Usa, il super-cecchino Chris Kyle ucciso al poligono da un ex marine

In Iraq fino al 2009, Chris Kyle aveva raccontato la sua esperienza nell'autobiografia American Sniper. È stato ucciso a un poligono di tiro in Texas

Una versione tragicamente reale del classico "chi di spada perisce..." racconta la morte di Chris Kyle, super-cecchino americano, protagonista di una mitologia personale che lo vuole implacabile killer dei guerriglieri durante la guerra in Iraq.

Di nemici ne avrebbe uccisi, con il suo fucile di precisione, almeno 250. Una carriera raccontata in un libro autobiografico, intitolato semplicemente American Sniper, il cecchino americano. Una vita finita al poligono di tiro a Rough Creek Lodge (Texas), colpito da un giovane ex-marine, il 25enne Eddie Routh, che a sentire la stampa locale soffrirebbe di PTSD, la sindrome post-traumatica che affligge tanti militari. Insieme a Kyle è stato ucciso anche un secondo uomo.

Nella marina dal 1999, l'American sniper aveva prima fatto il suo ingresso nei selezionatissimi commando dei Seal, per poi specializzarsi come cecchino, il ruolo che lo avrebbe reso famoso. Sul campo in Iraq per quattro volte, fino al 2009, Kyle aveva poi fondato una società di sicurezza, dedicandosi alla moglie e ai famiglia.

Gli iraqeni lo avevano soprannominato il Diavolo di Ramadi (Al-Shaitan Ramad), dal nome di una città a un centinaio di chilometri dalla capitale Baghdad, capoluogo del governatorato di Al Anbar. Tra i centri di maggior resistenza, Ramadi rimase sotto il controllo statunitense fino al 2011.

Difficile dire quante vittime uccise il super-cecchino. Il Pentagono ne ha confermate 160, Kyle ne conta oltre 250, ma dice non essersele segnate tutte. E basta il soprannome che gli diedero gli iracheni a far capire lo status leggendario del soldato, il cecchino più letale - lo ricorda tra gli altri il Telegraph - nella storia dell'esercito statunitense.

La autobiografia di Kyle, pubblicata l'anno scorso, non aveva lasciato nessuno indifferente. Considerato un eroe di guerra tanto quanto un criminale, aveva descritto la sua esperienza in Iraq come "il momento migliore della mia vita".

Commenti
Ritratto di unLuca

unLuca

Dom, 03/02/2013 - 17:11

Chi di spada ferisce .....

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Dom, 03/02/2013 - 17:19

Io Signore esiste eccome questa feccia della umanità è stato purgato proprio da Lui.

polonio210

Dom, 03/02/2013 - 18:40

Grazie Chris.......SEMPER FIDELIS

Ritratto di michageo

michageo

Dom, 03/02/2013 - 18:53

x franco@Trier: tu uomo chi sei per poter giudicare?(stando comodamente in poltrona...)

Ritratto di Papapeppe

Papapeppe

Dom, 03/02/2013 - 20:50

Salute a te amico, come canta una delle nostre canzoni" viva la morte mia, viva la gioventù " ci rivedremo nei campi elisi

Raoul Pontalti

Dom, 03/02/2013 - 22:09

Ha subito la pena del contrappasso già in questo mondo. Una lacrima la possiamo anche spendere, solo perché il contrappasso gli è stato irrogato con ritardo...

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Lun, 04/02/2013 - 01:20

Egregio franco@Trier, La consiglio vivamente di cambiare il traduttore automatico tedesco - italiano o di fare un corso di lingua italiana. Il Suo commento sopra riportato, a prescindere dal contenuto, fa sbellicare dalle risate.

alberto_his

Lun, 04/02/2013 - 10:49

Non è dato sapere se e quanti civili siano inclusi nel computo delle 250 presunte vittime. L'infallibile tiratore ha incontrato la sua nemesi secondo la legge del contrappasso. Parlando di cecchini ricorderei anche la controparte iraqena, il leggendario Juba.

Raoul Pontalti

Lun, 04/02/2013 - 13:49

Ha subito la pena del contrappasso già in questo mondo. Una lacrima la possiamo anche spendere, solo perché il contrappasso gli è stato irrogato con ritardo...(P.S. Avevo inviato questo commento stanotte, ma è andato disperso e ora appaio tributario del pur ottimo alberto_his con il quale peraltro mi compiaccio per aver avuto la stessa idea in merito al quel "serial killer")

Ritratto di il bona

il bona

Lun, 04/02/2013 - 16:56

250? Ma neanche in "call of duty"... quindi non ci credo.

Ritratto di KATYN1943

KATYN1943

Lun, 04/02/2013 - 19:16

In tempo di guerra a Firenze i cecchini sui tetti che tiravano alle povere donne che andavano a prendere l'acqua ai fontanelli o il pane con la tessera...........non erano visti di buon occhio!!! Il senso di disprezzo dalle nostre parti ci pervade ancora!!!

