La Nato: "Mosca ora vuole un pezzo di Moldavia"

Crisi ucraina. Summit all'Aia, oggi arriva Obama. Movimenti di truppe nell'enclave. I russi negano: non invaderemo

Mappa Moldavia-Ucraina-Transnistria (L'Ego)

Il seguente articolo è multimediale: le parti in blu fanno riferimento a video esclusivi

da Donetsk

L'accampamento è una via di mezzo fra un campeggio dei boy scout e un a base di rudi cosacchi (guarda il video). Nell'Ucraina orientale i filo russi in mimetica, ma senza armi bloccano uno dei più importanti arsenali del paese scavato a 150 metri di profondità nelle miniere di Volodarskij. «I soldati hanno tentato di trasferire armi e munizioni. Abbiamo fermato i camion e fatto scaricare tutto. Non vogliamo che servano agli estremisti dell'ovest come Pravi sektor» dice Anatoly Alexandrovich (guarda il video). Il presidio scatta all'arrivo di qualsiasi veicolo più grande di un'utilitaria. I miliziani fanno cordone in mezzo alla strada e controllano che nessuno porti via un proiettile. «Se ci proveranno di nuovo siamo in grado di mobilitare in mezz'ora 5mila persone» sostiene il baffuto Alexandrovich. Grazie a un sistema di 19 presidi e vedette nella regione fra Donetsk e Lugansk, i filo Mosca controllano l'area non lontana dal confine con la Russia. Pneumatici, tronchi, ma fra un po' arriveranno blocchi di cemento, sono pronti a bloccare l'unica strada di ingresso all'arsenale. Non siamo in Crimea in mano ai russi, ma nell'Ucraina dell'Est, dove dei civili tengono in scacco un deposito di armi.

I militari che fanno la guardia si danno il cambio disarmati per evitare spargimenti di sangue. Il Cremlino attende solo un pretesto per tirare altre zampate. Il segretario del consiglio di sicurezza nazionale ucraino, Andriy Parubli, ha annunciato ieri che truppe russe sono ammassate ai confini pronte ad attaccare. Il generale Philip Breedlove del Comando Nato in Europa rivela che «la forza russa sul confine ucraino, che corre parallelo alla Transnistria è sufficiente e inquietante». Da Mosca il vice ministro della difesa, Anatoli Antonov, assicura che non ci sarà alcuna invasione. In realtà i russi mostrano i muscoli sia sulla frontiera orientale, che quella occidentale dell'Ucraina. Ad ovest le truppe del Cremlino già stanziate in Transnistria, repubblica secessionista della Moldova, stanno conducendo esercitazioni organizzate ad arte. La striscia di territorio che nessuno riconosce ha chiesto, come la Crimea, l'annessione alla Russia.
In questo delicato contesto arriva in Europa il presidente americano Barack Obama, che oggi sarà al summit de L'Aia. Secondo il capo della commissione di intelligence del Congresso di Washington, Mike Rogers, gli Usa dovrebbero fornire armi e tecnologia militare all'Ucraina.

A Donetsk i filo russi raccolgono ogni fine settimana, sotto la statua di Lenin, migliaia di persone, ma non riescono a dare una spallata di piazza definitiva. Il nerboruto comunista che sentenzia «no pasaran», contro il governo di Kiev, mostra orgoglioso il medaglione con la falce e martello dell'ex Urss ed il bracciale della nuova milizia locale, «Scit», lo scudo (guarda la foto). Raissa, che ha lavorato 9 anni come badante a Livorno dice che non vuole «pulire il sedere all'Unione europea» (guarda il video). Una folla di oltre 5mila persone ammaina la bandiera ucraina davanti al municipio di Donetsk presidiato da un cordone di poliziotti, che non muove un dito quando viene issato il vessillo di Mosca. Lo slogan più gettonato non a caso è «Crimea, Donbass (l'Ucraina orientale nda), Russia».

