Siria ed Egitto come la Libia: islamisti campioni di inganni

I Fratelli musulmani hanno costruito notizie toccanti per spingere l'Occidente a (disastrosi) interventi

La fiducia è una cosa seria. Riservata alle persone serie. Il rischio in Siria è, invece, di schierarci con chi si fa beffe della nostra fiducia, della nostra buona fede e della nostra disponibilità alla compassione. Tutti temi in cui la Fratellanza musulmana, artefice della ribellione, ha una consolidata tradizione. Dalla Fratellanza musulmana nasce Hamas, l'organizzazione maestra nell'innescare le rappresaglie israeliane e moltiplicarne poi il numero delle vittime. Alla Fratellanza erano legati i militanti di Bengasi trasformati in protetti della Nato grazie alle «bufale» di Al Jazeera.

Alla Fratellanza appartengono i militanti egiziani pronti a piangere centinaia di «fratelli» caduti, ma anche a ospitare nei propri cortei - come documentano le foto esclusive de Il Giornale - gli armati chiamati a sparare sui militari e a innescarne la reazione.

E Fratelli musulmani sono quei rivoltosi siriani puntualissimi nel denunciare un attacco con i gas perfettamente «sincronizzato» con l'arrivo a Damasco degli ispettori Onu chiamati ad indagare sulle armi chimiche.

Hamas e le resurrezioni di Jenin e Gaza

Nell'aprile 2002 quattro militanti di Hamas portano a spalla una barella con un cadavere coperto da una bandiera dell'organizzazione nata da una costola della Fratellanza Musulmana. Siamo a Jenin, la città dove per dieci giorni Israele ha stretto d'assedio i militanti palestinesi. D'improvviso i quattro inciampano e barella e «defunto» franano a terra. A rialzarsi però non sono, come documentano le riprese di un drone israeliano, solo i quattro barellieri, ma anche il «cadavere» prontissimo a risaltare nella lettiga. La mesta processione precipita nuovamente nel grottesco quando i quattro tornano ad inciampare e il «morto» torna a «rialzarsi» terrorizzando un gruppo di civili convinti di aver davanti uno zombie. La farsa inscenata da Hamas per moltiplicare i 54 caduti palestinesi dell'assedio di Jenin si ripete negli anni a venire. L'ultima rappresentazione va in scena a Gaza nel novembre 2012. Anche lì una presunta vittima delle bombe israeliane, un uomo in giacca beige e maglietta nera trascinato dai soccorritori, riprende vita al termine delle immagini destinate alla Bbc. Poi si rialza, si guarda attorno e soddisfatto s'allontana.

Le finte fossi comuni di Al Jazeera in Libia

In Libia nel 2011 i video e le immagini fornite dai ribelli ad Al Jazeera e Al Arabya spingono le opinioni pubbliche occidentali ad appoggiare la richiesta di una «no fly zone» santificata dal voto dell'Onu e realizzata dalla Nato. I falsi storici con cui l'emittente del Qatar prepara il terreno a un intervento militare «indispensabile» per fermare i «massacri» di Gheddafi sono due. Il primo nel febbraio 2011 documenta un presunto intervento dei Mig del Colonnello scesi in picchiata nelle strade della capitale per mitragliare i dimostranti. La notizia è palesemente falsa, ma l'Occidente se la beve come un caffelatte a colazione. Così, subito dopo, si ritrova servite le immagini di un cimitero spacciato per fossa comune in cui verrebbero sepolti gli oppositori uccisi dalle milizie governative. Non è vero niente, ma intanto il Colonnello diventa un mostro sanguinario. Un mostro da eliminare con l'aiuto di un Occidente obbligato a difendere i più deboli e chiamato ad instaurare libertà e democrazia.

Egitto, i cortei armati dei Fratelli Musulmani

Queste foto, parte di un dossier esclusivo fornito a Il Giornale, dimostrano come la reazione dell'esercito sia stata innescata dai militanti di Hamas armati di pistole e kalashnikov. I militanti mascherati vengono mandati a sparare contro le postazioni dei militari dopo essersi mescolati ai cortei di protesta della Fratellanza Musulmana. Gli uomini armati utilizzano i dimostranti come scudo innescando la reazione dei militari che causerà centinaia di vittime. La presenza dei militanti armati cambia la dinamica di un massacro attribuito al cinismo di una cricca di generali pronta a tutto pur di costringere alla resa i sostenitori del deposto presidente Morsi.

Siria, il gas stermina i bimbi e risparmia i soccorritori

Le immagini di Ghouta, la località dove il governo avrebbe usato i gas sono devastanti dal punto di vista emozionale, ma assai ambigue dal punto di vista documentale. La contraddizione più evidente è la mancanza di protezioni da parte dei presunti sanitari arrivati a soccorrere le vittime. L'altra è la sistematica plateale teatralità con cui i bambini deceduti vengono allineati davanti agli obbiettivi. Ad Halabja nel marzo 1988 i gas di Saddam non fecero distinzione tra vittime e soccorritori e sterminarono chiunque non si fosse allontanato. A Ghouta nessuno fugge, non c'è un clima di panico e gli ospedali continuano a funzionare. L'impressione è di un attacco circostanziato e molto limitato. E questo fa sorgere due grossi interrogativi. Perché Assad avrebbe atteso due anni e mezzo prima di usare i gas salvo poi impiegarli sotto gli occhi degli osservatori dell'Onu? E soprattutto perché incominciare da una zona dove il regime non è militarmente in difficoltà e dove non viene sfruttato il vantaggio tattico offerto dall'arma chimica per riconquistare il territorio e nascondere le prove?

Commenti
Ritratto di bergat

bergat

Mar, 27/08/2013 - 08:48

Purtroppo la strategia degli islamici è reietta e truce. La colpa è però del l'occidente. Era meglio quando c'era Saddam Mubarach e Gheddafi. Purtroppo non è il popolo a decidere, ma leader che esplicano in questo modo la loro vanità. e noi popolo europeo pagheremo in futuro il conto per una , chiamiamola così, instabilità ovvero con un terrorismo crescente. Che ne sappiamo noi oggi di quegli immigrati che facciamo entrare in Italia, se si nasconde un futuro terrorista?

ABU NAWAS

Mar, 27/08/2013 - 09:01

E GLI INGENUI OBAMA E CAMERON CI CASCANO ANCORA........ AGLI INGENUI DELL'OCCIDENTE,NON E' BASTATA LA FIGURACCIA CHE HANNO FATTO CON I LORO DISSENNATI INTERVENTI DAL VIETNAM ALLA KOSSOVO, DALL’IRAK ALLA LIBIA?? SPERIAMO CHE L'ITALIA NON RIPETA L'IMPERDONABILE ERRORE DELLA LIBIA, E SI RIFIUTI DI CONCEDERE BASI AI BELLICOSI OBAMA,CAMERON E FABIUS. QUESTA VOLTA NON C'E' DA BUTTARE GUU' UN FOLKLORISTICO BEDUINO: C'E' IL RISCHIO DI UN CONFRONTO NUCLEARE CON LA MUNITISSIMA BASE RUSSA DI lATTAQUIE, DI CUI GLI SPROVVEDUTI ALFIERI DELLA DEMOCRAZIA SEMBRA ABBIANO TRASCURATO LA PRESENZA!!! TUTTO IL MEDITERRANEO NE VERRA' DEVASTATO, E SAREBBE OPPORTUNO CHE L'ITALIA MANIFESTASSE CHIARAMENTE LA SUA TOTALE NEUTRALITA', ASTENENDOSI DA TEMERARIE SE NON STOLTE ALLEANZE!!!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mar, 27/08/2013 - 09:08

La menzogna è l'arma preferita dell'islam tanto da codificarla e praticarla sempre e ovunque. Basta averne una infarinatura elementare. Cosa che il nero sembra non avere.

