Se il mito Clint va contro Obama diventa subito un rimbambito

L’attore sbeffeggiato e insultato da chi, solo 8 mesi fa, lo aveva lodato per il suo assist al presidente. È la cultura del tifo ultrà che si trasferisce alla politica. E punisce col fango chi sta dall’altra parte

C'è qualcosa che non torna o che torna benissimo. Perché la giravolta attorno a Clint Eastwood è completa e totale. È imbarazzante oggi chi definisce imbarazzante l'attore-regista americano. È imbarazzante e squallido perché è la prova ultima di come il giudizio dipenda soltanto dalle scelte politiche che uno fa. È bastato il suo show di 12 minuti alla convention repubblicana per distruggerlo, per farlo definire un bollito, un poveraccio, un cialtrone. Il problema, ovviamente, non è suo. Ma di chi lo accusa. Nessuno si preoccupa di giudicare il contenuto di quei 12 minuti, nessuno si concentra su quello che ha detto. Basta la superficie a marchiarlo, a dargli la patente di vecchio rincoglionito. E la superficie è l'attacco al presidente e il sostegno al candidato repubblicano che vuol cacciare Obama dalla Casa Bianca.
Il giorno dopo l'America non parla d'altro, l'Italia copia e quindi fa lo stesso. È un carico di livore cieco, come se Eastwood avesse tradito non si sa che e non si sa chi. La verità è che s'erano illusi tutti otto mesi fa, quando il giro obamiano e la stampa progressista di tutto il mondo lo osannò: fu il protagonista dello spot più visto d'America, quello dell'intervallo del Superbowl. Parlando della Chrysler e della forza con cui s'era ripresa dalla crisi, Eastwood fece uno spottone alla presidenza Obama che aveva aiutato la stessa Chrysler nei momenti di difficoltà. Ecco, allora parlando dell'America che non si ferma mai al primo tempo, che si dà una mossa, che si mette in cammino e lavora, tutti ma davvero tutti avevano tirato fuori la storia del vecchio saggio americano, del simbolo del Paese che ce la fa. Tanto per capire, lo stratega di Obama, David Axelrod aveva definito lo spot «potente», il New York Times aveva parlato di un Eastwood «ispirato», l'Huffington Post suggerì di candidarsi alla presidenza, con qualunque partito, perché sarebbe stato l'uomo giusto.
I giornali italiani peggio. Qualcuno scrisse così: «Eastwood ha dato una lezione all'America: non ci si arrende mai, dopo il primo tempo». Ridicoli allora e ridicoli oggi, perché lo stesso giornale che all'epoca si esaltò per l'involontario o meno assist a Obama, oggi si indigna per l'appoggio esplicito a Romney e vomita veleno a fiotti: parla del «rantolo dello zio ubriaco», definizione che è circolata negli ambienti dei blog ultra liberal e non certo nei corridoi del potere repubblicano come si vuol far credere.

Ecco, la verità è che nessuno parla della eventuale portata politica dell'intervento: funzionerà? Non funzionerà? Aiuterà Romney o no? Le uniche domande giuste non le fa nessuno, perché sono tutti impegnati a sparare addosso a uno che se fa i film sull'eutanasia è una leggenda, ma se fa il tifo contro Obama è un poveraccio. È il banalissimo due pesi e due misure adattato a qualunque cosa. È la curva, la cultura ultrà trasferita nella politica. E la cosa più grottesca è che la si trasferisce a seimila chilometri da qui immaginando un'America italianizzata. Sui nostri giornali si parla di partito repubblicano imbarazzato, cosa che risulta soltanto dai commenti - non dalle cronache - di New York Times, Washington Post e Los Angeles Times, ovvero dall'estratto più puro del progressismo Usa. Nulla di male, ma certamente niente che si avvicini all'obbiettività. Repubblica usa addirittura Michael Moore, uno che ha massacrato Obama per quattro anni definendolo una delusione, un bluff, un buffone nelle mani del potere di Washington. Non si sono visti su Repubblica molti articoli firmati Michael Moore in questi anni. Adesso sì, contro Eastwood, che il regista più cialtrone d'America definisce un «vecchio pazzo». Capito? «Vecchio pazzo». Due insulti in uno, perché non ci si fa mancare niente. Soprattutto la coerenza. Distruggere un mito vivente è giusto, agli occhi di questi fanatici: basta che stia dalla parte sbagliata. Eastwood sta lì da sempre, però ha commesso l'errore di aver fatto credere che avrebbe cambiato idea, facendosi coinvolgere nell'imbarazzante pro-obamismo di Hollywood. Ha fatto se stesso, a Tampa. Però non sta bene. Non può. Vai con il fango: il saggio diventa un rimbecillito. E chi lo accusa si sente pure intelligente.

