Crimea, i russi occupano tre basi militari ucraine. Kiev: demilitarizzare l'area

Appello dell'Ucraina a Ban Ki-moon (che domani sarà a Mosca): via tutte le truppe dalla penisola. Kiev: tre ore per liberare il nostro comandante. La Nato accusa la Russia: aggressione militare. COMMENTO AUDIO di Fausto Biloslavo

Soldati russi vicini a Simferopoli
Bandiere russe sventolano su una ciminiera vicino alla base della marina di Sebastopoli

L’esercito ucraino ha posto le truppe "in stato di massima allerta di combattimento". L'ha annunciato segretario del Consiglio Nazionale di Sicurezza e Difesa di Kiev, aggiungendo che è stato ordinato anche lo schieramento del grosso dell’esercito lungo i confini dell’Ucraina con la Russia per proteggere l’integrità territoriale del Paese.

Oleksandr Turchynov, presidente ad interim dell'Ucraina, ha lanciato un ultimatum alle autorità della Crimea, dando loro tre ore di tempo per rilasciare tutti gli ostaggi, compreso il comandante della Marina militare di Kiev Serhiy Haiduk, minacciando che altrimenti ordinerà "i passi appropriati". Lo riporta l'agenzia di stampa Interfax. "Se tutte le provocazioni contro le truppe ucraina e l'ammiraglio Haiduk non cesseranno entro le 21 e se non verranno rilasciati tutti gli ostaggi militari e civili, allora le autorità adotteranno i passi appropriati, compresi quelli di natura tecnica e tecnologica", afferma Turchynov. Haiduk è stato catturato nella base di Sebastopoli e portato via da uomini armati dopo che stamattina forze filorusse hanno preso il controllo della base. Nel pomeriggio l'ufficio della procura della Crimea aveva fatto sapere che Haiduk era stato fermato per essere interrogato.

Il governo ucraino sta mettendo a punto i piani operativi per il ritiro delle truppe e dei civili fedeli a Kiev dalla Crimea: "Ci consentirà non solo di ritirare i soldati, ma anche le loro famiglie dalla Crimea, in modo che possano essere rapidamente spostati sul territorio della madrepatria Ucraina". Lo ha reso noto il Consigliere per la Sicurezza Nazionale , Andrei Parubiy, preannunciando anche di aver chiesto al segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon (che domani sarà a Mosca ed il 21 sarà Kiev) di demilitarizzare la penisola, facendo ritirare anche le truppe russe dopo quelle di Kiev.

Quello che sta avvenendo in Crimea "è un campanello d’allarme per la comunità euroatlantica, per la Nato e per tutti quelli che sono impegnati nella difesa di un’Europa libera e pacifica": lo ha detto il segretario generale della Nato, Anders Fogh Rasmussen, ribadendo come in atto ci sia "un’aggressione militare" da parte della Russia. Intanto come risposta alle sanzioni imposte da Stati Uniti e Unione europea per la crisi ucraina la Russia potrebbe rivedere la sua posizione sui negoziati sul nucleare. Lo ha detto il viceministro degli Esteri russo e capo negoziatore sul nucleare iraniano, Serhei Ryabkov, citato dall’agenzia Interfax.

La cronaca della giornata

Le forze di "autodifesa della Crimea" stamani hanno preso il controllo del quartier generale della Marina ucraina a Sebastopoli. Centinaia di persone sono entrate nell'area antistante e hanno issato la bandiera della Russia sull'edificio.

Disarmati, gli uomini hanno atteso quasi un'ora prima di muovere sulla strutture della base. I militari ucraini hanno poi abbandonato l'area, dove sono arrivati soldati probabilmente russi. Un gruppo di individui non identificati ha catturato il comandante della Marina, Serghiei Gaiduk.

- AUDIO: Fausto Biloslavo da Sebastopoli

Soldati e ufficiali ucraini starebbero lasciando anche anche la base del comando per le comunicazioni, alla periferia di Sebastopoli. La bandiera ucraina sventola ancora sull'edificio.

Domani il Segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, sarà a Mosca per vedere il presidente Vladimir Putin, venerdì a Kiev. Nel frattempo la Corte costituzionale russa ha approvato il trattato di annessione della Crimea firmato ieri, un passaggio necessario perché diventi effettiva.

