Dopo le feste siamo tutti più grassi Ogni italiano è aumentato di due kg

Indagine Coldiretti: gli ultimi otto giorni hanno visto un accumulo supplementare di 14mila chilocalorie. Sono 6 i miliardi di euro spesi in abbuffate. Adesso però tutti a dieta

Milano - Dopo un paio di piani di scale avete il fiatone? Le stringhe delle scarpe sono diventate insolitamente distanti? I pantaloni sembrano quelli di vostro figlio? E' semplicemente l'effetto, magari indesiderato, delle festività natalizie. Due chili in più per ogni italiano, stima la Coldiretti. Nelle tavolate durate più di una settimana sono stati consumati nelle case italiane 100 milioni di chilogrammi tra pandori e panettoni, 80 milioni di bottiglie di spumante, 20mila tonnellate di pasta, 8.500 tonnellate di cotechino. Valore totale: 6 miliardi di euro, tra Natale e Capodanno.

Secondo la Coldiretti negli ultimi otto giorni c'è stato un accumulo supplementare medio di 14mila chilocalorie. E con il tappo dello spumante molti hanno affidato alla notte di San Silvestro anche qualche buon proposito per il 2007. Prima di tutto, pensando alle rotondità, dimagrire. Coldiretti ha stilato una lista dei prodotti le cui proprietà terapeutiche e nutrizionali sono utili per disintossicare l'organismo e per accompagnare il rientro, in salute, alla normalità. Frutta. Non dimenticare arance, mele, pere e kiwi. Più verdure. Spinaci, cicoria, radicchio, zucche e zucchine, insalata, finocchi e carote. Insalate e verdure - suggeriscono gli esperti - vanno condite con olio d' oliva, ricco di tocoferolo un antiossidante che combatte l'invecchiamento dell'organismo e favorisce l'eliminazione delle scorie metaboliche, e abbondante succo di limone che purifica l'organismo dalle tossine, fluidifica e pulisce il sangue, è un ottimo astringente e cura l'iperacidità gastrica.

Le arance sono una notevole fonte di vitamina C utile al sistema immunitario per fronteggiare l'influenza, favorisce la circolazione, ossigena i tessuti e combatte i radicali liberi. Le mele per il loro modesto apporto calorico e per la prevalenza del potassio sul sodio svolgono un'azione antidiarroica e regolano la colesterolemia. Le pere hanno un potere saziante, contenendo zuccheri semplici come il fruttosio, fibra, molta acqua e poche calorie, e sono adatte per chi soffre di intestino pigro. I kiwi ricchi di vitamina C, fosforo e potassio sono particolarmente indicati per migliorare il funzionamento dell' intestino, i semini neri in esso contenuti infatti ne stimolano le contrazioni.

La verdura a foglie verde scuro come spinaci e cicoria contiene acido folico, gruppo vitamine B, essenziale nella formazione dei globuli rossi e per l'azione sul midollo osseo. L'insalata conferisce volume e potere saziante con un apporto calorico estremamente limitato ed assicura anche un certo contributo di vitamine, calcio, fosforo e potassio. Le carote sono ricche di vitamina A, indispensabile per la salute degli occhi e della pelle, i finocchi, risultano ottimi per combattere la nausea, la digestione difficile e la stitichezza. Da non trascurare i piatti a base di legumi (fagioli, ceci, piselli e lenticchie) ricchi di ferro e di fibre che aiutano l' organismo migliorando le funzionalità intestinali, e sono anche una notevole fonte di carboidrati a lento assorbimento, che forniscono energia che aiuta a combattere il freddo.