Commenti

linoalo1

Lun, 24/03/2014 - 08:59

Ma dobbiamo per forza intrometterci?Qualcuno di loro ha forse chiesto un aiuto Internazionale?Intervenendo,non rischiamo di peggiorare la situazione?Lino.

Mario-64

Lun, 24/03/2014 - 09:22

La Transnistria in realta' e' sempre stata terra di nessuno ,piu' che altro mi chiedo come faranno i russi ad arrivarci ,visto che confina solo con Moldova e Ucraina..

giovanni61

Lun, 24/03/2014 - 09:42

MI sembra che la NATO non veda l'ora di installarsi in Ucraina non tenendo conto che al primo ingresso di truppe NATO si scatenerà l'offensiva russa che attende solo un piccolo segnale per annettere i territori con maggioranza russa. A quanto è dato capire i nuovi capi dell'Ucraina (autoelettosi) sono di destra e mi sembra che non siano per nulla democratici viste le notizie che vengono fuori a singhiozzo (vedi arresto dimostranti defenestrazione del dirigente TV, dubbi sui cecchini....). E' possibile che i nostri regnanti (tali sono a tutti gli effetti fregandosene del popolo) pensano di essere gli unici democratici? E' tutto da ridere l'appoggio alle "primavere arabe" il risultato che i Paesi interessati stanno passando in mano agli estremisti e all'anarchia. Di questo passo molte Nazioni cosiddette civili sono tentate di chiedere l'annessione alla Russia che almeno ha a cuore i propri interessi e non quelli dei grandi banchieri che ci stanno portando o per meglio dire portato alla fame.

nino47

Lun, 24/03/2014 - 09:48

@mario-64:....come faranno i russi ad arrivarci????

Mario-64

Lun, 24/03/2014 - 10:27

nino47 ,che fa' ,l'eco?

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Lun, 24/03/2014 - 10:39

nino 47 ...ma dalla Crimea perbacco! e a quel punto tanto vale che se la annettano tutta la Moldava, naturalmente previo referendum ...e forse anche tutta la Ukraina, magari aspettando l' inverno per fare i referendum, che a -20° le teste calde rinsaviscono almeno quelle che sopravviveranno al gelo...a proposito ho sentito dire che gli euroamericani sarebbero disposti a fornire stufe elettriche. Idea grandiosa . Peccato che anche l' energia elettrica la fornisce la Russia con le propri centrali. Loro possono sempre riattivare Chernobyl se non accettassero!!

Danilo2

Lun, 24/03/2014 - 10:46

Guardate che la Crimea non è solamente quel pezzo di territorio in mezzo al mare, la Russia si è portata via un terzo dell'Ucraina.

Danilo2

Lun, 24/03/2014 - 11:28

Mi correggo: la parte russofona dell'Ucraina corrisponde ad un terzo di essa. La Crimea è solo la penisola. Ma anche nell'Est dell'Ucraina i filorussi chiedono l'annessione a Mosca.

Dani55

Lun, 24/03/2014 - 11:29

Se l'Ucraina entra nella UE, sarà forse il canto del cigno dell'Unione. Impossibile reggere il colpo di dover far uscire dal default un paese di quasi 50 milioni di abitanti. Il prezzo naturalmente sarà pagato dagi cittadini Europei, che dovranno fare i conti con un altra area di delocalizzazione industrialee e con la concorrenza dei lavoratori e delle imprese ucraina. E gli USA già si fregano le mani.

