Cuba, fermati quattro giornalisti italiani. Indagavano sull'omicidio di Lignano

Sono stati liberati i quattro giornalisti. Interrogati per 12 ore, è stato sottratto loro il materiale realizzato. Erano sprovvisti del visto giornalistico

Dopo dodici ore di interrogatorio e molta paura i quattro giornalisti italiani sono stati liberati. Ilaria Cavo, di Videonews, Fabio Tricarico, operatore Mediaset, Domenico Pecile, del Messaggero Veneto e Stefano Cavicchi, fotoreporter del Corriere della Sera, sono stati fermati ieri sera a Cuba. Ai quattro cronisti è stata contestata la "violazione dello status migratorio" e nei loro confronti si sta effettuando un "procedimento amministrativo più che di natura penale". Lo ha precisato il viceambasciatore d’Italia a Cuba, Pietro de Martin, intervistato da TgCom24.

"Siamo stati trattenuti per 10 ore in una caserma di Camaguey. Ci hanno spogliato di tutto, portato via i documenti e ripulito gli scatti e le riprese fatte. È stato un blitz in grande stile, mi hanno prelevato", ha raccontato Cavicchi subito dopo la liberazione.

Secondo TgCom24 il fermo è avvenuto mentre i giornalisti realizzavano un reportage connesso all'omicidio di Lignano Sabbiadoro, nel quale sono rimasti uccisi Paolo Burgato e la moglie Rosetta Sostero il diciannove agosto scorso. Avevano realizzato una parte del servizio con Reiver Laborde Rico, il fratello 24enne di Lisandra, che ha confessato di aver commesso l'omicidio. Gli inquirenti pensano che il fratello sia stato complice della donna.

Foto e filmati cancellati, 12 ore di interrogatorio

Cavicchi ha spiegato di essere stato soggetto (audio sul Corriere della Sera), con gli altri inviati, a dodici ore di interrogatorio. Sequestrati cellulari e documenti. Alle quindici italiane il processo per direttissima. Nel frattempo sono stati ricondotti nei rispettivi hotel.

Il fotoreporter ha sottolineato che gli inviati sono stati fermati in casa di Rico. Al momento del fermo è stato cancellato il contenuto di macchine fotografiche e videocamere.

La rappresentanza diplomatica all'Avana è stato avvertita immediatamente della cosa. Il ministero degli Esteri ha poi sottolineato di essere in continuo contatto con l'ambasciata. A tenere i reporter sull'isola un problema con il visto. Cuba non permette l'ingresso dei media: per questa ragione i quattro si trovavano sull'isola con un visto turistico. Secondo fonti giornalistiche non confermate dalla Farnesina, Cavicchi e Pecile sarebbero già stati rilasciati.

Rico parla al Messaggero Veneto

Sul Messaggero Veneto e sul Piccolo c'è oggi un'intervista firmata da uno degli inviati, Domenico Pecile, a Reiver Laborde Rico. Sentito dal giornalista, Rico sostiene la propria innocenza. "Io con il delitto - dichiara - non ho nulla a che fare. Non sono scappato a Cuba ma sono tornato a Cuba perchè stava nascendo la mia seconda figlia. Lo avevo detto a tutti, anche alla mia titolare della sala giochi". Poi grida al complotto: "Mia sorella è stata costretta a dire quelle cose, non c’entriamo nulla. È opera di gente con le palle".

Brachino: "Ilaria Cavo sta bene"

"Ho sentito un familiare di Ilaria che è riuscito a mettersi in contatto con lei. Sta bene. Dice che sono stati trattati bene. Sperava che la cosa si concludesse con un decreto di istruzione. Non ha il suo telefono, evidentemente le hanno dato la possibilità di fare una telefonata", ha dichiarato il direttore di Videonews Claudio Brachino.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 29/09/2012 - 11:19

Con un ministro degli esteri come Giulio Terzi di Sant'Agata Viendalmare non abbiamo nulla da temere. Siamo in una botte di ferro...e pure chiodata. Proprio come Attilio Regolo.

killkoms

Sab, 29/09/2012 - 11:41

e mica sono fessi come noi italiani all'estero!e nella cuna di "hasta la victoria,siempre"cel megacompagno fidel!i loro,buoni o cattivi,li difendono sempre!ricordate agli europei di calcio del 2000 nella civilissima olanda?quella in cui si possono consumare stupefacnti ma che se vai controsenso con la bici,specie se sei straniero,ti ammanettano?ebbene,gli"orange"tra le tante rappresaglie contro la nazione della squadra che aveva buttato la loro formazione fuori dal podio,vi fù quella di obbligare"manu militari",gli accompagnatori di un gruppo di nostri concittadini disabili,ad accompagnare gli stessi ai loro posti a"braccia",per non far passare i loro ausili dai tornelli!e una troupe della rai,che riprese la scena fu arrestata seduta stante!furono rilasciati,quelli della troupe,solo ore dopo,senza scuse,ma solo con l'assicurazione che non sarebbero stati perseguiti penalmente!l'avessero fatte le niostre forze dell'ordine ma sai quante ne avrebbero dette,la stampa estera e le ambasciate prima,e comunisti e radicali de noantri,poi!

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Sab, 29/09/2012 - 12:08

Evviva la libertà comunista!!!! Il peggio è il ministro dell'interno italiano che sicuramente non farà niente per non inimicarsi il capo del suo datore di lavoro. Se va bene avremo altri marò. Che schifo questa Italia!

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Sab, 29/09/2012 - 12:17

Adesso lo sgozzatore cubano diventerà un intellettuale di sinistra... A quando la sua prima opera letteraria?

