Sangue in Iraq, le foto choc: esecuzioni sommarie di soldati

L'Isil diffonde le immagini sul web: decine di uomini in abiti civili ammassati sui camion prima di essere uccisi

Ancora sangue sull'Iraq. Lo Stato islamico ha pubblicato su un sito militante una decina di choccanti fotografie. Sono le esecuzioni di massa messe in atto da combattenti a volto coperto. A terra, senza vita, decine di soldati iracheni catturati nella provincia di Salahuddin. Le immagini non contengono alcuna indicazione geografica. A rivelare dove sono state scattate è il portavoce dell'esercito iracheno, il tenente generale Qassim al-Moussawi, che non solo ha confermato oggi l'autenticità delle fotografie, ma si è addirittura detto "consapevole di casi di omicidi di massa di militari catturati nelle zone controllate dall'Isil".

Gli scatti mostrano i militanti mascherati dell'Isil che caricano i prigionieri su alcuni furgoni e poi li costringono a mettersi con il volto a terra in un canale poco profondo con le braccia legate dietro la schiena; infine nell'ultimo scatto si vedono i corpi dei prigionieri che grondano di sangue dopo essere stati raggiunti dagli spari. Nelle didascalie si legge che le uccisioni costituiscono una vendetta per la morte di un comandante dell'Isil, Abdul-Rahman al-Beilawy, la cui morte è stata confermata sia dal governo che dallo Stato islamico dell'Iraq e del Levante poco prima che il gruppo prendesse il controllo di Mossul e Tikrit, rispettivamente martedì e mercoledì. La maggior parte dei soldati che appaiono nelle immagini indossano abiti civili e in alcuni le uniformi militari si vedono comparire da sotto, il che potrebbe indicare che hanno provato a traverstirsi in fretta da civili per provare a fuggire.

Molti soldati e poliziotti hanno lasciato le uniformi militari e gli equipaggiamenti mentre i militanti entravano a Mossul, Tikrit e nelle zone vicine prendendone il controllo.

Venerdì scorso l'Alto commissario per i diritti umani delle Nazioni Unite, Navi Pillay, aveva espresso "allarme estremo" per le notizie di crimini di guerra provenienti dall'Iraq, parlando di "omicidi di tutti i tipi" e riferendo che il bilancio delle vittime degli ultimi giorni di violenze poteva arrivare a centinaia di persone uccise e circa mille feriti. Pillay ha riferito che il suo ufficio aveva saputo di "esecuzioni sommarie" dopo che i militanti dell'Isil avevano preso il controllo di diverse città irachene.

Commenti

Miraldo

Dom, 15/06/2014 - 15:10

Rimpiangerete Saddam Hussein in quei paesi occorre sempre una dittatura per tenere tutti gli agitati a freno.

blackbird

Dom, 15/06/2014 - 16:52

ONU: Organizzazione Non Utile! In Iraq si combatte una guerra civile dopo che la democrazia importata ha messo tutti contro tutti. Bel modo di esportare la libertà! Gli USA, dopo aver rotto il giocattolo se la sono squagliata in tutta fretta lasciando un paese devastato da odii, faide e contrapposizioni di ogni genere. L'Iraq sarà devastato dai futuri invasori, si instaurerà una guerra continua come il Libano o in Somalia, con un governo centrale fantoccio, mentre il paese sarà diviso in sultanati etnici, religiosi o militari. E poi sarà la volta dell'Afganistan.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 15/06/2014 - 16:52

È vero, visto che si tratta di Stati artificiali voluti dagli occidentali.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Dom, 15/06/2014 - 17:06

...E noi, molti di quelli li salviamo in mare quali naufraghi o li aspettiamo che sbarcano, in qualità di immigrati sulle coste meridionali del nostro Paese, dando loro la massima assistenza!

-cavecanem-

Dom, 15/06/2014 - 17:07

Il risultato di un bel lavoro Americano...han fatto tutto in buona fede..in fin dei conti a loro stava molto a cuore la situazione della povera gente Irachena sotto il dittatore Saddam...