Annunci Google
Altri articoli
Commenti

paci.augusto

Dom, 02/09/2012 - 09:34

Non capisco lo stupore dell'articolista; è il solito copione dell'intolleranza dei cosiddetti ' democratici ' progressisti contro chiunque esprima idee diverse dalle loro. Come sempre, si distingue per faziosità Repubblica, seguita pedissequamente da tutta la stampa progressista ' ultrademocratica ' ( a chiacchere !!!). Eastwood può rimanere simpatico o meno ma è certamete un americano che ama il proprio paese e lo ha dimostrato mille volte, malgrado questi critici disonesti!!!

conenna

Dom, 02/09/2012 - 09:49

La cultura del tifo ultrà che si trasferisce alla politica. Ben scritto. La domanda che vorrei porre al Signor De Bellis è se, oltre a scrivere pregevoli articoli su questo Giornale, qualche volta ne legge anche il contenuto o i titoli. Ecco, se il Giornale avesse titoli e articoli un po' meno gridati e schierati (proprio come fanno gli ultrà) tornerebbe ad essere più credibile. Forza De Bellis dia una mano anche Lei.

giovanni PERINCIOLO

Dom, 02/09/2012 - 09:51

Eastwood non ha nulla di che preoccuparsi, ricevere la patente di "vecchio rincoglionito" da una banda di rincoglioniti vecchi e meno vecchi e giovani la cui coerenza e intelligenza é dimostrata dai loro stessi scritti (e scripta manent....) é un onore!

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Dom, 02/09/2012 - 09:56

Virgilio a Dante dice:"Non ti curar di lor, ma guarda e passa...". Hai una meta da raggiungere e quindi un percorso da compiere, vai avanti senza curarti di queste miserie. Sempre che il percorso, il fine, l'ideale, la meta ci siano. Per esempio, ci sono nel campo del popolo liberale? Il popolo liberale ha una meta e sa come fare ad arrivarci? E, per caso, fa di tutto per arrivarci? Ho l'impressione che il popolo liberale non sia più né caldo, né freddo e quindi sia tiepido...se stiamo alle parole del Vangelo, il tiepido viene rifiutato. Per concludere: parlateci di valori, di ideali, di traguardi, di percorsi. A noi interessano solo queste cose! Grazie.

bruco52

Dom, 02/09/2012 - 10:15

Il solito copione dei sinistri, che recitano la democrazia a loro uso e consumo......se non partecipi alla loro sceneggiatura sei un retrogrado, un fascista e non capisci niente di politica....solo loro sono i migliori e gli altri tutti stupidi....o rincoglioniti...

