Fassino: "Mi candido a sindaco di Torino"

Parteciperà alle primarie in programma il 27 febbraio. Dal 7 gennaio al 5 febbraio la raccolta firme per partecipare alla consultazione con cui il centrosinistra sceglierà il proprio candidato sindaco. Bersani: "Il suo è un gesto generoso che gli fa onore". Chi sono gli altri candidati in corsa

Torino - Piero Fassino scioglie le riserve e accetta la sfida per diventare il nuovo sindaco di Torino. Lo ha annunciato nel corso dell’assemblea provinciale del Pd in corso a Torino. "Sono disponibile a candidarmi. In queste due settimane ho raccolto un incoraggiamento e un consenso direi unanime", ha detto Fassino. "Ho raccolto anche qualche preoccupazione e cioè che la candidatura di un dirigente nazionale possa rappresentare un non riconoscimento di coloro che hanno lavorato a Torino". Fassino ha poi aggiunto: "Capisco questa preoccupazione, ma nel momento in cui accetto la candidatura è perché sono convinto che qui c’è un gruppo dirigente di valore". Dal 7 gennaio al 5 febbraio partirà la raccolta firme per le primarie di coalizione a Torino che si svolgeranno il 27 febbraio. Ciascun candidato che sceglierà di correre per il Pd dovrà raccogliere 700 firme, cioè il 20 per cento del totale degli iscritti al partito.

Bersani: gesto generoso Pier Luigi Bersani, segretario del Pd, saluta con favore l’annuncio ufficiale di Fassino: "E un gesto di generosità e di impegno che fa davvero onore a lui e a tutto il nostro partito".

Franceschini: importantissima candidatura Secondo Dario Franceschini, presidente dei deputati del Pd, "la candidatura di Fassino è importantissima non soltanto per la città di Torino ma per il Partito democratico e per tutto il sistema delle autonomie che mai come adesso ha bisogno di personalità in grado di dare forza agli enti locali nel loro rapporto con lo Stato e le regioni mentre si attua il federalismo. Come sempre, Piero - dice in una nota - ha dimostrato la sua generosità e disponibilità a un gioco di squadra".

Gli altri candidati in corsa Sono quattro, in tutto, gli esponenti del Pd che scenderanno in campo per le primarie. A fianco di Fassino ci sono l’ex presidente dell’Atc torinese, Giorgio Ardito, l’ex presidente del Consiglio regionale, Davide Gariglio, e il vice presidente di Palazzo Lascaris, Roberto Placido.