Ritratto di depil

depil

Sab, 29/09/2012 - 12:21

Uno Stato anche con una sola palla avrebbe provveduto all'immediato fermo di tutto il personale dell'ambasciata cubana. Ma qui c'è un carissimo amico e condivisore di ideali del bastardo Castro e della sua cricca di criminali quale indegno presuidente della repubblica e pertanto nulla da fare.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Sab, 29/09/2012 - 12:21

E' tutto come in Italia, basta che questi comunisti vanno al potere ed ecco i campi di rieducazione alla Pol Pot maniera. Speriamo che non ce li restituiscono a pezzi.

cgf

Sab, 29/09/2012 - 12:23

quando si tratta di fare luce e chiarezza si vede subito da che pulpito si proclama la libertà dei popoli, meditate gente, meditate, non fatevi infinocchiare da chi raggiunge org@..i mentali ogni volta che sentono la voce di Castro.

mary56

Sab, 29/09/2012 - 12:23

Bé, di cosa dobbiamo meravigliarci? Visto quello che è successo nei giorni scorsi con il caso Sallusti in Italia, con quale faccia potremo contrastare il trattamento subito dai nostri connazionali giornalisti a Cuba? Ve lo dico io....con una faccia da c...lo!!!!!

machete883

Sab, 29/09/2012 - 12:30

meno male che abbiamo riacquistato credibilità..dice Passera (un nome un programma) ..a Cuba ci manderei tutti i cattocomunisti italioti..i pacifinti made in italy..i disobbedienti, girotondini, viola, verdi, usb cgl e cisl., fiom e compagnia cantante di questa nazioncella dei maccheroni..i due maro' pare ormai siano diventati 2 santoni..con capelli lunghi e preghiere buddsite OOOOMMMMMMMM..ma noi abbiamo prontamente pagato e fatto un ponte aereo di minsitri e parenti a spese nostre per tener loro compagnia !! W L'ITALIETTA ROSSA E SENZA PALLE!!

Ritratto di Corsaro Azzurro

Corsaro Azzurro

Sab, 29/09/2012 - 12:41

Ancora dei giornalisti privati della loro libertà per aver semplicemente fatto il loro lavoro: chissà che la coincidenza temporale con la condanna al carcere patita da Sallusti qui in Italia non faccia riflettere gli amici manettari che su queste pagine si affannano in dotti commenti per giustificare una legislazione obsoleta, degna della Cuba del compagno Fidel?

Ritratto di Illuminato999

Illuminato999

Sab, 29/09/2012 - 12:46

Quando leggo queste notizie mi vengono in mente quei cerebrolesi che alle manifestazioni sfoggiano la maglietta del che o peggio nacora la bandiera di cuba e che - ipocriti fatti e finiti - appena possono sputano m**** sull'italia dicendo che qui la libertà manca...

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 29/09/2012 - 12:48

Sicuramente spie al servizio di qualche nemico del popolo cubano.X paola29yes-Solo una scaramuccia forse per spillare soldi. ma a cuba si fa di tutto per sbarcamenare la vita grama, anche i funzionari non stanno piu ´bene come una volta.La fame di dollari fa dimenticare i pesos , che non sono quasi piu la moneta che i cubanos vogliono tra le mani.

Ritratto di stufo

stufo

Sab, 29/09/2012 - 12:49

Troppo buona, paola29yes.

Ritratto di mekong

mekong

Sab, 29/09/2012 - 12:50

@paola29yes....pienamente d'accordo con te!!!!! come si dice mi hai tolto le parole da.....tastiera! questa è l'Italietta forte con i deboli (noi) e debole con il "tendente al rosso"!!!!!!!!!

Mario-64

Sab, 29/09/2012 - 12:56

Proteggono un delinquente e arrestano i giornalisti ,complimenti ai comunisti cubani e chi li sostiene qui da noi... vero Diliberto??

Ritratto di danutaki

danutaki

Sab, 29/09/2012 - 13:00

Paese che vai ...... senza farti accreditare ed autorizzare.......vita in diretta che trovi! Saranno piu' prudenti la prossima volta ? Non credo...... !!

Ritratto di mekong

mekong

Sab, 29/09/2012 - 13:06

Hasta siempre...ma vaffan...o!!!!!!!

FRANCO1

Sab, 29/09/2012 - 13:08

che questo fatto non faccia dimenticare i marò

Ritratto di Bartuldin

Bartuldin

Sab, 29/09/2012 - 13:09

A Cuba, ció che in un paese democratico e´una cosa normale, lí si trasforma in delitto. Qui, in USA, in Inghilterra, Francia e via discorrendo, una inchiesta giornalistica sarebbe una cosa di ordinaria amministrazione, lí diventa un delitto grave. E le carceri cubane non sono come quelle italiane: sono un inferno. Alla faccia dei diritti umani.

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Sab, 29/09/2012 - 13:15

Questa è la dimostrazione del credito che l’Italia avrebbe riacquistato e di cui il governo Monti tanto si vanta appoggiato dai sinistrati media. Prima i nostri due marò, simbolo ormai dell’inettitudine della Farnesina, poi la signora italiana che non può lasciare L’Arabia Saudita senza il permesso del marito saudita, ora i nostri giornalisti. Ma l’Italia, come nazione, esiste ancora o è diventata solo un’espressione geografica sotto ricatto e alla mercé del miglior offerente del quale il nostro premier fa da intermediario? La risposta purtroppo la conosciamo

Ritratto di garipoli

garipoli

Sab, 29/09/2012 - 13:28

ho fatto una vacanza a cuba completamente autoorganizzata, ho preso un aereo e ho afittato un'auto in loc. Ho potuto girare ovunque, andavo nelle case particulares, affittando a cubani, gente tranquilla molto ospitale e per nulla oppressa. Non ho mai avuto la sensazione di avere la polizia che mi pedinava, sono andato da tutte le parti, ho anche acquistato una scatola di sigari al nero e una bottiglia di rum che ho potuto portare a casa, sono andato a mangiare in casa della gente cuba e i cubani sono molto ospitali ! Quanto ai giornalisti, per consolarsi potranno andare a far visita a quel giornalista inglese al quale la "democratica" polizia italiana ha spaccato tutti i denti massacrandolo di botte a genova al g8 (assieme ad svariate decine di ragazzi). Certo della vostra non pubblicazione, vi mando uno sprezzante saluto.

