È tutto manovrato?

L'Ucraina è sull'orlo della guerra civile. Ma dietro le sommosse si allunga l'ombra di una nuova Guerra Fredda

Questo articolo si avvale di contributi multimediali: le parti in blu fanno riferimento a foto, video, audio inediti

L’Ucraina è sull’orlo della guerra civile. Il tentativo guidato dalle falangi dell’opposizione extraparlamentare come Pravi Sektor (Ala destra) e Spilna Prava (Causa comune) di raggiungere martedì il parlamento di Kiev per picchettarlo è subito sfociato in scontro aperto con la polizia. I manifestanti hanno tirato fuori le pistole, che raramente mostravano in piazza Maidan ed i poliziotti hanno risposto al fuoco. Il risultato, per ora, è di 25 morti, compresi 9 agenti ed un giornalista filogovernativo oltre a centinaia di feriti. L’eco delle violenze nella capitale ha subito raggiunto l’ovest del paese anti russo dove i ribelli sono tornati ad occupare gli edifici pubblici in 4 città. A cominciare da Leopoli, la “capitale” dell’Ucraina occidentale. I filo Maidan, la piazza simbolo della rivolta a Kiev, hanno assaltato anche la sede dei servizi segreti ed una caserma delle truppe speciali del ministero dell’Interno. Alessandro Gardini, un italiano che lavora in Ucraina e si trova a Leopoli, conferma che i ribelli “hanno preso tutte le armi della fureria e si sono diretti con degli autobus verso Kiev”.
Dall’est del paese, tradizionalmente filo russo, sono partiti gli anti Maidan, che in maniera dispregiativa vengono chiamati “titushki” per raggiungere la capitale. Già ieri i miliziani filo governativi avevano partecipato agli scontri sanguinosi di Kiev.
Il presidente in carica Viktor Yanukovich ha mobilitato i Berkut (aquile) i corpi speciali della polizia e sigillato la capitale e l’accesso a piazza Maidan con posti di blocco e blindati sulla cintura esterna. L’esercito con molti generali dell’ovest è in stato di allerta, ma con i soldati confinati nelle caserme.
Come si è arrivati a questo punto dopo tre mesi di proteste, all’inizio pacifiche, nel centro di Kiev? La deriva Ucraina è solo l’ultima battaglia della nuova guerra fredda fra Mosca e Washington, che nelle settimane precedenti si è combattuta in maniera segreta e con colpi ad effetto. Il risultato è il sangue che sta scorrendo nella capitale, mentre gli scontri potrebbero espandersi a macchia d’olio spaccando in due il paese.
Per capire i tasselli della “guerra segreta” bisogna chiedersi, come fa anche il settimanale Panorama in edicola, “cosa ci fa Open dialog, la stessa Ong del caso Shalabayeva che ha messo in difficoltà il governo italiano lo scorso anno, in mezzo ai rivoluzionari di piazza Maidan?” . Nel palazzo dei sindacati, in questo ore in fiamme, che era stato occupato dia miliziani ultra nazionalisti del partito Svoboda (Libertà), Open dialog aveva addirittura un manifesto poi fatto sparire. Sul sito dell’organizzazione non governativa con sede a Varsavia “si reclutano “volontari per Kiev in appoggio alla protesta” con esperienze come fotografi, giornalisti, ma pure “nel pronto soccorso”.
Open dialog, che fa parte della costellazione di associazioni in difesa dei diritti umani sponsorizzata dal miliardario George Soros, non è l’unica Ong schierata con i ribelli a Maidan. Per l’occasione sono ricomparsi anche i veterani di Otpor fondata con soldi americani, che nel 2001 a Belgrado ha giocato un ruolo di primo piano nell’assalto al parlamento e la caduta dello zar serbo Slobodan Milosevic.
A Maidan negli ultimi giorni si è presentato anche l’intellettuale francese Bernard Henry Lévi facendosi rigorosamente fotografare in mezzo ad innocenti babucke, le casalinghe ucraine, come se la protesta fosse solo innocente e pacifica. Lo stesso Lévi che ha fomentato i ribelli libici contro Gheddafi ed inneggiato, almeno all’inizio, alle primavere arabe. Non a caso i manifestanti anti Maidan innalzavano dei cartelli con scritto “Yugoslavia, Lybia, Tunisia….. Ukraine is next (la prossima)?”.
L’Fsb, il servizio segreto russo, ha assestato un colpo sotto la cintura intercettando e postando su You tube l’imbarazzante telefonata fra Victoria Nuland, assistente del segretario di Stato per gli Affari europei e l’ambasciatore americano a Kiev, Geoffrey Pyatt. Alla cornetta la diplomatica non dice solo la famosa frase “la Ue si fotta”, ma detta disposizioni sul futuro governo dell’opposizione.

