Un fascino giovane a ritmo Mp3

La 500 ha più o meno la mia età. A voler essere precisi, è più giovane di me di un mese e qualche giorno. Perciò quando ne vedo una per strada non posso fare a meno di commuovermi come se vedessi una mia gemella. Ma non appartengo al partito dei nostalgici. Mi fa piacere che una nuova auto, un'auto del 2000, rievochi un mito della mia infanzia. È come una reincarnazione, e al tempo stesso è un atto d'amore per il passato, un passato che trovava inebriante l'odore di benzina, un'Italia che si sognava America.

La 500 è stata anche l'alcova di generazioni di italiani, ed è bello pensare che lo stesso potrà accadere per ragazzi nati trenta, quaranta anni dopo. Con molta più comodità, però. Le auto del passato erano decisamente meno comode anche della più base delle «versioni base» di oggi. La nuova 500 avrà - volendo, potendo - aria condizionata, airbag, Abs, lettore Mp3 e tutte le diavolerie che consideriamo ormai indispensabili per muoverci in auto. D'altra parte qualcosa si dovrà pur dare ai giovani di oggi, in cambio delle cose che avevamo 50 anni fa e non ci sono più: la benzina abbondante, le prime vacanze, le strade dal traffico umano. La 500 è tornata. Bentornata. Mi sono appassionato a questa nuova macchinina che è molto più di un'auto, che è un simbolo, e spero possa diventare una speranza per il futuro di questo paese. Il mio augurio è che possa diventare il simbolo di una nuova Italia.