Ucraina, la tregua non regge più. Morti un agente e un manifestante

Nella notte polizia e manifestanti sono tornati a fronteggiarsi. Il ministro degli Interni: "Vani gli sforzi per una soluzione pacifica"

È di nuovo battaglia a Kiev, dove nella notte la polizia e i manifestanti europeisti sono tornati a scontrarsi in via Grushevski, la strada che porta ai palazzi del potere e davanti allo stadio dove gioca la Dinamo, la squadra di calcio della capitale ucraina.

Non ha dunque retto molto la tregua che era stata decisa la mattina del 23 gennaio. A poco sono servite le timide aperture proposte dal presidente Viktor Ianukovich, che ha annunciato un rimpasto di governo in tempi brevi e la modifica delle leggi anti-protesta.

In questi tre giorni di tregua i manifestanti hanno eretto una serie di barricate con i pneumatici, a cui hanno dato fuoco quando sono ripresi gli scontri, intorno alla mezzanotte. Contro di loro la polizia, che ha cercato di spegnere il rogo con un cannone ad acqua. Voci della protesta sostengono che abbiano anche sparato proiettili di gomma, a cui i dimostranti hanno riposto con fuochi d'artificio e molotov.

Nel pomeriggio di sabato dimostranti appartenenti al gruppo civico Spilna Sprava hanno occupato l'edificio del mnistero dell'Energia, non lontano da piazza Indipendenza, luogo simbolo della protesta contro il governo.

Morti un poliziotto e un manifestante

"Rischiamo un bagno di sangue", ha detto ieri in un'intervista a Repubblica Grigorj Nemirya, uno dei leader del partito di Yulia Tymoshenko. La situazione in Ucraina si è aggravata negli ultimi giorni, con la discesa in campo di manifestanti armati, estremisti di estrema destra.

Secondo il ministero degli Interni un poliziotto ucraino 27enne sarebbe stato ucciso questa notte a Kiev, mentre tornava in un dormitorio delle forze speciali (Berkut). Il giovane è stato colpito alla testa da colpi di un'arma da fuoco. "Gli sforzi per risolvere la crisi in modo pacifico - ha detto oggi il ministro - sono vani". Un manifestante ferito il 22 gennaio è morto in ospedale. È il sesto dall'inizio delle proteste.

Commenti
Ritratto di stenos

stenos

Sab, 25/01/2014 - 12:04

I facinorosi pro europa si stanno tagliando le palle da soli, non sanno che li aspetta.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 25/01/2014 - 12:57

Stroncare questo golpe comandato da New York, Bruxelles e Tel Aviv.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 25/01/2014 - 12:58

L'aggressione alla Russia si fa sempre più sconsiderata e pericolosa. Le provocazione di USA, Sion e i loro servi europei e arabi sono sempre più spregiudicate. La pazienza della Russia non può essere infinita.

cgf

Sab, 25/01/2014 - 13:00

i proeuropa, tutti concentrati a Kiev, sono una minoranza nel paese per questo NON vogliono elezioni ne referendum, sanno che hanno solo da perdere.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 25/01/2014 - 13:02

guardacaso ho appena scoperto che questo Grigorj Nemirya è finanziato dall'eversore sionista e criminale della finanza George Soros...

comase

Sab, 25/01/2014 - 13:25

Stroncare i servi comunisti del governo! Armi e soldi ai rivoltosi morte ai rossi sempre e ovunque

bezzecca

Sab, 25/01/2014 - 15:39

I fessi che manifestano dovrebbero essere seduta stante spediti a vivere in Grecia , li' scoprirebbero coa attende l' Ucraina in caso di ingresso nella UE

manente

Sab, 25/01/2014 - 16:21

Stati Uniti, Israele e le Troika del nanetto di Parigi vorrebbero fare in Ucraina quello che la Russia ha loro impedito di fare in Siria. E' ormai chiaro a tutti che i veri mandanti e finanziatori del terrorismo internazionale, da Bin Laden alla Siria passando per la strategia della tensione in italia, sono sempre gli stessi, le lobby della finanza sionista, una minaccia globale per la pace e la sicurezza dei popoli.

manente

Sab, 25/01/2014 - 16:34

Coloro i quali per mestiere portano la guerra in casa d'altri, dovrebbero essere ricambiati con la stessa moneta, più gli interessi come è loro inveterato costume. Al Moloch della finanza speculativa globale bisogna schiacciare la testa, alle Cayman, non la coda.