Ieri due persone, un militare ucraino e un filo-russo sono rimaste uccise in una base a Simferopoli. La polizia della Crimea avrebbe tratto oggi in arresto un giovane accusato di avere aperto il fuoco sui due. Sarebbe un 17enne originario di Leopoli, città nell'Ovest ucraino, e membro di Praviy Sektor (Settore Destro), formazione para-militare nazionalista.

La procura di Kiev sostiene invece di avere individuato i cecchini che il 20 febbraio spararono nei pressi del Maidan di Kiev, prendendo di mira gli insorti, ma forse anche agenti. Tra le persone sotto indagine ci sarebbero "cittadini stranieri".

Il vice premier e il ministro della Difesa di Kiev, Vitaly Yarema e Ihor Tenyukh, sono stati inviati "con urgenza" dal nuovo governo di Kiev, per "garantire che il conflitto non assuma carattere militare". Il premier della Crimea, Serhiy Aksyonov, ha già detto che non gli sarà permesso l'ingresso.

Commenti

APG

Mer, 19/03/2014 - 12:35

Putin sei un grande, a differenza dei debosciati UE e USA !!

Ritratto di ForzaSilvio1

ForzaSilvio1

Mer, 19/03/2014 - 12:38

I soliti Russi-Bolscevichi! Sapete quante migliaia di morti hanno causato nella storia? L'occupazione dell'Ungheria insegna. Con la tacita autorizzazione del nostro beneamato presidente bolscevico!

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Mer, 19/03/2014 - 13:36

ban ki mon è un pagliaccio . quando gli abbiamo chiestoun intervento per liberare i marò ci ha detto " suca " che in italiano vuol dire andate a far.... e adesso si permette di andare a mosca perché glielo ha detto Obama ? e la merkel ? forza putin mandali a cagare tutti

enzo1944

Mer, 19/03/2014 - 14:56

Brava Barbara 2000!....e non bisogna dimenticare che gli USA,hanno esatto la votazione(autodeterminazione dei Popoli)per staccare il Kosovo dalla Jugoslavia 7/8 anni fa!...ed ora fanno le sceneggiate per la Crimea!.....ma se in giugno la Scozia voterà per staccarsi dalla Gran Bretagna e fare uno Stato autonomo!...lì non hanno niente da dire gli USA!...la verità è che vogliono indebolire la Russia e Putin,perchè sanno che in politica estera,non ne stanno imbroccando una,con quel nero mussulmano di presidente che hanno!

eolo121

Mer, 19/03/2014 - 15:19

Putin sei mitico .. un uomo vero che difende il suo popolo , la crimea è sempre stata russa non vedo lo scandalo

maxaureli

Mer, 19/03/2014 - 15:57

Questa volta l'Occidente ha fatto la cacca fuori dal vaso. (Accordo USA GB RUSSIA) 5 Dicembre 1994 - Budapest Memorandum on Security Assurances: 3 - Refrain from using economic pressure on Ukraine in order to influence its politics.

glasnost

Mer, 19/03/2014 - 16:28

Ci sono di nuovo due blocchi : Russi cristiani da un lato e Giudaico-massoni dall'altro lato. Noi purtroppo siamo nel secondo blocco e ci spenneranno lentamente (manco tanto lentamente) con le tasse ed il buonismo.

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Mer, 19/03/2014 - 16:48

L'Europa non conta, gli Usa in mano ad un cretino anche loro.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Mer, 19/03/2014 - 17:50

"Ieri due persone, un militare ucraino e un filo-russo sono rimaste uccise in una base a Simferopoli. La polizia della Crimea avrebbe tratto oggi in arresto un giovane accusato di avere aperto il fuoco sui due. Sarebbe un 17enne originario di Leopoli, città nell'Ovest ucraino, e membro di Praviy Sektor (Settore Destro), formazione para-militare nazionalista": sarà... Poichè i due sono morti durante un assalto di filorussi ad una base ucraina, questa incriminazione mi sa tanto di processo simil-staliniano per sostenere la tesi delle provocazioni da parte dei "nazisti" di Kiev. Morale: occhio alla propaganda (che non è solo quella filo-occidentale)!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 19/03/2014 - 18:02

E' incredibile constatare dai commenti sui media USA, RT e altri che Putin ha un incredibile consenso presso gli americani.

fedele50

Mer, 19/03/2014 - 20:06

PUTIN IL GRANDE, VIENI IN ITALIA E PRENDI A PEDATE LA NOSTRA MASSA DI POLITICI MEZZE PALLE DEBOSCIATI CHE ABBIAMO , TI PREGO.

