Mandare un bimbo a uccidere: la nuova strategia dell'orrore

I talebani si vantano pubblicamente che a scagliare l'ordigno sia stato un ragazzino. Ma non è vero che non amino i loro figli: pensano che sia giusto farne degli assassini

Ci tocca anche di venire a sapere dai comunicati, nel dolore, che i talebani sono molto fieri di sostenere che sia stato un bambino di undici anni a scagliare l'ordigno che ha ucciso il nostro Giuseppe La Rosa. L'orrore per l'uso dei bambini si unisce alla consapevolezza che La Rosa era là proprio per aiutare quel ragazzino. E noi che facciamo dei bambini una religione rabbrividiamo di fronte a tanto orrore. È una degna aspirazione, per gli islamisti estremi, siano sunniti o sciiti, spingere un bambino a uccidere e a morire in nome di Allah. Attenzione, non c'è solo crudeltà qui: c'è del metodo, e quanto. Il bambino, cioè, è amato, e veramente, dalla mamma e dalla società (generalizzo, si capisce) anche (non diciamo soltanto) nella misura in cui infligge danno all'avversario, perché l'avversario è il male stesso. No, il bambino che va a sparare o salta per aria con una cintura esplosiva non è disamato, o negletto. L'amore che gli dedica la società islamista estrema ci deve insegnare quanto può essere profondo il pericolo, e la diversità.

E ha anche un doppio uso. Domani si dirà anche infatti, come si è detto, che l'invasione occidentale è causa della morte dei bambini afghani, o palestinesi, e anche la morte dei 1500 bambini siriani uccisi nella guerra sarà attribuita da chi li ha mandati a farsi fare a pezzi o li ha fatti a pezzi, a qualche complotto del nemico, sionista, americano, quel che sia. Giuseppe La Rosa era un amico dei bambini afghani, chiunque non sia un idiota lo capirebbe, ma non vogliamo spingerci a spiegare ai talebani, per carità, la differenza fra un oppressore e una mano tesa per un futuro migliore, lontano dall'idea di impossessarsi delle cose loro.

I bambini usati in guerra oggi sono circa 300mila, molti in zone islamiche, ma certo non solo. Abbiamo negli occhi un madornale precedente: durante la guerra fra l'Iran e l'Iraq, dal 1980 all'88, ai bambini iraniani veniva consegnata una chiave di plastica che, gli si spiegava, avrebbe aperto loro le porte del paradiso, e così muniti venivano spediti a marciare sui campi minati per ripulire la strada ai militari. Che seguivano, pestando le loro spoglie. I bambini iraniani durante la guerra morirono in 90mila, e prima si assiepavano a mucchi per ottenere l'onore di far parte della schiera dei martiri di Allah.

I talebani, nonostante le promesse del Mullah Omar di non toccare i piccoli, hanno campi di addestramento per ragazzini sul confine pakistano-afghano. Si ricorda un'epidemia di attacchi di bambini suicidi nel 2011, nel maggio un bambino ha ucciso 4 persone, due nello stesso periodo hanno fatto fuori 15 poveretti. Naturalmente i piccoli assassini muoiono quasi sempre. Lo stesso è accaduto durante l'Intifada, 29 attacchi suicidi sono stati compiuti da ragazzini sotto i 18 anni fra il 2001 e il 2003, oltre a 22 attacchi armati e con ordigni esplosivi. In Iraq nel 2009 furono distrutte autentiche cellule di bambini reclutati e istruiti da Al Qaida. La storia continua. A mettere le bombe, a imparare a far fuoco contro il nemico si impara prestissimo: il training è multiplo religioso, politico, familiare, ha l'appoggio delle autorità, della tv, delle moschee (naturalmente non di tutti). Una madre palestinese di shahid saltati per aria ha detto in modo alquanto tipico: «Il mio messaggio a tutte le mamme è di sacrificare la propria creatura per la Palestina. Se fossi giovane e potessi partorire di nuovo, rifarei gli stessi figli (martiri)». Un bambino è un bambino: quelli che non vogliono combattere e morire, vengono obbligati con la paura e con la forza a seguire gli ordini, o prendono pochi soldi, si fanno fotografare in pose eroiche e come i grandi, si fanno promettere un paio di vergini in paradiso. Poi vanno a ucciderci e a morire. Ho visto frugare a un check point un bambino imbottito di esplosivo, ho visto una bambina di cinque anni con una borsa piena di Tnt. Mi hanno fatto tenerezza, ero contenta che fossero salvi. La nostra aspirazione alla ragione e al bene, sono lontanissimi dall'essere condivisi.

