Sudafrica, è morto Nelson Mandela: la commozione del mondo intero

Da De Klerke a Mohamed Alì, il cordoglio di chi lo ha conosciuto. Ban Ki-moon: "Era un gigante di giustizia"

Un minuto di silenzio osservato dai membri del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha accolto la notizia della morte dell'ex presidente sudafricano Nelson Mandela. Un silenzio accompagnato dalle parole del segretario generale, Ban Ki-moon, che ha ricordato una figura che è stata "gigante di giustizia" e "fonte d'ispirazione per l'umanità".

In un telegramma, papa Francesco ha invitato le nuove generazioni di sudafricani "a mettere la giustizia e il bene comune avanti nelle loro aspirazioni politiche".

Una folla commossa si è radunata questa notte a Johannesburg, sotto la casa di Madiba, dopo che il presidente Jacob Zuma ha dato l'annuncio della morte. L'ultimo presidente a guidare il Paese nel periodo dell'apartheid, Frederick De Klerk, ha espresso in un'intervista telefonica alla Cnn il suo cordoglio, ricordando che solo grazie a Mandela "la riconciliazione in Sudafrica è stata possibile".

Una grande commozione anche per Desmon Tutu, l'arcivescovo che accompagnò Mandela nella lotta alla segregazione e ha voluto raccontare un uomo che "ha pensato a come farci vivere insieme e credere l'uno nell'altro". Per Mohamed Alì se n'è andato "un uomo il cui cuore, la cui anima e il cui spirito non possono essere limitati alla lotta contro le ingiustizie razziali ed economiche".

Il Presidente Giorgio Napolitano ha ricordato che Mandela "ha dimostrato che un mondo più equo e solidale, dove diversità è sinonimo di ricchezza, è possibile". Il premier Enrico Letta ha inviato una lettera al presidente della Repubblica sudafricana, Jacob Zuma. Il popolo italiano, ha scritto, vede "nella figura del primo presidente di colore della Repubblica sudafricana un esempio di generoso impegno in favore dei diritti e delle ragioni dell’integrazione".

Silvio Berlusconi, nel ricordare "il suo insegnamento, la sua testimonianza, la sua forza d’animo", si è augurato che "molti, tra coloro che in queste ore ne tessono le lodi, imparino a praticare quella riconciliazione nella verità e nel rispetto reciproco che è stato il suo più grande merito e la sua più grande vittoria".

Il ministro per l'Integrazione, Cecile Kyenge, ha detto che "la sua presenza dava forza ai valori della lotta contro il razzismo".

Tutto il mondo si è stretto attorno all'icona della lotta contro l'apartheid. Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha salutato visibilmente commosso "uno degli uomini più coraggiosi e influenti dell'umanità", seguito dagli ex presidente Clinton e Bush.

Il premier britannico David Cameron ha ricordato "una grande luce che si è spenta". Il presidente francese, François Hollande, ha parlato di "un magnifico combattente, incarnazione della nazione sudafricana", divenuto "orgoglio di tutta l'Africa". Il cancelliere tedesco, Angela Merkel, di un nome che resterà "per sempre associato alla lotta contro l'oppressione", mentre il presidente Russo, Vladimir Putin, l'ha definito "uno dei più grandi politici dei tempi moderni".

Commenti
Ritratto di laisa1942

laisa1942

Ven, 06/12/2013 - 10:01

Non siate cosi' banali da seguire il solito schema..da morti diventano tutti eroi e santi! Pace all'anima sua, ma certo Santo NO !...chiedetelo ai bianchi che sono stati torturati ed ammazzati, quelli che avevano dato al SA progresso e benessere, quelli che erano nati li come i neri ed avevano solo il torto di essere del colore sbagliato! RIP. OK, ma non erregerlo a santo per favore!

Ritratto di serjoe

serjoe

Ven, 06/12/2013 - 12:21

Brav'uomo.. alla causa tanto utile in prigione...meno utile nella sua magione. Gheddafi per l'africa ha fatto tanto...ma non ha raccolto la centesima parte di altretanto.