Come se gli oppositori fossero pedine da manovrare in un Grande gioco anti russo boccia l’ipotesi di Vitali Klitschko nell’esecutivo. L’ex pugile, che ha vissuto in Germania ed il suo partito, Udar, è sostenuto ufficialmente dalla Cdu, il movimento politico del cancelliere tedesco Angela Merkel. Nuland prima di mandare la Ue a farsi fottere racconta di come ha convinto l’Onu ad assumere un ruolo nella crisi ucraina considerando il segretario  generale Ban Ki moon più utile ai piani americani rispetto ai mollaccioni di Bruxelles. In queste ore, però, è la Ue a minacciare sanzioni contro Yanukovich ed i suoi uomini.
Il ruolo non solo diplomatico dell’ambasciata americana a Kiev si era già notato con la pubblicazione sul proprio sito della foto di Dmytro Bulatov, noto militante di Maidan, con il volto tumefatto, per rilanciare lo sdegno. Ancora oggi non sono stati chiariti tutti gli aspetti del suo rapimento e delle torture che ha subito.
Non solo: in dicembre l’ambasciatore Pyatt aveva convocato Rinat Akhmetov, il più potente oligarca ucraino facendogli balenare l’ipotesi che i suoi importanti asset finanziari in giro per il mondo potevano finire nel mirino degli Usa. Dopo l’incontro Akmteov ha preso le distanze dal presidente Yanukovich, che aveva sempre appoggiato, invitandolo al dialogo con i manifestanti di Maidan.
Bazzecole se fosse comprovata la veridicità di un filmato girato dai servizi ucraini o russi all’aeroporto di Kiev ed andato in onda sul primo canale della Tv di Mosca. Le immagini mostrano dei sacchi color amaranto scaricati da un jet bianco senza insegne, che grazie all’immunità diplomatica non passano la dogana. Una macchina blindata carica i sacchi e si nota la targa di un’altra vettura del corteo, 002, che corrisponde all’ambasciata Usa a Kiev. Nel servizio sulla tv russa si sostiene che i sacchi contenevano 17 milioni di dollari per alimentare la rivolta di Maidan.


In dicembre gli ambasciatori a Kiev sono stati convocati al ministero degli Esteri per una nota informativa. Alla riunione un funzionario dell’Svb, il locale controspionaggio, ha annunciato l’arresto “di un cittadino americano”, che sotto le tende dei paramilitari di Maidan faceva vedere i video degli scontri del Cairo durante la primavera araba per mostrare come reagire alla polizia.
La prima a chiedere sanzioni Ue contro il regime di Kiev è stata Varsavia sponsor dei ribelli. Nell’establishment americano è molto forte la lobby polacca a cominciare da Zbigniew Brzezinski, che in tempi non sospetti scriveva: “Gli Stati che meritano il più forte sostegno americano sono l’Azerbaijan, l’Uzbekistan e l’Ucraina, in quanto pilastri geopolitici. Anzi è l’Ucraina lo stato essenziale, che influirà sull’evoluzione futura della Russia”.
Negli Stati Uniti esiste dal 1894 l’Associazione nazionale ucraina (Una), che durante la guerra fredda propagandava l’indipendenza del paese. Compreso il Canada conta oltre 50mila membri e gode di un patrimonio di 170 milioni di dollari di pensioni e assicurazioni. Dagli ucraini a stelle e strisce stanno arrivando soldi e aiuti per la rivolta.
I russi non sono da meno nella guerra segreta a Kiev e parlano senza peli sulla lingua. Secondo il ministro degli Esteri Sergej Lavrov per l'Ucraina sull'orlo della guerra civile «la responsabilità è dell’Occidente che ha aizzato e incoraggiato i ribelli». Mosca ha parlato con esagerazione “di tentato colpo di stato”, ma a Washignton sono convinti che la nuova guerra fredda posso diventare calda. Lo scrive Stephen Blank, esperto di Russia, all’American foreign policy council sostenendo che il ponte fatto costruire su un territorio conteso attorno allo stretto di Kerch sul mare di Azov, al confine russo-ucraino, “sia l’eccellente autostrada per un’invasione”.

GLI OCCHI DELLA GUERRA

@occhidiguerra

www.facebook.com/occhidellaguerra


 

Annunci

Commenti

roseg

Gio, 20/02/2014 - 08:26

La scoperta dell'acqua calda...

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 20/02/2014 - 08:33

guarda caso, al governo chi ci sta? un partito comunista, alla opposizione chi c'è? la destra, quella che chiede democrazia, non è un caso che vogliono fare fiamme e fuoco, perchè la sinistra ha arrestato l'eroina che si chiama timoshenko, colei che ha difeso i diritti del popolo, non i diritti di una casta mafiosa!

onurb

Gio, 20/02/2014 - 08:38

Proporrei di ridare a Obama il Nobel per la pace.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Gio, 20/02/2014 - 08:58

stavolta gli yankees la prenderanno sui denti. coi russi non si scherza e anche da noi gli USA sono ormai visti da molti come guerrafondai e protettori della Finanza Speculativa.

fedez

Gio, 20/02/2014 - 08:58

Fausto Biloslavo è il numero uno! Questo è giornalismo!

idleproc

Gio, 20/02/2014 - 09:00

Ooooh yesss. Fanti di giochi più gandi di loro come spesso capita ultimamente..

linoalo1

Gio, 20/02/2014 - 09:24

Se le situazioni non si vivono,non si possono giudicare!Quindi non si può parteggiare per nessuno dei due contendenti!Solo il tempo ci dirà la verità!Lino.