Commenti
Ritratto di marforio

marforio

Dom, 09/06/2013 - 08:55

Non e la prima volta che bambini vengono usati dopo averli imbottiti di odio e di armi.Succede o e successo ,in liberia , congo,monzambico, sudafrica,ne fa uso la farc colombiana, come ne faceva uso sendero luminoso, e i tupamaros, uruguayani,da aggiungerci senza togliere nulla hizbolla, hamas ,e i nostri compagnucci che li appoggiano sia come politica che come finanziamento con i soldi delle nostre tasse..

dbeilis

Dom, 09/06/2013 - 10:14

Non e' immaginabile che queste cose possano succedere . E' assolutamente doveroso scriverle . Purtroppo la maggior parte dei giornali italiani stanno ben zitti . Vergogna !!

alberto_his

Dom, 09/06/2013 - 10:31

Fiammetta, perchè non ci parli un poco anche dei circa 8.000 bambini palestinesi (rapporto Unicef del Febbraio 2013) arrestati in Israele? Di come I. sia l'unico paese ad aver istituito tribunali militari per bambini? Di come vengano brutalmente prelevati dalle proprie abitazioni, condotti di fronte al tribunale in catene, sottoposti a inumane detenzioni contro la Convenzione di Ginevra? Parlaci un pò anche dei bambini morti in Iraq per Oil for Food o dei neonati deformi nell'area di Falluja, oppure dei ragazzini spazzati via da ipertecnologici (quanto vigliacchi) droni. Dicci chi non ha sottoscritto il Trattato di Ottawa per la messa al bando delle mine antiuomo che tanti bambini finiscono per uccidere o mutilare. Dimentichi di scrivere che in tutti questi conflitti sono gli occupanti a essere fuori posto e con i loro crimini rovinano doppiamente (mettendone a rischio l'incolumità e facendoli vivere in un clima d'odio e risentimento) la vita dei bambini.

maxaureli

Dom, 09/06/2013 - 11:06

500.000 bambini iracheni morti per l'embargo all'Iraq? E i drones che ogni giorno uccidono bambini in Afghanistan e in Pakistan?

Ritratto di stufo

stufo

Dom, 09/06/2013 - 12:31

Giovan Battista Perasso o Giambattista, detto Balilla...niente di nuovo.

soldellavvenire

Dom, 09/06/2013 - 13:06

eh sig.ra nirenstein lei si attizza per un bambino che uccide un soldato ma tace di mille bambini uccisi dai soldati (disarmati, quelli) questa sua logica mi fa ribrezzo: e con lei disprezzo chi come lei chiama "pacificazione" l'invasione arbitraria di un paese straniero imbelle, a soli ed esclusivi fini "economici" e "strategici" io sono antiliberale e per me lei non dovrebbe essere libera di dire ciò che dice senza precisare la sua stessa ipocrisia per finire le rammento (anche se forse lo ignorava), che nel paese dove scrive le sue "libere idee" vi fu più d'una guerra civile in cui bambini uccisero adulti, conquistandosi così la loro patria auguro quindi agli afghani la stessa sorte

soldellavvenire

Dom, 09/06/2013 - 13:33

alberto_his - non ti illudere che fiammetta ti risponda, qui gli autori di tanto nobili esternazioni sono ben al di sopra dei vili commentatori

franco@Trier -DE

Dom, 09/06/2013 - 13:51

Quello che ci fa più orrore e sapere che un bambino ha attaccato con successo un mezzo corazzato italiano,speriamo che all'estero leggendo questo articolo non pensino che l'Esercito militare Italiano sia un Esercito di pulcinella come i suoi politici.

franco@Trier -DE

Dom, 09/06/2013 - 13:53

Quei bambini che muoiono in quella maniera non mi interessa quello che mi interessa è che non muoino soldati italiani.

maxaureli

Dom, 09/06/2013 - 14:45

Ma non diciamo cazzate.... 500.000 bambini sono morti per le sanzione all'Iraq.... centinaglia di migliaia di bambini muoiono per i bombardamenti.... e non se ne parla??