Ritratto di marcotto73

marcotto73

Ven, 06/12/2013 - 12:47

berlusconi imita Mandela??? beh se lo vuole imitare..... dovrebbe far un par di anni in carcere. come è stato per Mandela..... poi ne parliamo!!!!

Cianu100

Ven, 06/12/2013 - 12:56

Berlusconi parla di rispetto? Proprio lui che la prima cosa che ha fatto nel '94 è stata quella di approvare la reintroduzione dei rimborsi elettorali (alla faccia del referendum del '93). Questo è rispetto per gli italiani? La seconda cosa che ha fatto, sempre in nome del rispetto, è stata mettere in piedi una legge vergogna quale quella del decreto Biondi. Stai zitto, pagliaccio.

Cianu100

Ven, 06/12/2013 - 13:04

"La mia libertà finisce dove comincia la vostra" (M.L.King). "Un vincitore è un sognatore che non si è mai arresto" (N. Mandela). "Lei quante volte viene?" (S. Berlusconi)

Cianu100

Ven, 06/12/2013 - 13:05

"La mia libertà finisce dove comincia la vostra" (M.L.King). "Un vincitore è un sognatore che non si è mai arresto" (N. Mandela). "Lei quante volte viene?" (S. Berlusconi)

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 06/12/2013 - 13:07

Anche gli italiani onesti avrebbero bisogno di un Mandela che li tiri fuori dall'apartheid nei confronti degli extracomunitari,dei delinquenti dei rom delle toghe e dei politici,per vivere in pace.

Ritratto di nuovo centro pd

nuovo centro pd

Ven, 06/12/2013 - 13:07

poveretto, ha resistito all’apartheid, ad anni di carcere e di soprusi, ma non ha retto al logo ncd

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 06/12/2013 - 13:08

...e ti pareva che il Belusca non dicesse la sua per rivendicare la necessità della "riconciliazione nella verità e nel rispetto reciproco", che tradotto nella sua lingua significa LA SUA IMPUNITA'.

Nickulow

Ven, 06/12/2013 - 13:09

Mandela era un simbolo della libertà, un grande uomo. B. è simbolo di corruzione e abuso di potere, un piccolo omuncolo.

Sapere Aude

Ven, 06/12/2013 - 13:13

laisa 1942#, siamo onesti: se i bianchi sono stati torturati, i neri lo sono stati eccome. È una storia complessa quella del Sud Africa. Ha radici lontane. Bianchi, indiani e neri (di etnia Zulu, Xhosa, Sotho e Tswana) sono tutti immigrati in Sud Africa, anche se questi ultimi qualche centinaio di anni prima dei bianchi e indiani. Le uniche etnie stanziali da in Sud Africa sono gli Ottentoti e i Boscimani, che i neri hanno sempre guardato (con occhi tribali): un’etnia marginale, per non dire di peggio. Il razzismo in Sud Africa c’è sempre stato. E la parola razzismo è stata elaborata e portata in auge dalla comunità boera solo dal 1948. La cecità politica dei boeri è costata al Sud Africa l’africanizzazione del paese. Fossero stati più lungimiranti non sarebbe successo. Mandela è stato un grande leader, un uomo a cui dobbiamo tutti rispetto, come a tutti quelli che hanno lottato e sono morti. Ho visto il Sud Africa al tempo dell’apartheid per un certo periodo di tempo e l’ho visto dopo. Agli occhi (miei) di un bianco è cambiato in peggio. Oggi ci sono tanti neri ricchi e molti neri ancora più poveri (qualcosa di simile è accaduto in Russia). È la democrazia – si dice. In nome della quale si accetta tutto. Oggi il mondo si inchina a un uomo giusto, non guastiamolo.

