"Ucciso l'italiano sequestrato in Nigeria". Ma non ci sono conferme

Silvano Trevisan sarebbe stato assassinato insieme ad altri sei dipendenti della Setraco

I sette lavoratori stranieri rapiti lo scorso 18 febbraio in Nigeria sarebbero stati uccisi. Tra loro anche l'italiano Silvano Trevisan. L’annuncio è stato dato sul proprio sito internet dal gruppo fondamentalista di Ansaru, responsabile del rapimento. A riferire le dichiarazioni dei terroristi, in arabo e in inglese, è il Site, che monitora i forum estremisti su internet. L'esecuzione sarebbe avvenuta come risposta al fallito blitz delle forze nigeriane e britanniche di liberare gli ostaggi. La Farnesina sta facendo le verifiche: l’unità di crisi è al lavoro con tutte le strutture dello Stato coinvolte. Oltre a Trevisan tre libanesi, un britannico e un filippino, tutti dipendenti della Setraco, impresa di costruzioni libanese. Ieri il portavoce dell’esercito nigeriano, Sagir Musa, aveva detto di aver attaccato la zona di Maiduguri dove si trovavano gli uomini di Boko Haram, di aver ucciso 20 islamisti e arrestati altri 25. Ansaru, fondato nel 2012, è un'ala del gruppo estremistico Boko Haram. L’organizzazione jihadista è diffusa nel Nordest del Paese ed è responsabile di numerosi attacchi nei confronti della comunità cristiana.

Un fermo immagine del video di Ansaru mostra cinque corpi a faccia in giù, nella sabbia, e un uomo in mimetica, armato, che sta in piedi. L’immagine fa pensare a un’esecuzione. Ma al momento non ci sono altri elementi che permettano di confermare, o meno, che l'annuncio dei terrorisri sia vero.

Commenti

marziaermi

Sab, 09/03/2013 - 16:24

Qualcuno se ne era occupato?o hanno venduto anche lui,pace alla sua Anima.

Sauron51it

Sab, 09/03/2013 - 16:24

Non è stato "giustiziato", è stato assassinato. Usate bene le parole.

giamba

Sab, 09/03/2013 - 16:35

Questi deliquenti fanatici sono assassini da polverizzare. per piacere non usiamo il termine "giustiziato" quando uccidono brutalmente degli innocenti che vanno a gudagnarsi onestamente un pezzo di pane.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 09/03/2013 - 16:37

Io piuttosto che giustiziato lo chiamerei "assassinato"

Ritratto di venividi

venividi

Sab, 09/03/2013 - 17:11

Hanno cambiato il vocabolo antipatico "giustiziare". Vuol dire che qualcuno ci legge. Mi piacerebbe anche che non usassero più "smascherare".

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 09/03/2013 - 17:15

Il tutto,naturalmente,nel nome di Allah,il misericordioso.D'altra parte chi erano costoro? Non erano mica "volontari" o turisti più o meno sciroccati. Gli unici,a quanto pare,degni di fiaccolate e gigantografie.Per cui nessuno(attivisti,politici e giornalisti) si è lontanamente sognato di attivarsi. Che bel paese di m**** quello in cui viviamo!

mila

Sab, 09/03/2013 - 17:28

Lavoro in Italia non se ne trova piu'. Bisogna andare a cercarlo all'Estero.

mila

Sab, 09/03/2013 - 17:28

Lavoro in Italia non se ne trova piu'. Bisogna andare a cercarlo all'Estero.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Sab, 09/03/2013 - 17:32

Trevisan probabilmente è stato ucciso, la Farnesina "sta facendo le verifiche: l’unità di crisi è al lavoro con tutte le strutture dello Stato coinvolte". Magari un po' tardino...

Gaby

Sab, 09/03/2013 - 18:05

Gli islamisti sono un pericolo per la nostra civilta'.

gcf48

Sab, 09/03/2013 - 19:12

dal corriere della sera: Attacco contro cristiani, a fuoco cento case in pakistan

Franco Ruggieri

Sab, 09/03/2013 - 19:15

Anni fa dissi che il calendario dei mussulmani è cominciato nel nostro anno 621 circa e quindi adesso si trovano nell'equivalente del nostro basso medioevo, quindi basta lasciar passare 621 anni e le cose si sistemeranno. Purtroppo avevo trascurato il fatto che mentre gli orrori della nostra civiltà sono derivati e derivano dalla parte maligna dell'animo umano, basta guardare a che cosa ha fatto il loro profeta in termini di crimini e che cosa ha prescritto per i suoi accoliti circa la tolleranza religiosa, la pena di morte e quant'altro prevede la sharia, per capire che la mia era una speranza infondata.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 09/03/2013 - 20:27

l' islam in questo caso non c'entra niente, va detto per onestà. La religione in questi contesti è solo un pretesto per armare gruppi e metterli gli uni contro gli altri. E' un vecchio gioco, usato da tanti in passato. Non fermatevi alle apparenze.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 09/03/2013 - 20:29

l' Islam è un pericolo solo in Europa e in termini demografici. Questo è vero pericolo. Non in Nigeria o posti simili... dove è solo uno strumento, come altre religioni, sia chiaro, per combattere guerre per le ricchezze del sottosuolo (scontro USA-Cina o altri? possibile...

squasisquasis

Sab, 09/03/2013 - 20:45

MARINA58@, LAURA.CANU@, PASQUALE ESPOSITO@, ODIFREP@..... Dove siete, codardoni da quattro soldi???? Queste sono le notizie da commentare, invece che sparare le solite cazzate. Ma d'altronde cosa aspettarsi da da codardi/e e per di piu terroni e isolani di M...A ????? Tutto ciò che non vi tocca neanche lo considerate. Un grazie di cuore alla gentile redazione che da sempre pubblica i miei commenti senza esitazione.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 09/03/2013 - 22:06

Chissà perchè, ovunque c'è un focolaio terroristico sulla faccia di questo pianeta, le piste riportano costantemente ad un unico e ben identificabile credo religioso. Questo capita ormai da anni. E da anni ci si affanna, tramite articolate e sofisticatissime analisi, a smentire ogni connessione tra questa religione e le azioni delittuose ad essa più o meno direttamente correlate. Non sarà che, magari in mala fede e in nome del politically correct, si continua pervicacemente a sbagliare analisi? Secondo i criteri di un ben consolidato depistaggio ideologico.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 10/03/2013 - 10:30

Pensate se forze speciali italiane fossero intervenute e fosse morto un ostaggio francese o inglese. Veniva giu' il mondo, ovviamente oltre l'incriminazione da parte della magistratura.