Ritratto di Giandorico

Giandorico

Lun, 04/02/2013 - 19:30

Un uomo straordinario, che ha combattuto eroicamente in un a guerra fetida come quella irachena, nella quale gli Occidentali non hanno combattuto solo contro i terroristi iracheni, e non solo iracheni, ma anche, come sempre, contro la parte più fetida delle opinioni pubbliche dei nostri Paesi, piena di spurghi di fogna come quelli che infestano pure queste pagine di commenti, tipo Pontalti o francoTrier. Kyle è morto a causa della sua stessa generosità, che lo ha portato a dedicare il suo tempo ad occuparsi di giovani reduci disadattati, come quello che gli ha sparato, così come in guerra con generosità e coraggio si è occupato di eliminare coloro che mettevano in pericolo la vita dei suoi commilitoni. Sarebbe bello che lassù potesse avere il posto privilegiato che competerebbe, se un altro mondo mai esistesse, ai migliori fra di noi.

mborrielli

Mar, 05/02/2013 - 00:59

Giandorico... non dica scemenze. hanno fatto secco un assassino che ammazzava gente da 2 km di distanza in una guerra che è stata voluta dall'america per accapparrarsi il petrolio iraqueno. E tutto sulla pelle degli iraqueni, prima mandati a farsi massacrare contro l'Iran per fare piacere sia agli americani che a tutti gli altri paesi vicini che lo finanziavano. Se ha poca dimestichezza con la storia, eviti di fare commenti. Quanto alla sua logica secondo cui difendeva la vita dei suoi commilitoni, ricordi che tali commilitoni erano sul suolo iraqueno ad ammazzare iraqueni. I quali fino a prova contraria avrebbero tutto il diritto a difendersi. Cretino.

Raoul Pontalti

Mar, 05/02/2013 - 04:39

Giandorico prima di sproloquiare beviti un calmante e non della grappa e prima di insultare i commentatori informaTi su di loro (con me è facile, non esistendo alcun mio omonimo) e soprattutto considera bene ciò che hanno scritto. Per Tua norma e regola io sono tra coloro che rendono onore ai franchi tiratori fiorentini (RSI...) e si struggono ascoltando la canzone loro dedicata dagli Amici del vento: questo per dire che non sono aprioristicamente e ideologicamente ostile a chi ha fatto il cecchino. Ma altra cosa è fare il cecchino per difendere la propria patria dall'invasore, altra ancora essere invasori e assassinare presunti "insorgenti" (donne comprese!) come questo signore ha fatto in una guerra "per portare la democrazia" a suon di bombe anche al fosforo e sulla base delle false informazioni sulle armi nucleari chimiche. etc. di Saddam, Tu, da perfetto e tipico esemplare dei bananas puoi insultare chi non ama questi assassini in divisa, sei costretto anzi, in perfetta coerenza con la natura bestiale comune a quel campione omicida con 160 persone ufficialmente assassinate sulle 250 rivendicate, insultarmi. Mi offenderei del resto se uno dei bananas condividesse i miei commenti, oppure mi chiederei dove ho sbagliato.

alberto_his

Mar, 05/02/2013 - 10:26

Per le repliche a Giandorico (quanti eroi inutili e sbagliati si creano) quoto i commenti di mborelli e Raoul Pontalti, che ringrazio anche per l'approvazione al mio post. Un giorno, spero prossimo, con il tuo consenso ti scriverò personalmente.

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Mar, 05/02/2013 - 10:26

si Michageo so giudicare un assassino tu no?Questo cecchino è uno di quei bastardi Yankees che si divertivano a sparare a donne e bambini per la strada ma le foto non le avete mai viste? Vivete nel mondo della luna? O siete drogati di propaganda dei gringos vostri padroni i quali vi considerano dei sottoprodotti, in USA gli italiani sono considerati a livello dei neri.

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Mar, 05/02/2013 - 10:29

Poi il cecchino è una specialità da assassino legalizzato colpire ammazzare a tradimento questo non è un onore per un vero soldato.

Ritratto di Giandorico

Giandorico

Mar, 05/02/2013 - 15:16

Le discussioni su questo forum sortiscono l'effetto dell'immondizia abbandonata per la strada, che richiama i sorci dalle chiaviche a razzolarci intorno. Qui all'appuntamento sono arrivati in diversi, da Trier (?) e Pontalti già citati, a alberto_his a borrielli. Dagli sproloqui sulla ammirazione per i bravi cecchini della RSI paragonati ai cattivi cecchini americani in Iraq, come fa quella caccoletta di Pontalti che si rivolge pure con la maiuscola ai suoi interlocutori, ai vomiti di Trier al petrolio di mborrielli, non manca nulla della merda che la società italiana ha travasato nelle zucche della gente nel corso del delirio collettivo degli ultimi cinquant'anni. La differenza fra noi e altri Paesi è la non marginalità delle idee di questi disadattati. Più o meno in tutti i Paesi le società negli anni '60 hanno conosciuto l'effetto maionese impazzita. Chi ne è venuto fuori più o meno con le buone, come le società anglosassoni e europee occidentali in genere, chi con le cattive, come il Cile. Da noi il bandolo della matassa non è stato ancora trovato; basta una qualsiasi tribuna politica ora, e anche di più all'epoca della guerra in Iraq, quando anche gente stipendiata 30 milioni di lire al mese come Ferrero o Pecoraro Scanio andava in video per cacare le stese stronzate di questi qui, per capire quanto la situazione sia difficile e

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Mar, 05/02/2013 - 20:32

Giandorico pezzo di minchia sei mai stato tu negli Stati Uniti? Hai mai parlato con la gente di là ? allora che kazzo giudichi,gira prima il mondo parla ascolta guarda e poi puoi scrivere la tua qui.Non ti limitare a leggere i media i giornali radio o e televisione se ascolti solamente loro non capirai mai un kazzo.Sionista del kaxxola RSi ha difeso la patria gli yankees hanno aggredito un paese libero aggredito per rubargli il petrolio fesso. Lacchè.

Raoul Pontalti

Mer, 06/02/2013 - 18:51

Giandorico vedi di andare a fare le pugnette ai cani (naturalmente americani...)

gabrio

Lun, 12/01/2015 - 00:17

Onore a lui