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 19/03/2014 - 20:16

Certa marmaglia tardo-fascista e' talmente in cerca di un totem da idolatrare e a cui agganciare la propria perversa disperazione nostalgica, che persino un comunista come Putin puo' andare bene.

soldellavvenire

Mer, 19/03/2014 - 20:27

aver mantenuto rigorosamente divisa l'europa é parte della strategia angloamericana per circondare e soffocare l'avversario russo, fin da yalta.l'italia, da parte sua, può solo stare a guardare, o qualcuno osa sperare che renzi faccia la voce grossa coi mericani? volesse il cielo...! giá ci hanno fatto prender in groppa ddr e limitrofi, con relativo sbilancio economico, mo' ci becchiamo pure la guerra? eh no, o questa europa PARLA oppure saremo noi stavolta il teatro della guerra, altrochè uscire dall'euro: qui é urgente uscire dalla nato ed assumere una posizione indipendente dagli uni E dagli altri

domenicoc

Mer, 19/03/2014 - 20:40

Grande Putin mandali tutti a farla in c... a questi finocchi della ue e pure a quell'incapace di barack osama hussein

soldellavvenire

Mer, 19/03/2014 - 20:42

per inciso, é chiaro come il sole che i mercati europei hanno più interesse verso oriente che verso occidente: la russia esporta SOLO energia!

moshe

Mer, 19/03/2014 - 20:44

Venti di guerra ..... ..... ..... noi invece abbiamo una guerra non dichiarata, quella dell'invasione (aiutata dai komunisti e dal vaticano), di migliaia di clandestini che vengono in Italia per farsi mantenere e delinquere! abbiamo un governo ed un vaticano di me...!!!

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mer, 19/03/2014 - 20:47

Putin si, sei un grande. I tuoi venti di guerra ce ne avremmo bisogno qui in Italia per eliminare finalmente quell´incancrenito partito di pidocchi scomparso in tutto il mondo ma che in questo disgraziato Paese ci hanno fatto casa.

moshe

Mer, 19/03/2014 - 20:47

Non sono mai assolutamente stato filo-russo, ma in questa situazione, ammiro Putin. L'Europa è diventato un'accozzaglia di debosciati che stanno dando il (nostro) fondoschiena all'islam. E dico (il nostro), perchè in tutto questo, ci sono maiali che si arricchiscono!

stefanopiero

Mer, 19/03/2014 - 20:48

Putin ha fatto quello che avrebbe dovuto fare l'Italia con l'Istria se non avesse avuto tanti comunisti al comando. Ed è molto sbagliato cercare di umiliare la Russia. Avremmo da guadagnare di più con Putin che con la Merkel. Insomma, come al solito, non ne imbrocchiamo una.

moshe

Mer, 19/03/2014 - 20:50

..... e i buffoni del governo Renzi, nonostante le risposte di picche di ue ed onu nel caso dei marò, ci svendono ancora una volta per alleanze rispetto alle quali siamo considerati solo degli zerbini.

oasicarlos

Mer, 19/03/2014 - 21:02

Io sono contro i diktat UE (Merkel in primis, per la sua terza guerra mondiale per fortuna senza uso di armi convenzionali) e Obama: il referendum è valido, punto. Ma sono anche contro Putin, ex Kgb (quanto ex??) che sta oscurando l'informazione non allineata e che ha mire espansionistiche stile Unione sovietica. pravda99 non perdi mai occasione di dire le solite scemenze da bolscevico convinto...vai a vivere in Korea del nord, li ti sanno apprezzare di sicuro.