Antares46

Lun, 24/03/2014 - 11:37

Non penso che Putin seriamente voglia la Transnistria anche se a chiederlo sono gli stessi filorussi che vi risiedono. Come arrivarci se non hai nessuna possibilità via terra e via mare. Chi gli darebbe l'accesso via mare escludendo per ovvi motivi la Moldavia e l'Ucraina che sono le sole due nazioni confinanti?

deinosuchus

Lun, 24/03/2014 - 11:39

timoschenco, puttana d'unna a portato il paese andare contro i propri fratelli. con quella collana sulla testa di cazzo. 80 conti bancari aperti in ue e usa....traditore e non è strano perche d'origine lo sei maggior' parte del ucraina di nord ovest sono stati con 12 facce

Ritratto di dbell56

dbell56

Lun, 24/03/2014 - 11:42

I russi sono pericolosi. Bevono troppa vodka!

meverix

Lun, 24/03/2014 - 11:43

Leggendo velocemente avevo storpiato le parole: "la Russia vuole annettere la transinistra". Mi sono chiesto di cosa se ne facesse Putin di Luxuria.

abocca55

Lun, 24/03/2014 - 11:46

E' la Moldova che ricatta, fa finta di volersi alleare coi Russi, mentre in realtà vorrebbe entrare nella EU.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 24/03/2014 - 11:49

La Russia ha fatto alcuni passi per integrarsi nell'Unione Europea, non solo liberalizzando i Paesi "oltrecortina", Polonia Cecoslovacchia etc., ma anche cedendo l'autodeterminazione a Estonia Lettonia e Lituania, già parti integrante dell'URSS. I tre Paesi baltici, più che un cavallo di Troia, sono le cavie per saggiare l'accoglienza dell'Europa a Mosca (che geograficamente è già parte dell'Europa). Tuttavia il congiungimento del Cremlino a Bruxelles è visto come il fumo negli occhi dall'America che ha paura di essere tagliata fuori dalla Gran Bretagna (che ha già un bel piede dentro alla CE). Ma un brutto giorno scoppia il disastro ecologico che coinvolge l'ignara BP, e Obama accampa iperboliche pretese di risarcimento da Cameron, il quale piuttosto che metter mano al borsellino, è disposto a fare la guerra alla italiofila Libia (assecondato dal menefreghista Napolitano che così è la causa della crisi economica italiana). Poi non ancora soddisfatto l'afro-hawaiano destabilizza, con l'utopica "Primavera araba" tutti i Paesi meditrranei. Infine attacca l'Ucraina cioè la Russia, cioè l'Europa, dove l'Italia è il vaso di coccio in mezzo ai vasi di ferro. Insomma Obama fa il gioco di sponda. Ovviamente gli "Stati Uniti d'Europa" sono un bel sogno da cui la Russia non deve essere esclusa e l'Italia ha interesse a tirarla dentro.

abocca55

Lun, 24/03/2014 - 11:49

Merkel ha assicurato i Russi che mai l'Ukraina farà parte della NATO!!!!

VYGA54

Lun, 24/03/2014 - 12:06

A me risulta che la Transnistria è gia di fatto russa, sia per la presenza militare sia per la moneta corrente che è il rublo....

gamma

Lun, 24/03/2014 - 12:17

La Nato parla, parla. Obama parla e straparla. L'Ue in piena confusione, straparla anch'essa. La Russia sta zitta e agisce. Francamente non riesco a capire se Obama sia un imbecille o un gran furbacchione. Infatti a volte mi viene il sospetto che stia seminando il caos nel mondo deliberatamente. Gli Stati Uniti hanno deliberatamente sobillato l'Ucraina ed è mai possibile che non prevedessero la reazione di Mosca? Se fosse così, allora il mondo è nelle mani di un pazzo furioso abbronzato. Quest'anno si ricorda l'inizio della Prima Guerra Mondiale che provocò la morte di 12 milioni di persone e che più o meno direttamente fu responsabile anche della Seconda Guerra Mondiale che di morti ne provocò 80 milioni. A distanza di cento anni ancora gli storici si chiedono perchè sia scoppiata la guerra del '14-'18 visto che nessuno ne aveva l'interesse. Obama sta facendo di tutto per far scoppiare la Terza Guerra Mondiale. Russia e Stati Uniti hanno ancora migliaia di ordigni nucleari e termonucleari. Come disse Albert Einstein, sappiamo forse come verrebbe combattuta la terza guerra mondiale ma siamo sicuri che la quarta verrebbe combattuta solo con pietre e bastoni. Cerchiamo di non fare l'errore di 100 anni fa.

soldellavvenire

Lun, 24/03/2014 - 12:17

disgrazioatamente lo slogan "fuori la nato dall'italia - fuori l'italia dalla nato" è stato coniato e ripetuto per 50 anni SOLO DAI COMUNISTI, non ditemi adesso che siete passati da questa parte???