Ritratto di stock47

stock47

Dom, 15/06/2014 - 18:00

Leggo molti commenti interessati solo a tirare acqua al proprio mulino. Egregio Miraldo, Saddam andava tolto di mezzo perché uno che comandava uno Stato usandolo per attività terroristiche dopo l'11 Settembre 2001 non era possibile pensare di lasciarlo fare. D'altronde ha perfettamente ragione nel dire che, in quei luoghi, se non si usa la violenza non si può controllare tutti i pazzi locali che fanno parte di uno Stato. Con blackbird concordo ma la colpa ricade sull'islamico Obama che ha deviato dalle linee politiche del suo Paese. Occorre dire, inoltre, che la guerra fu fatta ipocritamente contro persone e non contro il sistema islamico, il vero colpevole di tutte le situazioni di allora e di adesso. -cavecanem-, come già detto prima, gli americani fecero bene ad intervenire in Iraq, soprattutto per gli interessi della sicurezza occidentale ma di certo la cosa tornò utile anche agli iracheni. Il guaio di quei luoghi è che i pazzi locali, al di fuori del fanatismo della loro fede assassina, non sono d'accordo su niente. L'unica cosa che li interessa è il potere a chi va in carico. E' evidente che chi riesce a farsi credere un combattente della fede riesce a prendere il potere. Su tutto questo pesa, da sempre, anche la divisione etnica locale che di democrazia non ne vogliono nemmeno sentire parlare.

perlatradizione

Dom, 15/06/2014 - 19:19

stock47 ma credi veramente ancora alla favola dell 11 settembre?e della guerra dei buoni (usa)contro il cattivissimo saddam mi viene solo da ridere leggendo queste cose

Giacinto49

Dom, 15/06/2014 - 19:31

Settant'anni di pace relativa ci hanno illuso, specialmente in Italia dove stamo importando eserciti di maomettani, che sia possibile vivere lontani dalla guerra. Nei prossimi anni saremo costretti a rivedere questa convinzione. L'unica libertà, per se e i propri figli e nipoti, è quella che si conquista combattendo.

clamajo

Dom, 15/06/2014 - 19:37

@perlatradizione...a me viene da ridere leggendo quello che scrivi tu...

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Dom, 15/06/2014 - 20:25

che porci gli islamici ma quale Dio permette di uccidere donne e bambini, il falso Dio Satana con la faccia di suino, brucerete all'inferno insieme a coloro i quali vi aiutano e vi costruiscono le moschee in Italia, ASSASSINI

macchiapam

Dom, 15/06/2014 - 20:50

Il tutto in nome del Corano: che, come è noto e ripetuto, predica una religione "d'amore".

maricap

Dom, 15/06/2014 - 21:07

Perlatradizione, Certo l'11 settembre non è mai esistito, e il buono era Saddam Vero? Ridi pagliaccio, che hai la faccia in farina, mentre stock84 , ti ripassa colombina. Ahahahahah Da quando li hanno chiusi,non sapendo dove andare e cosa fare, vieni a postare su il giornale. Vero che questo è un porto di mare, ma non ci venire più a cagare.

maricap

Dom, 15/06/2014 - 21:32

Se durante la seconda guerra del golfo, fossero state inflitte pesantissime perdite in vite umane, ai seguaci di Saddam, oggi non sarebbero qui a massacrare i prigionieri e i civili. Allora bastava scappare e nessuno inseguiva, nessuno catturava e nessuno massacrava Speriamo che quanto sta accadendo, serva da lezione, e la prossima volta, non si cada nello stesso errore. Questa gente ti capisce, solo se parli la loro stessa lingua. Ma quali regole d'ingaggio, esse si fanno sul posto, valutando volta per volta la situazione.