Ritratto di pascariello

pascariello

Mer, 19/03/2014 - 21:02

Francamente non arrivo ad afferrare quale fondamento e logica giuridica possano giustificare il giudizio di “illegalità” riferito al referendum con cui la Crimea ha deciso di distaccarsi dall’ Ucraina per riunirsi alla federazione Russa. Giova ricordare che la Crimea fa parte da sempre storicamente della Russia, la popolazione è all’ oltre 80% di etnia e lingua russa e l’ appartenenza all’ Ucraina figlia di un “diktat” di 60 anni orsono del leader dell’allora Unione Sovietica Nikita Krusciov . A quale titolo l’ Abbronzato di Washinton può pontificare in materia, proprio lui che è a capo di una nazione che ha sempre aiutato e foraggiato le più sanguinarie ed abominevoli dittature dell’ America latina? Ora ha mandato avanti il suo vice Joe Bidét con un pugno di aerei in Polonia e minaccia non so quali “azioni” sulla falsariga dei pretesti storici come l’ incidente del Golfo del Tonchino o le “armi di distruzione di massa” di Saddam; portroppo ora lo scenario è in Europa. Naturalmente i pavidi reggitori dell’ imbelle Europa dei banchieri di radice anglo giudaico massonica si schierano compatti al motto “felici e contenti, le chi@ppe del cul@ porgiam riverenti” . Questa furia di allinearsi mi pare figlia della maledetta fregola che già spinse i criminali neocolonialisti Obama, Cameron e Hollande a muovere, con la scusa del motivo “umanitario” di cui in realtà non frega niente a nessuno, guerre in casa altrui contro governi che hanno per anni mantenuto la stabilità in uno scacchiere delicato come il medio oriente, con l’unico bel risultato di favorire l’avvento di forze legate al fondamentalismo islamico più retrivo che vuole instaurare la sharia e precipitere la regione nella barbarie, sulle orme dell’ idiozia che già, auspice quella vecchia txxxx della Allbrigth, fecero in Kosovo aprendo una autostrada all’ Islam verso l’ Europa. Nel caso della Libia sappiamo bene che Sarkozy volle combattere e poi assassinare Gheddafi solo per appropriarsi dei contratti vantaggiosi che favorivano l’ Italia ed ebbe purtroppo anche chi, in casa nostra, assurdamente gli concesse le basi, spero che ora non si ripeta questo errore. Quanto all’ ONU da quando con l’ elezione di U Thant i Segretari generali sono tutti del Terzo Mondo è definitivamente diventato una inutile e dannosa macchina inefficace e capace solo di succhiare soldi e sputtanarli in operazioni clientelari, inutili e truffe clamorose come “Oil for food” per arricchire i figli di qualcuno! Forse vogliono colpire i paesi del Sud Europa come il nostro per farci invadere da orde di falsi “profughi” e comprarci a prezzi di saldo, quel che è peggio con la complicità dei tanti accoglioni di casa nostra. Ora temo che la pulsione ad accogliere l’Ucraina sia dovuta alla cupidigia dei soliti capitalisti, padroni della ricchezza mondiale, di disporre come massa di lavoratori a costi infimi degli Ucraini, oltre a nuove aree dove delocalizzare le imprese per massimizzare il profitto a danno dei lavoratori di paesi come il nostro, fra l’ altro hanno offerto alcune decine di milioni di euro di aiuti che ovviamente vengono spremuti anche dalle casse di paesi come il nostro, già in difficoltà per conto proprio. Esattamente come i costi immensi della riunificazione della Germania, che noi tutti abbiamo pagato col bel risultato di essere continuamente oppressi da quelle regole infami che sono alla base della politica della Merkel (avanzo della STASI) che di ciò che ha avuto