Europei, Pizzetti bronzo nei 1.500 stile libero

L'azzurro agguanta il terzo posto alle spalle di Roualt e Joensen: solo quarto l'altro italiano Colbertaldo. Oro al francese Roualt, autore di una grande rimonta, argento per Joelsen (Far Oer). Maglia sesto nei 200 sl

Budapest - Un altro bronzo in piscina. Samuel Pizzetti ha vinto la medaglia di bronzo nei 1.500 metri stile libero agli Europei. L’oro è andato al francese Sebastien Roualt (14'55"17), secondo posto per Pal Joensen (Isole Far Oer in 14'56"90). Quarto posto per l'altro azzurro Federico Colbertaldo. Delusione in casa Italia perché dopo le batterie si sperava in un metallo più pregiato, ma Pizzetti abbatte il muro dei 15' (14'59"76) e non sfigura nella gara in cui Joelsen scappa dalla prima vasca resistendo alla rimonta potente di Roualt. Quella di Pizzetti è la seconda medaglia per l’Italia agli Europei in vasca dopo quella, sempre di bronzo, vinta ieri da Fabio Scozzoli nei 100 metri rana.

Pizzetti felice "Ho dato tutto, non ho niente da recriminare. Certo era un’occasione d’oro per prendere una medaglia di più alto valore". Pizzetti soddisfatto e sincero dopo la medaglia di bronzo europea nei 1.500 metri stile libero. "Pensavo di aspettare fino agli 800 metri e poi spingere, andare via - ha sottolineato l’azzurro - ma le cose sono andate diversamente". Il ritmo impresso da Joensen ha costretto Pizzetti a inseguire per quasi tutta la gara assieme al francese Roualt, che si è poi staccato per vincere l’oro. "Lo vedevo lì, ma era veramente imprendibile" ha detto Pizzetti.

Maglia è sesto Il tedesco Paul Biedermann ha vinto la medaglia d’oro nei 200 stile libero maschili. Biedermann ha difeso il titolo vinto due anni fa a Eindhoven e ha vinto la finale con il tempo di 1'46"06 e ha preceduto il russo Nikita Lobintsev, secondo in 1'46"51 e medaglia d’argento, e l’olandese Sebastiaan Verschuren, terzo in 1'46"91e medaglia di bronzo. Sesto posto in 1'47"96 per l’azzurro Gianluca Maglia.

Guzzetti settima La russa Yuliya Efimova ha vinto la medaglia d’oro nella finale dei 100 rana femminili agli Europei di Budapest. La Efimiova ha trionfato in 1'06"32 davanti alla danese Rikke Moeller Pedersen e alla svedese Jennie Johannson, che hanno toccato con l’identico crono di 1'07"36. L’azzurra Michela Guzzetti ha chiuso al settimo posto in 1'08"70. 

Giorgetti, Beni e Segat in finale Edoardo Giorgetti si è qualificato alla finale dei 200 rana maschili. L’azzurro ha chiuso la seconda semifinale al terzo posto in 2'11"74, il quarto tempo assoluto. Nicolò Beni si è qualificato per la finale dei 200 farfalla maschili. L’italiano ha vinto la sua semifinale con 1'58"87 qualificandosi alla finale con il sesto tempo complessivo. Francesca Segat si è qualificata per la finale dei 200 misti femminili. L’azzurra ha chiuso la prima semifinale al quarto posto in 2'14"01, il settimo tempo assoluto. Finale guadagnata anche per Stefano Mauro Pizzamiglio nei 50 dorso. Pizzamiglio ha chiuso la seconda semifinale al quarto posto in 25"34, l’ottavo e ultimo riscontro utile per centrare la finale. Niente da fare invece per Mirco Di Tora, settimo nella stessa semifinale in 25"74, quindicesimo tempo assoluto.