Ritratto di Tora

Tora

Dom, 15/06/2014 - 22:08

E' ridicolo continuare ad aggettivare azioni che si protraggono ormai da millenni, come scioccanti. O si è ciechi o si è stupidi, ma molto più probabilmente tutte e due le cose. E' in atto una guerra subdola, non apertamente dichiarata, che viene fraintesa e agevolata dai media, dall'opinione pubblica e dalle associazioni no-profit e caritatevoli. Gli sbarchi di massa in Europa sono voluti da chi ha intenzione di "riempire" lentamente il continente di combattenti islamisti latenti, pronti ad agire quando verrà ritenuto opportuno. I molli, pavidi, corrotti rappresentanti dei vari paesi occidentali, hanno passato gli ultimi decenni a riempirsi le tasche e a ingozzarsi, distogliendo lo sguardo da ciò che sta accadendo, per non avere problemi. Quando avverranno i primi sgozzamenti, gli stupidi di cui sopra scriveranno nuovamente "notizia scioccante", confermando la loro drammatica e tragica idiozia.

Ritratto di stock47

stock47

Dom, 15/06/2014 - 22:36

perlatradizione, condivido quanto scrive di te clamajo. Tuttavia voglio replicare alla tua insulsa domanda. Ho potuto seguire quasi in diretta quanto è accaduto l'11 Settembre, così come moltissimi altri italiani e gente di tutto il mondo. Le distruzioni e i morti non sono stati un parto di fantasia ma realtà vera e tangibile a chiunque. Dire o tentare di far credere che siano stati gli americani stessi a fare tutto quel macello dei loro stessi cittadini e di una città come New York, oltre a tutto il resto, è volere negare la realtà, nascondere la testa sotto la sabbia per non vedere l'evidenza. E' un azione da codardi non affrontare la realtà, gli struzzi in realtà, quando nascondono la testa sotto la sabbia, cercano di mimetizzarsi e non di evadere la realtà. Di fatto loro l'affrontano, cercando di uscirne al meglio, tu invece, codardamente la rifiuti, ti rifugi nelle favole che sono il mondo dei bambini e non degli adulti. Cresci, invece di fare lo spiritoso!

mila

Dom, 15/06/2014 - 22:45

@ Stock47 -Saddam era quello che era (secondo me anche peggio di Assad, Mubarack ecc.), ma le "attivita'" degli estremisti islamici nell'Iraq odierno sono ancora piu' pericolose di quelle di Saddam, e non mi sembra che gli Iracheni abbiano guadagnato dalla sua uccisione. Almeno, gli Americani ora non dovevano ritirarsi.

mila

Dom, 15/06/2014 - 23:08

@ Giacinto49 -E' vero.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 16/06/2014 - 01:01

Ci troviamo di nuovo a rivivere l'orrore che avevamo conosciuto con il nazismo. Questi sono peggio dei nazisti. MASSACRANO GLI EBREI, I CRISTIANI E TUTTI GLI "INFEDELI" DEL MONDO. QUEL CHE È ANCORA PEGGIO SONO GLI IPOCRITI ISLAMICI "MODERATI" CHE NON MUOVONO UN DITO NÉ UNA PAROLA DI DISSENSO.

bret hart

Lun, 16/06/2014 - 02:16

fate ridere sinceramente quando dite foto choc l islam i musulmani sono animali loro non rispettano la vita le altre persone sono rimaste nel medioevo tagliano dite a gente che vuole votare e noi pecoroni occidentali insieme alle lobby caritas vaticano ecc spalanchiamo le nostre porte venite venite che noi italiani siamo buoni e spariremo x lasciarvi la nostra terra aveva ragione orianna fallaci......