Raoul Pontalti

Lun, 24/03/2014 - 12:39

Brutta cosa non conoscere storia e geografia! La Transnistria (appendice della Bessarabia al di là del Dniestr) già popolata in età moderna da Moldavi (etnia romena), Tatari ed Ucraini, vide dapprima l'arrivo dei raskolniki (dissidenti ortodossi o vecchi credenti) di etnia russa, poi, con l'arretrare dell'Impero ottomano incalzato da quello russo, popolazione russa, romena e tedesca (Tedeschi di Bessarabia, Tedeschi del Mar Nero) nel corso del XIX secolo. Tedeschi e Romeni misero a coltura quelle terre facendo estinguere il nomadismo (Tatari) e creando le condizioni per l'arrivo di popolazione russa. Sul finire del XVIII secolo l'impero russo occupava l'attuale Transnistria e Alexander Suworow, il vittorioso su Napoleone, fondò sui resti dell'insediamento tataro di Hagi Bey, non lungi da quello romeno di Sucleia e richiamando nel nome l'antico insediamento greco di Tiras la fortezza di Tiraspol (città sul Nistro). Già da questi richiami storici si comprende la complessità etnica di quella terra... Il territorio passò alla Romania tra le due guerre, poi ceduto all'URSS dal 1940 al 1941, di nuovo alla Romania dal 1941 al 1944 e poi nuovamente all'URSS che lo suddivise parte all'Ucraina e parte alla Repubblica sovietica di Moldavia. La composizione etnica andò sempre più a modificarsi in favore di quella russa e in parte ucraina a discapito delle altre, in particolare quella tedesca fu espulsa nel 1940. Al momento della dissoluzione dell'URSS conseguente alla secessione delle sue repubbliche federate, la Transnistria fece secessione dalla Moldavia sostenuta dalla XIV divisione russa che aiuto tra l'altro i secessionisti nelle guerra che ne seguì con il nuovo Stato centrale e che portò alla conquista di Bender che propriamente Transnistria non è (e non lo fu mai). Con nuovi esodi e controesodi dell'ultimo ventennio (moldavi verso ovest e russofoni verso est), la Transnistria presenta l'etnia russa come primaria, seguono l'ucraina e la moldava con capovolgimento delle posizioni al momento della secessione. I Russi quindi in Transnistria ci sono già e 150.000 hanno passaporto russo e le forze armate locali sono filorusse (di etnia per lo più russa...) e ci sono anche soldati russi quali peacekeeper. Dallo scorso anno poi la legislazione della Transnistria si considera (per atto proprio) parte della legislazione della federazione russa, con conseguente abbandono della legislazione moldava. Da considerare che la Transnistria riceve da anni il gas gratis dalla Russia oltre a ogni genere di aiuti e facilitazioni economiche e i Russi potrebbero imputare tutti i debiti transnistri alla Moldavia sbancandola se questa insiste nelle proprie pe per altro legittime rivendicazioni. Conviene a tutti lasciare le cose come stanno in attesa di accordi futuri e soprattutto in attesa che gli sterili nazionalismi esasperati (in realtà etnicismi) siano soppiantati dalla ragionevolezza e dalla tolleranza tra etnie e tra queste e Stato centrale (in questo caso formalmente la Moldavia).