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Gio, 20/02/2014 - 09:25

Non ci sarei mai arrivato da solo!.....ci voleva la spiegazione;-) patetico.

gamma

Gio, 20/02/2014 - 09:35

Ormai non si tratta più di guerra fredda. La guerra è già diventata calda e per di più a un passo dalla Russia e ad un passo dai confini dell'UE. Ormai è abbastanza chiaro come dietro l'appoggio alla ribellione finanziata da USA, Germania, Polonia e forse Francia e Inghilterra con un fiume di denaro, non ci siano nobili motivi ma quasi esclusivamente meno nobili motivi economici e finanziari. Con un quid in più. Infatti da parte di Obama e del suo staff c'è anche un senso di rivalsa nei confronti di Putin che tante volte negli ultimi anni lo ha umiliato. E da parte della Germania un antico rancore nei confronti dei russi che spaccarono il paese in due. Ma tutto questo è molto pericoloso. "Sfruguliare" la Russia è estremamente pericoloso e la storia ci insegna che le conseguenze sono sempre state disastrose per l'Europa. Che l'Italia stia assolutamente fuori da questa storia e si opponga a decisioni sconsiderate dell'UE. E incrociamo le dita affinchè la situazione non precipiti. Perchè, a tornare alle minacce nucleari il passo è breve. Un ultima considerazione: che fine hanno fatto i movimenti pacifisti?

Mechwarrior

Gio, 20/02/2014 - 09:53

BTW russi e ucraini non si amano da un bel po.

Cinà

Gio, 20/02/2014 - 09:55

A giudicare dai lavoretti che ha fatto il governo americano di Mr Obama in Africa del Nord, in Siria e adesso in Ucraina, si evidenzia una propensione alla pace ed alla soluzione diplomatica delle controversie da giustificare un premio Nobel per la pace a mr Obama. Questo è il teatro dell'assurdo!!

ro.di.mento

Gio, 20/02/2014 - 10:08

purtroppo se continuano così l'ucraina finirà come la siria ! lì non si capisce chi si fa la guerra e perchè. anche qui non si capisce ed il popolo soffre una situazione certo non voluta da lui. ma "l'inutile idiota" ONU non dovrebbe mnettere pace fra le fazioni ? perchè non manda un contingente militare a tenere separati i due schieramenti ? QUESTIONE DI SOLDI ......!

TruthWarrior1

Gio, 20/02/2014 - 10:19

Solo se gli italiani sapessero di cosa Badoglio accettò il 8 settembre 1943 a Cassibile in sicilia....Il diavolo cominicia a buttare la maschera. Complimenti Biloslavo per aver dimostrato un bel pò di integrità professionale che la stragrande maggioranza dei tuoi colleghi non ne sa minimamente il significato.

Alessio2012

Gio, 20/02/2014 - 10:29

I komunisti fanno schifo... Pensate solo alla guerra del Kosovo dove hanno difeso gli albanesi (proprio quelli più cattivi) alle spese dei serbi, che erano i veri proprietari di quelle terre.

gibuizza

Gio, 20/02/2014 - 10:57

Ma chi può pensare che in una nazione governata da una coalizione, che piaccia o non piaccia, è stata eletta democraticamente dal popolo la gente che protesta e che spara è un "popolo che si ribella all'ingiustizia"? Qui siamo di fronte ad un attacco costruito e pilotato contro un governo democraticamente eletto e quindi questo governo deve difendersi in ogni modo, anche a costo di eliminare il 49% della popolazione, perchè non è giusto che il 49% voglia eliminare il 51%.

ivangonta

Gio, 20/02/2014 - 10:59

Caro Biloslavo, purtroppo il popolo ucraino è stanco del governo yanukovic, se approfondisci e scavi di più verranno a galla delle cosine interessanti sul suo entourage. Gli Usa Polonia e Germania sono dalla parte dei ribelli si lo furono nel 2004 (cablo assange conferma) e lo sono adesso. Ma allora il leader Yushenko (rivoluzione arancione) si svendette a Putin.. e l'Europa e gli Usa fecero un passo indietro.. Ora come ora si rinizia e la pressione politica o ideologia è meno forte di un tempo .. gli ucraini non mirano ad entrare in europa perche sanno dipenderebbero da mosca per il gas .. come dipendiamo tutti noi... d'altronde ... I manifestanti sono pagati si lo sono...non tutti.. ma anche i poliziotti sono ben pagati oggi ... 1.000 grivna per il poliziotto e 5.000 grivna per l'uffciale ... sono palanche! Diciamo mercenariato allo stato puro? Si si mercenariato ! Un generale dell'esercito è stato rimosso .. e questo la dice lunga sulla buona fede del governo in carica ... Come finirà? o ci sarà una riappacificazione o svendita dei propri ideali come fu nel 2004, oppure se l'esercito entrarà in campo sarà guerra civile con la creazione di due ucraina e l'annessione della Crimea con la Federazione Russia... Putin ha vinto comunque! Nasdarovia Fausto

Palermitano

Gio, 20/02/2014 - 10:59

NON MI PIACE AFFATTO QUESTA PROTESTA, SI SENTE DA LONTANO UN MIGLIO L'ODORE DEL NEOFASCISMO, DELL'EVERSIONE NERA E DELLA REAZIONE. SONO SCONCERTATO SE USA E OCCIDENTE APPOGGIANO GENTE CHE SCENDE IN STRADA ARMATA, CON SALUTI NAZISTI E CON L'ARMAMENTARIO DELLE PEGGIORI DESTRE RAZZISTE E NAZIFASCISTE! OCCHIO, QUESTA PROTESTA E' PERICOLOSISSIMA OLTRE CHE SANGUINOSISSIMA

Palermitano

Gio, 20/02/2014 - 11:02

informate il signor alessio 2012 che durante la guerra di jugoslavia i comunisti non difendevano gli albanesi, che invece erano notoriamente anticomunisti e appoggiati dall'occidente. rifondazione comunista fu uno dei pochi partiti schierati contro l'attacco aereo alla serbia. studi la storia il signor alessio, studi la storia!

