L'ex premier israeliano Ariel Sharon tra vita e morte. È in coma dal 2006

Colpito da un ictus nel 2006, si trova da allora in ospedale. Secondo i medici gli organi vitali stanno cedendo

Si sono ulteriormente aggravate le condizioni di salute dell'ex premier israeliano Ariel Sharon.

Secondo l'ultimo bollettino medico rilasciato da Zeev Rothstein, direttore del centro medico Tel ha-Somer di Tel Aviv, dove l'85enne ex primo ministro si trova ricoverato, "versa in condizioni critiche" ed "è in pericolo di vita".

Sharon è in coma dal 4 gennaio 2006, quando era stato colpito da un ictus. Un mese fa aveva subito un intervento chirurgico. Avrebbe riportato "gravi problemi renali" come conseguenza dell'operazione.

L'ex premier, hanno commentato i medici, è "un uomo forte" e nel corso della sua lunga degenza ha avuto diversi alti e bassi, ma "la sensazione è che il deterioramento sia molto grave".

Commenti

DonatoDS

Gio, 02/01/2014 - 14:45

Auguri vecchio leone. Il tuo ricordo sarà con noi per sempre. Se è arrivato il momento, che il tuo viaggio sia sereno e il tuo spirito leggero. Grazie