Finmeccanica e Compagnia delle Opere promuovono l’innovazione

Favorire le relazioni fra gli imprenditori che operano nei settori dell'energia, dei trasporti, dell'Information and communication technology e dei nuovi materiali. È con questo obiettivo che il 28 e 29 settembre si terrà a Genova «Matching Innovazione», evento imprenditoriale organizzato da Compagnia delle Opere (Cdo) con la sponsorizzazione generale di Finmeccanica, il gruppo aerospazio & difesa controllato dal ministero del Tesoro. Tecnicamente si potrebbe definire una fiera «business to business»: sarà ospitata ai Magazzini del Cotone proprio per la forte caratterizzazione che Genova ha assunto grazie alla vocazione innovativa delle sue molte imprese. Finmeccanica, che ogni anno investe circa l’11% dei ricavi in ricerca e sviluppo, ha aderito mettendo in campo alcune delle aziende del gruppo: Agusta Westland, Alenia Aeronautica, Ansaldo Energia, Ansaldo Sts, Elsag Datamat, Otomelara, Selex Communications, Selex Galileo, Selex Sema, Selex Sistemi Integrati, Telespazio e Wass. «Il tema dell'innovazione, come chiave d'accesso per il raggiungimento di un'eccellenza tecnologica attraverso la quale diventare competitivi sui mercati internazionali è da sempre al centro degli interessi di Finmeccanica - spiega il presidente e amministratore delegato, Pier Francesco Guarguaglini - e l'attenzione che dimostriamo è data dai quasi due miliardi che nel 2009 abbiamo investito in ricerca e sviluppo, potendo vantare tra le nostre risorse circa 15.600 addetti in progettazione ed engineering e 5.200 addetti qualificati in ricerca e s viluppo. Da qui la decisione di partecipare a “Matching Innovazione” e la scelta di Genova testimonia il legame di Finmeccanica con la città». È attesa la partecipazione di circa 200 imprese e, come spiega il presidente di Compagnia delle Opere, Bernhard Scholz, «la decisione di dedicare un appuntamento specifico all’innovazione nasce dalla consapevolezza che si tratta di un tema fondamentale per lo sviluppo delle nostre imprese e per rafforzare la loro competitività».