Gli eurocandidati dell'Idv/ Dall'hostess al filofoso gay

L'Italia dei Valori prepara la campagna per Strasburgo con una parata di nomi «eccellenti». L'ultimo personaggio arruolato alla bisogna da Antonio Di Pietro è Carlo Rossetti, ex presidente dell'associazione per i disabili Aisa e lui stesso affetto da handicap: sarà in lista nella circoscrizione Centro. Perché, ha dichiarato Tonino, «non esistono persone normali e anormali, siamo tutti sulla stessa barca». Un barcone, più che altro, a giudicare dalle teste celebri raccolte in vista delle Europee. Figurine da accompagnare a quella del capo, capolista indiscusso in tutte le circoscrizioni ad eccezione di quella delle Isole.

A Nord Ovest compaiono l'ex pm al centro di mille casi Luigi De Magistris, il filosofo «orgogliosamente comunista e gay» Gianni Vattimo e l'immancabile pasionaria Alitalia. No, non la gieffina ed ex Fattoria Daniela Martani; proverà a volare in Europa Maruska Piredda, famosa per l'esultanza a trattativa fallita nel salvataggio alla compagnia di bandiera, nonché per la comparsata urlatrice in tv. Ad Annozero, naturalmente. Al di sotto di Di Pietro, a Nord Est, ci sarà il giornalista e consigliere regionale veneto Gustavo Franchetto e il solito De Magistris.

Al Centro in pole position per un seggio il fiorentino Niccolò Rinaldi, già segretario generale aggiunto presso il gruppo dell'Alleanza dei Democratici e Liberali per l'Europa al Parlamento europeo. Di seguito? De Magistris, tanto per (non) cambiare.

Stesso ritornello al Sud, laddove dietro la coppia jolly Di Pietro&De Magistris, emerge la funzionaria della Regione Sicilia Sonia Alfano, classe '71, figlia del giornalista Beppe ucciso dalla mafia. Ha ottenuto l'incarico in Regione in virtù della normativa a tutela dei familiari delle vittime di mafia. Anche sindacalista, è coordinatrice locale del movimento anti-mafia «Ammazzateci tutti». Alle scorse regionali con la lista «Amici di Beppe Grillo» la «Alfano Presidente» ha preso quasi 70.000 preferenze. Subito dopo di lei in lista, Pino Arlacchi, sociologo specializzato in sicurezza e criminalità organizzata. Da sempre vanta la sua amicizia con i giudici Falcone e Borsellino.

Più sotto nell'elenco dei candidati Aldo Michele Radice e l'ex cronista del Corriere della Sera, il pugliese Carlo Vulpio. «Padrone» della circoscrizione Isole è invece Leoluca Orlando, ex sindaco di Palermo e presidente dell'«Istituto Rinascimento siciliano». Ma a chi piacciono i volti meno noti, ecco in fondo la «studentessa-lavoratrice» Paola Calorenne (messinese di Milazzo, 28 anni appena compiuti). Commessa e specializzanda in Pubblicità, uno stage a Raitre all'attivo, sul sito ufficiale del partito ha messo il suo curriculum formato Word. E con tanto di numero di telefonino...