Bozzola Paola

Sab, 29/09/2012 - 13:34

Come volevai dimostrare!!!Così funziona la libertà di stampa nei paesi comunisti con dittatura. ERGO, se da noi funziona nello stesso modo, cioè giornalisti che non siano di sx PAGANO CON L'ARRESTO O IL CARCERE....l'Italia è sotto DITTATURA DI SINISTRA CON LEGGI FASCISTE ( che poi lo sappiamo tutti che cambia solo il colore della camicia, ma le dittature SONO TUTTE UGUALI. ITALIANI CI SIETE???????????????

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 29/09/2012 - 13:53

Già rilasciati.

Mario-64

Sab, 29/09/2012 - 14:14

paola29yes: a Cuba arrestano 4 giornalisti italiani e dopo mezz'ora lei scrive "che schifo questa Italia"??? Ma che c'entra?? Cosa diavolo c'entra il ministro dell'interno italiano con questa vicenda?? Si baci i gomiti di esserci nata in Italia ,se puo' continuare a scrivere indisturbata quello che vuole...

Raoul Pontalti

Sab, 29/09/2012 - 14:16

Prudenza prima di gridare allo scandalo...Nel 2005 a Cuba furono fermati ed espulsi due giornalisti italiani e allora ci si indignò e ci si stracciò le vesti in nome della libertà di stampa conculcata dai komunisti. Ci si dimenticò clamorosamente che l'attività di stampa è professionale, per poterla esercitare tutti i paesi chiedono visto specifico e non ammettono visto turistico che consente di fare i turisti e non di esercitare attività professionale. Anche l'Italia chiede il visto ad un cubano e se questi ha ottenuto visto turistico non potrà lavorare in Italia, nemmeno come giornalista. Nel caso di cui all'articolo bisogna appurare che non si sia ricaduti nell'esperienza citata. Ciò detto auguro ai giornalisti fermati di essere rimessi presto in libertà.

Ritratto di Corsaro Azzurro

Corsaro Azzurro

Sab, 29/09/2012 - 14:24

@Garipoli: 1 Ti hanno pubblicato, quindi hai già una certezza in meno; 2 Se ti piace tanto Cuba, vacci a vivere così in poco tempo crolleranno tutte le tue certezze. @ Luigipiso: che bravi i compagni cubani, sono molto veloci a liberare i giornalisti arrestati! Già peccato che li abbiano ARRESTATI! Poveri compagnucci, volete sempre dare lezioni agli altri ma non imparate mai!!!

Ritratto di gino5730

gino5730

Sab, 29/09/2012 - 14:26

Normale in un Paese dove non esiste libertà di stampa e tanto meno democrazia,in Italia,invece,dove la democrazia è imperante,i giornalisti non vengono fermati .......ma sbattuti in galera insieme a delinquenti incalliti.D'altra parte come si permettono ad avere una propria opinione e addirittura esporla su un giornale?

ilsignorrossi

Sab, 29/09/2012 - 15:23

ma come ..........a cuba terra di comunismo e libertà.....

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Sab, 29/09/2012 - 15:28

#garipoli# O ci è andato con la tessera del partito comunista o con un amico di Diliberto che garantiva per lei. Ho avuto amici che sono andati in vacanza a Cuba e quello che mi hanno raccontato, contrasta non poco con quello da lei descritto. Soprattutto hanno avuto molto da dire su tutta quella libertà di movimento da lei enfatizzata.

Ritratto di PaoloDeG

PaoloDeG

Sab, 29/09/2012 - 15:40

A Cuba lo Stato non scherza e non fa mettere il naso dai giornalisti nei fatti suoi! I buoni cubani sono coloro che all'estero uccidono estorcono rubano praticano il traffico di droga, la tratta di persone umane eccetera! Importante é fare soldi! L'Italia é stata presa di mira dai delinguenti del mondo intero che trovano il sostegno della chiesa, delle associazioni e della stragrande maggioranza del popolo italiano, che ingenuamente crede che gli immigrati sono poveri ma tutti buona gente! Bisogna stoppare al 100% l'immigrazione perche l'Italia non ha più risorse per i poveri del mondo!

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Sab, 29/09/2012 - 15:45

X Mario-64: Ho scritto ministro dell'interno, ma mi riferivo a quello degli esteri, ho commessdo un errore. Ripeto in maiuscolo CHE SCHIFO QUESTA ITALIA perchè chi(s)governa sono bracci destri di quello che abita sul colle, un comunista, nato e vissuto. Non mi bacio un bel niente, fra non molto non potremmo più scrivere se non allineati al pensiero di chi ha preso il potere con un golpe.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 29/09/2012 - 15:49

@Corsaro Azzurro cosa ti rode? Il dover subir lezioni? Non preoccuparti è un tuo problema genetico. E' probabile che non sia colpa tua essere di destra. A vole può capitare.

