Regeni, dopo stop a pezzi per gli F16 l'Egitto prepara ritorsioni

La mossa del parlamento come misura contro le indagini a rilento sull'italiano

Un momento del sit-in davanti all'ambasciata egiziana per chiedere la verità sulla morte di Giulio Regeni

C'è amarezza al Cairo, per la decisione del Parlamento italiano di smettere di inviare agli egiziani i pezzi di ricambio per gli aerei F-16, una mossa decisa in risposta alle indagini che vanno a rilento sulla morte del ricercatore Giulio Regeni.

Un'amarezza che è ben espressa in una nota pubblica del ministero degli Esteri in Egitto, che arriva nel giorno in cui la Camera ha respinto un emendamento presentato da centrodestra, Lega e Fratelli d'Italia (e votato da 29 parlamentari) che voleva reintrodurre l'autorizzazione delle forniture nel decreto Missioni.

Il passaggio al Senato aveva eliminato il via libera per l'invio dei pezzi di ricambio agli egiziani, poi approvato definitivamente dal Parlamento. Insieme al rifinanziamento delle missioni all'estero, da quelle in Bosnia e Afghanistan a quella nel Mediterraneo, è arrivato anche il "no" al generale al-Sisi.

Ora dal Cairo minacciano ritorsioni per quello che è già passato alle cronache come "l'emendamento Regeni", dal nome del ricercatore torturato e ucciso in Egitto.

Se non sono chiare le mosse che Il Cairo metterà in atto, promette tuttavia di "rivedere la cooperazione in atto per combattere l'immigrazione illegale nel Mediterraneo e rispondere alla situazione in Libia".

Commenti

Maura S.

Gio, 07/07/2016 - 09:59

prepariamoci a ricevere altri gommoni, buna fortuna al nostro governo

Vigar

Gio, 07/07/2016 - 10:01

L'ho già detto e lo ripeto: Si potrà mai sapere chi era veramente questo Regeni e cosa faceva?....tutto dipende da questo.

01Claude45

Gio, 07/07/2016 - 10:09

Come al solito. I cervelloni PD al governo ROMPONO SOLO I CxxxxxxI A CHI LAVORA. A loro interessa il POTERE POLITICO E COMANDARE IN ITALIA IMPONENDO AGLI ITALIANI GLI ORDINI RICEVUTI DALLA MASSONERIA TRAMITE GLI USA. Quando ci libereremo della siniostra sarà SEMPRE TROPPO TARDFI. I DANNI INCALCOLABILI SONO GIÀ STATI FATTI.

nopolcorrect

Gio, 07/07/2016 - 10:14

Il povero ragazzo ha fatto la fine che avrebbe fatto se avesse preteso di indagare sulla mafia in modo pericoloso per la medesima. Ora però dopo aver condannati i servizi egiziani evitiamo di portare la cosa al livello di affare di Stato e di fare danno insieme a noi e all'Egitto. Come stiamo stupidamente facendo con le sanzioni alla Russia.

Ritratto di thunder

thunder

Gio, 07/07/2016 - 10:17

Ma smettiamola,signora reggeni se ne faccia una ragione!doveva insegnare a suo figlio di non immischiarsi in affair di altri paesi.

Ritratto di danutaki

danutaki

Gio, 07/07/2016 - 10:22

Gli egiziani compreranno i ricambi altrove (USA, Giordania, Turchia). Le ritorsioni saranno contro le nostre aziende ! Grazie Parlamento e grazie Farnesina incapace di gestire rapporti diplomatici con chicchessia !!

nonnoaldo

Gio, 07/07/2016 - 10:54

Mi spiace per il ragazzo e per la sua famiglia, però insisto nella mia opinione: è sbagliato accusare i servizi egiziani, se fossero loro i colpevoli il cadavere non sarebbe mai stato trovato. Invece viene lasciato in bella vista su una strada assai trafficata: chi lo ha ucciso voleva danneggiare l'Egitto. Probabilmente è stato una vittima sacrificale su chissà quale altare, che poi, cogliendo la palla al balzo, i nostri sinistri hanno cavalcato e cavalcano alla grande. Loro sono maestri nella gestione dei morti.

orso bruno

Gio, 07/07/2016 - 11:00

Piantamola con queste pagliacciate.

orso bruno

Gio, 07/07/2016 - 11:02

Incomincino i sostenitori del ragazzo col dire cosa ci faceva in Egitto e per conto di chi !

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 07/07/2016 - 11:18

il parlamento a guida pidiota ha voluto dimostrare che ci tiene per i propri affiliati,fregandosene delle conseguenze che colpiranno,tanto per NON cambiare,PANTALONE, a cominciare dall'arrivo di migliaia di risorse anche dall'Egitto!!!

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 07/07/2016 - 11:47

--------------regeni non era un ragazzo ---ma un agente segreto italiano--e non era neppure un pivello---ma un agente di primo livello---faccia da bravo ragazzo ma addestratissimo-----è stato venduto dagli agenti inglesi ad una fazione deviata dell'intelligence egiziana quindi all'oscuro di al sisi---l'obiettivo inglese era quello di mettere in cattiva luce l'italia amica dell'egitto all'indomani della scoperta da parte dell'eni in egitto di un immensa sorgente da 850 miliardi di metri cubi di gas---a quanto pare gli inglesi sono riusciti nel piano---in tutto il marcio del mondo ci sono di mezzo i servizi inglesi-americani-francesi e mossad---non si scappa-----hasta siempre

nippy

Gio, 07/07/2016 - 12:05

@vigar ma lo sa che continuo a chiedermelo anch'io non si è mai visto tanto interessamento e tanta determinazione per un ns. connazionale ne vivo ne morto. Dopo le prime frasi di circostanza di solito passa tutto in cavalleria ma stavolta stranamente si va avanti, cominciava ad annoiarmi sta storia ma forse invece si fa interessante.

