Israele, controlli alle e-mail dei turisti

Gli addetti alla sicurezza potranno impedire l'ingresso a chi rifiuterà di "aprire" la posta elettronica

Tel AvivAl loro arrivo all'aeroporto di Tel Aviv, i turisti potrebbero ricevere l'insolita richiesta da parte degli addetti alla sicurezza di aprire il loro account di posta elettronica. In Israele è ora pratica legale, autorizzata dal procuratore generale mercoledì.

Un'organizzazione per i diritti umani israeliana - Association for Civil Rights, Acri - ha presentato nei mesi passati una petizione ai giudici chiedendo spiegazioni su alcuni episodi riportati dalla stampa locale e internazionale. Nel giugno 2012, per esempio, a una cittadina americana di origini palestinesi, dopo un lungo interrogatorio all'arrivo in Israele e dopo il suo rifiuto di fornire la password per l'accesso alla sua e-mail, è stato negato l'ingresso nel Paese. Secondo Nadim Aboud, dell'ufficio del procuratore generale, la richiesta da parte del personale della sicurezza è giustificata perché - ha detto all'Ap - il rischio di un coinvolgimento di stranieri in attività terroristiche è sempre più alto e Israele è un Paese che soffre e ha sofferto in maniera particolare per sanguinosi attacchi e attentati. I controlli all'aeroporto Ben Gurion sono particolarmente lunghi e dettagliati, come spiega anche il sito del ministero degli Esteri italiano, Viaggiare informati: «I controlli di sicurezza in aeroporto - sia in arrivo sia in partenza - possono talvolta durare a lungo ed essere assai approfonditi e molto invasivi».

In diversi casi in passato il personale della sicurezza ha richiesto a cittadini stranieri - cui è concesso visto turistico allo scalo - l'accesso alla e-mail personale, tanto che nella sezione dedicata alle informazioni sui viaggi in Israele della Farnesina è stata aggiunta una nota: «In talune recenti occasioni le Autorità di sicurezza israeliane hanno richiesto a viaggiatori di rivelare le password di accesso ad account e-mail privati e a siti di social networking per effettuare verifiche immediate avvalendosi dei laptop degli interessati. In caso di rifiuto, i viaggiatori sono stati respinti». Fonti diplomatiche europee hanno detto al Giornale che consolati di Stati Ue starebbero ora valutando come reagire alla norma che interessa anche i loro cittadini.

Per molti la nuova regola «costituisce una violazione della privacy», ha detto Lila Margalit, avvocato dell'Acri. Secondo Diane Buttu, ex consigliere legale dell'Autorità nazionale palestinese, l'obiettivo sarebbero soprattutto persone di origini arabe o musulmane, spesso attivisti in viaggio verso i Territori palestinesi, ha detto al Giornale. Si tratta soltanto di «casi eccezionali», ha dichiarato un funzionario del ministero della Giustizia locale, una richiesta presentata soltanto in caso di sospetti reali. «La decisione - ha detto al Giornale un portavoce del ministero degli Esteri israeliano - permette all'addetto alla sicurezza di richiedere al viaggiatore la password d'accesso. Questo non significa che il passeggero sia obbligato a farlo e non c'è connessione diretta tra il rifiuto e il fatto che possa essergli negato l'ingresso».

Commenti
Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Ven, 26/04/2013 - 09:09

In un mondo di cialtroni, falsi democratici e politicamente corretti quanto infastidisce un paese come Israele, che sebbene viva sotto assedio riesce a garantire malte piu' liberta' di quante ne godiamo noi!

retnimare

Ven, 26/04/2013 - 12:19

Isoliti ebrei razzisti che piangono la loro repressa liberta' ma uccidono quella degli altri.

retnimare

Ven, 26/04/2013 - 12:23

Sto popolo di m.... Sono in guerra da 2000 anni: non per difendere la propria liberta' ma per imporre la propria supremazia

giuliana

Ven, 26/04/2013 - 12:45

Benissimo i controlli in un mondo di ignoranti sostenitori di quei seguaci di maometto che hanno da sempre combattuto gli ebrei per seguire l'esempio del predone criminale che aveva personalmente partecipato alle stragi di intere tribù. Israele ha il sacrosanto diritto-dovere di difendersi. E'l'ideologia islamica -e con essa tutti i musulmani- che dovrebbe essere bandita da ogni società civile.

