci state a fare li?Venite in Italia che vi integriamo,sia mai che vi ravvediate

Ritratto di sitten

sitten

Mer, 02/10/2013 - 12:52

Per fortuna che l'abbronzato è stato fermato in tempo da Putin.

Ritratto di QuoVadis

QuoVadis

Mer, 02/10/2013 - 13:08

Chiedo a me stesso e per voi che leggete, per avviare riflessioni dovute: per quale motivo Obama bin laden sta favorendo l'azione di questi demòni di al qaida con la scusa delle armi che Assad possiede?

berserker2

Mer, 02/10/2013 - 13:19

Pensate l'assurdità di un nobel "per la pace" dato al presidente abbronzato amico e sodale dei sottanati (d'altronde lo hanno dato a dario fo e vorrebbero darlo pure a vecchioni, quindi se pò dà a chiunque, a cani e porci si dice alla buona), che invade pacifici paesi e dichiara guerre improponibili, ottusamente e stupidamente credendo di fare i suoi interessi, mentre l'unico vero amico della pace rimasto in occidente, grazie al quale è stato evitato un pericoloso intervento in Siria, ovvero il Presidente Putin, non solo non viene proposto per il nobel della pace, ma viene anche insultato, irriso, sbeffeggiato, ridicolizzato dalla solita accolita di sinistrati liberal/merdos/pacifist/intellettual/chemaicapisconouncazz del jet set politico internazionale, con i nostri sinistrati cialtroni in prima fila. Ovvio, gente che non ha mai lavorato in vita sua, che vive di privilegi che ne capisce delle cose della vita reale. Purtroppo per adesso è così, questo periodo storico che sta durando un pò troppo vede questi finti valori dominanti. Ma la Storia ha i suoi cicli, domani è un altro giorno, si vedrà....ahah.

gi.lit

Mer, 02/10/2013 - 13:36

Ha niente da dire in proposito il signor Francesco Papa?

Ritratto di moshe

moshe

Mer, 02/10/2013 - 13:42

Mi auguro che queste immagini vengano viste dal cinematografico papocchio francesco e vengano altresì stampate nel cervello dei cattolici che credono ancora che i musulmani siano dei fratelli. Papocchio, cosa dice a proposito la sua insegnante comunista? E perchè no, anche l'abbronzato obama, pronto a bombardare la Siria, avrebbe bisogno di vederle.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mer, 02/10/2013 - 14:03

QuoVadis, ormai è palese. Obama è un fratello musulmano che usa la tecnica della Taqjia. Fa di tutto per favorire l'Islam.

berserker2

Mer, 02/10/2013 - 14:32

Obama non è nemmeno americano....... sai che gliene frega degli interessi dell'Occidente.

gneo58

Mer, 02/10/2013 - 14:37

ohibò ! - sta a vedere che si e' palesato l'anticristo dell'apocalisse

Ritratto di albireo6

albireo6

Mer, 02/10/2013 - 15:32

Mentre Papa Nault pensa ad altro,disquisendo con "Barba papà",c'è chi si dà da fare per smontare la Cristianità...Evviva al Papa!!!!

Ritratto di marforio

marforio

Mer, 02/10/2013 - 15:44

altra censura , altra Corsa.

pastello

Mer, 02/10/2013 - 16:08

Piano con le critiche, sono solo nostri fratelli che sbagliano.

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 02/10/2013 - 17:38

Brava Giuliana. Per fortuna Putin ha fermato il negro, altrimenti consegnava la Siria ad Al Quaida.

viking77

Mer, 02/10/2013 - 18:19

Non diamo troppa importanza a queste vere e proprie pulizie etniche-religiose,sia in medio oriente che in Africa.Un grave errore di valutazione che ci presentera' un conto salatissimo.Per quelle menti,il nostro atteggiamento di discussione e di apertura viene interpretato come una debolezza. Non e' un caso il continuo sbarco di CLANDESTINI quando ministri,media e persino il Santo Padre li definiscono Fratelli Migranti,senza preoccuparsi di fomentare una vera invasione!!!! Il buonismo,oggi molto di moda, si scontra con emergenze in temi di sicurezza e di civile convivenza. Altro che aprire le frontiere,la cittadinanza per tutti ;su questi temi occorre fare molta attenzione.

gi.lit

Mer, 02/10/2013 - 19:56

Viking77. D'accordo su tutto ma se siamo arrivati a questo punto una pesante responsabilità è del centrodestra che in proposito ha fatto poco e niente. Saluti.