Ritratto di serjoe

serjoe

Ven, 06/12/2013 - 13:16

E'in atto lo sbrodolamento planetario... di slogan infinito l'inventario.

benny.manocchia

Ven, 06/12/2013 - 13:18

PIU' CAPISCONO CHE BERLUSCONI E' INARRESTABUILE PIU' VOMITANO VELENO.POVERACCI... UN ITALIANO IN USA

antonioball73

Ven, 06/12/2013 - 13:25

ma e' possibile che una persona sia cosi' autoreferenziale,che riconduca alle proprie vicissitudini tutto cio' che accade nel mondo?e' riuscito a sfruttare la morte di Mandela per infilarci conciliazione e rispetto che nel suo linguaggio significano una cosa sola:IMMUNITA'PER lui.ha ragione crozza quando, dopo il paragone tra i figli e gli ebrei,sostiene che il vostro e' il messi della caxxxta.Mandela e' stato al gabbio x dare diritti al suo popolo,non lo hanno arrestato x frode fiscale e prostituzione minorile...non deve nemmeno provarci a proporre delle affinita' tra lui e MANDELA.e' una cosa talmente rivoltante che meriterebbe l'apertura dell'ennesimo processo contro questo essere.

Ritratto di Sniper

Sniper

Ven, 06/12/2013 - 13:25

Anche nel commemorare Mandela, Berlusconi (o Capezzone piu' probabilmente) non perde occasione di parlare di se stesso e della sua vicenda. Che falsita', che tristezza...

edo1969

Ven, 06/12/2013 - 13:39

Mandela era stato liberato motu proprio, senza chiedere la grazia

edo1969

Ven, 06/12/2013 - 13:42

Silvio Berlusconi, durante l'ora d'aria, nel ricordare "il suo insegnamento, la sua testimonianza, la sua forza d’animo", si è augurato etc etc.

Atlantico

Ven, 06/12/2013 - 13:56

Fa bene Berlusconi ad 'utilizzare' anche la morte di Mandela per lanciare un appello al rispetto reciproco. Mica come quel politico, di cui non ricordo il nome, che considera 'comunisti' chiunque non si schieri con lui, che considera traditore se uno un giorno vuole cambiare strada, che dà del coglione a chi vota la parte a lui avversa, che considera i magistrati 'antropologicamente diversi' dagli altri uomini, che considera l'esecuzione di una condanna emanata secondo la legge un colpo di stato, che considera il rispetto dovuto alla funzione giudizionale far parte di un plotone d'esecuzione, etc, etc. Davvero bravo Berlusconi, lui si che da 20 anni ha rispetto per tutti.

Pinozzo

Ven, 06/12/2013 - 13:56

Che essere squallido, neppure davanti alla salma di un grandissimo uomo riesce a trattenersi e la sfrutta per infilarci subdolamente un ennesimo tentativo di farla franca da pregiudicato qual e'. Si vergogni, essere squallido e meschino.

Lino1234

Ven, 06/12/2013 - 14:48

Affronto, con uno sforzo tremendo, leggendo i commenti dei bestiali trinariciuti alla #Cianu, Dreamer_66, Nickulow, Sniper, Atlantico, Pinozzo ed altri, che non pèrdono occasione per inveire e sputare veleno contro Berlusconi e chi lo vota. Costoro potrebbero anche non sapere di essere comunisti, ma ne hanno tutte le caratteristiche peggiori e non mancno mai di manifestarle. L'odio viscerale nei confronti dei propri avversari politici ne è la più chiara e confermata caratteristica. Se l'Italia avrà la sventura di cadere sotto la dittatura comunista, costoro saranno i continuatori dello sterminio operato dai partigiani comunisti, a guerra finita, nel triangolo della morte. Quando l'odio tracima, chi ne è vittima non può resistere al desiderio di uccidere. Per ora dovrebbero essere considerati solo assassini in potenza ma alla prima occasione non mancheranno di tradurlo in pratica. Forza Silvio sbaragliali tutti. Salva da costoro gli italiani veri e spedisci tutti loro nel paradiso terrestre di Cuba. Saluti. Lino. W Silvio.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 06/12/2013 - 14:56

gli inglesi come al solito ipocriti. Loro in Sudafrica furono i primi a usare i campi di concentramento.

