Kenya, terroristi con le bombe all'assalto dei negozi: 40 morti, clienti giustiziati

Orrore in Kenya: vendetta degli Shabaab. Fra le vittime un somalo sposato con un'italiana. I connazionali liberati: "Cercavano i non islamici"

I terroristi filo Al Qaida scatenano l'inferno in Kenya. Questa volta l'obiettivo è un grande centro commerciale di Nairobi frequentato dagli stranieri, compresi gli italiani. Ieri verso mezzogiorno un tranquillo sabato di relax si è trasformato in un incubo. Le testimonianze dei sopravissuti sono agghiaccianti: «È una carneficina. Ho toccato gli occhi di quattro persone uccise ed uno di loro era un bambino» racconta un ex soldato britannico scampato al massacro. L'ultimo bilancio, riferito in tv dal presidente kanyano Uhuru Kenyatta, è di almeno 39 morti e 150 feriti. «Ho perso alcuni familiari stretti», ha aggiunto. Una decina di italiani sono scampati alla strage. La Farnesina ha confermato l'uccisione di un cittadino somalo, con permesso di soggiorno a Torino, che si trovava nel super magazzino probabilmente con la moglie italiana incinta. Mentre il ministro degli Esteri inglese William Hague ha detto che tra le vittime ci sono «senza alcun dubbio» cittadini britannici. Ci sono anche due vittime francesi. Fra 10 e 20 uomini armati di Kalashnikov (e pare anche tre donne) hanno assaltato il Westgate mall, il centro commerciale più grande di Nairobi. Gli assalitori portavano dei turbanti neri per mascherarsi. Ognuno aveva in spalla uno zainetto con munizioni e granate. I terroristi hanno lanciato, senza pietà, bombe a mano fra i clienti.

Nella serata di ieri, gli Al Shabaab, i seguaci di al Qaida in Somalia rivendicavano la strage su twitter facendo riferimento proprio ad un attacco simile in India del 2008: «Ricordate Mumbai? Sarà una lunga battaglia». Gli integralisti in Somalia, sconfitti dall'esercito del Kenya che ha invaso il paese due anni fa, minacciavano da tempo rappresaglie. Il Westgate mall attaccato ieri era nella lista degli obiettivi. «Sono arrivati e hanno lanciato una granata. Siamo subito scappati mentre aprivano il fuoco. Sparavano e urlavano» racconta un ragazzo di 18 anni, Manish Turohit, scampato all'inferno. Elijah Kamau, un altro testimone, spiega che i terroristi dicevano «ai musulmani di alzarsi e andarsene. Il loro obiettivo sono i non islamici». Alcuni non solo li hanno visti sparare, ma pure uccidere senza pietà. «Hanno giustiziato delle persone a sangue freddo» racconta un certo Jay. Secondo dei testimoni gli assalitori parlavano somalo o arabo. «I mujaheddin hanno ucciso solo gli infedeli, un centinaio», hanno twittato i ribelli Shabaab.

La dinamica dell'attacco e la brutalità della strage ricordano l'azione terroristica che ha messo a ferro e fuoco il centro di Mumbay nel 2008 provocando quasi 200 morti. Ieri il centro commerciale era affollato dai più piccoli. Il Westgate è frequentato da molti stranieri compresi israeliani e dai benestanti del Kenya. Le tv locali hanno trasmesso in diretta le drammatiche immagini dei clienti insanguinati ed in fuga. Diversi erano bianchi con il volto terrorizzato. I soccorritori hanno trasportato i feriti, compresi i bambini, sui carrelli della spesa. Fra i clienti intrappolati c'erano sicuramente sei italiani, che sono riusciti a mettersi in salvo, ma altri potrebbero essere rimasti intrappolati o nascosti fra gli 80 negozi ed un intero piano di ristoranti. «Abitiamo ad un chilometro e mezzo dal Westgate e ci andiamo a fare la spesa. Questa mattina (ieri nda) mio genero, che lavora per l'Onu, era in macchina nelle vicinanze e ha soccorso due americani scappati dal centro commerciale che vagavano sotto choc» racconta a il Giornale la triestina Mariuccia Corda. «Un'amica tedesca con il bambino è rimasta due ore nascosta prima di salvarsi - spiega la veterana del Kenya - Avrebbe potuto andarci anche mia figlia Marta con il suo bebè. Siamo tappati in casa perché le strade sono bloccate e sopra di noi volteggiano gli elicotteri». Polizia e soldati sono entrati nel centro commerciale ingaggiando combattimenti con il commando, che sarebbe stato isolato. Uno degli assalitori è morto in ospedale dopo gli scontri. I corpi speciali erano pronti ad agire col buio, ma i terroristi, che hanno almeno 36 ostaggi, potrebbero farsi saltare in aria.

Commenti

sorciverdi

Dom, 22/09/2013 - 08:32

Non capisco quelli che continuano ad andare in vacanza in quelle parti del mondo dove il pericolo di atti di terrorismo è più elevato. Sono convinto che sospendere il flusso turistico manderebbe un segnale molto forte a quei Paesi costringendo i loro governanti a prendere misure adeguate. Chi non capirebbe, come al solito, sono la Boldrini e la Kyenge che, a causa del loro fondamentalismo, sarebbero capaci di accusare di razzismo chiunque suggerisse di evitare viaggi e vacanze in Paesi ad alto rischio.

handy13

Dom, 22/09/2013 - 09:32

...tanto il nostro PAPA li perdona,...

linoalo1

Dom, 22/09/2013 - 09:39

Perché non gli mandiamo la Kyenge?Tanto,qui in Italia,non serve a niente!Lino.

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Dom, 22/09/2013 - 10:03

Un bel safari a caccia di queste bestie no? Dalton Russell.

