Gb, Michael Caine rivela: "Sean Connery ha l'alzheimer non ricorda più la sua vita"

L'attore e collega ai tabloid: "Connery ha perso il controllo dei suoi sensi"

È l'amico di una vita, il collega e compagno di avventure Sir Michael Caine a consegnare al quotidiano tedesco Bild am Sonntag l'annuncio choc: Sean Connery ha l'azheimer. Lo 007 per eccellenza, 83 anni compiuti ieri, non avrebbe più il "controllo dei suoi sensi". Una situazione grave, secondo Caine, a tal punto che Connery non riesce neppure a tornare a casa senza l'assistenza di qualcuno. "Ha dimenticato la sua vita" e la moglie, Micheline Roquebrune, 77 anni, per proteggerlo, ha steso un cordone sanitario attorno all'attore ed evitato che la notizia si diffondesse. L'attore ha interpetato l’ultimo film nel 2003, "La leggenda degli uomini straordinari", e due anni fa ha rivelato alla stampa di non aver più alcun interesse per la recitazione.

Commenti

Holmert

Lun, 26/08/2013 - 21:11

Che peccato,Sean Connery ,il sex symbol per antonomasia, ridotto ad una condizione ,come l'Alzheimer, di totale derealizzazione dal mondo esterno. Alla sua età , 83 anni, questo può capitare agli umani. Mi dispiace per lui, per me è stato il primo ed il miglior James Bond di sempre. Io farei un distinguo, tra Alzheimer e demenza senile, sono due patologie affini, ma molto differenti dal punto di vista anatomico. Un grande anatomo patologo diceva che la diagnosi di Alzheimer era possibile solo sul tavolo anatomico. Sic. Comunque, invertendo l'ordine dei fattori, il prodotto non cambia. E' il cervello che stacca la spina e va in tilt.

mamex

Lun, 26/08/2013 - 22:08

Che tristezza! Una delle peggiori malattie. Auguri di cuore Sean compagno di una lunga serie di interpretazioni fantastiche!

edoardo55

Lun, 26/08/2013 - 22:19

Anch'io, prima o poi, farò finta di avere l'Alzeimer.Così potrei far credere di dimenticare tante cose brutte che ci circondano.

Ritratto di sergio.stagnaro

sergio.stagnaro

Mar, 27/08/2013 - 08:22

Chi è colpito da MA è positivo al Reale Rischio Congenito di MA, riconosciuto dalla nascita con un semplice fonendoscopio ed eliminato con Terapia Quantistica: Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. Inherited Real Risk of Alzheimer’s Disease: bedside diagnosis and primary prevention.Frontiers in Neuroscience, in http://www.frontiersin.org/Aging_Neuroscience/10.3389/fnagi.2013.00013/full [Pub-Med indexed for MEDLINE]. Se il Direttore Sallusti mi invita a scrivere un articolo su questo argomento (Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. Inherited Real Risk of Alzheimer’s Disease: bedside diagnosis and primary prevention.Frontiers in Neuroscience, in http://www.frontiersin.org/Aging_Neuroscience/10.3389/fnagi.2013.00013/full [Pub-Med indexed for MEDLINE]), lo preparerò "a gratis" dal 29 pv. a Poretta Terme, mia catulliana Sirmione, dove da 50 anni trascorro le mie Ferie... Attendo di leggere la risposta nella mia posta elettronica: dottsergio@semeioticabiofisica.it A presto, dunque.

Ritratto di bobirons

bobirons

Mar, 27/08/2013 - 08:25

Sic transit gloria mundi. Ma è l'Alzeihmer il vero nemico odierno, molto più del cancro, del Sida o altre malattie che le moderne ricerche hanno scoperto e battezzato. Senza il controllo della propria psiche, l' umano non è più un essere ma una cosa. A cosa, a chi, serve tenerlo in una vita vegetativa ? Ci riflettano coloro che parlano e credono nella 'impossibilità di intervenire per porre fine ad una tragedia simile, sia per chi la subisce e per chi ci convive.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mar, 27/08/2013 - 09:20

bobirons, me lo chiedo anch'io. Convivo ormai da decenni con un vegetale SALVATO per ben TRE (3) volte dalla fossa grazie all'accanimento terapeutico fine a se stesso e mirato SOLAMENTE a restituire un simulacro di vita dispendiosissimo e che ci sta rubando la vita per l'impegno giornaliero che richiede. Ma cos'è la MORTE NATURALE se la medicina prolunga all'infinito una condanna all'ERGASTOLO che nessun tribunale ha emesso?

Ritratto di kanamara

kanamara

Mar, 27/08/2013 - 13:25

Non capisco perchè bisogna sempre trovare il nome agli atteggiamenti umani... addirittura l'Alzaimer...

a.zoin

Gio, 29/08/2013 - 07:36

Questo è il bello della natura: NON RISPARMIA NESSUNO. Non c`è danaro che possa garantire la salute.

mariolino50

Mar, 22/10/2013 - 13:54

a.zoin Mi sembra una inutile perfida cattiveria, sarebbe bello che certe cose non esitesssero.