Ritratto di kanamara

kanamara

Lun, 16/06/2014 - 07:59

Scrivo direttamente a Sallustri, siccome fra pochi giorni toglierò l'adsl (in Italia internet è lentissimo a 7, mentre Romania, Germania usano internet 100)... 1)Quando scrissi che il simbolo K, di armoryclub.com, mi ricordava i colori milanisti; lo scrissi in un periodo in cui si vedeva, nei mass media, l'ex Ministro Bondi che minacciava di scatenare la guerra civile in Italia (e nessuno faceva niente). 2)Non ho nessun odio nei confronti degli U.S.A. (a parte non condividere l'utilizzo di Psicofarmaci per tenere la popolazione sedata, in U.S.A. c'è una grande cultura psichiatrica dal lobotomista, fino ad oggi cioè dare il Prozac ai bambini). 3) Spero che se ci sono prove che che gli U.S.A. hanno scatenato la guerra in medio-oriente utilizzando false-bandiere (come ho letto ieri,nel web, le dichiarazioni di W.Putin), allora, paghino fino all'ultimo errore (vi ricordo che in Europa, i gemelli degli U.S.A.,Francia, ha utilizzato la ghigliottina per concludere la rivoluzione Francese ed alla fine hanno smontato la bastiglia). 4) Non approvo la violenza gratuita, ma se in Iraq qualcuno ha goduto sulle disgrazie altrui, è giusto che paghi. 5) La foto dei vecchi talebani con il dito amputato dopo aver votato, che ho visto stamattina, mi ricorda molto una vendetta mafiosa e/o una dimostrazione soft (rispetto a persone che hanno ricevuto acido in faccia, stupri, prolassi anali, amputazione di arti interi, umiliazioni pubbliche ecc...). 6) Consideriamo che in queste zone le persone vengono considerate come animali e, quindi, chi ha abusato fino ad oggi della sottomissione-sociale della popolazione è giusto che paghi anche con la vita. 7) Io sto scrivendo un'opinione riferita a Stati in cui la violenza è quotidiana ed accettata, non sto scrivendo di una rei vivere in Europa. 8) Se avesse ragione l'Induismo e, quindi, ci reincarniamo in altri corpi... non vorrei rinascere in un Mondo violento (quindi, spero che si faccia un pò di pulizia entro qualche decennio).

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 16/06/2014 - 10:24

Sarebbe auspicabile, nonchè godibilissimo, un intervento dei soliti cervelli deboli (neofiti dell'Islam e simpatizzanti vari)travestiti da fini esegeti che affollano questo blog. La scalata agli specchi è, da questo momento, aperta.

killkoms

Lun, 16/06/2014 - 14:26

gli eroi di allà!

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Lun, 16/06/2014 - 14:31

questi terroristi islamici sono gli stessi che hanno combattuto per mesi in Siria per abbattere Assad. Hanno ricevuto l'appoggio degli USA e di alcuni Stati Europei, ad esempio Francia. Ciononostante non sono riusciti a prevalere sulle forze Governative a paragovernative. Quindi, si sono rivolti alla conquista dell'Iraq, piu' facile...insomma avevano bisogno di una vittoria facile, veloce e al tempo stesso sganciarsi dalla pressione inferta dai Siriani. Occorre ricordare che gli Stati Uniti e la Francia erano pronti ad intervenire militarmente in Siria al fianco di ISIS e solo grazie a Putin cio' non e' avvenuto. Obama e I suoi consiglieri sapevano benissimo , e con grande anticipo, le intenzioni di ISIS ma hanno finto stupore. Ovviamente non vi sara' nessun intervento militare, come dichiarato da Obama ieri. Obama, che gioco stai giocando?

killkoms

Lun, 16/06/2014 - 14:37

somar el mukthar,ancora con stà lagna?anni fà,gli scienziatoni filoterzomondisti usavano l'espressione "balcanizzazione dell'africa" per stigmatizzare che le conquiste occidentali avevano diviso il territorio africano!oggi,più nessuno sostiene questa teoria,poichè,se si seguissero i territori delle varie etnie,l'africa sarebbe ancor dipiù balcanizzata!spiegaci perchè,tutti i tentativi post coloniali di una repubblica (o stato) arabo unito (RAU) siano miseramente falliti!

