La finanza sequestra lo yacht di Tanzi

Uno degli ultimi tesori dell'ex patron di Parmalat, un motoryacht di 16 metri
costruito da un cantiere ligure, che faceva
bella mostra nei tempi andati nelle acque incantate del Golfo dei
Poeti, è stato sequestrato. L’imbarcazione era in
un cantiere dell’interland spezzino

Uno degli ultimi tesori di Calisto Tanzi, un motoryacht di 16 metri costruito da un cantiere ligure, che faceva bella mostra nei tempi andati nelle acque incantate del Golfo dei Poeti, è stato sequestrato. L’imbarcazione è stata rinvenuta presso un cantiere dell’interland spezzino, dagli uomini della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di La Spezia. Il motoryacht "Boobies" è stato posto sotto sequestro su disposizione dell’autorità giudiziaria di Parma, da lungo tempo impegnata in uno dei casi giudiziari più controversi degli ultimi anni.

Il bene assicurato alla giustizia, di ingente valore commerciale, va ad aggiungersi ad altri - ad esempio quadri di valore - scoperti recentemente sempre dalla Finanza in una serie di operazioni per individuare beni riconducibili alla famiglia Tanzi sottratti o occultati al fallimento della Parmalat. Il sequestro del motoryacht andrà ad incrementare l’asse patrimoniale a disposizione del Tribunale Fallimentare di Parma per soddisfare almeno in parte i molti creditori che vantano crediti nell’ambito del fallimento Parmalat.