Nadia Vouch

Mar, 27/08/2013 - 09:17

Hanno degli occidentali l'immagine di gente debole, da dominare. Quindi, usano ogni mezzo idoneo a trattarci da babbei e per trovare giustificazioni per colpirci. Qui a preoccupare devono essere i sicuri morti futuri che si avrebbero in caso di intervento.

gisabani

Mar, 27/08/2013 - 09:22

Il Giornale e Libero non si smentiscono mai sia in politica/cronaca interna che estera. Ecco perche se gli stranieri dovessero votare in Italia mai uno vota PdL proprio questa schiera di cosiddetti giornalisti che sostengono il puttaniere vero proprietario di quei 2 giornali. Pubblicare grazie.

icioi

Mar, 27/08/2013 - 09:28

scusate ma riguardo all'uso di armi chimiche in siria rcentemente, MEDICI SENZA FRONTIERE DICHIARA:"350 morti per armi chimiche". questa dichiarazione è stata riportata da agenzie di informazione come adnkronos, certamente non politicizzate, e nemmeno medici senza frontiere. quindi, come lo spiegate questo???? ovviamente potrebbero esser state usate anche dai ribelli, e questo sarà un problema da dimostrare.. COSA PENSATE VOI? GRAZIE

gi.lit

Mar, 27/08/2013 - 09:28

Intervenire in Libia è stato un madornale errore. Specialmente da parte dell'Italia che fra l'altro non aveva alcun interesse a farlo. Una delle tante sciocchezze commesse dal Cav. che per giunta non seppe nemmeno arginare l'ondata di sbarchi di clandestini che ne seguì. Comunque sia, mai fidarsi degli islamici di qualunque tendenza essi siano. In quanto ad Obama è un incapace inaffidabile.

icioi

Mar, 27/08/2013 - 09:30

Giunge dall'organizzazione internazionale "Medici senza frontiere" la prima conferma indipendente dell'uso di armi chimiche nella regione di Damasco, anche se Msf non può dire chi le abbia usate. Circa 355 pazienti con "sintomi neurotossici" sono morti in Siria negli ospedali dove opera Medici senza frontiere e dove, dal 21 agosto scorso, sono state curate circa 3.600 persone, oggi l'organizzazione in una nota. "I sintomi che sono stati segnalati, il modello epidemiologico di questo evento - caratterizzato dall'enorme afflusso di pazienti in un periodo di tempo molto breve, la provenienza dei pazienti e la contaminazione dei soccorritori e del personale che ha fornito il primo soccorso - suggeriscono fortemente la massiccia esposizione a un agente neurotossico", ha sottolineato Msf. http://www.tmnews.it/web/sezioni/top10/medici-senza-frontiere-a-damasco-certamente-usate-armi-chimiche-20130824_174904.shtml

Nadia Vouch

Mar, 27/08/2013 - 09:39

@icioi. Il problema è che non si sa cosa pensare. Non c'è la certezza di chi abbia usato il gas.

Cinghiale

Mar, 27/08/2013 - 09:40

Evviva la primavera araba, sono liberi dai dittatori, gioite genti abbiamo dei fratelli dall'altra parte del mare da aiutare, sfamare, vestire e mantenere. Le armi chimiche? Dovevano esserci in Iraq, non è stato trovato niente, ormai non ci credo più.

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Mar, 27/08/2013 - 09:40

Gisabani, e meglio che continui a radrizzare bannane con il c...o! Cosa centra il nano con questo articolo? Vai a scrivere altrove pezzente mentecato! I Palastinesi hanno sperimentato per anni l'inganno della guerra e le nazioni islamiche l'hanno messo in pratica! Da buoni vigliacchi (come i ns sinistroidi) fanno dell'inganno una verità. Se attaccano la Siria ci saranno ripercussioni enormi anche a livello economico mondiale e Il Nero di USA lo sa!

paolonardi

Mar, 27/08/2013 - 09:41

Dasterebbe che i nostri imbelli governanti, con in testa qull'omuncolo che presiede gli USA, leggessero il corano (minuscolo) per capire la mentalità del fanatico religioso che segue l'islam. Non cadrebbero nelle trappole che tali individui predispongono aiutati dal lassismo di quell'ente inutile e dannoso che e' l'ONU. Vi ricordate le elargizioni economiche a pioggia per fermare i primi attentati? Che fessi!

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 27/08/2013 - 09:50

Ma parliamoci la verita´.tutto cio e costruito sistematicamente dal colorato mussulmano. Di sciocchi ne e pieno il mondo , ma in tempo di Internet essere cosi stupidi solo per essere politicalmente corretti , anche voi giornalisti dite solo menzogne. Abbiate il coraggio di dire la verita.Perche come e successo in passato in tutto il nord africa a cose finite la verita e´ gia morta e sepolta.Siamo stufi di farci clorare il cervello da questi infami rossi, massoni e sauditi.

Cinghiale

Mar, 27/08/2013 - 09:51

Il gas, se usato, potrebbe essere stato per mano dei fratelli musulmani, un pò come i nostri partigiani travestiti da tedeschi che uccidevano i contadini in Emilia per fomentare le rivolte contro i tedeschi in fuga.

Nadia Vouch

Mar, 27/08/2013 - 09:52

Un esperto militare spiegava ieri che è vero che solo i militari dell'esercito siriano sono in grado di armare delle testate con gas. Ma poi si parla genericamente di gas e non di come il gas sia arrivato esattamente sulle vittime. Inoltre, con la caduta di Gheddafi, sparirono dalla Libia scorte di gas, non si sa da chi sottratte e mai ritrovate. In questo caso, un furto in tal senso poteva essere effettuato anche da qualunque fazione dei cosiddetti "ribelli".

Efesto

Mar, 27/08/2013 - 09:57

Purtroppo la "dissimulazione", parola ambigua che di fatto significa menzogna, è descritta nel corano come cosa buona se in favore dell'islam. Questa dissimulazione viene poi accolta anche da molti "occidentali" per maturare interessi di settore. Questi "occidentali" non si rendono conto che pur vincendo la battaglia di settore perderanno la guerra perché gli islamici sono tanti e tutti questi singoli successi ne provocheranno prima o poi l'unione. Torniamo alle crociate?

icioi

Mar, 27/08/2013 - 10:02

Concordo con il primo post di Nadia Vouch.. secondo me il problema sarebbe dimostrare CHI ha usato armi chimiche... Noto da una parte l'atteggiamento dei governi "occidentali", pronti ad intervenire contro assad in quanto avrebbe usato mezzi illegali per sopprimere le proteste del suo popolo... dall'altra parte l'atteggiamento di Russia, Iran e company che se ne fregano se il regime massacra il suo stesso popolo con ogni mezzo possibile... che str**zi!!! Quello che mi preoccupa è che in mezzo ai cosidetti "ribelli" ci siano militanti di al qaeda in massa... è chiaro che ormai stiano tentando di prendere il potere in tutti gli stati in cui è esplosa la primavera araba...

gisabani

Mar, 27/08/2013 - 10:08

Willy Wonker, il pezzente saresti tu e colui che che ti ha dato questa educazione. Non aggiungo altro non sapendo di che e di quanto letame sei fatto.

Paul Bearer

Mar, 27/08/2013 - 10:10

Certo che tutti quei corpi così in bell'ordine qualche sospetto che sia una bufala lo fanno venire. E poi quando gli islamici ci mettono di mezzo i bambini...

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Mar, 27/08/2013 - 10:16

I guerrafondai non ci cascano. Sanno benissimo com'è la realtà, aspettavano solo il pretesto, autocostruito, per scatenare la guerra. Daltra parte, dopo l'Irak, erano "disoccupati" e gli arsenali rischiavano di straripare. Bisogna smaltire un po di bombette ............

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Mar, 27/08/2013 - 10:16

I guerrafondai non ci cascano. Sanno benissimo com'è la realtà, aspettavano solo il pretesto, autocostruito, per scatenare la guerra. Daltra parte, dopo l'Irak, erano "disoccupati" e gli arsenali rischiavano di straripare. Bisogna smaltire un po di bombette ............

gibuizza

Mar, 27/08/2013 - 10:16

Loro saranno anche maestri di inganni ma la stampa nazionale italiana è campione di "boccaloneria"! Su molti siti di giornalisyti indipendenti sono già apparsi articoli, con fotografie e dichiararazioni diresidentio, che denunciano tutte

gibuizza

Mar, 27/08/2013 - 10:23

Maestri di inganni loro ma boccaloni noi. Possibile non si sappia mai chi sono le persone che informano, per visione diretta, le varie agenzie di stampa o le varie tv? Chi gira tranquillamente filmati con i telefonini mentre la gente muore per il gas nervino? Perchè non si riportano le informazioni di ambasciatori, consoli, vescovi cristiani, autorità del posto?

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mar, 27/08/2013 - 10:24

Ridicola l'indignazione per l'uso del gas. Voglio ricordare a tutti che le pallottole ne ammazzano molti di più. Per non parlare poi del massacro sistematico dei cristiani da parte dei "coraggiosi ribelli". Il gas UCCIDE, vero, ma non stupra ne tortura. Leggetevi questo, grazie.“I terroristi islamici hanno rapito 200 donne cristiane: saranno stuprate fino alla morte”. La tragica denuncia di un sacerdote siriano di Padre Nader Jbeil Ma per queste atrocità NESSUNO non si muove. Manco il PAPA.

diegom13

Mar, 27/08/2013 - 10:26

Sì, ma anche no: Al Jazeera mente tanto e quanto mentono i "nostri" mezzi di informazione e deformazione, e lo fa in maniera funzionale a regimi più occidentali che mediorientali. Se non altro, perché alcuni governi occidentali sono ricattabili con due armi: quella degli investimenti e quella demografica. Vogliono quello che devono volere, ma alla fine si creano anche delle sinergie. Per esempio, la Francia di Sarkozy partì lancia in resta contro Gheddafi perché particolarmente sensibile alle immagini di Al Jazeera, certo, e come sappiamo il canale - insieme ad Al Arabija ed altri - è molto seguito nelle banlieues. Ma ancor di più perché: a) gli investimenti qatarioti in Francia sono decisamente consistenti; b) un imprenditore che inizia per B e non è Berlusconi necessitava di uno sbocco sul Mediterraneo, aveva trovato un accordo con le autorità di Bengasi ma Gheddafi bloccava. Naturalmente le autorità di Bengasi erano le stesse che governano ora dopo la "rivoluzione". B era un noto amico di Sarkò, gli investimenti del Qatar non sono venuti meno, un dispetto all'odiato vicino italiano è stato fatto e ci si è pure quasi liberati del B nostro, la Lega Araba si è aperta all'interventismo occidentale nel mondo arabo... Allora, Al Jazeera a chi li ha fatti i favori?