Raoul Pontalti

Lun, 16/06/2014 - 14:47

Certo confratello mio Menabellenius ancora alle prese con la dizione esatta degli abitanti di Aleppo (Alepensi o Beroensi a seconda che Tu preferisca la lezione medievale o classica) i cervelli forti sono quelli dei brianzoli pellagrosi trapiantati in Trentino che contestano a me trentino le espressioni vernacolari trentine e che per un articolo che narra di stragi di sciiti compiute dai sunniti emette alti lai imprecando ai massacratori di cristiani e di ebrei oppure i bislacchi seguaci del taoismo casereccio (di cui non hanno capito un tubo peraltro) che in questo forum incolpano Saddam delle uniche cose che non ha fatto: sostenere al Qaaida, il terrorismo e autori e collaterali dell'11 settembre. Se mi permetti, confratello mio, per quanto si possa essere proclivi alla sopportazione, alla comprensione e al perdono nel nome della Sacra Trimurti in quanto sacerdoti di Santa Madre Goliardia, quando è troppo è troppo e alla fine i conati di vomito divengono incoercibili impedendo anche solo di masturbare la tastiera per non dico un commento ma anche solo per delle contumelie da indirizzare a certi banans che come i marò non distinguono marmotte da balene. Non hanno vito uno sciita in vita loro questi bananas (o se lo hanno visto non sapevano ovviamente che fosse tale) non sanno come preghi uno sciita, quale sia il suo credo, in che paesi sia più facile trovarlo, etc. ma qui disquisiscono a sproposito e con la competenza di cani in ferie. Parce mihi frater mi quia goliarda sum et accipe benedictionem meam in nomine Bacchi, Tabacci Venerisque.

Ritratto di stock47

stock47

Lun, 16/06/2014 - 15:53

mila, mi dispiace ma lei sottovaluta Saddam. Le ricordo che era il capo di uno Stato, aveva a disposizione mezzi che nessun terrorista ha facilità a trovare. Non era solo un Dittatore locale, interessato nei problemi di casa sua, ma finanziava il terrorismo palestinese e aveva iniziato a prendere contatto con Al Qaeda. Uno dei suoi uomini, a capo del massacro di 5000 curdi, era un noto terrorista che faceva capo ad Al Qaeda. Se fosse stato un Assad o un Gheddafi si sarebbe potuto lasciare in pace ma, come ho detto, dopo l'11 Settembre lasciare libero di agire un tipo del genere su scala internazionale, nascondendosi dietro terroristi vari, non era proprio il caso. Uno Stato si deve comportare, a livello internazionale, correttamente non è ammesso che gestisca terroristi e obiettivi nascosti di terrorismo internazionale. D'accordo con lei che l'Al Qaeda iracheno attuale sia un pericolo ma lo sono solo a livello locale e difficilmente a livello internazionale. Certamente sono una minaccia per il futuro e devono essere eliminati, non gli si può permettere d'accrescersi. Tutta la colpa delle ultime vicende in Medio Oriente è solo di Obama l'islamico. Fin dall'inizio della sua presidenza ha dimostrato il suo afflato con i Fratelli Musulmani d'Egitto e, di conseguenza, con tutti i fanatici islamici. Gli iracheni hanno avuto tutto il tempo per guadagnarci dalla liberazione da Saddam ma, come al solito, si sono abbandonati ai loro odi fanatici etnici e di potere, cosa che ha facilitato l'ingresso dei fanatici di Al Qaeda attuali. Come dice il detto: "chi è causa del suo mal pianga sé steso". Le colpe della situazione attuale non sono degli USA, che molto indirettamente, per avere lasciato l'Irak su ordine di Obama e per non avere studiato, prima della guerra, come disfare il fanatismo islamico dopo avere vinta la guerra. Si sono limitati a importare la "democrazia", cosa che ovviamente non ha risolto un bel niente.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 16/06/2014 - 17:34

#Raoul Pontalti. Hai, come al solito, menato il can per l'aia sconfinando sin nell'Oceano indiano. Molto fumo, niente arrosto. Pardon, niente specchi. Neppure con l'ausilio di ventose ai piedi...

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 18/06/2014 - 10:34

kilkoms (mulo sterile) per quanto riguarda l'Africa nera è esattamente il contrario: i problemi non nascono da una balcanizzazione bensì da un accorpamento in Stati di tante realtà tribali. E questo vale anche per la Libia. In quanto all'incapacità degli arabi di unificarsi ovviamente un mulo sterile, che non conosce la storia, non può capire che tale unificazione (comprendendo anche popoli non arabi) non può avvenire tramite una federazione di stati (come finora tentato) ma solo riproponendo il Califfato. Ovvero quello che sta tentando di fare Isis. I cui combattenti saranno feroci, crudeli e spietati ma non si capisce perché siano definiti "terroristi".