soldellavvenire

Lun, 24/03/2014 - 12:48

Gianfranco Robe... - quasi ok... due dettagli: l'"afro-hawaiano" fa la politica dei suoi predecessori che è quella delle lobbies che sappiamo; in secondo luogo la russia non ha bisogno dell'europa se non per espandere (o per difendere, veda lei) il suo naturale imperialismo

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 24/03/2014 - 12:51

la Russia non ha alcun interesse a creare altro caos. Non è mica come i criminali della NATO

Ritratto di alefiz73

alefiz73

Lun, 24/03/2014 - 12:56

la trans nistria (oltre il fiume nistrO) e' il risultato della guerra scoppiata in moldavia a inizio anni 90, tra moldavi filo romeni e moldavi filorussi, la loro bandiera mantiene ancora la falce e il martello, ed e' riconosciuta solo da bielorussia e russia, nella piccola parte orientale della moldavia esistono da allora truppe russe come forza di interposizione tra la moldavia romena e quella filo sovietica piu' che filo russa ( il film e il libro educazione siberiana e' ambientato nella sua "capitale" tiraspol). giusto per qualche piccola info in piu'. Cio' detto le truppe russe sono li dal 92 anno del cessate il fuoco tra moldavia e, transnistria, per cui non hanno invaso un piffero. Che poi Tiraspol (e non Mosca) vogliano annettersi alla russia, ci credo, visto che per loro sarebbe un bel salto in avanti rispetto a come stanno ora. Che poi qualche giornalista ci dipinga le esercitazioni come orchestrate ad arte ci fa capire da che parte sventoli la sua bandiera e la sua indipendenza. Non e' che a forza di stare in ukraina e' venuta la ukrainite anche a lui? i sintomi si manifestano con violenta cagarella al solo sentire la parola russia o nel vedere tre colori il bianco il blu e, il rosso, sembra inoltre che le gambe inizino a molinare da sole senza preavviso, e, ci si trovi a correre a gambe levate nell' opposta direzione da cui si percepisce arrivare il "presunto pericolo", speriamo di no per il sciur Fausto

Raoul Pontalti

Lun, 24/03/2014 - 12:57

Guarda VYGA54 che anche Canada e Australia usano il dollaro, ma non è quello USA....Il rublo della Transnistria, derivato ovviamente da quello sovietico e poi russo (inizialmente si trattava proprio di moneta sovietica con apposto timbro transnistriano), da tempo ha forma propria e valore ovviamente diverso dal rublo russo nonostante l'iniziale e artificioso cambio alla pari (nel 2000 nel migliore ristorante di Tiraspol davanti al locale parlamento pagai un luculliano pranzo per due persone 56 milioni di rubli della Transnistria, ossia al cambio, per giunta sfavorevole fattomi dal maitre, dodici dollari...). Ti ricordo che anche la Bielorussia ha il rublo ma non è quello russo...

Ritratto di dbell56

dbell56

Lun, 24/03/2014 - 13:00

Ausonio, forse non te ne sei accorto perchè distratto ma la Russia di Putin già ha creato caos e pure in abbondanza.

Antares46

Lun, 24/03/2014 - 13:13

Non male l'idea di smembrare l'Ucraina da spartire in tre parti (Polonia, Rumenia e Russia) e tornare cosi all'origine. Se cosi fosse anchge la Transnistria tornerebbe di fatto alla Russia come desiderano i suoi abitanti. Amen!!

Ritratto di Kasparov77

Kasparov77

Lun, 24/03/2014 - 13:52

Piano piano Putin ricostruirà l'unione sovietica, lasciando all'occidente la rogna della gestione dei paesi musulmani.

roseg

Lun, 24/03/2014 - 14:00

soll'avvenuto--voi siete passati dall'altra parte,ma per voi è la norma vedi 25 aprile 1945 camicia double face e per magia tutti comunisti,cerea kompagnoski.

fedele50

Lun, 24/03/2014 - 14:11

MA ANDASSERO TUTTI CON PUTIN ALMENO NON AVREMMO CLANEDSTINI CHE CI STANNO ROVINANDO, CON FURTI RAPINE E, PERSONE CHE FINISCONO A PICCONATE, VAI PUTIN

Ritratto di cape code

cape code

Lun, 24/03/2014 - 14:12

Che ce ne scampino e liberino...altri milioni di rumeni in arrivo senno'....