GIANBAIT

Sab, 29/09/2012 - 15:57

FURBI O INCOMPETENTI bastava guadare il sito del nostro ministero degli esteri www.viaggiaresicuri.it che dice testualmente: Le attività svolte durante il soggiorno a Cuba debbono essere coerenti con la tipologia di visto richiesta. In particolare, si rammenta che il visto turistico non consente lo svolgimento di alcuna attività lavorativa o di attività diverse da quelle prettamente legate al turismo (come, ad esempio, la professione giornalistica). In caso di violazione delle disposizioni immigratorie cubane, le sanzioni sono piuttosto severe e comportano l’arresto immediato e l’espulsione. ALTRO CHE LAMENTARSI debbono ringraziare Cuba che non sono finiti in carcere - LA LIBERTA'DI STAMPA NON C'ENTRA NULLA - analogo caso nel 2003 negli USA 6 giornalisti a Los Angeles sono finiti in carcere x 26 ore

Ritratto di RoseLyn

RoseLyn

Sab, 29/09/2012 - 16:00

Se qualcuno continua a menarla destra e sinistra vuol dire che non ha capito nulla. Sono tutti d'accordo, quando prendono i rimborsi a pioggia, quando si attribuiscono i vitalizi a cinquant'anni e per generazioni, quando si aumentano lo stipendiuccio per ciascun incarico e lo cumulano allegramente. Questa democrazia è una farsa. Non ci sono regioni virtuose, la Toscana, visto che qualcuno l'ha menzionata, sta per aumentare l'ennesima addizionale regionale sulle buste paga dei poveri cristi, per reperire fondi per far fronte ai buchi nella sanità (ma i buchi nella sanità non li hanno fatti loro medesimi?) In alternativa si può sempre vendere la casa e emigrare in qualche altro paese.

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 29/09/2012 - 16:04

Garipoli? mai stato aguantanamera, bay de la luna ? o internamente dove i turisti non si avventurano ?Certo facendo un inno al g8 si vede gia da quale parte faziosa sta.Conosco cubani a Miami , cosi come in germania , certo adesso per mancanza di soldi sono piu rilassati.Ma credo lei ha fatto un viaggio organizzato dalle frattoccchie.Ps FOSSE STATO PER ME , al g8 mi sarei comportato diversamente .

giuseppe.galiano

Sab, 29/09/2012 - 16:07

Oramai, con la classe politica che abbiamo al governo ed in parlamento qualsiasi stato estero, ivi compresi San Marino ed il Vaticano, può pigliarci bellamente a calci nel culo con la certezza che mostreremo...l'altra chiappa. Nevvero signor Monti?

Mario-64

Sab, 29/09/2012 - 16:12

paola29yes ,se per lei un golpe e' avere i voti di due terzi di un parlamento eletto democraticamente...poi se a qualcuno non piace l'Italia perche' ci resta????? P.S. credo che fra Napolitano e i comunisti cubani ci sia un po' di differenza...

Willy Mz

Sab, 29/09/2012 - 16:24

qualcuno del nostro governo si muoverà a fare qualcosa? non credo proprio. i nostri tecnici governanti non hanno abbastanza palle neanche per chiedere il perchè del fermo. qui ci voleva la russa, con la sua vocina, ad andare a rompere le palle a chi di dovere. ma tranqui, non c'è problema, siamo in italia. il caso sallusti insegna.

lamwolf

Sab, 29/09/2012 - 16:35

Cuba, dittatura da terzo mondo. Solo turismo e anche quello sessuale dove ogni anno sono tanti gli italiani e europei che cercano avventure con ragazze e donne ben disposte per una manciata di euro, una cenna o un paio di scarpe. Con quei comunisti al potere antidemocratici e antieuropei che opprimono la popolazione sarà una partita persa assicurare alla giustizia l'assassino dei coniugi barbaramente uccisi. E quello che è successo ai giornalisti è un dato di fatto di chi stiamo parlando. Pensate che ho un amico sposato con una ragazza cubana, questa terrorizzata deve per forza dire bene del suo stato e leader politico, perchè ha timore per lei e la sua famiglia rimasta in patria. Se questa è libertà e deocrazia..................

wolfma

Sab, 29/09/2012 - 16:36

Se condividete l'operato di Cuba comunista, votate per Diliberto, Ferrero e Vendola. Così diventeremo anche noi un paese......... democratico.

mariolino50

Sab, 29/09/2012 - 16:36

Come detto anche da altri, con il visto turistico si può fare il turista, ma non svolgere attività lavorativa di nessun genere come andare in giro in 4 a fare riprese e interviste,magari con mezzi chiaramente professionali, io sono stato a Cuba 15 giorni, senza mai andare in albergo, mai fermato dalla polizia, ho fotografato e ripreso cosa mi è parso, anche degli spettacoli, cosa da noi vietatissima, credo che in molti altri paesi se arrivano degli stranieri ad accusare di omicidio un loro cittadino lo difendono, sempre e comunque, poi le indagini le fà eventualmente la polizia se i cubani gli danno il permesso, io vorrei che se vengono degli STRANIERI qui a rompermi le scatole la nostra polizia mi difendesse, ma ci credo poco, ma gli altri non sono calabrache come noi.

canova.emilio

Sab, 29/09/2012 - 16:40

Non preoccupiamoci, una telefonata di qualche nostro supersoviet e vedrete che il democratico pluralista Fidel li libererà subito. Daltronde se alcuni del nostro Paese sognano di andare in quella direzione ci dobbiamo anche aspettare q

Ritratto di Pdorrrr

Pdorrrr

Sab, 29/09/2012 - 16:52

Se qualcuno mi avesse detto: vai a Cuba e vai a fare un' intervista ai parenti degli sgozzatori. Io avrei risposto: sti ca....!!!