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Dom, 02/09/2012 - 10:29

sono con klint , obama è un nobile escremento della terra . bisogna ascoltare la signora obama quando parla , ti fa venire la rabbia nello stomaco . lei è nobile , lei è intelligente , lei è il massimo e il popolo che non voterà suo marito , gentaglia . poi ha parlato dei soldati . mi è venuto da vomitare . ha affermato che non sapeva cosa facesero in giro per il mondo , pensava non morissero ed in ultimo ha affermato che la sindrome del golfo se la sono inventata i giornali , i loro militari non soffrono , certo se sono morti non soffrono . a questo punto voto per romney , sarà stupido , ma almeno ragiona . la obama e consorte è una gran stupida

marvit

Dom, 02/09/2012 - 10:47

Stiamo con i piedi per terra.Nel globo esiste la specie umana è quella degli umanoidi.Gli umanoidi,anche se fisicamente uguali agli umani,purtroppo sono prodotti privi di massa critica e quindi anche del senso della vergogna.Dobbiamo,per pietà religiosa,accettarli così come sono:la colpa è della natura.Loro sono stati sfortunati

mariolino50

Dom, 02/09/2012 - 11:35

Voi che scrivete qui sopra, ma lo sapete che le differenze trà repubblicani e democratici in America sono minime, l'unico parallelo che mi viene sono le differenze trà rifondazione e i comunisti italiani, ossia questioni di lana caprina, sono ambedue molto a destra, la differenza in angolo starà trà 5 e 10 gradi, quelli che loro chiamano liberal, da noi sarebbero destra pura, e gli altri ancora più là, basta guardare gli esaltati della supremazia bianca e tutte le sette che sostengono i repubblicani, ora compreso il vaticano, come può sostenere gente che vorrebbe far sparire i poveri togliendoli tutto.

cividale

Dom, 02/09/2012 - 12:25

In effetti questo rimbambito di Eastwood per 12 minuti di stupidita' ha bruciato anni e anni di simpatia che varie nazioni aveva per lui come l'americano diritto,corretto e buono.Ora quasi tutti(americani compresi)l'hanno mandato alla spazzatura proprio per quei 12 minuti che non avevano senso.

FRANCK56

Dom, 02/09/2012 - 12:54

A leggere questi commenti (articolo compreso) non mi sembrano faziosi gli altri,bensi' voi,se il grande attore spara fango su Obama,questo e i suoi hanno diritto di replicare a dovere,mi pare che le promesse fatte dal repubblicano non stiano ne'in cielo ne' in terra,date degli intolleranti ai sinistri.....voi destri in quanto a intolleranza non siete secondi a nessuno. Saluti a tutti.

marioparcia

Dom, 02/09/2012 - 12:55

Indipendentemente dalle posizioni politiche mi sembra che il dialogo di Clint Eastwood con la sedia sia stato penoso. Poi Eastwood lo si applaude sempre perché è un personaggio, ma lo show non era né divertente né interessante politicamente - l'unica parte interessante è quello che Eastwood ha detto prima della scenetta. Per completezza bisogna aggiungere che anche le parodie apparse in rete sono patetiche.

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 02/09/2012 - 13:20

Caro Clint dovresti sapere che la macchina del fango obama, e´un dono dei comunistoidi europei.A loro piace che altri mussulmani vengano in europa , sono voti , futuri e presenti in alcune nazioni.Cosi contenti loro sara contento obama, di continuare a far cadere Assad e marciare direzione Teheran;e dopo di cio avremo la calata dei mongoli arabi.A dir la verita Nessun barbaro che calo in italia ci rovino come ci stanno rovinando adesso questi amici del mussulmano.Il prossimo esodo e gia in arrivo.

Nemodago

Dom, 02/09/2012 - 15:26

Mah...Eastwood ha sempre partecipato alle convention repubblicane e nessuno aveva mai detto niente di particolare. Il fatto e' che 1) Romney e i suoi sono proprio impresentabili, dei fanatici reazionari che stanno mettendo in imbarazzo molti conservatori seri (fatevelo dire da uno che in America ci vive). In confronto Bush Jr e' Roosevelt 2) Eastwood che parla alla sedia vuota era francamente ridicolo, sembrava veramente un vecchio rinbecillito. In questo giornale vedono comunisti fanatici ovunque, SVEGLIA!! (senno' rischiate di apparire voi i primi intolleranti). Eastwood e' da secoli molto apprezzato senza alcun pregiudizio dalla comunita' di hollywood (tradizionalmente quasi tutta schierata nel campo liberal), come dimostrano i suoi oscar. Ma stavolta e' stato imbarazzante come il candidato che e' andato a sostenere.