CALISESI MAURO

Lun, 24/03/2014 - 14:22

Mario-64: una volta presa Odessa, bellissima citta' cosmopolita confineranno con la Transnitria. Cosi', oltre che perdere appalti ed esportazioni avremo i russi ad un passo dall'Europa. Bravi gli strateghi del moretto. Le sanzioni per chi non l'avesse capito sono gia' iniziate solo che le fanno i Russi ( annullamento di tantissimi contratti, calo enorme di turisti ). Gran colpo degli Yankee tuttavia, hanno diviso l'Europa e magari sperano in un'altra guerra lontano da casa loro.Sicuro ieri al nostro boy scout avranno chiesto di comprare quei bidoni di F 35, tanto paga pantalone:))

Ritratto di danutaki

danutaki

Lun, 24/03/2014 - 14:52

Non succederà !! Il nuovo Segretario Generale della Nato in pectore (enrico Letta ...!!!) ha già pronto un piano da presentare all'abbronzato nella stanza dei bottoni (quelli della patta !!)

giampiroma

Lun, 24/03/2014 - 15:01

son d'accordo con giovanni 61. aggiungo che l'occidente,in preda ad una crisi di nervi isterica come quando Obama ha fatto il pezzo da asilo infantile dicendo"in russia non son ben visti i gay? io mando 2 lesbiche a Sochi a rappresentare gli Usa",annaspa e si rende conto che QUESTA civiltà occidentale (USA e UE ) si sta distruggendo. mancanza di valori etici, filosofici, religiosi . ormai l'Islam che avrà per noi sicuramente valori discutibili ma li ha, la cina che oltre ai soldi ha anche un rigore morale faranno un sol boccone. i russi sono gli unici occidentali non coinvolti in questo disfacimento morale e questo gli euroamericani non possono accettarlo.

giampiroma

Lun, 24/03/2014 - 15:02

son d'accordo con giovanni 61. aggiungo che l'occidente,in preda ad una crisi di nervi isterica come quando Obama ha fatto il pezzo da asilo infantile dicendo"in russia non son ben visti i gay? io mando 2 lesbiche a Sochi a rappresentare gli Usa",annaspa e si rende conto che QUESTA civiltà occidentale (USA e UE ) si sta distruggendo. mancanza di valori etici, filosofici, religiosi . ormai l'Islam che avrà per noi sicuramente valori discutibili ma li ha, la cina che oltre ai soldi ha anche un rigore morale faranno un sol boccone. i russi sono gli unici occidentali non coinvolti in questo disfacimento morale e questo gli euroamericani non possono accettarlo.

Giapeto

Lun, 24/03/2014 - 15:12

Io non darei peso a nessuna dichiarzione di intenti, si sta giocando una partita a scacchi dove la Russia ha mangiato la regina (la Crimea) senza sparare un colpo. Le intenzioni dell'asse Usa - UE sono abbastanza palesi, portare l'Ucraina nella Nato e creare un fronte di disturbo per giocarsi ancora la partita siriana. Quelle russe sono tutte da interpretare, quando sembrava impotente sulla questione ucraina ha mangiato la regina muovendo un pedone.

