Alla fine Adailton va a Bologna

È arrivato a Pegli, ha salutato i compagni ed è partito verso l'Emilia. Martins Bolzan Adailton non è più un giocatore del Genoa. Nel pomeriggio di ieri infatti è arrivato l'accordo che lo porterà a vestire un'altra maglia rossoblù, quella del Bologna. Si è così concluso un tira e molla iniziato qualche settimana fa. Da tempo Genoa e Bologna avevano infatti raggiunto l'intesa sulla base di un milione e ottocentomila euro , ma l'attaccante, chiamato in causa ad accordi fatti, si era irrigidito e sembrava che tutto potesse saltare. Ieri la svolta e la partenza da Genova dove nella scorsa stagione ha realizzato 11 gol in 26 presenze. Una partenza salutata con dolore per la voglia di voler giocare in una serie A che il brasiliano ha conquistato, ma ha solo accarezzato con la maglia del Grifo dopo averla disputata per l'ultima volta nella stagione 2001-2002 con il Verona.
Movimenti in attacco dunque per la squadra di Gasperini che ha chiesto espressamente alla società due giocatori per ogni ruolo. E così seguendo questa richiesta nelle prossime ore potrebbe trovare una collocazione Mirco Gasparetto. La punta ha molte richieste in serie B e considerata l'intenzione di puntare tutto su Figueroa che a Catania potrebbe andare in panchina, sarà lui oggi a fare le valigie. Nessuna novità a centrocampo dove è sempre più probabile la conferma di Manuel Coppola. I tentativi di convincere la Roma, alle prese con i guai di Pizarro, a cedere Barusso sono andati a vuoto, ma non si escludono colpi di scena nelle ultime ore come già accaduto nelle precedenti sessioni del calciomercato.
A proposito di attacco c'è invece da registrare la conclusione del caso Sculli. Con una buona notizia per il Genoa: la Corte di Giustizia Federale, infatti, dopo tre ore di dibattimento ha confermato la condanna decisa in primo grado per l’attaccante difeso dall’avvocato Paolo Rodella. Ma poiché Sculli ha già scontato gli otto mesi inflitti dalla Disciplinare per omessa denuncia, già domenica sarà a disposizione di Gasperini.
Da Pegli intanto la squadra ha proseguito la preparazione in vista della trasferta di Catania. Gasperini ha ancora una volta manifestato l'intenzione di voler puntare su Figueroa che ha disputato tutta la partitella in famiglia mostrando segnali di crescita impensabili qualche giorno fa. Lavoro differenziato invece per Coppola. «Dobbiamo far tesoro degli errori commessi con il Milan: una delle squadre più forti a livello mondiale - ha commentato a Villa Rostan il difensore brasiliano Santos - Al di là del risultato, la prestazione di domenica non è stata da buttare via. A Catania troveremo una buona squadra, ricca di motivazioni per il ritorno nello stadio di casa, ma metteremo anche le nostre sul piatto della bilancia. I dettagli a volte possono fare la differenza. Per raccogliere punti, ci vorrà una gara perfetta o giù di lì».