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 09/06/2013 - 14:47

ahahhaah fantastico..... sempre divertente leggere i biliosi articoli della signora.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 09/06/2013 - 14:48

In Israele durante l'aggressione al Libano (oltre 2000 morti civili sotto bombe al fosforo) i sigg. rabbini della razza eletta chiamavano a raccolta i piccoli bambini ebrei perché scrivessero messaggi di odio sulle bombe che di lì a poco avrebbero sterminato civili libanesi.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 09/06/2013 - 14:50

Vogliamo ricordare cosa disse Madeleine Albright (nata Kovner e naturalmente ebrea) ex segretario di stato USA quando un giornalista le chiese se era valsa la pena uccidere con l'embargo 500.000 civili in Iraq? Disse: "Sì, credo ne sia valsa la pena".

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 09/06/2013 - 14:59

La Albright intervistata dalla CBS, tv americana, il giorno 12 maggio 1996. A domanda della giornalista americana "sappiamo che in Iraq a seguito dell'embargo oltre 500.000 bambini sono morti, più che a Hiroshima, Lei pensa che ne sia valsa la pena?" Albright :"penso che sia una scelta difficile ma pensiamo ne è valsa la pena".

DonatoDS

Dom, 09/06/2013 - 15:03

Sei fuori strada e prevenuto, alberto_his. Non prima di aver scritto di codividere in pieno quanto affermato nell’articolo, mi viene da chiederti in cosa non concordi con la signora Nirenstein nella descrizione dell’uso ignobile e disumano che il mondo islamico fa dei minori. Citi il rapporto Unicef a sproposito e senza connessione alcuna ma certo mi viene da chiederti: avendone la possibilità avresti arrestato l’attentatore, oppure lo avresti lasciato andare a giocare con i suoi amichetti? Sproloqui di cose che non capisci e ti ergi a difensore del nulla. Quando parli di tribunali militari per bambini, mostri tutta la tua “mostruosa” conoscenza dei fatti. A te chi lo ha detto? Il guardian forse? E al guardian chi lo ha detto? I palestinesi forse? Mi ricordi tanto quegli sciocchi che credono a tutto e che mettono in bocca a Nelson Mandela cose mai dette e non contenti pensano che Al Durrah sia un “famoso martire palestinese” invece di essere semplicemente il protagonista di una truffa mediatica. Basterebbe che tu invece pensassi di essere un occidentale che percepisce il valore della gioventù come la tua cultura vuole e che una professionista dell’informazione, particolarmente introdotta nelle tematiche islamiche, tenti con i suoi articoli di spiegarti fenomeni che tu non capisci.

DonatoDS

Dom, 09/06/2013 - 15:24

Ma come, Ausonio rappresenti in modo stabile il lato comico di queste pagine e non contento ti permetti di scrivere: "ahahhaah fantastico..... sempre divertente leggere..."??? Sei una vera marionetta fuori dal tempo superato solo dall'insuperabile Franco Trier di nazista memoria. Certe volte mi viene il sospetto che vi concertate allo scopo di suscitare in chi vi legge un maggiore ilarità.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 09/06/2013 - 15:58

DonatoDS Per sua informazione io ho il buonsenso e l'onestà di attingere informazioni da media israeliani con costanza. Diversifico sempre le mie fonti e mi faccio idee non figlie della propaganda di una sola parte. Lei può dire lo stesso? Ne dubito.

maxaureli

Dom, 09/06/2013 - 15:59

Non continuamo a dire cazzate DonatoDS... nel '45 se un bambino italiano avesse gettato una granata all'interno di un Panzer tedesco il bambino sarebbe passato sui libbri di scuola come un piccolo EROE. Dipende dai punti di vista. Afghanistan e' uno stato sotto occupazione, di conseguenza si pagano le morti degli occupanti. Oggi 2 bambini sono stati uccisi in Afghanistan dalle forze della NATO e nessuno ne parla? Forse, perche' questi bambini non valgono un cazzo!!! http://www.presstv.ir/detail/2013/06/09/307997/usled-airstrike-kills-2-afghan-kids/