Mario-64

Lun, 24/03/2014 - 15:44

CALICESI MAURO, si' appunto ,pero' prima bisogna prendere Odessa ,e Putin ha giurato che si ferma alla Crimea. Le sanzioni faranno piu' danno ai russi che a noi ,non basta avere il gas ,bisogna anche venderlo...

nino47

Lun, 24/03/2014 - 15:51

@mario-64:pensavo avesse un po' piu' di elasticita' mentale...non e' un'eco, e'solo una risposta ironica alla sua disarmante domanda,fatta con un'altra domanda...ma come faccio a spiegarglielo???

nino47

Lun, 24/03/2014 - 15:55

@roseg:....eh! non si dicono queste cose...guarda che ti accoppano, o nella peggior ipotesi ti mandano in america!!!

nino47

Lun, 24/03/2014 - 16:00

@Giuseppe zanandrea: grazie anche a lei per l'esauriente spiegazione! Ma doveva darla al sig Mario 64, che da solo non c'era rrivato!

Ritratto di Antimo56

Antimo56

Lun, 24/03/2014 - 16:20

Il Danastris era il confine orientale dell'impero romano. La transnistria è a oriente del Danastris, ed è abitata al 90% da russi. Ha accesso al mare dalla foce del fiume, oggi Dniestr.

Mario-64

Lun, 24/03/2014 - 16:29

nino47 ,quando la prof spiegava geografia ,lei e Giuseppe Zanandrea dov'eravate? Al bar a giocare a flipper?? La Crimea non c'entra niente con la Moldavia ,ci sono di mezzo oltre 300 km. Anche quella dell'eco era ironica...

Raoul Pontalti

Lun, 24/03/2014 - 16:29

CALISESI MAURO ovvero la geografia questa sconosciuta. Tu a Odessa non sei mai stato o l' hai raggiunta via mare e non Ti sei curato di osservare come sia collegata con l'interno e tantomeno a Belgorod Dnestrovski (l'antica Tyras dei Greci, la Akkerman (fortezza bianca) dei Turchi, la Cetatea Alba di Stefan cel Mare e del Principato di Moldavia, la Montecastro dei Genovesi, la Maurocastro dei Veneziani). Se vuoi collegare con il mare la Transnistria devi impossessarTi del liman del Dniestr dalla lingua di sabbia che congiunge Zatoka a Karolino-Bugaz,tenere sulle due sponde Belgorod e Ovidiopol e poi risalire il Nistro (Dnestr) almeno fino al Kuchurganski Liman, invadendo sia territorio ucraino che moldavo. Più comoda senza dubbio la congiunzione ferroviaria e stradale da Belgorod via Chishinau o da Odessa con la linea per Tiraspol (e Chishinau: linea ferroviaria diretta ripristinata nel 2011) ma in caso di conflitto tutte queste vie sarebbero chiuse. Un intervento armato russo sarebbe vincente nell'immediato, sicuramente perdente nel lungo periodo e comunque costosissimo già nel medio periodo come l'esperienza afghana dimostra: muoversi in territorio amico (Abkhazia, Ossezia del Sud e oggi Crimea) è un conto, in territorio ostile un altro (Cecenia...). Il territorio ostile qui diverrebbe con il tempo (aiuti occidentali sia economici che bellici sotto forma di armi moderne e istruttori, non servono soldati) un Vietnam, una Cecenia e un Afghanistan messi insieme. Meno ardito di quanto di possa sembrare è invece uno scenario di questo tipo: sottobanco Moldavia e Russia si mettono d'accordo: la Transnistria se ne va pacificamente e la Russia non si oppone al ricongiungimento di quello che resta della Bessarabia alla Romania, facendo così sparire la repubblica di Moldavia, scatenando in tal modo anche le spinte centrifughe della Bucovina settentrionale di etnia rumena che soffre sotto il giogo ucraino. P.S. Avendo girato in lungo e in largo in più occasioni quei luoghi e avendo anche fatto l'aggiramento della Transnistria via Palanca provenendo proprio da Odessa per raggiungere Belgorod e poi di lì la Romania tagliando tutta la Bessarabia meridionale posso con cognizione di causa assicurarTi che Odessa non confina con la Transnistria, distando oltre 70 km per la via più breve (la E58).