Ritratto di Antipupazzo

Antipupazzo

Gio, 07/07/2016 - 12:15

Vorrei sapere chi ca..o è questo Regeni, facciamo luce su cosa faceva in Egitto, per chi operava e con che incarico? Per lui ci stiamo inimicando il mondo, mentre per quella povera ragazza assassinata in Svizzera pochi mesi fa, tutto tace, per i nostri poveri operi assassinati in Libia, silenzio assoluto, per quelli uccisi in africa idem, e per tutti gli altri assassinati nel mondo niente. Ora io sono stato svariate volte in Egitto, ho girato sia il Cairo che Alessandria e tolti i vari venditori che cercano di venderti di tutto, anche l’acqua (presenti anche da noi) nessuno mi ha mai importunato. Vorremmo finalmente essere chiari ed informare in popolo bue italiano di cosa succede????

gneo58

Gio, 07/07/2016 - 12:17

con questo "embargo" abbiamo avuto l'ennesima conferma che al governo abbiamo un branco di mentecatti che si muove solo per i propri interessi o per far piacere agli "amici"

Maura S.

Gio, 07/07/2016 - 12:26

Che succede?...... l'Usa comanda e i soliti calabrache s'inchinano anche a scapito del loro paese del quale se ne fregano altamente. Governo di m.......a

Ritratto di settimiosevero

settimiosevero

Gio, 07/07/2016 - 12:32

e basta con l'invasato che è andato a fare il sindacalista in un paese straniero credendo che sarebbe stato accolto come nel suo, con giudici che emettono sentenze miti e polizia che se interviene viene messa alla gogna. pensate ai vari lavoratori tipo quelli uccisi in libia che ancora non se ne sa nulla dell'accaduto e al nostro governo non interessa di sapere, forse perché loro erano cittadini e non compagni.

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 07/07/2016 - 13:29

@nippy. Era un comunista. Il governo e' militare non filoislamico. I compagni per questo vanno fuori di testa. Di tutti gli altri morti non gli frega un ca....

agosvac

Gio, 07/07/2016 - 13:34

Non si può correre il rischio di rompere i buoni rapporti che erano sempre intercorsi tra Egitto ed Italia per un fatto che neanche è colpa dell'Egitto ma dei servizi segreti inglesi che hanno messo l'occhio sul petrolio trovato dall'Eni. Avrei potuto capire una certa indignazione se questo ragazzo, che ragazzo non era più da lungo tempo, fosse stato ucciso mentre era in vacanza in mar rosso. Ma questo era in Egitto a mettere zizzanie mandato dai suoi amici dei servizi inglesi!!!!! Non era un agnellino, aveva frequentazioni pericolose ed amicizie ancora più pericolose. Mi dispiace dirlo, ma se l'è cercata!!! Ma che il Governo italiano stia cadendo nel trappolone dei servizi inglesi, ha dell'incredibile.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Gio, 07/07/2016 - 13:47

Vorrò vedere come reagirà questo stupido governo sinistro per i trucidati di Dacca. Scusate ma questi 9 mica erano compagni, non ci saranno reazioni.

uberalles

Gio, 07/07/2016 - 14:17

Il governo italiano gioca con il fuoco e gli italiani (contribuenti) si bruciano: è giusto?

ESILIATO

Gio, 07/07/2016 - 15:36

Basta con questa commedia......non si e' fatto i cavoli propri ed ha pagato. Lo stato e i cittadini non hanno nulla a che fare con questo soggetto.

moshe

Gio, 07/07/2016 - 16:22

Questo governo di m...a è un artista nel rovinare l'Italia.

ENRICOP

Gio, 07/07/2016 - 16:54

Hanno ragione in egitto non se ne puo' piu' di questo Regeni. é un tormentone. ma basta saluti enrico

CALISESI MAURO

Gio, 07/07/2016 - 17:09

Chi e' regeni, e perche' tutto sto casino, quando per i nostri tecnici Bonatti in Libia nessuno ha mosso un dito. Per favore investigate e fatecelo sapere!!

CALISESI MAURO

Gio, 07/07/2016 - 17:10

ripeto chi e' regeni e perche stava la? Perche' per i ns tecnici Bonatti sto schi..o governo non ha mosso un dito.. e loro erano li per LAVORO!! Informateci chi e' sto tipo!

opinione-critica

Ven, 08/07/2016 - 00:00

Gli egiziani possono chiedere aiuto militare alla Russia, gli italiani non esistono, esistono solo popolazioni autoctone governate da burattinai che stanno a Bruxelles. Se l'Italia diventasse colonia tedesca o austriaca si starebbe meglio. L'invasione continua perchè il governo e le forze armate prendono ordini da Bruxelles spremendo le popolazioni autoctone dell'Italia

cgf

Ven, 08/07/2016 - 12:24

@elkid sa cosa succede a tutte le spie che vengono scoperte in qualunque parte del mondo? Incarcerate o SPARISCONO e MAI e POI MAI viene fatto trovare il cadavere sulla pubblica via, in ogni caso su fatti di questo genere i rispettivi governi TACCIONO!! ma le inventa lei o le trova sul blog di Grillo?