Palermitano

Gio, 20/02/2014 - 11:03

Palermitano •9 minuti fa MI SCONCERTA LA DOPPIA MORALE DI USA E OCCIDENTE. CONTINUANO A PARLARE CONTRO RUSSIA E GOVERNO UCRAINO, IGNORANDO CERTA GENTE CHE SCENDE IN PIAZZA, FA I SALUTI NAZISTI, INNEGGIA AL RAZZISMO E AL FASCISMO, RAPISCE GLI AGENTI, ASSALTA TUTTO. MA SCHERZIAMO? IMMAGINATE SE UN POPOLO OSTILE AGLI USA AVESSE RAPITO 50 AGENTI, LA REAZIONE DEGLI USA SAREBBE STATA VIOLENTISSIMA..ORA NEMMENO UNA PAROLA SU UN FATTO GRAVISSIMO E CRIMINALE COME IL RAPIMENTO DI 50 POLIZIOTTI! SEPOLCRI IMBIANCATI! FARISEI! E' NAUSEANTE LA DOPPIA MORALE OCCIDENTALE!

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Gio, 20/02/2014 - 11:15

caro Biloslavo ti posto anche questa direttamente dalla mia amica ukraina Ljudmila da Kiev ciao GIUSEPPE,,da noi e una catastrofe,,non capisci niente,,una bataglia dai gente che sono stanchi a vivere in meiseria e chi vogliono cambiare presidente e governo,,da altra parte querra di politici che fanno provocazione per essere piu ricchi e essere presidente,,,,ci sono tanti vittime,,dispersi,,ruvina,,,anche io contro YNUKOVIC,pero anche contro entrare in euro,,,ho visto come da voi successo con euro,,,,a mia citta adesso gia tutto tranquillo,,prima cera un po casino,,,gente sono stanchi dal questo quaio,,perdiamo anche quello pocco che abbiamo,,,solo un percento quelli ricchi,,banditi diventano piu ricchi per quello xaos,,,,,,,quando torno e ti spiego di piu quando ci veddiamo,,,buona domenica,,,ciaoooooo :)

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Gio, 20/02/2014 - 11:16

certamente il nuovo ordine mondiale vuol fare pressioni a Putin che non si piegherà mai ad essi

Massimo Bocci

Gio, 20/02/2014 - 11:21

Un altra pensata, dei PADRONI (Euro) Crucchi e dell'abbronzato (7 sorelle e MASSONI!!!) come in Libia, che vogliono ampliare la RETE DELLA DISTRIBUZIONE DEGLI SCHIAVI e del GAS, chissà se anche qui ci saranno dei bei bombardamenti umanitari sale del LORO REGIME!!!!

astice2009

Gio, 20/02/2014 - 11:24

mortimermouse : quindi lei e' d'accordo che il dittatore ucraino e lo schifoso comunista che lo sostiene (Putin) sono due bestie comuniste. E allora perche' Putin e il dittatore ucraino, schifosi comunisti, hanno firmato con Berlusconi questo patto sul gas che e' causa di questa guerra civile? Anche Berlusconi e' uno schifoso comunista?

Giorgio1952

Gio, 20/02/2014 - 11:29

mortimer si al governo ci stanno i komunisti, quelli che vogliono rimanere alleati con Putin (amico del vostro leader maximo)che ha arrestato la Tymoshenko, alla quale il Cav si è paragonato quando lo hanno fatto decadere. I 500mila di destra vanno in piazza a dimostrare per entare in Europa, invece in Italia Berlusconi che si ritiene un grande economista, perché è l'unico leader europeo che viene dal mondo imprenditoriale, vuole uscirne le conseguenze sarebbero disastrose, non ricordo chi ha detto di fare l'euro del mediterraneo con Spagna, Grecia, Portogallo, Albania e Turchia. Lei vorrebbe vivere in un paese come la Turchia, la nostra lira varrebbe come quella turca cioè carta straccia, vorrebbe vivere in Albania od in Grecia?

gneo58

Gio, 20/02/2014 - 11:43

non solo la' in quei posti ma ovunque, incluso i casini che abbiamo in Italia - quando tutti lo capiranno o cambiera' tutto o saremo nella cacca fin sopra la testa !

Libertà75

Gio, 20/02/2014 - 12:07

@palermitano, certo che lei è un cattocomunista molto originale. L'unico ex-leader occidentale filo-russo è stato Berlusconi, che lei ha sempre osteggiato caldamente. Guardi che gli amici dei suoi politici sono quelli che fomentano la ribellione, non quelli che sostengono la legittimità del governo in carica.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 20/02/2014 - 12:12

ASTICE2009 ennò! no è cosi: il dittatore ucraino e putin sono due stati diversi ed hanno due politiche diverse. putin non sostiene affatto l'ucraina, anche perchè il gazprom passa per l'ucraina e l'ucraina cerca di ricattare putin anche per questo. berlusconi ha fatto un affare commerciale e basta. non c'entra nulla l'amicizia (tra l'altro, negli affari commerciali le amicizie sono un fatto assolutamente relativo perchè si basano sugli interessi reciproci !!). lei sta guardando i fatti attraverso il buco della serratura :-)

Lahoz

Gio, 20/02/2014 - 12:13

Bravo Biloslavo: gran bel pezzo. Vediamo, ora, se anche il futuro premier Renzi si accoderà ai padroni del vapore (che già ci hanno stramazzato i rapporti con la Libia) anche contro Kiev, dimostrando che siamo proprio una melassa di Nazione senza speranza.