Nadia Vouch

Mar, 27/08/2013 - 10:56

@diegom. Quindi, se non ho capito male, Lei sostiene che Al Jazeera, che notoriamente concede molto spazio agli oppositori, quindi in questo caso ai "ribelli", tanto da essere invisa al governo siriano, sarebbe informazione (o deformazione) filo-occidentale, cioè "funzionale a regimi occidentali? Non mi pare.

makkivi

Mar, 27/08/2013 - 11:01

Un bravo a Gian Micalessin. Finalmente un giornalista che usa la capacità critica per analizzare i fatti. L'attacco coi gas non c'è stato per il semplice fatto che l'effetto sarebbe stato come quello Halabja in Iraq con migliaia di morti. Assad non ha bisogno di lanciare gas perchè in molte zone ha preso il sopravvento grazie alle migliaia di combattenti hezbollah e iraniani. Inoltre per sganciare gas occorrono condizioni particolari e non semplici da gestire (assenza di vento, tiro preciso e mirato, precauzioni in chi lancia i gas) che non ci sono state. Inoltre l'avvelenamento da gas è facilmente riscontrabile nell'analisi dei corpi così come si poteva facilmente riscontrare sui nostri poveri caduti nella prima guerra mondiale, morti nelle posizioni più disparate e non allineati come statuine. Gli islamici sunniti del FSA vogliono a tutti i costi un intervento occidentale per poter massacrare gli sciiti, gli alawiti, i cristiani, i curdi, poichè sono stati messi nell'angolo da Assad e dagli iraniani. Obama è un presidente che ha grandi simpatie per i fratelli mussulmani e l'Islam sunnita (prego, leggere il discorso del Cairo di Obama di pochi anni addietro) e se interverrà dimostrerà di essere o un idiota oppure colluso con la fratellanza (non dimentichiamo che sua padre era mussulmano e quindi per la sharia Obama è considerato ancora mussulmano. Bravo ancora a Micalessin per dimostrarci l'evidenza della menzogna degli islamici con un analisi semplice, critica e impeccabile.

alberto_his

Mar, 27/08/2013 - 11:07

Caro Gian, a nulla serve rincorrere la verità e separarla dalla menzogna. Le azioni criminose che stanno per essere portate avanti dai soliti noti in Siria non si basano su evidenze o sulla realtà dei fatti, la verità è ininfluente ai fini delle scelte; conta la percezione che si riesce a dare, il ripetere come un mantra un versione della realtà anche artefatta e palesemente incongruente. L'opinione pubblica si è bevuta tutto dall'11/9 (incluso) fino a oggi senza che ci fossero reazioni palpabili, pur rilevando che il gioco inizia a mostrare la corda. Infiltrazioni o sceneggiate mediatiche come quelle descritte nell'articolo possono essere avvenute da parte di chiunque, anche e soprattutto da chi intende screditare i movimenti di resistenza.

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Mar, 27/08/2013 - 11:21

Gisabani, si vede l'immensità della tua intelligenza da cosa scrivi! Hai imparato da Grillo, Santoro o Travaglio? Si capisce che sei un lettore di Republica o del Fatto, ma puoi fare uno sforzo e PENSARE, e renderti conto di quanto sei demente!!

Ritratto di Riky65

Riky65

Mar, 27/08/2013 - 11:22

Insomma gli usa stanno dalla parte degli integralisti islamici ......gli stessi che hanno tirato giù le torri? mmmmm fatemi pensare......quindi gli usa sono integralisti e hanno tirato giù le torri ! troppo semplice? L'assioma e stiracchiato?

Ritratto di unicobatman

unicobatman

Mar, 27/08/2013 - 11:24

perchè scrivete irak con la kappa finale?

Edith Frolla

Mar, 27/08/2013 - 11:44

A proposito del tentativo di identificare la logica (se pure ne esiste una) delle attuali politiche americane in Medio Oriente:la spiegazione "super-complottista" è che tutto dipende dalle straordinarie prospettive aperte dallo sfruttamento degli "shale oils", con la quasi-certezza che nel giro di pochi anni gli Stati Uniti non solo copriranno tutte le loro necessità interne, ma arriveranno addirittura ad essere il primo paese esportatore. A questo punto, Washington non ha più alcun interesse reale a "stabilizzare" il MO (= stabilire un controllo strategico sulle principali fondi di petrolio, sia per le proprie esigenze che ancor più per poter ricattare concorrenti economici con la Cina, il Giappone e l' Europa). E' invece molto più semplice e vantaggioso spingere la regione (a parte le monarchie tradizionali) verso un caos sanguinolento di guerra civile permanente.E questo (e in particolare, la distruzione degli stati arabi laici) corrisponde anche agli obiettivi strategici di Israele.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 27/08/2013 - 11:49

Gisabani non pensa, pensa per lui il partito. Comunque meglio un puttaniere con i suoi soldi, che i criminali rossi che si sono fottuti 5 miliardi di euro con mps fatti pagare a noi.

gisabani

Mar, 27/08/2013 - 11:50

Willy Wonker, avrei l'onore se io avessi imparato qualcosa da Santoro o Travaglio.In ogni caso comincio a delineare il tuo profilo sociale:sei un treno di letame. Vero?

pietrom

Mar, 27/08/2013 - 11:55

Obama non puo' non sapere chi c'e' dietro i ribelli siriani: i Fratelli Musulmani e Al Quaeda. Obama non poteva non sapere chi c'era dietro i ribelli libici: i Fratelli Musulmani. Se li favorisce, agevolando la sostituzione di regimi dittatoriali con regimi islamisti ben piu' sanguinari, si deduce che Obama lavori per i Fratelli Musulmani. Lo stesso vale per tutti gli altri governi che appoggiano tale strategia senza far sentire la loro voce. Lo stesso vale per il Vaticano.

Ritratto di maurocnd

maurocnd

Mar, 27/08/2013 - 11:55

Vero o falso non lo so. Avendo lavorato per circa 15 anni con loro e per loro nei loro paesi, posso dire di non aver mai conosciuto gente più falsa e subdola. Attenzione, ne ho conosciuti solo qualche centinaio, questo non vuol dire che siano tutti così. Ma se il buongiono si vede dal mattino...

pietrom

Mar, 27/08/2013 - 11:58

Il Vaticano: una volta mandava le Crociate. Ora se la fa sotto, ops, porge l'altra guancia. Un deciso peggioramento, soprattutto considerando che i principi sui quali si fonda il Cristianesimo non sono cambiati negli ultimi secoli.

Ritratto di benita

benita

Mar, 27/08/2013 - 12:00

ora si spiega il complotto contro il nostro grande silvio da sempre paladino dei cristiani contro la minaccia mussulmana,amici stringiamoci attorno al nostro leader unico baluardo per respingere l'invasione islamica e comunista che minaccia la nostra cristiana europa.

gian paolo cardelli

Mar, 27/08/2013 - 12:00

alberto_His: mi spiega lei che opinione si è quindi fatta della faccenda, e sula base di che cosa?

Ritratto di ersola

ersola

Mar, 27/08/2013 - 12:03

bellissimo il commento di cinghiale haahhahah.

Libertà75

Mar, 27/08/2013 - 12:04

@gisabani, educatamente vorrei sapere cosa centra Silvio Berlusconi con la guerra in Siria, la ringrazio, forse non riesco a vedere io. @gi.lit, è vero che c'era ancora SB durante i raid occidentali, ma forse non è un caso che il tutto sia avvenuto quando ormai non contava più nulla e son partiti primi proprio i francesi che non avevano gli stessi contratti sul petrolio degli italiani

Ritratto di enkidu

enkidu

Mar, 27/08/2013 - 12:04

per Gisbani: si rammenta le Armi di distruzione di massa di Saddam, il generale Powell che all'onu mostrava provette, Blair che faceva il discorso dei 45 minuti per intervenire in Iraq ? Rammenta il falso epocale del filmato col padre che teneva in braccio il ragazzino morto che poi è stato ritrovato a giocare mesi dopo (France presse ha ammesso il falso)? Io non dico che non stiamo accadendo nefandezze in Siria, dico che un intervento creerà un altro disastro, attentati con morti a iosa e profughi. Per fare la guerra ci chiedono l'isostutuibile appoggio dalle ns basi (contro la Libia la Merkel col cavolo che ha autorizzato l'uso dellle basi in Germania) e poi i profughi ce li teniamo noi. Pensa che andranno in Grecia, a Malta o nelle nuove democrazie nate da quella bufala gigantesca partorita dalle menti illuse dagli Americani che è stata la Primavera Araba ? Inoltre se non le piace l'articolo del giornale, si informi su fonti a lei più gradite, la verità è sicuramente lì. a noi lasci il piacere delle ns piccole bugie.

