Libia, liberati i tecnici stranieri rapiti con l'italiano Marco Vallisa

Petar Matic ed Emilio Gafuri trasferiti alla sede della Piacentini a Zuwara. La Farnesina: "Ogni sforzo per liberare Vallisa"

Ore di tensione in Libia per Marco Vallisa, l'ingegnere italiano di 53 anni di cui non si hanno tracce da sabato mattina. Questa mattina il bosniaco Petar Matic (47 anni) e il macedone Emilio Gafuri (29 anni), i due tecnici stranieri che sono scomparsi insieme a lui, sono stati liberati per essere trasferiti alla sede della Piacentini a Zuwara. Intanto proseguono tutte le attività della Farnesina, insieme agli altri organi dello Stato, perché anche Vallisa sia portato in salvo al più presto.

Commenti

NON RASSEGNATO

Lun, 07/07/2014 - 18:29

Sanno che gli italiani pagano, gli altri sarebbero stati solo un fastidio

Ritratto di laghee100

laghee100

Lun, 07/07/2014 - 20:06

Bosnia e Macedonia non pagano i ricatti ! l'Italia sì !

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 08/07/2014 - 00:32

L'italiano non l'hanno liberato perché sanno che il nostro governo è composto da allocchi pronti a pagare qualche riscatto. ORMAI CI CONOSCONO MOLTO BENE.

linoalo1

Mar, 08/07/2014 - 09:11

Liberi?Chissà perché?Forse perché non erano Italiani e,nessuno,avrebbe pagato il riscatto?Ma certo,ormai tutto il Mondo lo sa!Hai bisogno di soldi?Rapisci un Italiano e chiedi il riscatto!Gli Italiani,pagano sempre!Lino.