Mariya

Sab, 25/01/2014 - 16:55

Pensate di aver capito tutto, non avete capito signori, perche non vuolete vedere ne capire, perche vi conviene! La sitazione vera in Ucraina: Putin con l'aiuto di Yanucovich stanno realizzando gia il piano di guerra civile e stanno riuscendo! Eccovi la storia, tutto é comminciato perche i studenti manifestavano per l'Europa, e sono stati brutalmente picchiati, cosi il popolo é uscito per chiedere giustizia, 2 mesi sul freddo manifestavano pacificamente, due mesi chiedevano di far luce a cosa é successo. Yanukovych come la risposta commincia le repressioni, spariscono le persone, vengono picchate e alla fine fa le leggi anticostituzionali e in modo anticostituzionale, deputati sollevavano le braccia, e dalla foto si vede che non é la maggioranza! Queste leggi fanno di Ucraina una vera e propria Dittatura. Dove non c'é il diritto di parola e dove vige il governo di forza. Come potete voi, essendo un popolo che ha i diritti scrivere tali superficialità, e sostenere il potere Dittatoriale?! Non si tratta dell'entrare o meno in UE. Si tratta di difendere i propri diritti. Per chi non sa, si sta chiedendo di smettere la reppressione della gente e si chiedono le elezioni antecipate. Vi pare una cosa strana?! Da noi non vige piu la Costituzione, tutto il potere é sottomesso a Yanukovych. La gente viene sparata in faccia, viene catturata e portata nei boschi dalla polizia e picchiata ed amazzata, tanti sono dispersi. E voi pensate come fare piacere a Putin, che delussione! Guardate che Putin verra pure da voi, cosi capirete che significa avere i Diritti!

maxaureli

Sab, 25/01/2014 - 17:32

Mariya... pensi che noi dimostriamo tutti i giorni di uscire dall'europa e voi dimostrate per entrare nella UE? Ma in Ucraina ci sono bravi psichiatri? E di che "diritti" parla? Accontentatevi di avere il diritto a respirare, perche' a noi quel diritto c'e' lo hanno tolto.

manente

Sab, 25/01/2014 - 17:36

Cara Mariya, se i manifestanti avessero fatto a New York, Parigi o Tel Aviv la metà di quello che stanno facendo a Kiev, Obama avrebbe già mobilitato la Guardia Nazionale, Hollande i corpi speciali antisommossa e Tel Aviv avrebbe mandato i carri armati e tutti avrebbero dato l'ordine di disperdere i manifestanti con l'uso della forza, anche la più brutale. In Europa la Troika sta "studiando" una legge che prevede sanzioni pecuniarie spropositate a carico dei manifestanti per i danni che dovessero essere provocati anche solo da qualcuno di loro, magari mandato lì apposta. L'Europa delle banche non è il "paradiso", basta guardare cosa sta accadendo in Grecia, Spagna, Italia ed ora anche in Francia dove i cittadini si sono resi conto troppo tardi della trappola nella quale i Timoshenko di turno al servizio delle banche li hanno cacciati. Nessuno sano di mente né in Ucraina, né in nessun altro Paese, può pensare di entrare in una Europa in mano alle lobby dell'usura globale, la peggiore e la più insidiosa delle dittature, quella del potere invisibile della finanza.

fcf

Sab, 25/01/2014 - 18:04

Rispondo a cgf invitandolo a non fare affermazioni degne di un ignorante. La maggior parte della popolazione è favorevole all'Ucraina in Europa dopo che hanno "goduto " di decenni di occupazione comunista sovietica. Chiunque abbia avuto padroni comunisti non può non essere anticomunista. Solo in casa nostra ci sono ancora degli illusi che sognano le bandiere rosse. Sono riconoscibili per la tetraggine e il vuoto mentale che li caratterizza.