si è rapidamente “dimenticata”. Francamente non arrivo ad afferrare quale fondamento e logica giuridica possano giustificare il giudizio di “illegalità” riferito al referendum con cui la Crimea ha deciso di distaccarsi dall’ Ucraina per riunirsi alla federazione Russa. Giova ricordare che la Crimea fa parte da sempre storicamente della Russia, la popolazione è all’ oltre 80% di etnia e lingua russa e l’ appartenenza all’ Ucraina figlia di un “diktat” di 60 anni orsono del leader dell’allora Unione Sovietica Nikita Krusciov . A quale titolo l’ Abbronzato di Washinton può pontificare in materia, proprio lui che è a capo di una nazione che ha sempre aiutato e foraggiato le più sanguinarie ed abominevoli dittature dell’ America latina? Ora ha mandato avanti il suo vice Joe Bidét con un pugno di aerei in Polonia e minaccia non so quali “azioni” sulla falsariga dei pretesti storici come l’ incidente del Golfo del Tonchino o le “armi di distruzione di massa” di Saddam; portroppo ora lo scenario è in Europa. Naturalmente i pavidi reggitori dell’ imbelle Europa dei banchieri di radice anglo giudaico massonica si schierano compatti al motto “felici e contenti, le chi@ppe del cul@ porgiam riverenti” . Questa furia di allinearsi mi pare figlia della maledetta fregola che già spinse i criminali neocolonialisti Obama, Cameron e Hollande a muovere, con la scusa del motivo “umanitario” di cui in realtà non frega niente a nessuno, guerre in casa altrui contro governi che hanno per anni mantenuto la stabilità in uno scacchiere delicato come il medio oriente, con l’unico bel risultato di favorire l’avvento di forze legate al fondamentalismo islamico più retrivo che vuole instaurare la sharia e precipitere la regione nella barbarie, sulle orme dell’ idiozia che già, auspice quella vecchia txxxx della Allbrigth, fecero in Kosovo aprendo una autostrada all’ Islam verso l’ Europa. Nel caso della Libia sappiamo bene che Sarkozy volle combattere e poi assassinare Gheddafi solo per appropriarsi dei contratti vantaggiosi che favorivano l’ Italia ed ebbe purtroppo anche chi, in casa nostra, assurdamente gli concesse le basi, spero che ora non si ripeta questo errore. Quanto all’ ONU da quando con l’ elezione di U Thant i Segretari generali sono tutti del Terzo Mondo è definitivamente diventato una inutile e dannosa macchina inefficace e capace solo di succhiare soldi e sputtanarli in operazioni clientelari, inutili e truffe clamorose come “Oil for food” per arricchire i figli di qualcuno! Forse vogliono colpire i paesi del Sud Europa come il nostro per farci invadere da orde di falsi “profughi” e comprarci a prezzi di saldo, quel che è peggio con la complicità dei tanti accoglioni di casa nostra. Ora temo che la pulsione ad accogliere l’Ucraina sia dovuta alla cupidigia dei soliti capitalisti, padroni della ricchezza mondiale, di disporre come massa di lavoratori a costi infimi degli Ucraini, oltre a nuove aree dove delocalizzare le imprese per massimizzare il profitto a danno dei lavoratori di paesi come il nostro, fra l’ altro hanno offerto alcune decine di milioni di euro di aiuti che ovviamente vengono spremuti anche dalle casse di paesi come il nostro, già in difficoltà per conto proprio. Esattamente come i costi immensi della riunificazione della Germania, che noi tutti abbiamo pagato col bel risultato di essere continuamente oppressi da quelle regole infami che sono alla base della politica della Merkel (avanzo della STASI) che di ciò che ha avuto si è rapidamente “dimenticata”.

