Siria, fonti sul rapporto Onu: usati razzi con il sarin. Indagini su 14 raid

Questa sera la consegna del rapporto sulle di armi chimiche: confermerebbe il loro utilizzo. La Commissione delle Nazioni Unite al lavoro su 14 raid

Se ancora non è chiaro a chi debba essere attribuita la responsabilità di un attacco chimico, ciò che sembra certo è che i gas in Siria sono stati utilizzati. La prima pagina del rapporto consegnato oggi dagli ispettori Onu, spediti in Siria per indagare sull'utilizzo dell'arsenale con convenzionale, conterrebbe una conferma. 

L'indiscrezione deriva - molto semplicemente - da un ingrandimento della foto in cui le pagine con i risultati dell'indagine vengono consegnate al segretario generale Ban Ki-Moon. E indica che "i campioni raccolti forniscono prove chiare e convincenti che sono stati utilizzati razzi contenenti gas sarin".

Ciò che gli stralci del rapporto - che sarà consegnato in serata - al momento non dicono, è se il governo di Damasco debba essere ritenuto responsabile. Altre indiscrezioni avevano ventilato l'ipotesi che dal lavoro degli ispettori venisse una condanna precisa per Bashar al-Assad. Nella pagine redatte dagli ispettori dovrebbe essere indicata la traiettoria dei lanci.

"Sulla base degli elementi acquisiti nell'ambito della nostra inchiesta sull'incidente di Al Ghouta", spiegano gli ispettori nello stralcio già noto della relazione, "la conclusione è che armi chimiche sono state utilizzate".

La Commissione d'inchiesta dell'Onu sulla Siria ha annunciato che sta indagando su 14 presunti attacchi che avrebbero utilizzato armi o agenti chimici a partire da settembre 2011. Di oggi la notizia che Bashar al-Assad ha invitato in Siria un membro della Commissione, Carla Del Ponte, per una visita in veste non ufficiale. 

Commenti
Ritratto di marforio

marforio

Lun, 16/09/2013 - 15:59

Chi ha lanciato il sasso e nascosto la mano ?

Ritratto di serjoe

serjoe

Lun, 16/09/2013 - 17:11

Che il Sarin in Siria c'era lo sanno tutti da una era.Che lo sappia Ban ki mun e' una novita' per ognun.

Ritratto di serjoe

serjoe

Lun, 16/09/2013 - 17:33

Il commento e' incompleto senza il consueto detto:Che mona ban ki mun.

mila

Lun, 16/09/2013 - 17:46

Ma il problema non e' scoprire se c'era, ma chi lo avrebbe usato.

nonnoaldo

Lun, 16/09/2013 - 17:53

Ricostruire la traiettoria dei razzi? Questa è l'ultima barzelletta. Se fossero disponibili tracce radar forse, ma a quanto pare non esistono, altrimenti gli insorti o il governo le avrebbero rese di pubblica conoscenza. Quindi chi ha lanciato resta un mistero, salvo decidere, alla maniera del giudice Esposito, che comunque li ha lanciati il governo.

maxaureli

Lun, 16/09/2013 - 17:58

Che cavolo di indaggine....

maxaureli

Lun, 16/09/2013 - 18:05

nonnoaldo... certo... come in Italia vigila la regola "non poteva non sapere"... LOL Che buffonata!!!! Hum... e se i palestinesi usassero un gas (anche puzzolente) nell'interno di Gaza (autogassandosi) la colpa ricadra' su Israele e Obumma andra' a bombardare Israele... usando la logica razionale del "non poteva non sapere"... Non suggeritelo ai palestinesi... LOL LOL LOL

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 16/09/2013 - 18:07

ma quante panzane per screditare Assad agli occhi delle masse e poterlo attaccare per rubargli le armi chimiche che solo il Nuovo Ordine Mondiale dovrà detenere ed usare camuffandole con incidenti industriali per non destare sdegno tra le masse ignoranti

meloni.bruno@ya...

Lun, 16/09/2013 - 20:38

La prova è che il BUGIARDO Assad aveva le armi chimiche.E mi viene anche il dubbio che avendo invitato la Del PONTE le chiederà di mercanteggiare la sua propabile colpevolezza.

mariolino50

Lun, 16/09/2013 - 21:00

meloni.bruno@ya... Le armi chimiche le hanno tutti gli eserciti anche se non lo dicono, e spesso anche le ben peggiori batteriologiche, e i più forniti sono naturalmente americani e russi, come anche di BOMBE.

mborrielli

Lun, 16/09/2013 - 21:18

Già il fatto che nel titolo si usi la parola "raid" fa intendere che lo scrivente ritenga il "regime" colpevole dei "raid", presumibilmente aerei. Tutto ciò in barba alla logica più elementare del "cui prodest", ovvero "a chi giova" ??

Ritratto di padania

padania

Mar, 17/09/2013 - 07:47

Ci sono tutte le prove e gli argomenti per portare americani e inglesi di fronte alla corte internazionale x i crimini di guerra commessi in Irak La nuova, clamorosa stima è frutto di uno studio condotto dall’istituto britannico Opinion Research Business (ORB) e dalla controparte irachena Independent Institute for Administration and Civil Society Studies (IIACSS) hanno calcolato che siano state eliminate 1.276 258 basandosi sull'ultimo censimento della popolazione Irachena dal 2003 al 2010 si chiama genocidio