Roberto Monaco

Mar, 27/08/2013 - 12:07

Certo che noi italiani, dopo aver massacrato migliaia di civili inermi in Eritrea con l'iprite al tempo del fascismo, possiamo parlare di gas e discernerne a ragion veduta, eh?

pietrom

Mar, 27/08/2013 - 12:10

Riky65: "Insomma gli usa stanno dalla parte degli integralisti islamici ......gli stessi che hanno tirato giù le torri? mmmmm fatemi pensare......quindi gli usa sono integralisti e hanno tirato giù le torri ! troppo semplice? L'assioma e stiracchiato?" - Mi permetta di farle notare un dettaglio: l'11 Settembre e' antecedente all'arrivo di Obama. Quindi gli islamici hanno tirato giu' le torri, Obama e' diventato presidente, e quindi il governo USA e' diventato pro islamico. E' piu' chiaro ora?

aitanhouse

Mar, 27/08/2013 - 12:12

chi e quando ha fornito le armi chimiche a siriani ?non sono forse quegli stessi che invocano un intervento armato? e poi un eventuale intervento armato chi favorirebbe ? i governi in essere o i ribelli dietro i quali si nasconde il fondamentalismo? l'occidente ha interessi diversi nei paesi arabi e diversi oltretutto nel loro stesso ambito, se non contrastanti; gli arabi ne sono perfettamente consci come hanno capito che questo è il momento per affermare la loro leadership su un mondo diviso , allo sballo politico , morale, senza alcuna voglia di interessarsi d'altro se non il mantenimento di uno stato di falsa ricchezza. La guerra santa appartiene al passato ed a quei pochi nostalgici che credono ancora nell'efficacia delle azioni terroristiche, oggi le primavere arabe fondate sulle bugie, sulle promesse fasulle, sul crescente disagio di genti già martoriate, hanno provocato altri grandi flussi migratori nell'ambito del mediterraneo con la conseguente invasione anche dei paesi nordici:ecco la naturale espansione dell'islam con tutte le sue caratteristiche . L'europa si affanna a lodare il multiculturalismo etnico e religioso ,pensa che alla fin dei conti riuscirà ,con il benessere e l'insegnamento della democrazia,a modificare il carattere arabo:una vera illusione!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mar, 27/08/2013 - 12:12

Edith Frolla, quale sarebbe il vantaggio di Israele nell'abbattere i regimi laici arabi a favore di dittature religiose il cui obiettivo dogmatico è lo sterminio degli ebrei affinchè scenda il Mahdi per dar loro il paradiso orgiastico? Imbecillità masochistica allo stato puro?

andrea24

Mar, 27/08/2013 - 12:13

Attenzione alla cosiddetta "falsa controinformazione" che pure esiste.L'ultima cosa da fare è pensare di essere informati nei giornali appartenenti ai settori strategici neo-atlantisti.Non si può far slittare il tutto semplicemente contro "i fratelli musulmani"(come da etichetta),come se da soli dovessero assorbire tutto il problema,in una situazione di ripiego propagandistico, e poi "tutto come prima".Cominciamo a parlare anche del business della shoa.

Ritratto di andrea78andrea

andrea78andrea

Mar, 27/08/2013 - 12:16

le balle forse le raccontano i vostri amici americani, israeliani e della Nato dell ONU dell'UE in generale che prima si infiltrano fanno scoppiare una rivolta colpevolizzano il governo al potere di detenere chissà quali armi e poi intervengono colonizzando lo Stato e schiavizzando il popolo, e dal 1945 che funziona così.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Mar, 27/08/2013 - 12:17

...E' mia opinione che ogni popolo debba conquistarsi la propria libertà affinché possa, in seguito, amarla e rispettarla. E' storia contemporanea. A noi la libertà l'hanno restituita le forze alleate, in particolare americani ed inglesi, anche se altri vorrebbero prendersene il merito, per cui non abbiamo rispetto ne della libertà stessa ne di chi ce l'ha restituita. Si dice che ogni popolo ha i governanti che si merita e se poi se li ritrova con il pugno di ferro significa che è indispensabile per tenerlo a bada.

Emigrante75

Mar, 27/08/2013 - 12:19

Il mondo intero è convinto (prove alla mano) che il tiranno di Damasco sta sterminando il suo popolo. Gli unici ad aver capito come stanno le cose sono la Russia di Putin che si arricchisce vendendo armi, l'Iran (democratico e pacifista) e.... il Giornale. Caro Micalessin, non so quanto tempo lei abbia passato in Siria, Egitto, Libia ecc. (non penso molto perchè laggiù i giornalisti rischiano le palle) ma non le sembra che il suo articolo sia un po' troppo avventato essendo stato scritto da una comoda sedia al riparo da tutti i rischi? Capisco che il Berlusca pensa che siamo tutti pronti a bere qualsiasi cosa ma penso che questo articolo non sia abbastanza documentato per essere credibile.

Ritratto di marystip

marystip

Mar, 27/08/2013 - 12:22

Che fine ha fatto Napoleone Sarkozy in Carlà? Lo saprà tutto questo? Certo che lo sa, certo che lo sa. Franzose de Cambronne.

Ritratto di fabiobonari

fabiobonari

Mar, 27/08/2013 - 12:22

Per i fabbricanti di armi, è urgente un rinnovo delle munizioni.

Oldserver

Mar, 27/08/2013 - 12:22

ma secondo il giornalista la guerra scoppierebbe per quattro foto e due video? ma non sono gli usa quel mostro di tecnologia che controlla il 75% del traffico internet e delle telefonate dei propri cittadini? non sono loro che hanno un sistema di satelliti Spia che possono rintracciarti più o meno in ogni dove?......forse loro sanno quello che succede e forse hanno, comunque, un interesse a scatenare la guerra ma non di sicuro per i "documenti" dei fratelli mussulmani

Titanio

Mar, 27/08/2013 - 12:28

O belli di capelli, guarda che siete voi che avete sempre sostenuto gli interventi militari per ribaltare i governi dittatoriali! Siete voi che sostenete le guerre laddove ci sono interessi economici pesanti e quindi obiettivo primario non far arricchire solo il Saddam di turno. Tutti sappiamo che sono bufale, tutti sappiamo che siete voi che sostenete le bufale per interessi i chi vi da da mangiare. D'altronde Ruby non era nipote di Mubarak?

andrea24

Mar, 27/08/2013 - 12:29

O imbecilli e beoti bananas,tra i primi ad avere rapporti di cooperazione relativamente alla organizzazione dei F.M. furono i "neocon"(proprio in relazione alla Siria),senza i quali,dall'11 settembre in poi,non si sarebbe neppure parlato e della cosiddetta "lotta contro il terrorismo"(in senso ultramediatico e geopolitico),e quindi anche tutta la questione delle guerre in Medio Oriente contro i nemici di turno.

Ritratto di serjoe

serjoe

Mar, 27/08/2013 - 12:30

Noto che nessun commentatore si e' chiesto:come mai Assad ha avvelenato sulla soglia di casa solo civili,donne e bambini che non rappresentano nessun pericolo invece di gassare le migliaia di tagliagole che hanno contribuito a distruggere il paese e quindi salvare i propri soldati ? La risposta palese dovrebbe essere: perche' il gas non l'ha usato lui.Ogni altra risposta e' chiaramente falsa e strumentale a disegni particolari.

Nadia Vouch

Mar, 27/08/2013 - 12:35

@andrea24. Lei parla di "business" per Israele? Che in USA vi siano molti ebrei è noto, così come molti ebrei, aggiungo per fortuna, sono presenti ovunque. Israele è sicuramente in pericolo, così accerchiata. Una guerra là, potrebbe annientarla, poiché sarebbe oltretutto autorizzata a difendersi con ogni mezzo, fino alla fine. E con la disfatta di Israele, sarebbe annientare l'Occidente.

maxaureli

Mar, 27/08/2013 - 12:37

Gian Micalessin... complimenti per il suo articolo!! Finalmente qualcuno ha il coraggio di dire la verita'.

