Spagna, cita Gramsci su Twitter: denunciata

La donna, spagnola, è un'attivista del movimento degli Indignados. Polemiche sulla censura e la libertà di manifestare il pensiero

Un'attivista spagnola del Movimiento 15-M (un gruppo di Madrid che insieme a molti altri ha dato vita alle proteste degli Indignados), dopo aver twittato alcune frasi di Antonio Gramsci è stata denunciata dalla polizia per incitamento alla violenza. In Spagna impazza la polemica sulla censura e la libertà di pensiero. L'indignada coinvolta nella vicenda su Twitter è nota come @almu_en_lucha. Al momento la sua vera identità non è ancora nota (potrebbe chiamarsi Almudena Montero).

La donna, a quanto si apprende, è stata costretta a recarsi all’Audiencia Nacional di Madrid – un tribunale speciale antiterrorismo – per un interrogatorio. Come "prova" dell'accusa nei suoi confronti le sono stati mostrati alcuni twet che in realtà altro non sono altro che citazioni del fondatore del Partito comunista italiano. Tra le tante frasi c'è anche questa: "Istruitevi, perché avremo bisogno di tutta la vostra intelligenza. Agitatevi, perché avremo bisogno di tutto il vostro entusiasmo. Organizzatevi, perché avremo bisogno di tutta la vostra forza”.

Nel giro di poco tempo su Twitter l’hashtag #Gramsci è diventato uno dei più popolari, con moltissimi tweet di solidarietà nei confronti della donna. Non sono mancate, però, le offese e le minacce, nei suoi confronti, da parte di simpatizzanti di estrema destra.

 

 

Annunci
Commenti

Edith Frolla

Mar, 08/01/2013 - 13:31

In Italia con la legge Mancino sarebbe in galera, come sono in galera per dei post su internet Daniele Scarpino, Mirko Viola, Diego Masi e Luca Ciampaglia. Abolire il reato d'opinione !

Ritratto di Geppa

Geppa

Mar, 08/01/2013 - 14:42

Qui in Italia dovrebbero allora chiudere mezzo Facebook che è infestato da fasci...figuriamoci, ormai si può dire tutto e l'incontrario di tutto.

Massimo Bocci

Mar, 08/01/2013 - 15:27

Ci pensate se avvenisse anche in Italia, dei giudici non affiliati al REGIME convocano i fiancheggiatori, di terroristi,centri sociali,indignatos,finte ONLUS,fiancheggiatori,ecc. cioè tutto lo scibile del REGIME COMUNISTA-CATTO che fomenta da sempre la distruzione dell'Italia e degli Italiani per la salute ISTITUZIONALE DEL REGIME!!!! Sarebbe la vera liberazione ITALIANA, la caduta del muro dei LADRI e MAFIA del 47!!!

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Mar, 08/01/2013 - 15:43

In Spagna almeno la giustizia funziona bene. Probabilmente con Rajoy comincerà a funzionare bene anche il resto, dopo il medioevo di Zapatero...

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mar, 08/01/2013 - 19:16

@cangrande17 naturalmente Rajoy ha paura del grande italiano Gramsci. E ci credo, chiunque non ama la libertà altrui ne ha.

killkoms

Mar, 08/01/2013 - 22:16

@luigipiso,guarda che la magistratura iberica rispetta le leggi più di quella italica!ricordi balthasar garzon?è stato per decenni il più noto giudice spagnolo sia in patria che all'estero,ma quando ha violato la legge,andando a riesumare cose sulla spagna franchista che la vigente costituzione aveva ben pensato di seppellire per non innescare divisioni.è divenato subito un ex giudice!

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Mar, 08/01/2013 - 23:43

Gramsci e la libertá, considerato che era comunista, sono decisamente antitetici. Se poi si dovessero punire tutti gli scemi che incitano alla violenza su internet, caro il mio geppa, forse la parte del leone la farebbero i folli ultrasinistri, non tanto quei quattro gatti che si dicono fascisti e probabilmente non sanno nemmeno di cosa parlano. I rossi sono legioni e, grazie alla spocchia che li contraddistingue, credono di essere il sale della terra e quindi anche autorizzati a predicare violenza. Tanto loro sono giusti per definizione. Si faccia un bel giro sui siti dei suoi amici, vedrá!

killkoms

Mer, 09/01/2013 - 10:23

@ovidiogentiloni,in Italia qualche anno fà sono stati dati alla stampa libri che inneggiavano all'uccisione di berlusconi,e qualcuno scriveva pure che erano condivisibili!

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Mer, 09/01/2013 - 12:04

Ricordo! Che ci vuole fare, si tratta sempre di due pesi e due misure.