ANTONIO1956

Ven, 26/04/2013 - 13:49

Non mi meraviglio di ignoranti come RETNIMARE che immagino catto-comunista della peggior specie. Se invece di tante nazioni inutili e dannose per l'umanità ci fossero più Israeli il mondo starebbe sicuramente meglio. Quanto alla questione Palestina per chi si ostina a non voler studiare la storia (quella vera) osservi allora cosa avviane in GB con l'Irlanda ne Nord, in Spagna con i paesi Baschi, in Russia con la Cecenia, in Cina con le isole contese con il Giappone ecc. In una situazione geografica come quella di Israele anche una nazione occidentale avrebbe già assorbito volenti o nolenti con le buone o che le cattive questi palestinesi del cavolo che hanno sparso il terrorismo in tutto il mondo. Proviamo ad immaginare ad esempio se in Italia la Basilicata fosse della Cina e magari domani questi cinesi volessero piazzarvi dei missili nucleari o altri armamenti. La supremazia degli israeliani non ha bisogno di esprimersi a livello militare in quanto la loro cultura, la loro democrazia e la loro intelligenza è più che sufficiente !!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 26/04/2013 - 14:32

a me rompono le palle i loro metodi di controllo alla frontiera. posso capire la loro situazione geopolitica, ma imporre ai viaggiatori (soprattutto quelli in transito) procedimenti molto invasivi è da criminali. ci sono ottimi modi alternativi per controllare, basterebbero essere più gentili, per esempio....

DonatoDS

Ven, 26/04/2013 - 14:46

Caro RETINODIMARE, vedo che in materia sei ferratissimo e allora da pescatore semplice ti domando ma, il popolo di m... è in guerra da 2000 anni in Israele oppure...in trasferta? Nel caso la risposta fosse "in trasferta", sei proprio sicuro che volessero imporre la "loro supremazia"? E nel caso che tu fossi proprio sicuro, questa imposizione funzionava anche quando erano chiusi nei ghetti oppure nei campi di concentramento, oppure quando erano obbligati a pagare dazi e tasse speciali ai vari signori per il solo fatto di esistere, pena la deportazione al di la dei vari confini? Caro RETINO (lasciati chiamare amichevolmente così) senza un "C" che ti identifichi meglio, non privarmi delle tue marinaresche spiegazioni e soprattutto caro RETINO dimmi perchè una norma di antiterrorismo dovrebbe essere razzista quando al massimo potrebbe essere inefficace. Ti aspetto caro RETINO di Mare pronto all'ascolto dei tuoi argomenti e volenteroso di renderti la lettera che ti è stata sottratta (devo dire ingiustamente).

DonatoDS

Ven, 26/04/2013 - 14:53

Non posso fare a meno di augurare a mortimermouse di non pervenire affatto al Ben Gurion ma, se dovesse capitarci di nuovo, allora, un bel controllore gentile che non lo disturbi affatto con inutili inquisizioni salvo poi trovarsi in volo con una bella valigetta, magari nera, piena di allegri fuochi di artificio. I fouchi sarebbero magari troppo rumorosi ma il colore della valigetta sarebbe veramente intonato con la situazione. AUGURONI.

Ritratto di Svevus

Svevus

Ven, 26/04/2013 - 16:46

Occorre rispettare quanto gli Stati decidono. Ovviamente ad una condizione assoluta : reciprocità e stretti controlli sui computer e sulle e-mail dei cittadini israeliani.

arkkan

Ven, 26/04/2013 - 17:03

Certamente è una violazione di privacy. Però anche loro (gli israeliani) hanno il diritto, anzi il dovere nei confronti dei propri concittadini, di conoscere chi entra nel loro paese e di respingerlo se non gradito. Siamo noi che invece lasciamo entrare chiunque, salvo poi lamentarci dei malanni che alcuni di essi combinano.

franco@Trier -DE

Sab, 27/04/2013 - 11:10

Se sono combattenti musulmani professionisti, questi infami giudei non fermeranno nessuno non riescono a fermare chi chiede giustizia la giustizia trionfa sempre.

DonatoDS

Dom, 28/04/2013 - 19:15

Hei franco@Trier -DE, mi sorge imperioso un dubbio che qualche infame giudeo di abbia rifatto il dindarolo "one way" senza possibilità di rettifiche e che tu ci sia rimasto molto male!!! Dai, non preoccuparti che gli amori vanno e vengono e vedrai che presto troverai un altro infame giudeo che ti riempia...le giornate. Su di me non contare però...