Edith Frolla

Mar, 27/08/2013 - 12:38

Mario Galaverna: la distruzione del concetto di Stato e di Nazione tra i vicini di Israele non può che indebolirne il peso politico e militare, nonché la possibilità di avere alleati a tutela dell'integrità del territorio. Russia e Cina potrebbero allearsi con una Siria o un Egitto laico e pacifico, nessuno si alleerebbe con un Somalia, la somalizzazione dell'area medio-orientale scardinandone l'equilibrio apre facilmente la strada per ulteriori acquisizioni territoriali da parte di Tel Aviv, non è uno scenario irrealistico pensare ad un Canale di Suez sotto tutela israeliana a causa di sempre peggiori disordini in Egitto e si sa che per gli israeliani tutela ed annessione sono sinonimi.

andrea24

Mar, 27/08/2013 - 12:40

Ma chi c'è dietro il movimento dei neo-conservatori americani,che tra l'altro ha avuto la disgrazia di assorbire nel tempo i conservatori americani(che nulla hanno a che vedere con la propaganda del sionismo e e degli USA "prostituta di Israele").I neocon nascono da ambienti e dalla trasformazione di settori dell'ebraismo americano,che ha comunque sempre la sua centrale nella Commissione Giudaica Americana,ovvero la American Jewish Committee). Il "Commentary"(un giornale ) fu l'ambiente dove i neocon nacquero. Attorno alla Commissione Giudaica Americana hanno ruotato anche personaggi politici chiave dell'ultimo periodo,da Bill Clinton a Hillary Clinton,da Madeleine Albright a Peres,da Peres a Ehud Barack,a Bush ecc...A ciò vanno aggiunti presidenti e ministri degli esteri di Paesi terzi,nonché parlamentari.Utile inoltre sapere come la stessa organizzazione promuova l'euroatlantismo e la simbiosi euroamericana.

andrea24

Mar, 27/08/2013 - 12:43

@Nadia Vouch Quale film hollywoodiano ha visto? In secondo luogo,bisogna dire che l'Occidente non è Israele e Israele non è l'Occidente.

Ritratto di depil

depil

Mar, 27/08/2013 - 12:44

il vecchio stalinista non perderà l'occasione di macchiare le sua mani di altro sangue (l'ultimo è stato quello degli amici libici).

moshe

Mar, 27/08/2013 - 12:52

Aldilà di ogni discorso politico, una cosa è certa, dalle primavere arabe, pagate da noi in termini di soldoni e di invasioni di massa di clandestini sul nostro suolo, è scaturita solo la dominazione islamica. Vi ricordate quando c'era la PERSIA? come è finita dopo la deposizione dello Scià? non sarà certo stato il massimo, adesso però è decisamente peggio.

Nadia Vouch

Mar, 27/08/2013 - 12:54

@andrea24. Non ho detto quello che Lei ha capito. Legga meglio. A meno che non voglia imporre una Sua idea. Allora, inutile dialogare. Saluti.

Ritratto di Lorenzo Mazzi

Lorenzo Mazzi

Mar, 27/08/2013 - 12:58

Luigi Piso sta perdeno il primato da demente a beneficio di GISABANI, un fuoriclasse che con pochi post sta oscurando la stella del nostro mito!

-cavecanem-

Mar, 27/08/2013 - 13:00

Al contrario di chi crede ancora alle favole, (cioe' che noi saremmo "gl'ingenui buoni" che si bevono queste frottole, e quindi perdiamo sonno la notte per afrettarci ad aiutare questi poveri civili o ribelli) ci sono ovvi interessi materiali in un possibile intervento, quindi e' palese che certe balle vengono messe in scena in completo accordo con chi a interesse ad "ad intervenire".

andrea24

Mar, 27/08/2013 - 13:00

La strategia neoconiana del tempo,ma ripresa da i prosecutori e camerieri odierni nell'ambito della "guerra democratica",era quella di combattere il cosiddetto terrorismo islamico con l'abbattimento dei regimi e portando la democrazia in Medio Oriente,contro gli "stati canaglia".Quella degli stati cosiddetti canaglia,relativamente ad una traduzione neoconiana di questo concetto,è frutto di quella visione di suddividere(in ambiente neocon)il bene(loro) dal male(gli altri).I neocon,senza i quali neppure questo giornale si sarebbe messo a fare propaganda,e che è una eco americanista,perseguono l'internazionalismo liberale(o di regimi che fanno loro comodo) e,cosa più importante "l'unipolarismo globale".L'accusa delle armi di "distruzione di massa" verso i nemici di turno,fa parte dei "casus belli".

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 27/08/2013 - 13:07

xandrea24-Il suo odio contro gli ebrei si esprime sempre con il solito articolo .Una volta ho scritto andrea24=ausonio-censurato. Lei METTE SEMPRE in mezzo israele come se la nazione si chiamasse prezzemolo.

andrea24

Mar, 27/08/2013 - 13:09

Gli Stati Uniti sono lo Stato terrorista e più canaglia della Terra,dalle bombe atomiche sul Giappone,dove a Nagasaky vennero sterminati più di un terzo dei cattolici del Giappone ai giorni nostri.Riguardo al Giappone,tra l'altro,si può leggere una opera,"la decomposizione dell'angelo",che esprime proprio il fatto di come il Giappone sia stato distrutto dopo l'occupazione americana(e dall'americanismo),da cui divenne uno stato fantoccio.

edo1969

Mar, 27/08/2013 - 13:09

Non vorrei esagerare con le lodi facili ma voi del giornale.it siete sempre un passo avanti! Complimenti. Sapete leggere come pochissimi altri gli scenari di politica internazionale. Altro che le "intelligence" di USA, GB e Francia. Che ovviamente non hanno ancora pensato si possa trattare di un tranello dei fratelli musulmani. Spero ma senza troppe illusioni, che Obama e compagnia anziche passare tempo a abbronzarsi al mare leggano questo sito, forse siamo ancora in tempo. E cosi sapranno anche la verità sull'amico Silvio (sempre sia lodato). Che i Komunisti si annidano nella Cassazione e in ogni parte del mondo. E che la stampa internazionale è in mano alle sinistre. Forza Direttore Salusti!

Ritratto di wtrading

wtrading

Mar, 27/08/2013 - 13:11

Dove sono i nostri giornaloni del c...o ( Repubblica - Corriere - Il Fatto [scusate : questo è il giornalino della magistratura ] ) con i loro scoop e la loro verità in tasca assoluta e donata dal Signor Iddio ? Ma loro non possono. loro si devono occupare di cose...superiori: per esempio Berlusconi. Ma vah!

Sinistra al caviale

Mar, 27/08/2013 - 13:11

gisabani, zeccaiolo, vieni anche tu dal "Falso Quotidiano" vero? ...sappiamo qual'è la tua fonte informativa, tale Ciancimino, mi pare..

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Mar, 27/08/2013 - 13:13

*** Arrivano gli Ameri-cani col loro capo Tiramolla lo sbullonato con la bocca a palla che gli idioti beceri d'Italia considerano komunista. Poveracci gli imbecilli nostrani e criminali i ciucciatori di risorse di altre nazioni con la scusa di portare la democrazia quando già nel loro paese sono peggio dei nazisti. Tutta roba degna degli imbecilli rossi che pur di dare addosso a Berlusconi, come leggo, odiano anche sé stesssi e la loro famiglia oltre la Nostra Patria. Kanker sociale!*

gian paolo cardelli

Mar, 27/08/2013 - 13:16

Come al solito si approfitta di queste notizie per tirare fuori i soliti mantra antiamericani: "ed i sionisti di qua, ed i neocon di la'..." se veramente dodici milioni di ebrei comandano il mondo, vuol dire che questo è popolato da sette miliardi di imbecilli, per primi quelli che danno tutte le colpe ai "sionisti" e non vedono quali disastri provocano tutti gli altri.

Ritratto di Markos

Markos

Mar, 27/08/2013 - 13:16

ersola - mi sa che anche oggi hai sbagliato giornale , guarda che che questo non e' gay-porn la tu pubblicazione di riferimento.

Ritratto di Markos

Markos

Mar, 27/08/2013 - 13:21

Roberto Monaco - non era in Eritrea ma in Abissinia , Capra , ed e' stata una ritorsione Italiana perché gli Abissini usavano pallottole DumDum vietate dalle convenzioni , cioè' esplodenti e avvelenate e fornite da Inglesi Francesi e Americani .

Nadia Vouch

Mar, 27/08/2013 - 13:24

@edo1969. Bene, ci dica: Lei è a conoscenza di un tranello da parte dei fratelli musulmani? Lei fa parte della intelligence ameicana, inglese, europea? Ci illumini. Grazie.

Ritratto di Markos

Markos

Mar, 27/08/2013 - 13:24

Emigrante75 - ci sono anche le testimonianze dei Monaci Cristiani . Torna al tuo giornale comunista di riferimento Gay-Porn.