Nemodago

Dom, 02/09/2012 - 15:33

Un ultima cosa: caro marforio, spero tu sia un troll o qualcosa di simile, altrimenti saresti la dimostrazione vivente di quali sciocchezze e' capace di dire un certo dipo di fanatismo (che esiste a destra come a sinista). A proposito di macchina del fango: quella repubblicana in questi anni ha funzionato cosi' bene che pare che il 15% degli americani sia sinceramente convinto che Obama sia musulmano...ci credi pure tu? O magari e' un alieno, un venusiano??

giuseppe.galiano

Dom, 02/09/2012 - 15:51

Ed io che ero convinto che la merda in politica fosse solo in Italia. Non possiamo lamentarci troppo, eh mister Clint?, anche da voi ci sono gli stronzi radical chic. Pazienza, le persone che non hanno portato il cervello all'ammasso l'hanno capita, mister, e la ringraziano per la sua saggezza.

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Dom, 02/09/2012 - 16:25

Frank56: quindi è intollerante chi critica gli intolleranti. Come dire che mi hai dato uno schiaffo ed ho reagito massacrandoti di botte.Se ti facevi i cazzi tuoi, non ti succedeva, ERGO, non puoi definirmi manesco.DALTON RUSSELL.

clamor

Dom, 02/09/2012 - 16:44

Merito della globalizzazione, ormai tutto il mondo è paese, come si dice. Non si è scoperta adesso l’incoerenza nella politica mondiale, secondo voi perché all’abbronzato Obama è stato dato il premio Nobel per la pace appena è stato eletto, senza aver fatto benchè una minima azione per la pace, insomma: a prescindere ???

Gianrico

Dom, 02/09/2012 - 16:45

Direi molto argomentate politicamente le osservazioni di quel panzone di Moore. "Vecchio pazzo": che accusa incontestabile, che fine dicitore, che eloquio, che validità di considerazioni. Che democratico...

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Dom, 02/09/2012 - 17:39

Clint Eastwood non è affatto rincretinito, se va contro Barak Obama,è semplicemente l'icona,benché eccellente, di un mondo differente, parallelo, finto! E facilmeente va oltre la recita entrando in un personaggio irreale,come il mondo ,diciamo , Holliwoodiano, per non limitarlo alle recite da teatrino con sedie vuote a rappresentare un interlocutore difficile,di tutt'altra" pasta".Dico che se un politco, con l'ambizione della casa bianca ha necessità di essere "letto" dal fine dicitore, rimane piùcché poco credibile,il politico non il "fine dicitore" e poco gli si addice l'ambizione detta!

andrea monaco

Dom, 02/09/2012 - 17:52

sono pienamente d'accordo con Conenna

AleVen

Dom, 02/09/2012 - 17:55

Clint Eastwood fa le sue scelte legittime e non deve rendere conto a nessuno. Ma il vice di Romney andrebbe approfondito, scoprireste che ha idee strampalate (ve lo dice uno che vive negli States)... lasciate perdere di cavalcare i Tea Party per favore

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Mar, 04/09/2012 - 13:56

Sono Comunisti (anche se Democratici), tutto il mondo è paese. In italia quando intercettavano quelli del Centro Destra tutti i Media di Sinistra approvavano (anche Re Giorgio mandava indietro i Decreti proposti dal Governo). Adesso che tra gli intercettati ci sono personaggi di Casta della Sinistra, i magistrati opera fuori delle Leggi. Se nion stai con loro sei FASCISTA (anche tra loro) che ridere..........