DonatoDS

Dom, 09/06/2013 - 16:01

Ausonioooooooooooooooooooooooo!!! sono il fantasma degli stati uniti che ti perseguitaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa. Prova con lo psichiatraaaaaaaaaaaaaaaaa!!!

maxaureli

Dom, 09/06/2013 - 16:20

DonatoDS dipende dal punto di vista. Spero che capisci l'inglese http://www.youtube.com/watch?v=RM0uvgHKZe8

maxaureli

Dom, 09/06/2013 - 16:22

E la signora Albright si e' pentita di quel che disse LOL LOL http://www.youtube.com/watch?v=gdmix60ajmA

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 09/06/2013 - 17:08

La Albright è solo una pedina, anche se di "pregio", come sempre nella politica USA. Ma non è assolta. Rimane una criminale..

franco@Trier -DE

Dom, 09/06/2013 - 17:58

Anche Gianbattista Perasso fu un errore

franco@Trier -DE

Dom, 09/06/2013 - 18:00

Ausonio importante che oltre 4000 siano rimasti là senza fare ritorno tra qui alcune donne.

DonatoDS

Dom, 09/06/2013 - 19:12

ohhhhhhhhhhhhhhhhh...eeee... che c'entra con gli islamici che colpevolmente addestrano e usano bambini in modo indegno fino a mettere in pericolo la loro vita stessa quando addirittura non li privano della stessa? Siete solo delle macchinette che por di andare gratis alla gita degli orfani sopprimerebbero i genitori. Per i poveri di memoria in questo contesto la signora Nirenstein ha magistralmente spiegato come una certa cultura islamica usa la vita dei minori con una certa "leggerezza" fino a FORZARLI A DIVENTARE MARTIRI. Tutto il resto è opinabile e discutibile, la politica ha molti punti oscuri ma non c'entra con lo spirito dell'articolo che resta di una veriticidà devastante. Il mescolare i ceci con i fagggiuoli come fate voi non aiuta la chiarezza e concorre soltanto a creare confusione. Un articolo andrebbe commentato per il suo contesto e per il suo contenuto e non per le diverse convinzioni ideologiche di chi scrive e di chi legge. Giusto per compendiare, quì si tratta della constatazione di come la cultura islamica utilizza i minori fino al costo della loro stessa vita per scopi "sacrali". La stessa cosa non è accettabile nella cultura occidentale odierna che classifica l'invio di un minore al sacrificio estremo come un ABOMINIO.

gisabani

Dom, 09/06/2013 - 20:00

Purtroppo questi tristi episodi sono materiale primario per l'anima gia' intrisa di odio di questa sionista che non vede l'ora che i nostri soldati vengano uccisi da mano islamica proprio per trovare il suo vero lavoro:gettare benzina sul fuoco cioe' odio e solo odio cristiani contro musulmani mentre lei ebrea fuori una volta avere seminato il suo veleno tra loro.

Palermitano

Dom, 09/06/2013 - 23:46

INFORMATE LA SIGNORA NIRENSTEIN CHE L'AUTORE NON E' UN BAMBINO. E' STATA SMENTITA LA NOTIZIA. IN SECONDO LUOGO RICORDATE A QUESTA GIORNALISTA IL NUMERO DI BAMBINI PALESTINESI ARRESTATI DA ISRAELE O VITTIME DEGLI ATTACCHI ISRAELIANI SUI TERRITORI PALESTINESI. SEMPRE A QUESTA SIGNORA RICORDATE CHE IL POPOLO PALESTINESE HA IL DIRITTO ALL'AUTODETERMINAZIONE, DIRITTO NEGATO DA ISRAELE. SEMPRE A QUESTA SIGNORA RICORDATE I MILIONI DI MILIONI DI BAMBINI MASSACRATI DALL'OCCIDENTE IN TUTTI I TEMPI!

franco@Trier -DE

Lun, 10/06/2013 - 07:32

In questa foto ci sono coloro i quali possono sconfiggere l'Esercito Italiano, dei bambini.

franco@Trier -DE

Mar, 11/06/2013 - 14:22

Donato DS io sono un vero psichiatra e neurologo l' Ausonio è sanissimo ti consiglio di andare da uno psichiatra poi ci farai vedere il risultato della visita.