ANTONIO1956

Dom, 22/09/2013 - 10:35

Insomma la volete smettere di definire "giustiziate" persone brutalmente assassinate?? ASSASSINATE questa è la parola giusta. E comunque gli europei continuano ad andare in vacanza in paesi musulmani... quei paesi vanno boicottati dal turismo occidentale in modo da creare una pressione tale sui governi locali e spingerli a combattere seriamente il terrorismo islamico. Come sarebbe il mondo senza il terrorismo islamico e senza 11/9 ?? Più libero, più in pace e viaggiare non sarebbe la cosa penosa che è divenuta oggi tra controlli, privazioni di libertà personali, limitazioni su internet ecc. ecc.

Ritratto di Tora

Tora

Dom, 22/09/2013 - 10:48

Lo stupido e debosciato "Occidente" non ha ancora capito di avere a che fare con subumani disposti a tutto pur di ascendere nell'ipotetico paradiso promesso dal profeta. A loro la vita in terra non interessa, al contrario di quanto invece, per esempio, interessa a me. La vita loro la annichiliscono, la stuprano, la macellano. La cultura occidentale è superiore a tutte le altre culture nel momento in cui protegge la vita ponendola al di sopra di tutto, ma questo è anche un grosso limite, perché la vita di coloro che lo minacciano, ha un valore inversamente proporzionale al carico d'odio belluino, per questo occorrerebbe abbatterli uno ad uno. Non si tutela la vita di chi, coltello alla mano, intende tagliarti la gola.

Ritratto di nutella59

nutella59

Dom, 22/09/2013 - 10:51

Ritorna la SELEZIONE DI STILE NAZISTA, questa volta ad opera degli ISLAMO-SUPREMATISTI. È ora che chi si dice anti fascista (la mia famiglia è stata FIERAMENTE ANTI FASCISTA sin dal 1919!) si dica anti islamista e combatta questo mostro con ogni mezzo, prima che sia troppo tardi. Milioni di morti per mano di musulmani negli ultimi decenni (Somalia, Algeria, Sudan, Filippine, Iran, Iraq, Afganistan, Pakistan, ecc.: non c'è quasi conflitto che non coinvolga musulmani in tutto il pianeta!) dovrebbero essere un campanello d'allarme piú che sufficiente. Come giustamente diceva Churchill, non vi è filosofia piú vicina dell'islam al nazismo: infatti è una filosofia SUPREMATISTA che non tollera chi musulmano non lo è e non tollera critiche. Bruciano e ammazzano per delle vignette, figuriamoci! Come i nazisti vanno sconfitti, ma questa volta prima che i morti siano decine di milioni.

Giampaolo Ferrari

Dom, 22/09/2013 - 10:51

Con il permessivismo e buonismo italico,l'integrazione e tutto il resto dei paroloni,tra non molto questi massacri ci saranno anche in italia e quindi europa. Si vada a prenderli in mare fin sulle coste del nord africa cosi siamo sicuri di importarne di piu.

Ritratto di nutella59

nutella59

Dom, 22/09/2013 - 10:59

@ANTONIO1956: il Kenya NON È un paese musulmano, lo è meno dell'Italia! È pieno di chiese e missioni OVUNQUE! Il Kenya, come del resto la NIgeria, è SOTTO ATTACCO ISLAMO-SUPREMATISTA, JIHADISTA, ISLAMICO, come il resto dell'Africa Sub Sahariana (Sudan, Somalia, Eritrea, Nigeria, Mali, ecc.)... È la stessa cosa che l'Islam fece in Asia e in Europa dal VII and XVII Sec. E.V. (ricordatevi che la Battaglia di Vienna fu nel 1683!). Sono stati tranquilli un po' perché repressi dalle potenze coloniali, ma ora che hanno tutti i soldi che vogliono col petrolio e pagano governi, media, case editrici e intellettuali, da un lato, e si possono comprare tutte le armi che vogliono dall'altro, hanno RICOMINCIATO LA "RECONQUISTA". Fossi in Spagna da Cordoba in giú, o in Sud Italia da Otranto a Palermo, sarei preoccupato: la terra che sia stata "islamica" una volta è DA RICONQUISTARE! E con idioti come i nostri governanti, presenti e passati, hanno il compito facile... Basta mandarci figli, nipoti e le donne incinte...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 22/09/2013 - 11:03

Allah u akbàr! Il disco è sempre lo stesso. Anche se cambiano i d.j. Ma il ventre dell'occidente è sempre più molle. Ed i cervelli sempre più deboli. Benvenuti nel medioevo del futuro! Quello che ci stanno preparando, pervicacemente,giorno per giorno, gli utili idioti europei del profeta ed i traditori che stanno al governo.

eolo121

Dom, 22/09/2013 - 11:19

povere persone assassinate per motivi abbietti da gente fanatica e rabbiosa La kyengie vuole lo ius soli la sala parto piu' grande del mondo in italia auguri per questa povera italietta ormai quasi da terzo mondo...a quando anche qui attentati contro cristiani non mancheranno molti anni aveva ragione oriana fallaci

fcf

Dom, 22/09/2013 - 12:06

E i vari Pisapia collaborano alla apertura di moschee destinate a sfornare fanatici musulmani barbari e esaltati ! Non ne vogliamo più di islamici in Italia, ce ne sono anche troppi.

Ritratto di venividi

venividi

Dom, 22/09/2013 - 12:20

Qui è già stato detto tutto quello che penso anch'io, solo che vorrei mettere l'accento su quanto sa ANTONIO1956 e cioè basta usare la parola "giustiziati". Anzi adesso scrivo al Direttore. Magari fatelo anche voi.