FerguSSon

Gio, 20/02/2014 - 12:14

@mortimer: se proprio vuoi fare la figura dell'imbecille, sappi che chi sta facendo violenza sono i gruppi di estrema "destra" che vogliono andare al potere, detto secondo le tue logiche. :-) sei sempre lo zimbello del forum :-) ma a me piaci così altrimenti non potrei prenderti in giro :-)

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 20/02/2014 - 12:15

GIORGIO1952 non la rispondo neanche, non perchè sarebbe una risposta lunga ed articolata che mi porterebbe via un sacco di tempo, ma perchè lei ha una visione ristretta, fatta con i paraocchi ed una convinzione totalmente errata, per cui, non perderò tempo con lei :-) si convinca che è un mafioso che ha votato una banda di mafiosi che vogliono mantenere la casta per i propri interessi (da notare, non faccio riferimento a berlusconi, ovviamente!) :-)

Mr Blonde

Gio, 20/02/2014 - 12:24

Libertà75 ad essere filo russo, impero del male da sempre, si sbaglia a prescindere. Capirai poi, con quello che hanno fatto in cecenia fieri di esserne amici.

comase

Gio, 20/02/2014 - 12:51

i comunisti devono essere eliminati per sempre

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Gio, 20/02/2014 - 13:07

e Berlusconi l' aveva capito...stringere accordi con la Russia di Putin e con gli altri paesi dell' est, saltando i potentati Usa e Germania...che non lo abbiano fatto fuori proprio per questo? Io ne sono sempre più convinto! anche perché ce lo ricordiamo "l' incidente" di Mattei che stava facendo accordi petroliferi direttamente coi produttori in Medioriente bypassando le famose (o famigerate) 7 Sorelle? "A est a est, adesso si va...cantavano i mitici Nomadi e nad est ci andiamo anche col cuore, senza essere mai stati comunisti, dai fratelli russi europei come noi ma che non calano le braghe difronte ai massoni yankee né ai testoni tedeschi che credono forse di ottenere ora con gli Usa al fianco quello che presero allora nel didietro a Leningrado e Stalingrado e che gli costò la sconfitta nella 2a guerra mondiale.

alberto_his

Gio, 20/02/2014 - 13:09

Ottimo articolo che fa il paio con quello di alcuni giorni fa sull'intervento di "falangisti" stranieri in Ucraina (il mio commento al quale è finito negli scantinati della redazione). Dove in Siria e Libia c'erano Al Nusra e le affiliazioni di Al Qaeda qui abbiamo Svoboda e altri drop-out: lo schema è sempre la guerra per procura. Sappiamo bene chi sono Soros e Levy, da dove vengono e cosa promuovono. Obama è un discepolo di Brzezinski e come tale considera l'Ucraina come casella chiave sulla scacchiera Eurasiatica, dove si giocheranno gli assetti geopolitici (e parte delle questioni energetiche) del prossimo futuro. Indubbio che si tratti di un nuovo capitolo nella guerra globale che si sta combattendo con Nato da una parte e BRICS (con in testa la Russia) + paesi non allineati dall'altra. La Russia non può permettersi di perdere l'Ucraina perchè rischierebbe di non avere più accesso alla sue basi sul Nero e di trovarsi poi minacciata dalla Nato ai propri confini meridionali. Leggo che ancora esiste qualche mente bacata che continua a parlare in termini di comunisti/democratici non essendosi ben resi conto di quale partita si stia giocando.

pinux3

Gio, 20/02/2014 - 13:14

@Alessio2012...Gli albanesi del Kossovo sono stati "difesi" dagli USA. "Komunisti" anche loro?

nino47

Gio, 20/02/2014 - 13:31

dietro i fatti di Kiev c'e' solo la gente che VUOLE ESSERELIBERA! Venite qua e parlate con la gente della strada e ve ne renderete conto. Il comunismo ha fallito per l'ultima volta ed e' inutile cercare motivi o manovratori dietro le quinte! Qui lagente si sta facendo ammazzare per togliersi dalle palle questi tavarisci del c...o! lo volete capire o no???Venite a vedere e a sentire. Possibile che non sappiate mai scrivere la verita' nuda e cruda e continuiate sempre a redigere i vostri articoili buoni per tutti i palati senza il coraggio di schierarvi da una parte? Italiani brava gente????

soldellavvenire

Gio, 20/02/2014 - 13:36

come al solito, la ragione non sta più da nessuna parte, visto che tutt'e due si sono dati alla violenza. ora si evince che le destre lá sono europeiste, mentre le sinistre, gli ex comunisti per capirci, sono filo russe. malgrado le capriole dei vari intellettuali del forum, pare proprio che da noi, invece, il mondo giri al contrario. minoranza violenta contro maggioranza legale, chi é dalla parte del giusto? é un film giá visto dasecoli, vince chi ne ammazza di piú

