L'ex premier libico: "Gheddafi fu ucciso dai servizi francesi"

Secondo l'ex premier del governo transitorio libico, il raìs sarebbe stato "venduto" da Assad all'intelligence francese

Il sospetto che a uccidere Muammar Gheddafi non siano stati i ribelli libici, ma forze straniere lo hanno avuto in molti. Ora lo sostiene anche l'ex premier del governo transitorio, Mahmoud Jibril, che in un programma della tv egiziana Dream ha rilanciato l'idea che dietro la morte dell'ex raìs ci sia "l'intelligence straniera".

Secondo Jibril la condanna a morte sarebbe venuta da "alcune parti internazionali" che "non volevano che Gheddafi parlasse di certe questioni" compromettenti, visto che "custodiva molti segreti e documenti e mantenva buoni rapporti con alcuni apparati internazionali di intelligence". Del resto l'ex premier si chiede: "Se fossero stati i ribelli, perché non ucciderlo al momento della cattura?".

Jibril non si sbilancia più di tanto: "Non sono certo di chi ha ucciso Gheddafi, né del modo in cui è stato ucciso". Secondo la versione ufficiale dei fatti, il 20 ottobre 2011 aerei militari francesi attaccarono il convoglio in cui Gheddafi tentava la fuga da Sirte, dove si era asserragliato. Raggiunto dai ribelli, fu catturato vivo, ferito alle gambe e linciato. Secondo il rapporto del medico legale, l’ex rais fu poi ucciso da un colpo di pistola alla testa.

Si sta quindi diffondendo l'ipotesi che siano stati proprio i francesi a uccidere Gheddafi. Secondo il Corriere, sarebbe stato il presidente siriano Bashar al Assad a rivelare il nascondiglio del raìs, come riferisce Rami El Obeidi, ex responsabile per i rapporti con le agenzie di informazioni straniere per conto del Consiglio Nazionale Transitorio sino alle metà del 2011. In cambio del numero del satellitare di Gheddafi, Assad avrebbe fatto promettere a Parigi di limitare le pressioni internazionali sulla Siria.

Commenti

bisesa dutt

Sab, 29/09/2012 - 15:30

e se fossero stati gli italiani a nascondere il rais? e venderlo?

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 29/09/2012 - 15:38

Puzza , ma puzza puzza come un francese .Vigliacchi , dopo fatto fuori gehddafi per succhiarsi il petrolio libico adesso danno la colpa ad Assad.Si capisce che Damasco e la via non di Paolo di Tarso , ma bensi di chi sappiamo bene.VERGOGNA.

Raoul Pontalti

Sab, 29/09/2012 - 16:31

Notizia da prendersi con le pinze e molto lunghe anche per la non cristallina limpidezza della fonte ispiratrice (apparentemente Jibril). Il racconto romanzesco e romanzato che i legge sul Corriere deve trovare ben altri riscontri per poter essere in qualche modo creduto. Anche la causa scatenante la vendetta francese operata in quel modo è poco plausibile: ricatti del tipo di quello attribuito a Gheddafi (rivelazione di certi segreti) vengono annunciati in carattere di polizza assicurativa sulla vita e ancor prima sul mantenimento della poltrona, ovverossia si minaccia di rivelare tramite idonea documentazione (i racconti non bastando ovviamente) certi rapporti politici proibiti per far cessare gli atti che minacciano la permanenza in carica o la vita stessa. Dopo la morte i segreti non possono più essere custoditi ovvero possono essere opportunamente divulgati da interessati esecutori testamentari. Sembra che qualcuno voglia allo stesso tempo screditare Assad (cui la cosa peraltro causa ben poco danno vista la sua situazione attuale) e Sarkozy per colpire in realtà ben altro obiettivo da un lato e e probabilmente anche parare il kulo a qualcun altro realmente implicato nella questione della fine di Gheddafi.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 29/09/2012 - 16:33

Ricordate le fregole interventiste di cui, all'epoca, era preda il buon Napolitano.? Ansia di liberare il popolo libico...oppure timore della pubblicazione di qualche "secret file" della CIA in caso di disobbedienza?

Ritratto di depil

depil

Sab, 29/09/2012 - 16:47

grazie al massacri di Gheddafi sappiamo con certezza cha la Nato è una organizzazione criminale forse peggiore del Patto di Varsavia, della Gestapo e della Stasi messe insieme.

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Sab, 29/09/2012 - 16:47

Tanti "si dice" ma in pratica sarà molto difficile venire a capo della questione. Se poi,ed è certo,ci sono di mezzo i servizi segreti non si saprà mai nulla. Solo congetture.

duball

Sab, 29/09/2012 - 17:05

In ogni caso nulla toglie che i "franzosi" sono delle mezze seghe all'origine di tutti i totalitarismi del 19°secolo e in piu',grazie agli USA, detentori di testate nucleari.

mila

Sab, 29/09/2012 - 17:09

@ DEPIL -Peggiore della Gestapo non credo, ma del Patto di Varsavia sicuramente.

vitripas

Sab, 29/09/2012 - 17:28

per questo ASSAD è intoccabile il pianeta è governato da demoni fedeli a Satana

46gianni

Sab, 29/09/2012 - 18:08

le cosidette democrazie non si smentiscono mai .....come.....15 lustri fa'

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Sab, 29/09/2012 - 18:41

Raoul Pontalti: può darsi che la storia non sia vera, però da subito fu data la notizia, mai smentita, che il convoglio di Gheddafi in fuga fosse stato rintracciato e bloccato a suon di bombe dalla Nato, consegnando così, di fatto, il leader libico ai suoi boia. Che cosa c'entrasse questa azione con la protezione dei civili autorizzata dall'Onu forse ce lo potrebbe spiegare Napolitano, che già riuscì, a suo tempo, a definire "aiuto fraterno" i massacri effettuati in Ungheria dai carri armati sovietici.