Ritratto di kanamara

kanamara

Mar, 27/08/2013 - 13:26

Per semplificare questo dibattito (dei mass-media), secondo me gli scenari possibili dovrebbero essere solamente 2 (per evitare le molte sfumature, che spesso sono sono surrogati del realismo): -1) Ogni Continente od ogni Confederazione di Stati con ideologie simili costruisce una muraglia (tipo Muraglia Cinese) ed all'interno quei territori seguono leggi, abitudini scelte politiche che non possono esserte giudicate dall'esterno di quei territori. -2) Ogni Continente od ogni Confederazione di Stati è consapevole che le leggi, le abitudini e/o le scelte politiche che vengono seguite all'interno di quei territori vengono giudicate dall'esterno di quei territori (ed il diritto di espressione, ad esempio l' Art.21 della Costituzione Italiana può essere imposto a territori che non lo comprendono nelle loro Leggi fondamentali).

Ritratto di giuseppe isacchini

giuseppe isacchini

Mar, 27/08/2013 - 13:28

Che sono state usate armi chimiche in Siria a quelli del "THE TIMES", a differenza vostra del Giornale, qualche dubbio è venuto, visto che per l'intera giornata di quel giorno ha tenuto la notizia in prima pagina con tanto di foto, ma quello è il "The Times"...

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Mar, 27/08/2013 - 13:28

Cercate "pallywood" e non accontentatevi di Wikipedia! Troverete roba da ridere e da piangere (non per la commozione). Magari sarà più chiaro il senso dell'articolo. Sekhmet.

MEFEL68

Mar, 27/08/2013 - 13:32

Sapere come stanno realmente le cose è difficile anche per i servizi segreti, figuriamoci per i comuni mortali e i comuni giornalisti. Comunque, continuando a ragionare per sentito dire, non vorrei che anche questa volta ci trovassimo davanti alle "terribili armi di distruzione di massa" che hanno portato alla destituzione e uccisione di Saddam che, pur "godendo" di siffatte armi, non le ha usate neanche in guerra. Forse, sperava di utilizzarle per capodanno.

andrea24

Mar, 27/08/2013 - 13:38

REPLICA A MARFORIO:l'Odio è il suo che ha applaudito alla caduta,assieme a tanti altri di un aereo di lea pakistano,solo perché i morti erano pakistani o musulmani.In secondo luogo,parlare di lobby ebraica,anche in ambito di conservatorismo cattolico,o di cittadini in generale(con i quali si può condividere oggettivamente la realtà),e tra l'altro io seguo anche ebrei che in america ci palrano della lobby israeliana.In altro luogo,a parte i troll che qui anche scrivono come marforio(visto che mi attacca),anche il Giornale può oggettivamente sapere che l'altro commentatore,Ausonio, è altra persona.

Nadia Vouch

Mar, 27/08/2013 - 13:45

@giuseppe isacchini. Guardi che, almeno parlo per me, altri lettori de Il Giornale leggono, abitualmente, anche giornali stranieri. Non siamo più negli Anni Cinquanta/Sessanta e nell'Italia pizza e mandolino. Lo dico, se qualcuno non se ne fosse accorto.

andrea24

Mar, 27/08/2013 - 13:45

Ma voi che parlate di musulmani,che tra l'altro siete ridicoli e lo fate solo per sostenere l'oltranzismo israeliano in ambito provinciale,non sapete che lo stesso israele detiene rapporti con le monarchie del Golfo? Lo dice anche Stratfor.

abocca55

Mar, 27/08/2013 - 13:47

Gli interventi iniziarono in Italia, con le sanzioni, per abbattere l'Italia che dava fastidio con le sue espansioni coloniali, poi Germania e Giappone, poi Hiroshima e le atomiche, il Vietnam, il Kossovo, l'Irak, la Libia, Tunisia, Egitto, ora la Siria. Si parla sempre degli ebrei deportati in Germania, ma mai degli innocenti giapponesi vittime delle atomiche e degli innocenti vietnamiti, o irakeni, o degli eccidi perpetrati dai partigiani. Ci sarà mai una vera pace?

abocca55

Mar, 27/08/2013 - 13:51

La menzogna non è solo l'arma degli islamici, ma anche quella dei sinistri.

Ritratto di stufo

stufo

Mar, 27/08/2013 - 13:54

Fratelli "illuminati".........

Ritratto di scriba

scriba

Mar, 27/08/2013 - 14:11

RITORNA L' ISTITUTO LUCE. La propaganda delle balle in mondovisione non conosce vergogna e anche dopo essere stata smarcherata a più riprese, torna con i suoi documentari modello Istituto Luce di fascista memoria, a raccontare grossolane favole per giustificare redditizie guerre. Il merluzzo essiccato Kerry dopo aver imparato a memoria la filastrocca scritta da Obama il moro, democratico con l' hobby della guerra come l'integerrimo e casto Clinton, recita, con il grugno affranto la sua sofferenza nel dichiarare un' altra guerra. E il coro dei buonisti pacifisti e negatori delle Foibe applaude e s' infervora contro il mostro di turno confezionato ad hoc. Come se improvvisamente a Cuba si verificasse una rivolta contro Castro e le truppe comuniste non sparassero sulla folla e sui bambini cubani. Pensare che siano tutti scemi è troppo facile e riduttivo quindi è più realistico ritenere che siano consapevoli di ciò che fanno e del perchè lo fanno. Dal pacifista mi guardi Dio che dal violento mi guardo io.

gian paolo cardelli

Mar, 27/08/2013 - 14:12

Assodato che sono messinscene la domanda sorge spontanea: a chi sono indirizzate? vediamo: 1) ai "capi di governo" ed enti equiparabili sicuramente no, se siamo in grado noi "poveri mortali" di capirlo, figuriamoci se a quei livelli non se ne sono accorti! 2a) a quei "poveri mortali" OCCIDENTALI che se ne accorgono, sicuramente no, per lo stesso motivo; 2b) a tutti gli altri "poveri mortali", sempre OCCIDENTALI, che non se ne sono accorti... ma sul serio non se ne sono accorti... o fanno finta di non esserlo? 3) ai "poveri mortali" MEDIORIENTALI, che non hanno i mezzi per accorgersene, visto il controllo totale dell'informazione vigente in quei paesi... vuoi vedere che abbiamo trovato il vero "bersaglio", così il reclutamento puo' continuare, il "problema mediorientale" puo' continuare ad esistere ed IL FIUME DI DENARO PUBBLICO INTERNAZIONALE

oscaiola82

Mar, 27/08/2013 - 14:23

Concordo su tutto quanto descritto da Gian Micalessin. Manca però tutto quanto è successo per l'intervento militare della Francia e poi quello dell'Inghilterra, Italia e USA. La Germania se ne guardata bene dall'intervenire! Poi, per quanto riguarda l'Italia, è stato il governo Berlusconi a decidere di accodarsi ai francesi! Il tutto è stato mascherato attraverso un intervento della NATO che, come tutti sanno, dovrebbe intervenire solo quando uno stato membro è minacciato. Ora, non più la Francia, ma l'Inghilterra e gli Usa propendono per un intervento militare in Siria con la scusa dell'uso di armi chimiche da parte di Assan: Ma non gli è bastata la "bufala" delle armi chimiche di Sadam Hussein. A proposito la CIA le sta ancora cercando ?!

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Mar, 27/08/2013 - 14:33

Per me è un errore intervenire in Siria, come lo è stato in Afghanistan, Iraq, Libia ecc ecc. Dobbiamo lasciare che regolino i conti frà di loro, eventualmente intervenire alla fine.

Nadia Vouch

Mar, 27/08/2013 - 14:51

Essenziale e saggio. Bravo @giorgio.peire. Aspettiamo. Loro, altro no sognano, che noi iniziamo per primi. Cari saluti.

Lu

Mar, 27/08/2013 - 14:53

Complimenti per l'articolo! Come al solito Il Giornale è l'unico quotidiano che fa vera informazione e non disinformazione come quasi tutti gli altri! Non si presta ad essere un semplice diffusore delle veline politically correct americane, che puzzano di falso come il pesce marcio! Attaccare la Siria è un errore madornale per l'occidente, perché significa mettere nelle mani degli oltranzisti musulmani tutto il medio oriente, proprio quegli oltranzisti terroristi ed antidemocratici contro cui si è cercato di combattere invano dal 2001. Lo scopo degli americani, servi di Israele, è distruggere l'Iran, coinvolgendolo nella guerra contro la Siria. Tutto il resto sono bufale costruite ad arte, come al solito!

Ritratto di kanamara

kanamara

Mar, 27/08/2013 - 15:06

Alt!, giornalisti buoi (non popolo bue), che da un punto di vista corretto ne beneficerbbe, anche, lo Spread italiano (se venderete i vostri lunghissimi quotidiani da 50 o 60 pagine, nel mondo e pagherete le tasse)!... Adesso capisco cosa intente E.Bonino quando parla di calidoscopio regionale. Oggi ho visto la questione da un altro punto di vista; cioè ho letto che il governo Siriano sostiene che un'attacco contro di loro favorirebbe Israele ed Al-Qaeda (cioè la Mafia monetaria)... il lupo perde il pelo ma non il vizio: dopo aver provato il golpe Venezuelano contro Chavez (documentario visto nel Canale-Sky Current), adesso ci riprovano in Siria: menomale che stavolta, l'Italia stà fuori da queste risse tra Presidenti (Alpha) e ci si può concentrare nel portare lo Spread Italia/Germania ad 1/1 (anche vendendo giornali oggettivi nel mercato mondiale).