Ritratto di alejob

alejob

Gio, 20/02/2014 - 13:39

Si è tutto manovrato. La Merkel era a KIEV martedi a parlare con i rivoltasi e mercoledi hanno iniziato la rivolta più pesante. La Merkel assieme alla feccia Americana, manovrano questo paese. Ho una registrazione telefonica dove una, dico una, DONNA rappresentante del POTERE Americano in collegamento con il Console Americano a Kiev, dice: VADA A FANCULO l'EUROPA, NOI DOBBIAMO METTERE LE NOSTRE BASI IN UCRAINA. Questi sono i signori che vogliono la democrazia, luridi bastardi che hanno rovinato tutto il mondo, iniziando dal Vietnam, Siria, Linbia, Afganistan, ed ora Ukraina. Spregevoli essewri umani che per raggiungere i loro scopi, sono capaci di distruggere ogni cosa ed in questo momento con il benestare della DELINQUENZA che siede a BRUXELL.

nino47

Gio, 20/02/2014 - 13:41

@gibuizza: non sai quel che cazzo dici! Stai tranquillo che dove circolano i tavarisci le elezioni sono solo un paravento e quei brogli che furono scoperti all'indomani delle elezioni in ucraina furono liquidate da Putin con un sonoro : fatevi i c...i vostri. Non riusci' loro il giochetto con Yushenko quando dovettero desistere con la famosa rivolta arancione, ci sono riusciti adesso a mettere su un Yanukovic che qui e' divenutol'uomo piu'odiato della nazione anche da coloro dell'est che gliavevano dato credito.E' la storia del vento gelido dei rossi che si ripete all'infinito e che nessuno vuole mai capire! Dove arrivano loro arriva inesorabilmente la rovina. Facciamo come dici tu! chiudiamoli dentro e facciamoli morire di fame in attesa dell'uomo nuovo, come fece stalin! Tu tieni le chiappe al calduccio dei tuoi pidocchiosi giudizi e prima di darli in ogni caso RENDITI CONTO DI PERSONA DI COME STANNO VERAMENTE LE COSE!

roseg

Gio, 20/02/2014 - 13:43

@Giorgio1952--carissimo forse non ti è ben chiara la situazione,è una esigua minoranza quella che vuole entrare in europa,gli altri,la maggioranza,vuole solo togliersi dalle palle il presidente in carica,dell'europa non sanno che farsene.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Gio, 20/02/2014 - 13:57

alejob OK vedo che non sono il solo a vederci giusto. vedrai che stavolta sarà l' inizio della fine dei massoni affamapopoli e di quelli che manovrano per distruggere e affamare anche noi. stringiamoci coi fratelli Ukraini e contiamoci . ciao G.Z.

Ritratto di alejob

alejob

Gio, 20/02/2014 - 14:02

Quanti commenti inutili, Quelli che sono a distruggere Kiev sono i sudisti Ukraini, circa nove Regioni, le altre diciannove regioni sono filo Russe. La CAGNA della Merkel fa trasmettere su tutte le TV che quando gli Ukraini entreranno in Europa a lavorare saranno pagati CINQUEMILA EURO AL MESE e i pensionati MILLECINQUECENTO. Mia moglie UKRAINA litiga ogni sera con la sue amiche via SKIPE, dicendo che questo non è vero, ma loro insistono perchè questo lo sentono ogni giorno per la TV. Questi delinquenti che siedono a Bruxell e la degenerata lurida, delinquente MERKEL, sta distruggendo un paese e della povera gente, che sono manovrabili come dei bambini.

Libertà75

Gio, 20/02/2014 - 14:24

@mr blonde, certo che lei ad analisi geopolitiche è inabile come quando parla di economia. Ha per caso ponderato le nefandezze avvenute da parte opposta? Contento lei di pagare l'energia di più e per non finire di vendere le imprese italiane agli stranieri in modo da calare anche il PIL... Ci vogliono finti liberali post comunisti come lei a desiderare la povertà in Italia. O forse è un nazista? visto che ha dichiarato poco sopra (implicitamente) che Hitler fece bene ad attaccare la Russia impero del male da sempre. Oppure voleva affermare che la Russia creò prove false contro il regime nazista per attaccarlo? Non so, bisognerebbe avere un pensiero coerente, immagino che ora la risposta sarà carica di insulti, attendo. Buonagiornata.

Libertà75

Gio, 20/02/2014 - 14:30

@giorgio1952, già in passato le consigliai di seguire un'università di economia, ora che dovrebbe essere prossimo alla pensione ci pensi veramente, non indovina mai e poi mai un'analisi economica. Sinceramente ho sentito parlare contadini che erano in grado di mettere insieme cause e conseguenze di politica economica senza leggere i giornali, lei che ha una minima cultura non indovina mai e poi mai nessi di economia internazionale, politica economica e politica monetaria. Però la vedo costantemente attivo sull'argomento. La prego perfavore, quindi, viste le sue inclinazioni di approfondire la materia nelle opportune sedi in modo da poterne parlare con cognizione di causa.

