Germania, sparatoria in casaPolizia: "Cinque vittime"

L'inquilino di un appartamento reagisce al tentativo di sfratto. Secondo la polizia avrebbe ucciso quattro ostaggi, per poi suicidarsi

Volevano sfrattarlo di casa. E lui ha preso in ostaggio quattro persone, minacciandole con le armi da caccia che teneva in casa e poi uccidendole.

È accaduta a Karlsruhe, cittadina tedesca nel Baden Wuettenberg, dove questa mattina un ufficiale giudiziario aveva tentato di rendere esecutivo un ordine di sfratto, incontrando la disperata resistenza dell'inquilino, che ha reagito con la violenza.

L'uomo, che in casa aveva delle armi - forse legali - perché cacciatore, ha preso per alcune ore in ostaggio quattro persone: il fabbro venuto ad aprire la porta, l'ufficiale giudiziario, la donna che doveva trasferirsi nell'appartamento e un ultima persona, forse la proprietaria. Si è poi asseragliato nell'appartamento, al quinto piano di una palazzina, intorno alle nove.

Le forze dell'ordine si sono portate sul posto tempestivamente. Circa 200 gli agenti dispiegati, con numerosi veicoli e ambulanze (guarda le foto). Dopo lo sgombero dell'area il tentativo di non far finire nel sangue il sequestro. L'uomo, armato fino ai denti, ha però fatto una strage dei suoi ostaggi, per poi uccidersi.

Secondo l'emittente all-news Ntv, oltre alle armi da caccia, il sequestratore era in possesso di alcune granate.

Commenti

meloni.bruno@ya...

Mer, 04/07/2012 - 12:32

Sono deluso come le autorità competenti abbiano gestito tutto con tanta superficialità, questo può succedere solo da noi in Italia! dove non c'è nessuna garanzia a tutela dei cittadini in gravi situazioni economiche.

madaru

Mer, 04/07/2012 - 16:39

Si vede che leggi gli articoli superficialmente.... Tutto è successo in Germania.

SERGIO_ROSSI

Mer, 04/07/2012 - 17:52

capiterà anche in idaglia. magari con un esattore delle tasse, no?

meloni.bruno@ya...

Gio, 05/07/2012 - 08:01

xMadaru, io il suo commento l'ho capito che ironicamente rispondeva al mio! Era sottointeso nel mio commento rispondevo all'articolo, Germania sparatoria in casa polizia, era evidente che la superficialità era dalla parte dell'autorità della Germania e non in casa nostra!

lot

Ven, 06/07/2012 - 01:23

Sono dell'opinione che quell'uomo ha fatto bene ad agire in quel modo. La casa é un bene primario per qualsiasi persona e non gli può essere sottratto il diritto di viverci, come se niente fosse, buttandoolo in mezzo alla strada. In Germania, poi, dove le temperature abitualmente scendono allo zero, una casa vuol dire sopravvivenza. Se ad un uomo non gli permetti di sopravvivere ha tutto il diritto di opporsi come meglio crede, è il sistema sociale e collettivo che deve cambiare e evitare queste situazioni.