Ritratto di serjoe

serjoe

Sab, 25/01/2014 - 18:29

Gli ingenui come Mariya sono invero in tanti....convinti di essere dei santi..che portan liberta`...dei popoli gran necessita`...ma non si rendon conto..di essere solo una pedina...col compito di cantare la solita manfrina..utile a chi poi indovina ? La risposta per noi ...che ci viviamo dentro e` ovvia come il sole alla mattina...mentre per tanti ucraini..e` difficile a far capire..come ai bambini.

Ritratto di Antimo56

Antimo56

Sab, 25/01/2014 - 19:02

Ecco la politica estera di Obama, guerrafondaia e prepotente. Mentre Putin risolveva brillantemente la crisi siriana scongiurando la sesta guerra dell'epoca liberal, gli USA gli preparavano una bella sorpresa alle porte di casa.

Mariya

Sab, 25/01/2014 - 19:07

Il Potere dellinquente fa di tutto per giustificare i suoi atteggiamenti violenti, vuole attacare il Maidan, e adesso prepara l'opinione del pubblico estero e della nostra polizia, siccome non tutti andranno a sparare il proprio popolo! Sta utilizzando tutti i metodi possibili, fino ad ammazzare il poliziotto, per dare la colpa ai manifestanti, stranamente subito c'era sul posto il neonato canale 112, come facevano sapere che per strada stanno ammazzando un poliziotto?! Adesso il governo insinua che il popolo ha dei ostaggi, e quando raccogliera abastanza per attaccare, attachera, ma non per la colpa di popolo! E voi cari europei vi siete gia scordati i valori per i quali sofrono gli ucraini! Voi pensate alla geopolitica, voi pensate al gas! Mettete la mano sella coscienza!

Mariya

Sab, 25/01/2014 - 19:43

Parlate cosi perche non avete vissuto in una Dittatura, non capite cosa significa non poter esprimere le proprie opinioni. Noi abbiamo due strade, avvicinarsi all'Europa o essere sottomessi a Putin. Non dite sciochezze, se in un paese civile 500 mila persone esce per strada il Governo cade, o almeno il ministro che ha dato l'ordine di masacrare i giovani che manifestavano pacificamente si dimette. Non so se sapete 200 mila persone pacificamente per 2 mesi restavano sulle piazze, senza una vettina rotta, due mesi! Anche se il potere delinquente faceva provocazioni. C'e' un esercito dei provocatori che viene pagato per provocare, certi sono travestiti dai manifestanti. Solo gli ultimi giorni la gente ha buttato le pietre e i molotov verso la polizia antisommossa, e stranamente quelli che comminciano, spariscono in pochi minuti, quando la gente e' gia infiammata di rabbia. E vi sembra che contro le pietre, qui vi spatano in faccia con le pallottole vere?! L'altro giorno il punto medico che prestava i soccorsi ai manifestanti é stato distrutto e i medici picchiati dalla polizia. Vi consiglio di conoscere meglio la situazione prima di fare i commenti superficiali, perche siamo rischiando la guerra!

Ritratto di serjoe

serjoe

Dom, 26/01/2014 - 10:41

@Mariya...voi la "Guerra" la cercate....e mi sa che presto ...la trovate. Bastava aspettare ancora un solo anno....e avreste evitato l`enorme danno.Ma la ragione qui non alberga....solo la logica di una stupida ...serva.

L'Anonimo

Dom, 26/01/2014 - 16:56

@fcf lei che invece non ignora i fatti sarà sicuramente lieto di condividere con noi le fonti dalle quali lei desume quanto afferma. la mia impressione è che quanto lei asserisce sia una sua mera opinione. @Mariya Siamo in molti abbastanza smalizziati da sapere da tempo chi abbia finanziato e organizzato le varie rivoluzioni colorate nello spazio ex-sovietico (Open Society di G. Soros; National Endowment for Democracy; Council on Foreign Relations; il fu Boris Berezovsky; ...). Se si informa, magari comprenderà che Ucraina e Ucraini sono pedine di un gioco molto più grande di loro e che nulla ha a che fare con quanto lei espone. La storia e la vita sono ben altro da una fiaba di buoni contrapposti a cattivi. La favola del Putin orco cattivo non ce la beviamo più da tempo... Putin è diventato cattivo (antidemocratico) da quando ha sfilato dalle mani degli oligarchi controllati dalla finanza internazionale occidentale le risorse naturale russe. Pensi un po' quanto è cattivone Putin e perché gliela vogliono far pagare cara...

