Politici pedofili Cameron apre inchiesta

Più di dieci fra politici ancora in esercizio ed ex figurano su una lista di presunti pedofili messa a punto dalla polizia che sta indagando su un giro di pedofili a Westminster. Lo scrive l'edizione online del Telegraph. Deputati e Lord dei tre partiti sono sulla lista, che include anche ex ministri e funzionari del Parlamento britannico: alcuni deputati, come Cyril Smith e Sir Peter Morrison, non sono più in vita, ma altri sono ancora attivi in Parlamento. L'esistenza della lista è stata rivelata da Peter McKelvie, l'uomo che per primo aveva denunciato il presunto giro di pedofili a Westminster risalente ad un dossier degli anni '80. È stato il premier David Cameron ad ordinare l'apertura di una inchiesta interna su questo dossier che era andato perduto dal ministero dell'Interno. In particolare Cameron vuole stabilire cosa sia successo al dossier, contenente le accuse, che fu consegnato all'allora ministro dell'Interno, Leon Brittan, dal deputato conservatore Goeffrey Dickens. Non sembra bastare però al deputato laburista Simon Danczuk, che ha lanciato l'allarme sul dossier che potrebbe contenere i nomi di persone «che devono rispondere alla giustizia». Per Danczuk l'inchiesta interna di Cameron non basta ma ne serve una pubblica.

Commenti

Raoul Pontalti

Dom, 06/07/2014 - 10:20

Se apre un'inchiesta Cameron è per insabbiare tutto...

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 07/07/2014 - 12:52

I clienti delle baby-prostitute del Parioli sono pedofili come i politici di Cameron, ma sono coperti dall'omertà della magistratura democratica. Perché? Semplice: si sospetta che i pederasti siano del cerchio magico di Napolitano.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 07/07/2014 - 13:04

Del resto, anche la Nilde Jotti fu portata a letto dal comunista Togliatti che in guerra faceva scouting con le minorenni. Però non ebbero figli: la povera Nilde fu usata solo per il sollazzo del capatazzo.