Ritratto di caribou

caribou

Ven, 06/12/2013 - 15:04

benny.manocchia: Ma in che senso inarrestabile!? Non si riesce a sbatterlo in galera!? Se è così sono con lei, ma chi ci crede ad un arresto? In America 30 secondi dopo il verdetto di terzo grado, si sarebbe ritrovato in gabbia con una tuta arancione!

Howl

Ven, 06/12/2013 - 15:08

BASTA !!!! utilizzare un evento così per ritornare sulla sua impunità............ma neanche la decenza ha più ? Un uomo che ha in spregio qualsiasi valore, principio o persona a meno che non sia lui, tutto deve ricondurre a lui, a lui tutto si deve, la libertà è la sua......ma poi la libertà de che ????? di delinquere !

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Ven, 06/12/2013 - 15:37

Gli sciacalli usano gli eroi per fare dei paragoni con se stessi. Ed ora tocca a Gandhi.

lorenzovan

Ven, 06/12/2013 - 15:43

@sapere aude..bel post..equilibrato e preciso..scritto da una perdona ch parla di cio' che conosce e non su imput del padrone di turno..presumendo che sei di destr..ti faccioi miei complimenti..difficile trovare una persona equilibrta e onesta intellettualmente negli ultimi tempi sui forums..

lorenzovan

Ven, 06/12/2013 - 15:48

x ausonio...i campi di concentramento o di sterminio sono nati con l'uomo stesso..e non sono "privilegio" diun sol popolo o nazione...anche noi italiani in Libia e Etiopia ne abbiamo costruiti e gestiti...e come... poi..se vogliamo..l'apartheid non fu mai una invenzione degli inglesi..ma dei boeri..( dall``olandes...boer...contadino..)di origine olandese e fiamminga....ma sempe senza dimenticare che proprio gli olandesi di olanda e i belgi furono i primi piu' decisi difensori di Mandela..e i piu' acerrimi nemici dell'apartheid..malgrado la vicinanza storica,emotiva con i #boeri"

lorenzovan

Ven, 06/12/2013 - 15:52

x lino1234 acrivi" L'odio viscerale nei confronti dei propri avversari politici ne è la più chiara e confermata caratteristica. " azzo!!!! quello che dimostrate cn i Casini,Fini,e ultimo Alfano...e' invece "ammmmore" huiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

Il giusto

Ven, 06/12/2013 - 16:39

Per il pregiudicato Mandela è un eroe...come mangano!!!

Charles buk

Ven, 06/12/2013 - 16:40

Cianu 100: un mito.

lorenzovan

Ven, 06/12/2013 - 17:24

del berluska non voglio nemmeno parlare..ormai la sua mania di sentirsi perseguitato ha raggiunto livelli pericolosi..e s unita ad un ego smisurato..~e a infinita capacita' conomica...un vero cocktail micidiale per l'italia mala tempora currunt

Otaner

Ven, 06/12/2013 - 17:34

PRIMAVERA 199O "No! Queata volta non voglio/ davvero non voglio parlare/ di viole, di mandorli in fiore / né di cuoRi innamorati,/Pensate e ricordate!/E'la prima primavera / che Nelson Mandela,finalmente,/ trascorre in libertà,/ dopo quasi trent'anni di galera,/ reo soltanto, nella propria terra, / di volere gli stessi diritti / dell' uomo bianco. / E' la prima Primavera / senza l'incredibile e vergognoso muro di Berlino;/ E' la prima Primavera di libertà per la Lituania e per tanti Popoli dell'est europeo: / Ricordate!/ E' la prima Primavera / che non viene salutata e festeggiata / dagli eroi della piazza di Pechino / la piazza di Tienanmen,/ si ragazzi eroi, disarmati,/ trucidati dai carri armati, / perché inneggiavano alla libertà / e volevan vivere democraticamente / un sogno legittimo rimasto/ nei loro giovani cuori/ barbaramente schiacciati/ tra le ferraglie delle loro biciclette." Ecco cosa scrissi dopo il 14.7.1990.

