Egitto, il tribunale ordina lo stop alle attività dei Fratelli Musulmani

Associazione al bando e beni congelati. Nuovi guai per la Confraternita

Una sentenza di primo grado emessa oggi da un tribunale egiziano ha deciso la confisca dei beni appartenenti ai Fratelli Musulmani e la chiusura di tutte le sedi della Confraternita, in una sentenza che va a colpire anche la Ong creata a marzo dall'organizzazione.

La questione su cui la corte ha giudicato era stata sollevata dal partito di sinistra Tagammu, che accusava il gruppo di "terrorismo" e di "sfruttare la religione in slogan politici".

La decisione della corte si inserisce in un quadro più ampio di repressione delle attività. Dalla deposizione del presidente Morsi molti membri di spicco sono stati arrestati. Di recente anche il portavoce, Gehad El-Haddad, è stato fermato mentre si trovava in un appartamento nella capitale. 

La Fratellanza Musulmana ha trascorso in clandestinità gran parte della sua storia. Messo fuori legge da Nasser, durante la presidenza di Sadat il gruppo, ancora illegale, era stato tollerato. Con Hosni Mubarak al comando, una maggiore apertura aveva consentito a vari deputati indipendenti, membri della Confraternita, di ottenere posti in Parlamento. 

Dopo la Primavera del Cairo, il gruppo era arrivato al potere con Mohammed Morsi. La decisione del tribunale, a quanto scrive l'agenzia MENA, colpisce "ogni istituzione collegata alla Fratellanza". Non è quindi escluso che ci siano ripercussioni anche per l'ala politica della Fratellanza, il partito Giustizia e libertà.

La decisione presa oggi sarà valida tra quindici giorni, termine entro il quale sarà possibile per i Fratelli Musulmani presentare una domanda d'appello contro la sentenza dei giudici.

Commenti
Ritratto di fullac

fullac

Lun, 23/09/2013 - 15:41

finalmente ! ora ci sarà qualche colpo di coda sicuramente , già nelle ultime settimane sono stati trovati ordigni presso i metro e i binari ferroviari... speriamo solo non facciano un salto di qualità e passino ad azioni più "dure"

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 23/09/2013 - 17:28

Elementare norma di igiene e profilassi. La prevenzione è superiore a qualsiasi terapia.

alberto_his

Mar, 24/09/2013 - 09:12

Che mirabile esempio di democrazia questi golpisti (ufficialmente questa definizione è proibita): le provano tutte per mettere fuori gioco il movimento politico che ha vinto le ultime elezioni! Vince insomma la linea dell'Arabia Saudita, terrorizzata (al pari di Giordania, Kuwait, EAU, Yemen e altri campioni di libertà) dalla vittoria dei FM nel popoloso Egitto. Non si vede il sereno all'orizzonte in riva al Nilo; non credo possa continuare a bastare affidarsi alla grande Muta per mantenere l'ordine. Permangono tuttavia i problemi di natura economico/sociale che hanno scatenato la rivolta anti-Mubarak e ai quali nemmeno la FM ha saputo dare soluzione.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 24/09/2013 - 11:48

#Dottor sottile 2 (Il numero 1 lo riservo a Raoul, per diritto d'anzianità).Banda di fanatici che non pochi problemi stava creando alla democrazia, con accentramento dei poteri il mano al Tuo panzuto ed oligofrenico collega (con tanto di bozza frontale), emarginazione della magistratura e preoccupante aggressività nei confronti dei copti. Strano concetto di movimento politico,il Tuo. Auspicabile analoga soluzione militare anche in Turchia.