Libertà75

Gio, 20/02/2014 - 14:34

@alejob lei ha la mia solidarietà. Se l'ukraina entra nella UE poi sua moglie dovrà discutere con le sue amiche sul perché non le può ospitare in Italia alla ricerca di lavoro. Non c'è più nulla da delocalizzare e come dimostrano gli americani (USA), se si chiudono tutte le fabbriche nei paesi evoluti poi la gente senza reddito non acquista più gli stessi prodotti che prima produceva, mentre i lavoratori stranieri a basso reddito non avranno mai la capacità per comprare i prodotti di alto valore che ancora si producono nei paesi avanzati. Chissà perché negli USA sono tornati sui loro passi e qui invece si continua a progredire con la benda sugli occhi.

fabiou

Gio, 20/02/2014 - 14:35

gli americani e soros finanziano la rete otpor per le rivoluzioni in serbia , africa e ora ucraina. l obbiettivo è accerchiare la russia. e berlusconi è stato affondato proprio perche troppo filorusso e anti euro.... altro che bunga bunga.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 20/02/2014 - 15:16

il bello è che esistono ancora filoamericani... patologici ormai... paranoici

pietrom

Gio, 20/02/2014 - 15:20

Conseguenze per l'Italia? Vediamo: importavamo la maggior parte del gas dalla Libia e dalla Russia, attraverso l'Ucraina. Dalla Libia mi sembra non arrivi piu' niente. Con quello che sta succedendo in Ucraina, ci conviene tenere le dita incrociate. Ricordo che il gas lo usiamo per: cucinare, acqua calda, riscaldamento, elettricita', usi industriali. Dite che con i pannelli solari non avremo problemi per il prossimo inverno? Non ci avrebbe fatto comodo qualche centrale nucleare? E vabbe'... batteremo un po' i denti...

gianni.g699

Gio, 20/02/2014 - 15:28

Chissà chi sono i mandanti ??? UE raga questa è troppo difficile da capire !!! ...

habanero63

Gio, 20/02/2014 - 15:34

processiamo gli americani presso il tribunale penale internazionale !

Ritratto di comeunfabbro

comeunfabbro

Gio, 20/02/2014 - 15:58

Vorrei tanto mettermi a insultare i comunisti come voi altri, ma sono un po confuso. Non ho capito se i comunisti sono i protestanti appoggiati dai massoni, dall'abbronzato e dalla culona, e che sono contro Putin (il difensore della famiglia tradizionale e dei veri valori cristiani), oppure se i comunisti sono il governo e la polizia, alleati di Putin e della Russia e quindi comunisti e filosovietici. Nel dubbio posso insultare tutte e due le parti in causa?

Ritratto di alejob

alejob

Gio, 20/02/2014 - 16:18

A tutti coloro che hanno dato la propria visione sull'Ukraina e hanno sentito il video che il Giornale ha messo a disposizione per la RIVOLUZIONE l'AMERICA ha SPESO DICIASETTE MILIONI DI DOLLARI. E poi parlano di DEMOCRAZIA.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 20/02/2014 - 16:30

Russia e Cina non possono più stare a guardare.

Ritratto di Svevus

Svevus

Gio, 20/02/2014 - 16:57

Gli USA sono ormai il maggior pericolo per il mondo. Una iperpotenza nucleare di tipo mafioso.

belmonte

Gio, 20/02/2014 - 17:06

Mr Obama, dopo aver "sistemato" il Nord Africa, convogliando verso l'Europa l'esodo dei disperati, agita le acque anche in Casa Putin. Bene che vada per l'UE, dovremo tirare fuori una barca di soldi. Così va il mondo.

Giorgio1952

Gio, 20/02/2014 - 17:51

Libertà 75 le rifaccio la domanda lei andrebbe a vivere in Albania, Grecia o Turchia? In quanto ai contadini sono fiero di esserne un figlio, da mio padre ho imparato in primo luogo ad essere onesto, lavoratore e dare il giusto valore al denaro. In campo politico l'altro grande insegnamento di mio padre, è stato quello di votare le persone serie, oneste e valutarne le competenze, non di guardare il partito, il simbolo o gli slogan. Infine per quello che riguarda la mia competenza in economia, le posso dire che ho frequentato per due anni la Bocconi, sostenendo otto esami poi per una scelta di vita ho abbandonato l'università ma anni dopo ho seguito un corso alla SDA Bocconi (School of Management), ho fatto una discreta carriera in una azienda privata nel campo della moda, ora a 62 anni sono in penasione dopo aver lavorato 40 anni ed aver pagato tasse e versato i contributi fino all'ultimo centesimo. Tanto le dovevo e la ringrazio per la cortese attenzione. P.S. Vediamo se questa volta me lo pubblicano.

nino47

Gio, 20/02/2014 - 20:48

@roseg: concordo pienamente. Ma sa com'e..se in italia non la si mette subito in destra contro sinistra non si dorme la notte!!!

Stepas2

Ven, 21/02/2014 - 00:20

Facciamo finta di non sapere il russo. Come e' possibile che i nomi Pravi Sektor (Ala destra) e Spilna Prava (Causa comune) abbiano la stessa parola prav- tradotta in due modi del tutto diversi?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 21/02/2014 - 00:41

Pensare che migliaia di ucraini vadano in piazza a farsi ammazzare, come fossero delle pedine mosse dagli USA, è il solito delirio dietrologico di chi pretende di avere la verità in tasca. C'È SEMPRE CHI CIARLA SPANDENDO SOLO LA PROPRIA IGNORANZA FAZIOSA.

stefano.colussi

Ven, 21/02/2014 - 06:22

..se gli interessi di Soros coincidono con quelli di Baracca Obama significa che il Capitale Finanziario ha, sul piano politico, un nome e cognome e interlocutore..W la democrazia mondiale, W la grana mondiale, W la banca mondiale..altro che "guerra fredda" quì pian pianino ci avviciniamo alla 3 guerra mondiale..colussi, cervignano del friuli, eu

mila

Ven, 21/02/2014 - 06:33

@ Palermitano -Probabilmente durante la guerra in Jugoslavia Rifondazione Comunista fu contro l'attacco alla Serbia, ma l'Egr.Sig.ex-compagno Massimo d'Alema mando' anche aerei italiani a bombardarla. La verita' e' che agli USA non interessano ne' la destra estrema, ne' la sinistra, vogliono solo dominare tutto il mondo.