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Mer, 02/10/2013 - 21:40

berserker2: dopo quello dato ad Arafat, tutto il resto è noia. Cordialità.Dalton Russell.

Dako

Mer, 02/10/2013 - 21:46

Ma qualcuno dentro il Vaticano gliele passa le notizie al Papa o le tengono nascoste. Ma come si fa a non dire una parola su quel che succede il giro per il mondo dove i Cristiani vengono massacrati e abbandonati a se stessi, le chiese bruciate distrutte e tutto passa come niente fosse se ne devono vergognare tutti, ma molto probabilmente non tengono... VERGOGNA! (Sono diversamente cristiano)e probabilmente non solo io.

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Mer, 02/10/2013 - 21:52

Ah, se Israele invece della guerra dei sei giorni, avesse fatto gli "straordinari", oggi la geografia del medio oriente, avrebbe una diversa connotazione.Che peccato.Dalton Russell.

A.V.

Mer, 02/10/2013 - 22:30

Già, pero il vescovo di Rona capo della setta neocatecumenista augura ogni bele agli infedeli islamici per la fine del ramadam. Oggi però tace sulla Siria, come sui massacri dei Cristiani in Egitto. Ahh già era a Lampedusa a benedire i criminali. Lui spera di divenire giornalista di Repubblica visto che come Cristiano ha fallito. Lui non vuole portare barbapapà Scalfari nella Chiesa. Peccato che sia dovere di ogni Cristiano convertire i non credenti. Per un Prete poi...... figurarsi per un Papa.......Con malcelato orgoglio si vanta di aver letto testi comunisti. Dimentica forse che era ed è peccato grave (decreto Sant. Uffizio 1 luglio 1949) leggere stampa comunista. Oggi la Chiesa di Roma è in mano ad ereticii!!

orsograsso

Gio, 03/10/2013 - 00:12

Quello che stupisce è il silenzio assordante del Papa. Forse nella sua idea di umiltà cristiana ci vuole asserviti, in ginocchio e col capo chino in attesa della mannaia islamica.

Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Gio, 03/10/2013 - 08:29

NON TUTTI I MUSULMANI SONO TERRORISTI,CHE SIA CHIARO, MA TUTTI I TERRORISTI SONO MUSULMANI...

swiller

Gio, 03/10/2013 - 08:42

Ma cosa pensavate alle rivoluzioni democratiche nei paesi arabi, solo il piccolo obama lo può pensare.

killkoms

Gio, 03/10/2013 - 10:44

Papa Francesco lo sà?

killkoms

Gio, 03/10/2013 - 10:45

@heinzvonmarken,è vero!l'ha detto un esule saudita!

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 04/10/2013 - 02:02

Inutile dire che sono d'accordo con i vari commenti anti islam. Tuttavia la sola esecrazione non basta, per combattere questa folle tendenza occorre assurdamente uscire dall'Euro e dall'Unione Europea. Sono queste due situazioni che favoriscono l'islam sia da noi che in medio oriente. Le banche private, soprattutto la BCE, sono finanziate con denatri provenienti da gruppi massoni internazionali di pochi e ricchissimi privilegiati, che si sono alleati con i grandi quantitativi di denaro che provengono dal Medio Oriente. E' per questo che spingono verso l'invasione dell'islam in Europa e dell'affermazione del fondamentalismo, oltre che sull'immigrazione incontrollata e clandestina. Per fermare tutto ciò occorre assolutamente fermare l'Euro e l'Unione Europea e ritornare alla moneta nazionale controllata solo dallo Stato senza ombra di privato all'interno di esse. Occorre trovare una maggioranza e un partito che dichiari apertamente questa lotta e questo ripristino della sovranità nazionale altrimenti, nonostante le varie esecrazioni e i vari delitti, si finirà lo stesso per essere invasi dall'islam e da una marea di gente che con i nostri popoli e la nostra cultura, storia e lingua non hanno niente a che fare. Le sinistre in tutto ciò ci sguazzano, perchè il loro scopo primario da sempre è la distruzione del concetto di nazione, e del concetto stesso di popolo nazionale ed etnico.

franco@Trier -DE

Sab, 05/10/2013 - 19:07

Riscrivo per la terza volta, mi raccomando costruite in Italia delle bellissime moschee belle grandi e imponenti,i musulmani ve ne saranno grati.