CALISESI MAURO

Lun, 24/03/2014 - 16:36

Mario 64, purtroppo cambiare politica energetica richiede tempo e denaro, pensi lei che abbiamo rinunciato al nucleare, non e' possibile costruire ri gassificatori in Italia per vari veti localistici ( e comunque e' piu' caro )Noi siamo un popolo che ancora vive sulla Luna, la realta' e' un po' diversa, come dicevo e' piu' facile annullare ordini per scarpe e quant'altro che privarsi del gas. E' quello che sta' realmente succedendo, ma anche stavolta colpira' i piu' incolpevoli, cioe' i produttivi.La Cina ringrazia sentitamente.

gianrico45

Lun, 24/03/2014 - 16:41

La NATO prima ha svegliato l'orso, adesso si preoccupa che l'orso ha fame.

CALISESI MAURO

Lun, 24/03/2014 - 16:45

Caro Pontalti, Odessa l'ho raggiunta in macchina due volte, per poi proseguire via Crimea,Novorossisk e Krasnodar dove lavoro peraltro. Bella l'autostrada Kiev - Odessa in ogni caso. Tuttavia non sono 200 km che fanno problema a uno stato se vuole agire e se questa Nazione e' stata costretta ad agire, L'Ukraina doveva essere terra di mezzo e piano piano integrarsi con l'Europa. Era la politica di Yanykovich, spezzata dalla UE intransigente.

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 24/03/2014 - 17:39

Speriamo che Putin se la prenda tutta l'Ucraina. Se entra nella UE, fanno pagare all'Italia il conto.

nino47

Lun, 24/03/2014 - 18:00

@Mario64: allora visto che non capisco se lei "cie'" o ci fa, le spiego a cosa si riferiva la mia ironia: si chiede lei come farebbe Putin ad arrivare in Transnistria? semplicissimo: fottendosene di ukraina e moldavia usando lo stesso metodo che ha usato con Crimea. Cosa centrino le lezioni di geografia a me e zanandrea non ho capito! forse potrebbe farle Lei a Putin..fra un carro armato e l'altro! e spero finalmente che abbia capito.Le faccio un disegnino per sicurezza: dunque ,lei si chiede nel suo post "mi chiedo come faranno i russi ad arrivarci ,visto che confina solo con Moldova e Ucraina.."a questo punto Le rispondo:"fottendosene di ukraina e moldavia usando lo stesso metodo che ha usato con Crimea"..e' chiaro 'u cuncettu??? saluti definitivi.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 24/03/2014 - 18:10

sono i Moldavi a volere la Russia, EURO = MORTE + POVERTA'

CALISESI MAURO

Lun, 24/03/2014 - 19:33

Stenos ha ragione, stavolta ci demoliscono completamente.

Ritratto di giubra63

giubra63

Lun, 24/03/2014 - 23:31

attenzione perché se l'Ucraina entra dentro la UE dobbiamo dargli 50 miliardi di euro perché é in fallimento, ma non poteva andare con la Russia cosi' che provvedeva Mosca a foraggiarla e non l'Italia?????

Ritratto di filatelico

filatelico

Mar, 25/03/2014 - 05:45

Come ho scritto in un altro post gli USA non devono fare il gendarme del mondo NON NE HANNO IL DIRITTO E SOPRATTUTTO NON NE SONO CAPACI. La più grande potenza del mondo è in mano ad un pazzo abbronzato, di cosa si inpiccia??? La dottrina di Monroe vale solo per l'America??L'autodeterminazione dei popoli vale solo per l'ex Jugoslavia??? I Russi venderanno il loro gas ad altri. Sanzioni controproducenti.

Ritratto di magicmirror

magicmirror

Mar, 25/03/2014 - 08:39

parrebbe che la transnistria vuol diventare russia e non questa annetterla (il risultato non cambia ma la propaganda si)

Mario-64

Mar, 25/03/2014 - 14:21

nino47 ,si' ,c'e' solo un piccolo particolare ,prima bisogna dichiarare guerra all'Ucraina...