mila

Ven, 21/02/2014 - 06:51

In questo caso non posso non essere d'accordo con alberto-his e alejob. Speriamo solo che non si arrivi a una guerra aperta con la Russia. Infatti non credo che la Russia possa colpire gli USA, ma magari i loro "alleati" europei si'.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Ven, 21/02/2014 - 07:49

ho già postato e sapete come e cosa penso ...ma qui vorrei far notare la bellezza delle foto che rendono la grandezza tragica di una battaglia di piazza. tutto in proporzioni sceniche che "dire "DANTESCHE". Bravo il reporter e chi è l' autore delle immagini!

Libertà75

Ven, 21/02/2014 - 08:21

@Giorgio io in Albania ci ho vissuto, in Grecia ci sono stato in viaggio, in Turchia non ancora. Nella sua domanda originaria c'era anche la Spagna, forse preferirei quest'ultima. Comunque lei parla spesso per preconcetti ed è questo che io le ho criticato anche altre volte. L'Albania di oggi (non quella della caduta del comunismo) è un Paese in crescita e che assomiglia nei costumi al sud del nostro Paese, molto mondano in alcune zone, molto chiuso in tradizionalismi in altra parte, molto propenso alla facile "mediazione" in altro. Quindi potendo scegliere città e/o almeno quartiere la risposta è "sì, ci andrei a vivere". Del resto la domanda è poco sensata. Lei andrebbe a vivere in certe località del sud Italia? Ora rispondo "in materia economica al suo pensiero". Oggi la Germania ha reddito procapite più alto e trae vantaggio dall'euro, quindi un'Italia con i paesi periferici sarebbe ora quello che è la Germania. Convengo con la sua scarsa propensione ad un'alleanza con la Turchia perché si riproporrebbe l'errore che si è fatta con la UE. Vede il difetto della UE non è stato quello di blindarsi dietro un'unica moneta, ma quello di inserire nel proprio mercato Paesi con redditi pro-capite talmente bassi che avrebbero creato (e hanno poi fatto) solo concorrenza sleale (allargamento ad est, la UE era forte con i 12 iniziali e infatti nessuno era contrario allora). Ora lei che lavorava nella moda, sa che a monte del suo business c'è il potere di acquisto dei suoi potenziali clienti. Se si chiudono fabbriche per delocalizzare si ottiene che il proprio prodotto finale ha dei costi unitari inferiori, intanto si licenzia nel proprio paese (si toglie potere d'acquisto) e si da lavora all'estero senza dare potere di acquisto sugli stessi prodotti che si vanno a creare. Questo fenomeno si è visto anche nella moda (a cui poi va sommato il fatto che si trasferisce conoscenza e quindi anche metodologia sulla falsficazione del prodotto). Quindi ha senso per l'Italia uscire dall'euro? sì come no, sì perché in Italia ci sono molti valori sui quali poter basare una moneta (per esempio in Italia potremmo basare la nostra moneta su un patrimonio artistico, mentre molte monete all'estero sono garantite dai fondi calcolati su monete estere, un po' come dire se mi vende un jeans in cambio di una catenina d'oro o piuttosto in cambio di un gilet sempre in jeans, dubito lei sceglierebbe la cosa meno economicamente conveniente. Tuttavia no, non sarebbe conveniente. E' anacronistico pensare ad una moneta per 60 milioni, ma per 150-200 milioni sarebbe diverso, sarebbe un potenziale mercato, tuttavia le cose andrebbero fatte con logica ossia con Paesi più o meno omogenei nei costi salariali, con redditi pro-capite paragonabili (tipo è giusto che ci siano zone dove si guadagna 2 a 1, ma dove si guadagna 10 a 1 crea distorsioni impossibili da correggere nel breve periodo) e con un progetto di lingua comune (non a difesa dell'italiano, per carità passiamo allo spagnolo, all'inglese, io personalmente credo che per democrazia dovremmo passare all'esperanto, ma non è fondamentale quale, l'importante è scegliere, perché tante lingue non creano cooperazione ma menefreghismo tra idiomi confinanti). Spero di averle aperto una finestra su uno scenario che non è per nulla catastrofico. Si tranquillizzi anche sul fatto che la nostra moneta non finirebbe ad assomigliare a carta straccia, non lo era prima e non lo sarebbe dopo, i motivi sono diversi (blindatura dei debiti e conversione nella nuova moneta, accordi di geopolitica, valorizzazione del patrimonio in garanzia, politica monetaria sensata, politica fiscale di favore, politica economica pro-crescita, politica internazionale, ecc...) E tutto si può fare senza creare danni al risparmiatore, come il Giappone insegna (non creda a chi dice che l'italia non si può paragonare al giappone, è gente che non sa fare analisi economiche ma soltanto caciara da forum). La saluto e buonagiornata (secondo invio)

Ritratto di laisa1942

laisa1942

Ven, 21/02/2014 - 21:05

si...chiedete a BHObama e alla CIa. Come in Egitto dove ancora oggi tengono in piedi i 'loro' fratelli mussulmani, per fare le scarpe a Putin che si guadagna rispetto come leader migliore dell'abbronzato , vogliono essere visti come 'salvatori' dell'Ucraina.