domenicoc

Mer, 19/03/2014 - 21:06

Gli usa e la ue della culona hanno organizzato i colpi di stato in Italia, Libia, Egitto, Siria, Ucraina; hanno distrutto con le bombe Serbia ed Iraq; distrutto le radici cristiane dell'Europa; annientato l'industria manifatturiera italiana ed europea; soffocato Italia, Grecia, Portogallo con l'euro buono solo a favorire la Germania e l'export americano e qualche troglodita definisce Putin un dittatore? Fino a prova contraria Putin è il Presidente legittimamente e democraticamente eletto dal Popolo Russo contrariamente a quanto avviene ultimamente in Italia

ernestorebolledo

Mer, 19/03/2014 - 21:08

Se tutti potessimo fare lo stesso che la Russia

ernestorebolledo

Mer, 19/03/2014 - 21:11

Viviamo governati da due dittature: l'uno è la dittatura del Euro con la Merkel l'altra è la dittatura della NATO con Obama

Ritratto di danutaki

danutaki

Mer, 19/03/2014 - 21:39

@ pravda99 ....cambi nick rapidamente sennò Putin si incazza anche con lei !!!

Giapeto

Mer, 19/03/2014 - 21:41

Almeno in Crimea hanno votato, qui niente, a noi ci spetta di diritto un referendum per chiederci se vogliamo rimanere o uscire dall'UE.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mer, 19/03/2014 - 21:44

@pascariello OTTIMO

manente

Mer, 19/03/2014 - 21:49

Non abbiamo voluto le centrali nucleari, ma le bombe, peraltro non nostre, continuiamo a tenercele ! Va bene che l’Italia ha perso la guerra, ma sarebbe finalmente ora che essa si riappropri della sua sovranità restituendo agli americani le 50 testate nucleari sotto esclusivo controllo Usa presenti nelle basi Nato italiane. Gli italiani non possono e non devono permettere né ad Obama né a nessun altro, che il loro Paese venga trasformato in un “campo di battaglia” solo per assecondare il progetto del "nuovo ordine mondiale" delle lobby dei banksters atlantico-sionisti tanto care al pulcinella del colle.

emmea

Mer, 19/03/2014 - 21:50

Ciò che la Vergine ha predetto e ciò che santi e beati hanno visto nelle loro estasi presto si avvererà. Dopo la fine del comunismo abbiamo sperato che gli avvertimenti lanciati all’umanità avessero cambiato gli uomini e quella “time line” temporale. E infatti dopo la fine del comunismo in Russia nessuno avrebbe scommesso un centesimo su una invasione a sorpresa dell’Europa da parte dei Russi con il massacro di milioni di vite umane sul fronte del Reno, con la distruzione della Germania, e di molti altri paese europei e il tragico coinvolgimento del resto del mondo. Ma nessuno aveva messo in conto che l’occidente da luce del mondo si sarebbe trasformato in un famelico e arrognte gendarme che pretende di fare e disfare a suo piacimento non solo gli affari a casa propria ma anche e soprattutto quelli in casa altrui. Prepariamoci al peggio. Menti diaboliche hanno ordito tutto questo e nemmeno il soglio di S.Pietro è immune da questo disegno. I piani delle potenze occidentali sono pronti da tempo: vogliono l’Europa e vogliono la Russia che è parte dell’Europa. Possiamo solo pregare, pregare e pregare affinchè ci siano alleviate le tremende sofferenze che ci attendono e affinchè quel calice amaro sia un po’ meno amaro.

Barbara_LV

Mer, 19/03/2014 - 21:51

x fritz1996: Ieri a Simferopol non c'era nessun assalto di filorussi ad una base ucraina. A sparare era un cecchino! Sono stati uccisi due soldati (un soldato ucraino ed uno dell'Autodifesa della Crimea); inoltre due soldati erano feriti (uno ucraino ed uno dell'Autodifesa della Crimea). Questi sono i fatti, ho i parenti in Simferopol.

idleproc

Mer, 19/03/2014 - 23:30

Regà, state facendo il vostro dovere di cittadini italiani degni di esserlo e state facendo controinformazione alla propaganda di chi ci ha venduti e ci ta trascinando in un conflitto criminale, state facendo anche il vostro devere verso il popolo US e la loro Costituzione, oltre a quello verso i popoli che stanno a est in Europa.

restinga84

Mer, 19/03/2014 - 23:57

La situazione va complicandosi in modo continuo.Cio`,e` molto preoccupante.Auguriamoci che non vada a deteriorasi,ulteriormente.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 20/03/2014 - 00:08

Se l'Europa continua a perseguire la stolta linea di considerare illegale il voto del 97% dei cittadini della Crimea non dovremo meravigliarci se non riconosceranno LA VIGLIACCATA CONTRO I DIRITTI DELL'UOMO PERPETRATA NEL NOSTRO PAESE DA UNA MAGISTRATURA IMPAZZITA.

m.nanni

Gio, 20/03/2014 - 00:13

il guaio per Putin non è solo l'amicizia con Berlusconi, ma anche aver fatto votare una legge che vieta perfino la pubblicità ai gay; imperdonabile per l'Occidente alla deriva!