Gordon75

Sab, 29/09/2012 - 16:55

Gente che scrive di compagni con raggi d'azione transcontinentali pari alla profondità dei vuoti pneumatici che li richiamano. Gli stessi che plaudono alle ultime fuoriscite goliardiche di una Germania fuori dall'Europa,patacche che vengono da lontano, insozzati da ogni genere di sporcizia politica e penale, volgarità concentrata nell’enormità e nell’oscenità dello scandalo e dell’abuso di danaro pubblico. Non c’è dubbio che i maiali, i gladi di plastica e i muscoli flaccidi ripropongono a Roma la stessa sessualità sbracata di Arcore ma senza i titoli di Stato della Minetti, boccone di re Priapo. Non c'è verso, chi s'invasa di dipingere Cuba alla Nord Korea fà pensare alla ramazza che sparge immondizia; allo strofinaccio che, ad ogni passata, spalma fanghiglia; al secchio pieno di acqua sudicia. Anch'io, come garipoli, ho viaggiato per l'isola caraibica senza avvertire alcun fiato sul collo, eccetto per pressioni esercitate da individui che volevano vendermi monete di Che Guevara, rum o marijuana facendo rilievo su bisogni elementari per sè e la propria famiglia, rimarcando repressioni da parte del CDR locale avente sede esattamente davanti all'ingresso della propria abitazione, lo stesso luogo del tentativo di compravendita.

michele lascaro

Sab, 29/09/2012 - 16:56

Per far liberare immediatamente i prigionieri, basterebbe chiamare un rotondetto affabulatore italiano, grande ammiratore del compagno Fidel. Basterebbe una tarantella ballata davanti ai suoi piedi (quelli di Fidelino), per ottenerne la liberazione. Mi meraviglio che non si sia fatto ancora sentire...o si vergogna?

Ritratto di Corsaro Azzurro

Corsaro Azzurro

Sab, 29/09/2012 - 16:58

@ luigipiso, tranquillo non mi rode nulla. Mi diverto un sacco a confutare le tesi di certi agit-prop, sempre pronti a criticare anche ferocemente gli avversari politici, ma debolucci quando si tratta di rispettare il principio aristotelico di non contraddizione. Tutto qui!

gian paolo ledda

Sab, 29/09/2012 - 17:07

Non saremo certamente colpiti dall'ansia nell'aspettare l'indignata protesta di tutti i partigiani del regime castrista,a cominciare dall'inossidabile Minà strenuo difensore della splendida ed eterna primavera cubana.Confermare che la cosidetta libertà di movimento ed il normale esercizio della professione giornalistica sono fuori legge in un paese che ha la pretesa di voler apparire un modello di progresso e democrazia,è un esercizio così scontato da apparire quasi superfluo sottolinearlo.Chissà quale altro marchingegno burocratico si inventeranno a Cuba per considerare ospiti indesiderati (o forse,meglio,spie del regime capitalistico occidentale!)i rappresentanti della stampa che hanno osato infrangere uno dei muri che ancora pervicacemente e barbaramente sopravvivono nei regimi politici che ancora si richiamano al credo comunista.Siamo altresì ansiosi di conoscere le ferme determinazioni del nostro ministro degli esteri,anche e soprattutto,dopo la ottima perfomance sulla questione dei due maro' prigionieri in India.Attendersi un sussulto di orgoglio e di forte reazione,mi sa tanto che sarà speranza vana!

Raoul Pontalti

Sab, 29/09/2012 - 17:11

Bananas facili all'indignazione fermatevi un momento e aspettate notizie più complete. I giornalisti italiani sono specialisti (anche se non sono i soli, ad es. quelli tedeschi che in Iran spesso ci provano e finiscono regolarmente impacchettati e poi pagano sanzioni pesanti) nell'usare il visto turistico per poi svolgere attività giornalistica che è in tutto il mondo attività professionale e non turistica. Ho già ricordato in precedente commento il caso occorso nel 2005 a due giornalisti italiani della carta stampata che avevano il visto turistico e vollero fare attività giornalistica. In certi paesi non si scherza con i visti e con l'attività che il visto legalmente consente. Ripeto: prudenza e attendiamo notizie più complete. In ogni caso a Cuba i giornalisti li fermano, eventualmente li sanzionano e poi li rilasciano o li espellono, dove operano gli Yankees e i loro scherani i giornalisti invece vengono ammazzati (vedi Iraq e recentemente la Siria). Un'ultima cosa o bananas nostalgici dell'anticomunismo che praticate a comunismo morto: Fidel è in pensione, comanda suo fratello Raul.

zadina

Sab, 29/09/2012 - 17:12

Sono stato in vacanza a Cuba 4 vole e ora non ci tornerei mai più ò fatto amicizia con una famiglia una loro figlia ha sposato un italiano e si è trasferita in Italia portando con loro un fratello per farlo lavorare in Italia lo ò incontrato dopo diverso tempo in Italia e conversando mi ha detto ( è facile fare i comunisti in Italia ma dovrebbero andare a Cuba a fare i comunisti vedrebbero il vero volto del comunismo quello reale ) ed ha perfettamente ragione provare per credere....... avete visto che grande liberta danno alle persone

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 29/09/2012 - 17:24

@Corsaro Azzurro Ah ecco!! Mi tranquillizzo allora. Difficile interpretare il principio di non contraddizione aristotelico. é falso che (berlusconi è un politico e contemporaneamente non è un politico). La Merkel lo ha capito bene. Bisognerebbe farcelo spiegare da lei. Mi stai simpatico, se ti diverti a confutare le tesi mi stai davvero simpatico. Un pò razzista perchè lo fai solo per certi agitatori e non per altri. Io ne vedo parecchi che lo fanno per mestiere e per scopo di lucro personale, tu lo fai per passione e questo mi piace. Prova a farlo anche con i Depil, pasquale.esposito di turno