linoalo1

Ven, 06/12/2013 - 17:59

Sarà anche stato il miglior uomo di questo Mondo!Ma,adesso basta!Aveva quasi 100 anni!Non doveva morire?Sarà ricordato dai posteri per quello che ha fatto!Come,del resto,tutti i personaggi che vengono ancora oggi ricordati!Domani,andrà anche lui nel dimenticatoio,come,del resto,in questi ultimi anni della sua vita!E' un destino comune a tutti!Finchè sei vivo e fai parlare di te,qualcuno ti ricorda!Ma poi,c'è solo l'oblio!Lino.

gagx

Ven, 06/12/2013 - 18:15

Farneticazioni da accapponare la pelle. ....e voi le pubblicate come fossero "cosa buona e giusta" per quello sono contento di non essere dalla vostra parte , perché non sapete cosa sia la minima decenza.

antonioball73

Ven, 06/12/2013 - 18:28

su questo articolo che propone un paragone vergognoso tra MANDELA e berlusconi noi antiberlusca ve ne abbiamo dette di tutti i colori;eppure non vedo i baluardi della liberta'(mortimer,esposito,bocci e compagnia cantante)ergersi a difesa dello scrivano di turno;cosa e' successo?l'argomento e' tanto complesso da non permettervi di usare le parole comunista,regime bolscevico,stalin a cxxxo come fate di solito?su argomenti seri state muti come e' giusto che sia.voi parlate della nipote di mubarak,della persecuzione giudiziaria della magistratura nei confronti di chi delinque(che paradosso!ma guarda un po') e del nobel a brunetta e lasciate le cose serie a chi non ha come unico obiettivo sottrarre un condannato alla sua pena.

MEFEL68

Ven, 06/12/2013 - 18:29

E' sconcertante la partigianeria intellettuale dei sinistrati. Tutto il mondo ha manifestato il proprio cordoglio per la scomparsa dell'Uomo simbolo Nelson Mandela. Tutti hanno speso parole di elogio e stima per quest'Uomo; tutti hanno avuto questo diritto/dovere. Tutti, meno Berlusconi. A leggere i tanti post di questo forum(se è così su un giornale di dx, figuriamoci sulla faziosa stampa di sx)cadono veramente le braccia. Si approfitta perfino della morte di Mandela per attaccare e sbeffeggiare Berlusconi. Non si rendono conto, che così facendo, offendono, non la persona di Berlusconi, ma la memoria di un grande Uomo che ha fatto la storia del suo Paese. Forse del mondo. Se, disgraziatamente, fossi di sinistra, mi vergognerei dell'insensibilità e ignoranza dei miei co-simpatizzanti. Come brutta figura hanno toccato il fondo.

killkoms

Sab, 07/12/2013 - 19:36

unica nota stonata,la nera italica!mandela,in nome della riconciliazione in sudafrica,indossò la maglia della locale nazionale di rugby,odiata dai neri che preferivano tifare l'inghilterra!la nera"de noantri"invece soffia sul fuoco in nomke di un inesistente meticciato italico!

Ritratto di Saverio Rosatini

Saverio Rosatini

Dom, 08/12/2013 - 18:33

E pensare che c'è gente (per altro famosa) come Flavia Vento o Paris Hilton, che non sanno neanche chi sia. La Vento l'ha scambiato per Morgan Freeman di Una settimana da Dio, pensate un po'... http://lupodigubbio.com/twitter-confonde-nelson-mandela-con-morgan-freeman-lo-scandalo/

killkoms

Dom, 08/12/2013 - 19:26

@antonioball(ista)73.siete talmente beoti che non vale nemmeno la pena di rispondervi!