Ritratto di Mike0

Mike0

Gio, 20/03/2014 - 00:13

I casini internazionali e il mancato dialogo Russia-America stanno pericolosamente aumentando. Il solo capace di far dialogare le due potenze si è sempre dimostrato in passato Berlusconi, ma ora che è temporaneamente messo fuorigioco dai nostri sinistrati magistrati, qui si rischia una escalation di corsa agli armamenti (anche nucleari) tornando ad un clima di guerra fredda. L'Europa contribuisce volendo mettere sanzioni alla Russia, sebbene non risulti che le votazioni fatte siano illegittime. Ma farsi i c... nostri no? Almeno loro le votazioni le hanno avute, contrariamente di qui in Italia sotto al re Giorgio! Per ora almeno, sempre grazie a Berlusconi, abbiamo due vie di approvvigionamento del gas che ci dovrebbero consentire di evitare il completo black-out se facciamo incaz... Putin.

Hilbert_Space

Gio, 20/03/2014 - 00:34

Venti di guerra? Che titolone, guardate che era una scorreggia. Non esistono più "basi Ucraine" in Crimea, in quanto la Crimea non fa più parte dell'Ucraina. Se la NATO mette la zampina in Ucraina e pensa di fare guerra alla Russia si prende tante bastonate da far paura. Ricordiamoci che la Russia ha già sbaragliato sul campo un esercito addestrato dalla NATO e con attrezzature NATO: Georgia 2008. E adesso la Russia ha fatto passi avanti, la NATO passi indietro. La NATO è composta di mercenari che sparano sui pastori afghani o bombardano dove non c'è contraerea. I russi sono soldati che combattono col cuore, perché combattono per la sopravvivenza della Russia, e sanno come si fa a fare la guerra.

ernestorebolledo

Gio, 20/03/2014 - 00:42

diece americani, tre tedeschi, quattro inglesi per un russo

ESILIATO

Gio, 20/03/2014 - 01:30

Vi ricordate l'incontro in Korea prima delle elezioni USA quando Obama fu colto sussurando a Putin, "per ora lasciami vincere le elezioni...poi ci metteremo d'accordo".....era tutto vero. Questo impostore dell' "abbronzato" abbaia...manda Karey che ha paura della sua stessa ombra e che e' stato sputtanato dai militari veterani del Vietnam circa le sue presunte azioni da "rambo" e Putin si fa due risate alle faccie loro.

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Gio, 20/03/2014 - 08:20

a me pare che i ''nostri,, abbiano preso un grosso abbaglio e l'Ucraina, già granaio d'Europa, ci ''rosica''! -La Crimea, col mare d'Azov, è da sempre Russa e rappresenta un'area strategica della potente flotta del mediterraneo sovietica ( adesso Russa )e, benché ''Kruscioff'' l'avesse concessa in uso all'Ucraina, assolutamente sotto dominio U.R.S.S. , non pare logico che venga lasciata in mano agli ucraini; ma saremo alle solite: è giusto solo quello che fa comodo!

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Gio, 20/03/2014 - 08:21

a me pare che i ''nostri,, abbiano preso un grosso abbaglio e l'Ucraina, già granaio d'Europa, ci ''rosica''! -La Crimea, col mare d'Azov, è da sempre Russa e rappresenta un'area strategica della potente flotta del mediterraneo sovietica ( adesso Russa )e, benché ''Kruscioff'' l'avesse concessa in uso all'Ucraina, assolutamente sotto dominio U.R.S.S. , non pare logico che venga lasciata in mano agli ucraini; ma saremo alle solite: è giusto solo quello che fa comodo!

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Gio, 20/03/2014 - 08:21

a me pare che i ''nostri,, abbiano preso un grosso abbaglio e l'Ucraina, già granaio d'Europa, ci ''rosica''! -La Crimea, col mare d'Azov, è da sempre Russa e rappresenta un'area strategica della potente flotta del mediterraneo sovietica ( adesso Russa )e, benché ''Kruscioff'' l'avesse concessa in uso all'Ucraina, assolutamente sotto dominio U.R.S.S. , non pare logico che venga lasciata in mano agli ucraini; ma saremo alle solite: è giusto solo quello che fa comodo!