Pinozzo

Mar, 27/08/2013 - 15:27

Perche' sig. Micalessin non posta un link per i video dei morti immaginari, per rendere piu' credibile le sue affermazioni? Senno' hanno la stessa credibilita' dei racconti dei ribelli sull'uso delle armi chimiche da parte di Assad.

Nadia Vouch

Mar, 27/08/2013 - 15:30

@kanamara. Cosa intende che un intervento contro la Siria favorirebbe la mafia "monetaria" di Israele e Al_Qaeda? Che strana e bislacca associazione! Ma ci rendiamo conto del primo risultato? Stiamo, tra commenti sui giornali, scannandoci. Magnifico risultato da parte di chi sta seminando veleno, in Occidente.

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Mar, 27/08/2013 - 15:39

***Non ci sarà nessuna guerra! Israele è li accanto, potrebbe essere la sua fine. Non credo che questa volta la siria, l'iran ecc non facciano casamiccio e... morisse Sansone con tutti i Filistei. D'altronde la storia insegna. Non certo agli stolti idioti rossi.*

briegel70

Mar, 27/08/2013 - 15:41

Noto come parecchi lettori cerchino, in questi conflitti mediorientali, contrapposizioni "religiose" (Islamici contro Occidentali), "ideologiche" (pacifisti contro guerrafondai), ecc. Poveri SPROVVEDUTI ! Non hanno ancora capito che il Medioriente è un semplice CAMPO DI BATTAGLIA dove - più o meno malcelatamente - si stanno affrontando gli INTERESSI DI CAPITALISTI contro altrettanti INTERESSI di altrettanti CAPITALISTI. Ciò che li divide (e per questo si danno battaglia in Medioriente) sono i loro INTERESSI DI BOTTEGA. Per il resto, hanno le stesse ideologie e stili di vita. Capitalisti sono gli Americani ma anche i Russi, i Cinesi e gli Stati dell'Unione Europea. Molti essi - poi - credono anche nello stesso Figlio di Dio. Sono Cristiani. Cristiani sono gli Americani ma anche i Russi (Cristiani Ortodossi) e gli Europei (Cattolici o Protestanti). Continuate quindi a credere alla FAVOLA delle Guerre di Religione e a rendervi conto che se c'è qualcuno che invece sta facendo la guerra in quelle zone sono - in realtà - CRISTIANI (o - comunque - non gli Islamici) di Russia, America, Europa, Cina, ecc. che STRUMENTALIZZANO le "Primavere Arabe" per fare i loro INTERESSI !

roberto78

Mar, 27/08/2013 - 15:59

la questione è troppo seria per essere trattata in modo così semplicistico (il titolo in particolare è di una semplificazione mostruosa...): purtroppo l'incongruenza delle mosse dell'occidente rispetto a questi temi è rischiosissima e incomprensibile

Nadia Vouch

Mar, 27/08/2013 - 16:02

@briegel70. Mi spiega, quale vantaggio, ci sarebbe verso una Siria devastata, un Medio Oriente distrutto, uno Stato di Israele accerchiato e quasi annientato e, avendone i mezzi, tutto rivolto a usarli, un Occidente in preda ad attentati terroristici e impegnato con proprie risorse in una guerra senza fine e, in più, sottoposto a una invasione di profughi?

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mar, 27/08/2013 - 16:04

briegel70. Che cumulo di fesserie. Si scannano DOPO la preghiera del Venerdì. Ci sono in azione i jihadisti. Hanno come basi le moschee. Invocano Allah. Si scannano fra Sunniti e Sciiti. Tutti e due scannano allegramente i cristiani MA GLI ISLAMICI NON C'ENTRANO. Poveri tapini sempre innocenti.

precisino54

Mar, 27/08/2013 - 16:19

X icioi- 09:30 e Nadia Vouch – 09:39; il punto cardine è valutare veramente se Msf ed Emergency siano organizzazioni indipendenti o schierate con una parte; poi capire se effettivamente esistono riscontri certi dell'evento; è cosa nota che, approfittando delle difficoltà di movimento per gli occidentali, Saddam nel corso della prima guerra nel golfo ingannò pesantemente le truppe alleate con finti bersagli. In questo caso le perplessità sembrano legittime a meno di non considerare i soccorritori dei martiri suicidi. Esiste poi il problema della quasi contemporaneità con l'arrivo degli ispettori; chi è questo folle che in presenza della pattuglia della stradale fa un sorpasso azzardato? Qualche dubbio su quanto avvenuto ritengo sia più che legittimo, ricordiamoci che trattasi di guerra e di interessi in campo notevoli, se poi abbiamo le prove di simili eventi nel passato non possiamo che fare molta attenzione e non lasciarci condizionare dal nostro buonismo; ricordiamoci pure che da sempre la guerra psicologica ha una forte presenza sui campi di battaglia. Per quelli di una certa età rimando alla prima scena del film "l'uccello dalle piume di cristallo" del maestro dell'giallo-orror nostrano Dario Argento, per capire come una una scena possa essere capita al rovescio dal vero.

briegel70

Mar, 27/08/2013 - 16:20

Userò una metafora per rispondere sia a NADIA VOUCH, sia a MARIO GALAVERNA. Il Medioriente è come un BRANDELLO DI CARNE. USA, RUSSIA, EUROPA, CINA, ecc. sono come dei CANI che se lo contendono e se lo strappano dalle loro FAUCI. SICURAMENTE, ci sono "ANCHE" moventi religiosi o di altra natura... NON DICO DI NO... Ma se dietro non ci fosse lo zampino dei "Capitalisti" che non si fanno scappare l'occasione per STRUMENTALIZZARE (!), non assisteremmo a quello a cui stiamo assistendo...

precisino54

Mar, 27/08/2013 - 16:30

X -Nadia Vouch - 09:52 e -icioi – 10:02; questa mi sembra una posizione più sensata.

gian paolo cardelli

Mar, 27/08/2013 - 16:34

Briegel70, il comunismo non c'è più, e con esso le fesserie che mise in giro per giustificare la sua esistenza, "capitalisti cattivi" inclusi: non se n'è ancora accorto, vedo...

Nadia Vouch

Mar, 27/08/2013 - 17:12

@precisino54. Dovremmo, a mio avviso, distinguere le informazioni delle quali, scansando ogni strumentalizzazione, siamo già in possesso, da quelle immaginate. Qui, parliamo di mettere in gioco l'equilibrio mondiale. Comunque, per quello che può servire, sono assolutamente contraria ad ogni intervento Nato là.

alberto_his

Mar, 27/08/2013 - 17:44

Foto e filmati possono essere ritoccati secondo il fine: tipica attività da servizi. Basterebbe anche una didascalia o un commento opportunamente dosato. Rappello, in ordine sparso, le menzogne dei neonati strappati alle incubatrici nel Kuwait della prima guerra del Golfo, quella dell'incidente nel Golfo del Tonchino, delle armi di distruzione di massa di Saddam, degli eccidi in Kosovo, delle stragi di civili in Libia, della farneticante versione ufficiale dell'11/9, ecc., significando con ciò che inganno e manipolazione sono la specialità della casa nell'Occidente Hollywoodiano. Nel caso Siriano i tagliagole agiscono per conto terzi, ma non sapendo portare a termine il lavoro occorre che gli venga data una consistente mano (una prima era già arrivata dall'aviazione Israeliana). Inutile dire che anche in questo caso i racconti dei misfatti attribuiti ad Assad sono arbitrari e inconsistenti. Non è certo per amore o considerazione della verità e della libertà che si sta mettendo a ferro e fuoco il Medio Oriente.

inser

Mar, 27/08/2013 - 17:55

Annotazione interessante da aggiungere al mio precedente commento: L'emerito Vescovo di Aleppo, Monsignor Giuseppe Nazzaro ha riportato le parole udite da lui personalmente da parte del gesuita padre Dell'Oglio che invitava i ribelli di usare le armi chimiche - se necessario - per abbattere il regime di Assad. E se le armi chimiche sono state usate da altri "benefattori dell'Umanità???????

mila

Mar, 27/08/2013 - 18:01

@ Edith Frolla -Potrebbe anche essere come dice Lei, cioe' che Israele abbia interesse a distruggere gli Stati semilaici del Medio Oriente per poi occupare altri territori, ma mi sembra un po' azzardato. Se mai e' piu' verosimile che alcuni ricchi ebrei, al sicuro nelle loro dimore di New York o Londra, insieme con altri ricchi musulmani o cristiani, abbiano interessi in questo senso e spingano una parte degli Israeliani a seguirli. E se poi le conseguenze colpiscono Israeliani ed Europei se ne fregano.

mila

Mar, 27/08/2013 - 18:05

@ Edith Frolla -Potrebbe anche essere come dice Lei, cioe' che Israele abbia interesse a distruggere gli Stati semilaici del Medio Oriente per poi occupare altri territori, ma mi sembra un po' azzardato. Se mai e' piu' verosimile che alcuni ricchi ebrei, al sicuro nelle loro dimore di New York o Londra, insieme con altri ricchi musulmani o cristiani, abbiano interessi in questo senso e spingano una parte degli Israeliani a seguirli. E se poi le conseguenze colpiscono Israeliani ed Europei se ne fregano.

gian paolo cardelli

Mar, 27/08/2013 - 18:30

Alberto_his, volevo alcuni chiarimenti, ma dopo la sua "farneticante versione ufficiale dell'11/9" ho capito che tipo è lei: sperare in argomentazioni valide da lei è come sperare che il sole diventi blu.