Ritratto di Corsaro Azzurro

Corsaro Azzurro

Sab, 29/09/2012 - 17:29

@ Raoul Pontalti, un paio di considerazioni: 1. non mi risulta che la Siria sia filo-amercicana né che sia occupata da soldati americani; 2 non mi pare che un paese dove il potere passa di fratello in fratello senza libere elezioni sia da portare ad esempio. Per concludere, se Fidel è in pensione forse, per i cubani, sarebbe meglio che andasse anche Raul!

killkoms

Sab, 29/09/2012 - 17:30

@raoulpontalti,che salto di qualità;anche tu con le banane in bocca! p.s.,ma fino a prova contraria,la banana fà parte della flora cubana?

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 29/09/2012 - 17:47

XLAMWOLF -anni fa precisamente nel 1987 conobbi una cubana in un treno partendo da colonia direzione francoforte.DUE ore passate a raccontarmi la sua vita e liberarsi l animo sfogandosi. .Lavorava per il governo , era biologa , si trovava qui per scambi di lavoro tra i governi DDR(comunista) e cuba.Mi spiego che lei avrebbe voluto rimanere qui; approfittando di essere nella germania federale per due giorni , ma il governo cubano l aveva lasciata uscire solo tenendo come ostaggio suo marito e una figlia di 3 anni.Ho tuttavia contatto con questa signora e mi fa tuttavia pena .Vite sprecate , meglio solo la fame sotto Battista, che fame e mancanza di liberta con castro, questo e quello che mi disse congedandosi.

Raoul Pontalti

Sab, 29/09/2012 - 17:51

Corsaro azzurro: lascia perdere il principio di non contraddizione e Aristotele (ma anche Platone, Epicuro, Crisippo, etc.) anche perché chi usa quale nickname quello di Corsaro Azzurro qualche problema di contraddizioni da risolvere ce l'ha, posto che un corsaro, nero, rosso o azzurro che sia, è al servizio di un qualche governo che gli concede la patente o lettera di corsa e anche la bandiera e quindi indipendente non è bensì è di parte. Se Tu Ti dichiari corsaro conseguentemente parteggi o meglio sei al servizio di qualcuno e quindi le Tue argomentazioni sono poste nell'interesse di qualcuno o quanto meno non possono urtare gli interessi di qualcuno al servizio del quale Ti sei posto (sia pure in termini puramente ideali e non mercenari). Non sei libero pertanto, per il principio di non contraddizione. E allora non puoi ergerti a giudice morale di altri accusandoli di essere di parte. Lascia dunque perdere Aristotele che forse conosci solo per sentito dire. O in alternativa cambia nickname, assumendo piuttosto il nome di pirata arlecchino ad es. viste le arlecchinate dei Tuoi commenti...

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Sab, 29/09/2012 - 17:57

X Mario-64: E' un golpe. Con la scusa dello spread napolitano ha imposto le dimissioni a Berlusconi, permettere un servo della kulona, doveva invece indire le elezioni anticipate. Cmq, ora resto in Italia e scrivo ciò che voglio, quando la libertà sarà andata totalmente a farsi benedire andrò negli USA.

treumann

Sab, 29/09/2012 - 18:29

...e da noi c'è ancora chi grida: "que viva Fidel"........

dbeilis

Sab, 29/09/2012 - 18:36

Viva la liberta' comunista....

Ritratto di Corsaro Azzurro

Corsaro Azzurro

Sab, 29/09/2012 - 18:44

@ Raoul Pontalti, mi scelgo il nickname che mi pare visto che, nonostante tutto, siamo ancora liberi di poterlo fare. Sono di parte (liberale - il colore scelto lo dice chiaramente) ma assolutamente libero: se leggi tutti i commenti vedrai che ho invitato Farina a dimettersi da deputato, anche se milita in un partito che ho votato e, forse, rivoterei. Non ho affatto la pretesa di ergermi a giudice morale di chicchessia, cerco solo di combattere, con la dialettica, idee ed atteggiamenti che ritengo sbagliati e pericolosi per la libertà ed i diritti civili di noi tutti. Se Tu sei di parte hai, al pari di me e degli altri, tutto il diritto di esserlo e di esprimere le Tue idee, non mi permetto di negarTelo. Io però ho il diritto di difendere il mio punto di vista anche se non Ti piace sentirTi smentito quando, nella foga, affermi che nella Siria del socialista Assad operano gli Yankees e i loro scherani. Ma dove lo hai letto? Sull'Unità?

Ritratto di robertoguli

robertoguli

Sab, 29/09/2012 - 18:52

Spero che Di Marzo continui a informarci su questa vicenda. Condivido i commenti dei lettori. Il tecnico Giulio Terzi è un eroe non riesce a risolvere niente. Distinti saluti. Roby

dbeilis

Sab, 29/09/2012 - 18:58

Non ho mai visitato Cuba , ma in passato visitai DDR e Ungheria . Ho avuto cosi' modo di vedere con i miei occhi le "delizie " del comunismo doc ....