Mariya

Lun, 27/01/2014 - 09:44

Mi chiedo perche non andate a vivere in Russia, sembra dalle vostre parole che lî c'é il paradiso. Volete pure voi la mano dura?! Vi consiglio di andare a vivere là. Io vivo da 14 anni in Europa, conosco le due realtà, conosco i diffetti e i preggi. Ma non capite realmente di cosa parlate! Se ai russi va bene vivere nel paese dove vige la forza, io non gli dico niente, é la loro scelta. E la nostra scelta é uscire dall ´ala di Putin, abbiamo il diritto? Non conoscete l'Ucraina, e questo che sta succedendo adesso non é un caso come gli altri, la società ha raggiunto una certa maturità e non la fermerete, fisicamente potete torturarla, ma non saranno piu i schiavi! Siete accecati dal desiderio di trovare il mandante della protesta, ma non vedete che sta realmente accadendo.

Mariya

Lun, 27/01/2014 - 14:26

Il sangue c'é già in Ucraina! E dalla sua bocca si sente la puzza di Putin, per caso le paga?

L'Anonimo

Mar, 28/01/2014 - 11:25

@Mariya, Lei è un filino arrogante, ma solo un filino. Ha finito gli argomenti della propaganda che è passata agli insulti non avendo idee, fatti e argomenti da controbattere? In democrazia si chiama contraddittorio o pretende di essere l'unica ad avere il diritto di esprimere opinioni (o addirittura si ritiene l’unica detentrice e dispensatrice di verità??). Il Suo concreto livore nei fatti contraddice il Suo teorico amore democratico. Non ci sta facendo una bella figura. Si rassereni, nessuno desidera decidere al posto dell'Ucraina (su Germania e USA, tuttavia, non ci metterei la mano sul fuoco). Nei Paesi civili a questo fine si usa il referendum. Fatelo.

Mariya

Mar, 28/01/2014 - 23:03

Il commento dove chiedo se il Putin ha pagato era rivolto a serjoe. Non voglio offendere nessuno, é un metodo molto usato dai servizi segreti russi per combattere l'occidente. Voi avete il diritto di pensare come volete, non mi sembra di essere stata molto agressiva, certo, per voi é fare demagogia, per me é parlare del mio popolo e del mio paese! Fare il refferendum non era attuale all ´inizio, la gente é uscita fuori per chiedere che venissero processati quelli che hanno picchiato i studenti che manifestavano pacificamente sulla piazza centrale di Kyiv. E che il ministro della difesa si dimetta per l'ordine che ha dato. Il presidente come la reazzione a tale situazione ha fatto picchiare ancora la gente e questo ha fatto alzare tutti. Il Maidan é la reazione della gente al terrore. Il presidente risponde con le leggi che vietano alle persone di riunirsi, (che vanno contro la Costituzione, sia perche hanno violato il procedimento, sia per il contenuto, ma vengono messi in vigore!), portano lo Stato alla dittatura, questo ha fatto alzare i toni dei manifestanti che hanno capito se tornano a casa con questa legge saranno tutti in prigione solo per aver manifestato pacificamente. Vengono mostrati qui come i mostri che maltrattano la polizia, invece non ci sono le vittime dalla parte di polizia. Un poliziotto é stato ammazzato mentre tornava a casa dal lavoro, non é la vittima di Maidan, qui é incluso nelle vittime! E da parte dei manifestanti: 4 amazzati dall'arma da fuoco con le palottole di piombo, uno sequestrato dalla polizia e trovato in un bosco senza vita e 30 dispersi, tanti hanno perso la vista, perche la polizia sparava nei occhi con le palottole di gomma. Oggi hanno rivuotato nel Parlamento ed hanno ritirato le leggi, ma la vita alla gente non puo essere ridata! Maidan e' un fenomeno molto complesso, ed il mandante e' il Presidente ucraino che ha avuto il desiderio di usare la forza contro il proprio popolo. Non c'entra l'Europa ne America...