I cecchini di Kiev armati dall'opposizione? Una balla. Lo dice la "presunta fonte"

La dottoressa citata dal ministro estone Paet nella telefonata alla Ashton: "Non ho visto neanche un poliziotto ucciso e non potrei dire che c'è la stessa mano dietro"

Ricordate la famosa telefonata tra il ministro degli Esteri estone, Urmas Paet, e il commissario Ue agli Affari Esteri, Catherine Ashton, dalla quale sarebbero emersi inquietanti rivelazioni circa il mandante dei cecchini di Maidan a Kiev? L’audio della telefonata (ASCOLTA) era stato diffuso su YouTube e ripreso da Russia Today, network di informazione in inglese sulla Russia. In una frase il ministro diceva una cosa molto grave: "Olga dice che le persone uccise dai cecchini, i poliziotti e i manifestanti, sono stati uccisi dagli stessi cecchini. Mi ha fatto vedere delle foto, ha i referti dei dottori che dicono che si tratta dello stesso tipo di proiettili. Ed è preoccupante che la nuova coalizione (di governo) non voglia indagare questi fatti. C’è la percezione sempre più forte che dietro i cecchini non ci fosse Yanukovich, ma qualcuno della nuova coalizione". La Ashton replicava con pochissime parole: "Credo che sia davvero necessario investigare, è interessante". La tesi, subito cavalcata ad arte dai russi, era questa: i cecchini a Kiev sono stati mandati dall’opposizione. Sottinteso: hanno sparato contro folla e poliziotti per screditare Yanukovich.

Oggi però emerge un'altra verità. In un articolo sulla prima pagina del Foglio Daniele Raineri riporta ciò che gli ha raccontato, a Kiev, la dottoressa Olga Bogomolets (quella citata nella telefonata), la "presunta fonte" di cui parlava il ministro estone. La dottoressa dice questo: "E' un total misunderstanding". Poi spiega. "Io parlo soltanto di cose certe e la certezza è questa: ho visto soltanto cadaveri di manifestanti. Non ho visto neanche un poliziotto ucciso e quindi non avrei potuto dire che c'è la stessa mano dietro". E aggiunge: "La stessa cosa peraltro, l'ho già spiegata al Telegraph e alla Bbc... Quel giorno ho visto dodici persone morire sotto i miei occhi soltanto in due ore. Non abbiamo avuto nemmeno una chance di salvarli, perché erano spari precisi: alla testa, al cuore".

Intanto l'inchiesta per accertare le responsabilità va avanti. Sono tutti ucraini gli individui indagati per la strage di Kiev del 20 febbraio e accusati di essere i cecchini che hanno ucciso decine di persone tra insorti e agenti nei pressi del Maidan. Lo sostiene il procuratore generale d’Ucraina Oleg Makhnitski. Appena due giorni fa, il suo vice, Mikola Golomsha, aveva affermato invece che tra gli indagati ci sarebbero stati presunti "cittadini stranieri". Insomma, non si conosce ancora tutta la verità sui gravi fatti di Maidan (70 morti). Si sa solo che la presunta fonte, la dottoressa Bogomolets (che in Ucraina è una celebrità) smentisce il complotto.

Commenti

ernestorebolledo

Sab, 22/03/2014 - 20:21

lei muore se non lo fanno cosi

fabiou

Sab, 22/03/2014 - 21:02

venduta. ha ritrattato per convenienza. presto diventerà commissario europeo

gamma

Sab, 22/03/2014 - 21:30

La dottoressa è ucraina e vive a Kiev. Probabilmente ci tiene alla pelle e ciò che ha detto al ministro estone lo nega proprio per questo. Sennò si dovrebbe pensare che il ministro estone è un bugiardo oppure un cretino. Credo che tutti abbiano visto ieri come degli energumeni a Kiev abbiano malmenato e poi costretto con la violenza, il direttore di una TV,a dimettersi, solo perchè aveva riportato il discorso di Putin. Via, lo sanno ormai anche i ragazzini che la cosidetta rivoluzione di Kiev è stata manovrata dall'esterno utilizzando formazioni di estrema (molto estrema) destra, ucraine.

roberto zanella

Sab, 22/03/2014 - 23:40

mah...in queste situzioni...se la dott era in piazza si sa da che parte stava e quindi può dire quello che interessa,poi se ci fosse stato qualche militare colpito certamente i militari lo avrebbero raccolto subito per evitare che cadesse in mano ai rivoltosi....ma poi mi domando è vero o non è vero che a resistere con violenza c'erano quelli di Svoboda,partito nazi ?