Ritratto di Illuminato999

Illuminato999

Sab, 29/09/2012 - 19:16

@Gordon75 L'ipocrisia con cui difende la dittatura cubana fa di lei un collaborazionista e sa cosa si meritano i collaborazionisti. Suppongo che la sua massima aspirazione sia stata quella di diventare un informatore della statsi Il suo commento è pieno di nulla: nessuna argomentazione, nessuna intelligenza. Solo parole da lecchino. Nessuno l'ha importunata, certo, lei è una nullità perfino per i daittatori cubani. I giornalisti invece facevano una cosa scomoda: mostravano i putrescenti risultati della dittaura comunista. Visto che in quelle lande la libertà non esiste, per poter parlare ci vuole la previa autprizzazione delle autorità, che si guardano bene dal darla a chi cerca la verità, preferiscono elargirla ad uno come minà, che descrive l'isola come un club med in salsa rivoluzionaria. Un consiglio: torni a cuba a soddisfare per pochi soldi i suoi bisogni sessuali, e magari ci rimanga.

Ritratto di Illuminato999

Illuminato999

Sab, 29/09/2012 - 19:19

@Pontalti Il comunismo è morto? Abbiamo in italia vari partiti che si definiscono comunisti e un presidente della repubblica che giustificava i carri armati sovietici in ungheria. Pensavo che a sinistra fossero ipocriti. In realtà sono solo rincitrulliti.

GIANBAIT

Sab, 29/09/2012 - 19:30

BASTA VITTIMISMO - sapevano benissimo che stavano facendo una cosa illegale, sapevano che la polizia cubana controlla a vista un sospetto d'omicidio anche se per ora non puo' fare nulla - hanno tentato di fare uno scoop mascherati da turisti- gli è andata male se la caveranno con un'espulsione speriamo anche con una pesante multa - Debbono ringraziare Cuba che non sono finiti in carcere - Castro, la politica, la dittatura non centrano nulla hanno colo commesso un grave REATO

kcastellano

Sab, 29/09/2012 - 20:04

E' il comunismo che a tanti piace (qui' da noi pero')

forbot

Sab, 29/09/2012 - 20:08

Per Mario 64 - La devo ringraziare per avermi anticipato nel giudizio da avere con la persona o le persone che pur mangiando nel piatto, che hanno davanti, ci sputano dentro. Quando si renderanno conto, queste persone, che continuare a dir male dell'Italia, per ogni cosa che non funziona, è oltraggioso e che l'Italia, come Paese, non c'entra un bel niente, ma sono le persone che corrotte, iniziando da chi mandiamo al governo, e noi popolo, non abbiamo alcuna possibilità di controllo. E poi siamo certi che non ci siano anche persone che a quest'Italia gli vogliono bene e che l'amano? e si sentono offese? Mi fermo quì, ci sarebbe tanto da dire, ma tant'è..

killkoms

Sab, 29/09/2012 - 20:39

@mariolino50,pensa a quelli che vengono da noi senza documenti e dopo aver pagato fior di criminali,spalleggiati da preti e giudici!

amedori

Sab, 29/09/2012 - 22:15

Molto bene Cuba arresta italiani per problemi di visto ecco perchè molti di noi scrivono che ci deve essere reciprocità, morale domani mattina tutti i cubani che sono in Italia devono fare il piacere di dirigersi presso la linea aerea cubana per essere rimpatriati e a loro spese.

amedori

Sab, 29/09/2012 - 22:15

Molto bene Cuba arresta italiani per problemi di visto ecco perchè molti di noi scrivono che ci deve essere reciprocità, morale domani mattina tutti i cubani che sono in Italia devono fare il piacere di dirigersi presso la linea aerea cubana per essere rimpatriati e a loro spese.

amedori

Sab, 29/09/2012 - 22:15

Molto bene Cuba arresta italiani per problemi di visto ecco perchè molti di noi scrivono che ci deve essere reciprocità, morale domani mattina tutti i cubani che sono in Italia devono fare il piacere di dirigersi presso la linea aerea cubana per essere rimpatriati e a loro spese.

Ritratto di DONCAMILLO7

DONCAMILLO7

Sab, 29/09/2012 - 22:54

depil tu vedi troppi film.. riprenditi...

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 30/09/2012 - 00:52

Ma quei quattro giornalisti lo sapevano di andare in uno stato comunista dove non esistono la libertà di stampa né la libertà di opinione? Un po' come sta succedendo qui da noi con Sallusti?

blackbird

Dom, 30/09/2012 - 08:33

Se fossero entrati così negli USA forse gli sarebbe andata anche peggio, lì i processi costano parecchio, e anche nella patria della libertà un giornalista che entra conil visto turistico non può esercitare la professione. Basta leggere il regolamento dei visti per verificare.

gpl_srl@yahoo.it

Dom, 30/09/2012 - 08:34

Cuba è rimasto uno stato poliziesco dove il crimine se perpetrato contro il mondo occidentale, non è crimine: noi italiano dovremmo evitare di spendere soldi per cuba e dovremmo lasciarli marcire nel loro brodo: dimentichiamoci quindi di Cuba con la speranza che gente del genere nonarrivi mai piu nel nostro paese

ric42

Dom, 30/09/2012 - 09:14

Altro ciaffone, questo è il risultato della nostra politica italiana, fatta dai nostri governanti tecnici.(si fa per dire).

Ritratto di gian td5

gian td5

Dom, 30/09/2012 - 09:22

Perché tanto stupore, questo è la democrazia espressa dalle dittature, più o meno la stessa che porterà (speriamo di no) il Direttore Sallusti in carcere, a Cuba comanda Fidel, in Italia le toghe.