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Mar, 27/08/2013 - 18:37

***Allora se la Siria ritiene disumano torturare i prigionieri a Guantanamo e comunque ogni trattamento disumano riservato dagli USA ai pseudo terroristi, potrebbe anche la Siria, l'Egitto, l'Iran ecc, bombardare gli Usa per riportare la democrazia! Kanaglie!!! prima o poi credo che gli ameri-cani subiranno qualcosa di molto grave. La storia insegna, è una ruota che gira e prima o poi...tutti pagano, anche i più forti.*

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Mar, 27/08/2013 - 18:39

***Allora se la Siria ritiene disumano torturare i prigionieri a Guantanamo e comunque ogni trattamento disumano riservato dagli USA ai pseudo terroristi, potrebbe anche la Siria, l'Egitto, l'Iran ecc, bombardare gli Usa per riportare la democrazia! Kanaglie!!! prima o poi credo che gli ameri-cani subiranno qualcosa di molto grave. La storia insegna, è una ruota che gira e prima o poi...tutti pagano, anche i più forti.*

Marco2012

Mar, 27/08/2013 - 19:08

Diciamola tutta. Il governo americano come quelli francese e britannico, conoscono benissimo i trucchetti degli islamisti, anzi, è quasi certo che gli stessi governanti occidentali abbiano suggerito ai Fratelli musulmani di utilizzare questi metodi. Molto probabilmente tutto è stato pianificato dai britannici, americani e francesi (i massoni più voraci del pianeta). Questo tipo di massoni, amano l'instabilità sociale e economica come i bambini amano il latte. Infatti le lobbies segrete si nutrono di morti e violenza.

Marco2012

Mar, 27/08/2013 - 19:08

Diciamola tutta. Il governo americano come quelli francese e britannico, conoscono benissimo i trucchetti degli islamisti, anzi, è quasi certo che gli stessi governanti occidentali abbiano suggerito ai Fratelli musulmani di utilizzare questi metodi. Molto probabilmente tutto è stato pianificato dai britannici, americani e francesi (i massoni più voraci del pianeta). Questo tipo di massoni, amano l'instabilità sociale e economica come i bambini amano il latte. Infatti le lobbies segrete si nutrono di morti e violenza.

angelomaria

Mar, 27/08/2013 - 19:16

quando scrissi e se fosssero loro che cosi portano icretini di certi stati ha ripetere ;'errore IRAQ SERBIA per poi avere la SIRIA s'un piatto dargento!!visionario forse troopa fantasia ho saggezza??

gamma

Mar, 27/08/2013 - 19:36

Si, è vero molte scene drammatiche, sia a Gaza, sia in Libia e anche in Egitto sono delle mediocri scenografie ad uso e consumo di troupe televisive che in qualche modo si rendono complici dell'imbroglio al fine di valorizzare un servizio. Ma purtroppo, per quanto riguarda la questione del presunto bombardamento con armi chimiche in Siria, credo che la cosa sia molto più seria. Io, personalmente non credo che la responsabilità del bombardamento, sempre chè ci sia stato effettivamente e non sia l'ennesima scenografia, vada attribuita senzaltro al governo siriano. Premetto di non avere alcuna simpatia per i dittatori di qualsiasi tipo ma non mi va di essere preso per i fondelli. E' assolutamente inverosimile che il governo siriano abbia fatto un favore così grosso ad Obama e per giunta con gli ispettori ONU a due passi da dove sarebbe stato usato il gas. In questa storia c'è qualcosa di losco e i responsabili potrebbero essere molto lontani dalla Siria. D'altra parte negli ultimi tempi la presidenza Obama non si è certo distinta per limpidezza e correttezza e in tutta questa vicenda si sente puzza di spie lontano diverse miglia. Non me la sento di fare accuse ma una cosa a me appare certa e cioè che la verità è molto più complessa di come cercano di farci credere.

mborrielli

Mar, 27/08/2013 - 21:52

A Obama et company serve solo il pretesto. Se sono state usate armi chimiche allora è stato il regime. Quindi bisogna bombardarlo senza se e senza ma. Lo sanno benissimo che a buttarle sono stati i ribelli proprio per dare la colpa ad Assad. Non fanno altro da troppo tempo, proprio per creare le prove dell'uso del gas, la famosa linea rossa oltre la quale ci sarebbe stata la reazione americana. Gli interessi in gioco sono micidiali... La Siria permetterebbe ai gasdotti ed oleodotti russi di arrivare al mediterraneo, mentre potrebbe creare qualche problema al gas del Kurdistan Irakeno. Quindi non abbiamo speranza: Assad se ne deve andare. Peccato che magari la Russia non abbia intenzione di lasciare in mano americana il loro unico sbocco diretto verso il mediterraneo.

precisino54

Mar, 27/08/2013 - 22:04

X Nadia Vouch – 17:12; non posso che darti ragione, sia per la parte in cui parli di fare una distinzione sulle notizie in nostro possesso, o che ci arrivano; sia per la parte relativa all'intervento Nato: se deve esserci un intervento occorre che sia sotto l'ombrello dell'Onu, e non perché in questo caso avrebbe un maggior peso politico, ma per non aver la solita manfrina di chi aizza per poi sfilarsi, ma anche per evitare che una situazione localizzata possa trascendere ulteriormente. Ahimè sappiamo bene come vengono strumentalizzate certe azioni per cui meglio evitare. Anni fa nell'imminenza della prima "desert storm", Saddam, che certamente non era un stinco di santo né lo erano i suoi figli, lanciò una "minaccia" affermando che quella sarebbe stata la "madre di tutte le battaglie". Io non so a cosa si riferisse, se era una minaccia giusto per fare il gradasso, o basata su una conoscenza delle cose arabe, certamente da allora nonostante quanto si voglia dire, non abbiamo più vissuto anni sereni, solo casualità? Ancora più grave per l'occidente il fatto che con quell'intervento che voleva portare colà la democrazia, si è allargata l'area di instabilità, oltretutto esacerbando l'odio islamico nei nostri confronti! Ad evitare equivoci, allora ero per l'intervento militare, ma successivamente non fu ben gestita politicamente, per arrivare poi al secondo intervento ad opera di una sola parte.

mborrielli

Mar, 27/08/2013 - 23:16

Emigrante75... Micalessin ragiona semplicemente da persona che non ha messo il cervello a riposo. E glielo dice uno che in Siria ci è andato parecchie volte per lavoro, così come in buona parte dei Paesi arabi. Ci vuole molto a pensare che si deve essere dei cretini ad usare i gas proprio quando arrivano gli ispettori ONU ?

briegel70

Mer, 28/08/2013 - 09:30

@ GIAN PAOLO CARDELLI. IO sono un CAPITALISTA. Non ho NULLA contro il capitalismo. Ho usato quel termine perché non potevo usare "OCCIDENTE" (visto che includevo anche Russia e Cina). Bisogna dire la verità. La verità è che i "capitalisti" FOMENTANO, AIZZANO e/o STRUMENTALIZZANO i conflitti in Medioriente perché il Medioriente - da IMPORTANTISSIMO CROCEVIA quale esso è e da FONTE di risorse energetiche quale esso è - E' UNA AREA CONTESA DA: USA, RUSSIA, EUROPA, CINA, ECC. Tutto qui... Religione e ideologie sono SOLO PRETESTI. Così come lo furono al tempo delle Crociate...

edo1969

Mer, 28/08/2013 - 11:08

Nadia Vouch... trattavasi giustappunto d'ironia, la mia: la prossima volta saro' più esplicito. Saluti.

franco@Trier -DE

Mer, 28/08/2013 - 14:21

benita smettila di scrivere cazzate bambina.

Ritratto di marforio

marforio

Mer, 28/08/2013 - 14:33

xandrea 24-Non vedendo pubblicato cio che le risposi ieri, sono costretto a purgare di molto ma molto la mia risposta appunto di ieri.Io non odio nessuno a questo mondo ; AL DI fuori del mondo mussulmano.