Ritratto di marystip

marystip

Sab, 29/09/2012 - 19:04

E' davvero sconcertante constatare che ad avere potere nel mondo, a governare Stati e Nazioni, arrivi gentucola piena solo di boria e nessuna sostanza. Pensate a Sarkozy; già uno che si prende la Bruni, la dice tutta sulla sua intelligenza e capacità di comprendonio, ma quello che ha fatto con la Libia è demenziale.

peroperi

Sab, 29/09/2012 - 19:24

Dietrologia

sorciverdi

Sab, 29/09/2012 - 19:36

Ecco la prova che le "primavere arabe" sono solo una guerra mascherata, per giunta una guerra alla quale abbiamo dovuto partecipare anche noi che non ne avevmo alcuna convenienza solo perché qualcuno ce l'ha imposto ed "altri" hanno detto che guerra non era. In altre parole abbiamo fatto un grosso errore di politica internazionale. Adesso godiamoci i risultati.

cgf

Sab, 29/09/2012 - 22:54

ora stanno cercando di uccidere Assad così non può dire che non era vero. cmq Assad è più "vipera" di Gheddafi, inoltre ha imparato la "lezione Saddam", sicuramente ha già predisposto delle scatole "da aprire solo in caso di morte violenta", WikiLeaks in confronto diventerà come leggere Topolino.

Ritratto di tethans

tethans

Sab, 29/09/2012 - 23:34

Per una volta si e vicini alla VERITA ;) . E vero i mandatiri sono i francesi dell'ex presidente Sarkozy ma in particolare una famiglia che controlla il 75% del mondo R.......d . Si e dato ordine di fare sparire il sing Gheddafi solamente PERCHE stava creando con altri stati arabi la 1ma Banca con la Moneta Nera ( PETROLIO ) . L'Italia come al solito non ha potuto intervenire per motivi di sicurezza interna ( PER UN RESUNTOME 10mo COLPO DI STATO ) . Un italiano A Londra

Ritratto di rigoletto2

rigoletto2

Sab, 29/09/2012 - 23:49

Bisesa dutt: La Fretta che la Francia aveva di iniziare il conflitto, anche contro il parere di Berlusconi, ma l'ansia del Quirinale di non perdere l'occasione di affiancarci alla Francia smentisce ,anzi rende nulla la fantasiosa sua ricostruzione. Non dimentichiamo che due giorni prima delle Elezioni Francesi scadeva un ultimatum alla Siria da parte del fanatico presidente francese..e questi fatti non sono fantasie.Messere.

Massimo Bocci

Dom, 30/09/2012 - 08:41

Francesi (sciovinisti) con piccoli capi (tappi) Napoleonici,USA con capocchie,abbronzate (vere nullità) Nobel,con il mandato adelinquere di truffatori venduti ONU, hanno agito in concorso adelinquere su mandato 7 sorelle, Elf, per privare il popolo Libico della risorsa petrolio e penalizzare tutti quei paesi (come l'Italia con il Bunga Bunga) che avevano instaurato accordi diretti per liberarsi dai loo gioghi, solita politica criminale di una cricca criminale come ai tempi di Mattei, i Francesi (popolo revanscista veri inetti e truffatori umanitari) che che non esitano ad ospitare ogni spece di criminale,assasino,con preferenza comunista forse perché sono della stessa pasta giacobina...criminale.

meloni.bruno@ya...

Dom, 30/09/2012 - 09:06

Jibril come tanti traditori ha una bella faccia tosta!Oggi è convinto di lavarsi la coscenza mentendo,voglio rinfrescargli la memoria,due anni prima che la francia arbitrariamente sensa aspettare l'ordine dell'onu attaccava la Libia,ebbe un colloquo con il presidente Sarko,è stato in quel momento che ci fù il tradimento a garantire il petrolio alla francia.

law over all

Lun, 01/10/2012 - 22:49

Io come libico ringrazio i Francesi.... E Sarkozy... Basta per voi che un popolo vive sotto un tiranno come (Gheddafi)quello che ho letto nei vari commenti che vi interessa e solo: Petrolio libico........ Accordi diretti........ Ma mai il popolo, e questa la differenza tra (Sarkozy, e Berlusconi) Almeno per noi come Libici la Francia, a sostenuto il popolo Libico... anche se voleva il Petrolio libico, ci va bene. Petrolio non lo beviamo ma lo vendiamo VERGOGNA

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Gio, 04/02/2016 - 19:27

law over all Lun, 01/10/2012 - 22:49---- Sxxxxxxxe, infatti si vede come vivono bene i cittadini LIBICI, ora che Gheddafi è stato assassinato, sono tutti RICCHI E CONTENTI. Stanno scappando tutti in italia a gozzovigliare in hotel senza fare nulla. Scappano dalla guerra bei giovanotti in carne ...... e lasciano donne vecchi e bambini alla mercè dell'isis? VERGOGNA, DISERTORI !!!!