Ritratto di Illuminato999

Illuminato999

Dom, 30/09/2012 - 11:46

@GIANBAIT Lei è il prototipo del perfetto comunismo: hanno commesso un reato (quale, quello di esprimere la loro opinione) e si meriterebbero il carcere. Ma visto che i comunisti sono buoni, saranno solamente espulsi. In effeti, anche quelli che finivano nei gulag avevano commesso dei reati. Poco importa che le leggi siano altamente illiberali, decidono a prori chi può esprimere un'opinone, e infatti fanno entrare minà che fa dei servizi da zerbino, proprio come lei.

piertrim

Dom, 30/09/2012 - 12:38

Quando avremo anche in Italia uno "status" migratorio almeno simile a quello dei democratici cubani?

Ritratto di Illuminato999

Illuminato999

Dom, 30/09/2012 - 14:54

@Blackbird Non dica fesserie e mi citi un caso negli USA di giornalista italiano arrestato perché faceva una semplice inchiesta girnalistica.

mariolino50

Dom, 30/09/2012 - 18:23

killkoms Non vedi il nesso, sono due cose completamente diverse, per andare in uno stato straniero a interrogare un loro cittadino, ti sembra giusto chiedere prima il permesso oppure chiunque può farsi interpol, prova a fare lo stesso in altri paesi democratici e vedi quanto ci mettono a darti due pedate dove non batte il sole, hai ragione però, qui entra di tutto e anche se vengono gli sbirri da fuori e ti portano via la nostra polizia non se ne accorge nemmeno.

Giovanmario

Dom, 30/09/2012 - 22:27

antonio vivaldi.. totò per gli amici più intimi.. non potendoti permettere di andare a Cuba perchè non appena ti vedono ti rifiutano il visto.. oggi hai fatto la settimanale gita fuoriporta con la famiglia e ti sei perso un sacco di commenti da criticare il che ci fa respirare un po’ perché tu.. con la valanga di Minhkiate che ci proponi e propini.. ci fai morire per dispnea!

Ritratto di Illuminato999

Illuminato999

Lun, 01/10/2012 - 10:48

@Mariolino50 Lei per sostenre le sue opinioni si riduce a scrivere menzogne. Questo già qualifica non solo il suo commento, ma anche la sua persona. Nessuno voleva *interrogare* il "poveretto", lo volevano intervistare. E lui poteva liberamente rifiutarsi. Ogni volta che i kompagni nostrani si arrampicano sugli specchi per difendere il komunismo stabiliscono un nuovo primato di ipocrisia.

mariolino50

Lun, 01/10/2012 - 16:14

Illuminato999 Intervistare è solo un modo più educato di interrogare, mancano le luci e gli schiaffoni, che usano tutte le polizie del mondo, o crede che la nostra tratti la gente con i guanti bianchi, ho anche parenti che fanno quel mestiere e qualcosina raccontano, prima di squalificare persone sula base di un commento ci pensi due volte e non ne faccia di niente, io a Cuba ci sono stato e non mi ha rotto le scatole nessuno, al contrario che qui da noi, provi ad andare a svolgere attività lavorativa con il visto turistico da altre parti e vede che succede.

Ritratto di Illuminato999

Illuminato999

Lun, 01/10/2012 - 20:55

@Mariolino50 La informo che i giornalisti italiani non sono polizioti della stasi e non usano né luci né schiaffoni. Non dubito i cubani non l'abbiano infastidita nei suoi viaggi: il turismo sessuale è la principale fonte di valuta straniera del paese. Lei sa bene che il problema non è il visto, ma il fatto che i giornalisti abbiano OSATO cercare di far informazione senza lo stretto controllo dello stato comunista cubano. Lo sa ma da ipocrita lo nega, per cui il mio giudizio squalificante sulla sua persona rimane inalterato.

Maraschino

Lun, 01/10/2012 - 21:25

I cubani hanno fatto molto bene...loro sono un popolo sovrano, noi invece ci subiamo i Fiorito & company

giovannibid

Lun, 01/10/2012 - 22:44

sarebbe da spiegare ai quattro comunistelli italiani come si vive in un paese a DITTATURA COMUNISTA che protegge anche gli assassini VERGOGNA specialmente a quei traditori come bertinotti & company (compagni)

Ritratto di garipoli

garipoli

Lun, 01/10/2012 - 23:15

@Corsaro Azzurro Ti hanno pubblicato, quindi hai già una certezza in meno l'ho fatto apposta x farmi pubblicare altrimenti i tuoi amici non l'avrebbero fatto ; 2 Se ti piace tanto Cuba, vacci a vivere così in poco tempo crolleranno tutte le tue certezze è quello che faccio ormai da parecchi anni. un pò di mesi qua un pò la. Appena sono in pensione mi ci trasferisco a vita ! Si vive benissimo, ottimo cibo, natura incontaminata, case disponibili, clima splendido, l'assistenza sanitaria poi è davvero eccezionale. Quanto a te e ai tuoi amici giornalisti provocatori, a loro è andata meglio che a quel giornalista inglese alla DIaz di Genova nel 2001 per il G8. Alla faccia della vostra falsa democrazia a suon di manganello e pistolettate !

Ritratto di garipoli

garipoli

Lun, 01/10/2012 - 23:16

http://www.youtube.com/watch?v=5YMUph1l6as

Ritratto di garipoli

garipoli

Lun, 01/10/2012 - 23:20

@Rosella meneghini io non ho nessuna tessera di partito, ho voluto vedere con i miei occhi e da quello che dite che si discosta da quello che ho visto, sto correndo il rischio di diventare comunista ! ci sono andato con una agenzia di viaggi prenotando il volo due giorni d'albergo all'avana per organizzarmi all'arrivo e un auto a nolo. Ho potuto circolare liberamente ovunque. Provare per credere ! quello che dite è solo sporca propaganda. PS a cuba i ragazzi vanno a scuola non chiedono l'elemosina per strada o si prostituiscono come altrove nell'area centroamericana e haitiana.