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Dom, 23/03/2014 - 09:49

Ma ceeeerto, la famosa-celebre Olga, tirata in ballo da Paet e Ashton più di 2 settimane fa, con una notizia che ha scatenato un putiferio e ha fatto 32 volte il giro del mondo in 10 minuti... se ne è stata zitta fino a oggi e MENO MALE che l'ha intervistata il mitico Raineri! Altrimenti rischiavamo di perdercela questa "immediata" smentita, anche perché dal Telegraph o dalla BBC (con cui "aveva già parlato",... quando 1 settimana, 1 giorno, 1 secondo prima?) non è arrivato niente. Poi mi viene in mente una domandina: la celebre Olga, che per vedere morire SOTTO I SUOI OCCHI 12 PERSONE era evidentemente in primissima linea coi "pacifici manifestanti", di quale dipartimento governativo faceva parte mentre il legittimo governo di Yanukovich non era stato ancora defenestrato dal colpo di stato dei "pacifici manifestanti"? Che posto occupa nelle organizzazioni del governo golpista? Come poteva vedere i poliziotti morti se evidentemente non era "fisicamente" dalla loro parte? Riuscirà nelle prossime due settimane a inventarsi anche il modo di smontare i TANTI filmati che mostrano la polizia non reagire mentre viene presa a sprangate, a bottiglie molotov, viene travolta da una ruspa?... Filmati che mostrano squadre di "pacifici delinquenti"(evidentemente ben addestrati e organizzati) che, mascherati, con elmetti e perfetto assetto da guerriglia, impugnano armi e sparano da dietro ripari, mischiandosi in mezzo a tutte le altre "pacifiche pecore ammaestrate" che quelli di Otpor e Open Society manovravano/istruivano da mesi. Però è stato affermato che tutti gli indagati per la "storia cecchini" sono ukraini... ma due giorni fa dicevano che tra loro c'erano "presunti cittadini stranieri"; e cosa sarebbero stati? Russi, crimeani.... serbi, kosovari, tatari, ceceni, ecc...? MISTERO! Eh si, "complotto smentito" o "complotto finalmente depistato"? E visto che c'era, era troppo disturbo per il Raineri fare una capatina o almeno raccogliere notizie sui cecchini che hanno sparato (sparato da lontano e dall'esterno della caserma) a militari ukraini e a crimeani disarmati che erano entrati pacificamente in una caserma (naturalmente "facendosi scudo con le donne" come ci riporta l'informazione occidentale AMMANETTATA agli USA). Il procuratore generale di Crimea Natalia Poklonskaya ha detto 2 giorni fa che hanno identificato più di un possibile responsabile e nei prossimi giorni (a indagini concluse) chiariranno l'intera vicenda. Brava pacifica-celebre Olga! Certo che sarà un dottore ben occupato se ha dovuto pensarci settimane per dire qualcosa che devono averle insegnato in pochi minuti... Ma davvero USA e golpisti ci considerano così deficienti, malleabili e influenzabili?

migrante

Dom, 23/03/2014 - 10:53

egregio Saturato, diciamocelo francamente...un po` deficienti "siamo" !!! I burattinai sanno quel che fanno e sanno su "chi" posson contare ! Interessante da notare e` il fatto che una eventuale implicazione di "soggetti stranieri" sortirebbe un duplice effetto, salverebbe in parte il presidente defenestrato dall'accusa piu`grave,ma allo stesso tempo non delegittimerebbe l'azione dei "manifestanti" ! Invece, se si va` a ben guardare, si puo ritrovare un articoletto che comparve su questo giornale nelle prime ore della "fase violenta", riportava il risultato della "partita", manifestanti 8 - polizia 6, ecco...escludendo che i poliziotti sian morti di freddo o per un scivolata su una buccia di banana, come avrebbe dovuto "reagire" la polizia...con dei plotoni che aprono il fuoco o con dei tiratori che sparano sulle persone armate ? la risposta mi pare scontata !

deinosuchus

Lun, 24/03/2014 - 11:23

PER FORZA ARRIVA DALLA ESTONIA LECCA CULO NUMERO UNO DEI AMERICANI INSIEME ALLA POLONIA...