La Fiorentina a Monaco, un'impresa tutta in salita

Dopo il Milan, tocca ai viola giocare negli ottavi di Champions. Domani sera a Monaco la squadra di Prandelli deve cancellare il ricordo del pesante 3-0 subito un anno fa. Ma c'è un dato che la incoraggia: i tedeschi hanno vinto solo 3 volte in casa contro le italiane

La Fiorentina torna a Monaco dopo un anno e se la vede con un Bayern più lanciato che mai, anche dal clamoroso 4-1 in casa della Juve nell'ultimo turno della prima fase. I viola in Baviera hanno un solo precedente (quello, appunto, della scorsa stagione) e per nulla beneaugurante visto che finì 3-0 per i tedeschi in una sfida sostanzialmente a senso unico. Segnarono Klose dopo appena 4 minuti, Schweinsteiger al 26' e completò l'opera Zè Roberto a un minuto dal termine.
Il Bayern, ancora affidato a Jurgen Klinsmann, giocava con Rensing, Oddo, Lucio, Demichelis, Lahm (Lell), Schweinsteiger (Borowski), Van Bommel, Zè Roberto, Ribery, Toni (Podolski), Klose. I viola di Prandelli erano invece in campo con Frey, Zauri, Gamberini, Dainelli, Vargas (Gobbi), Kuzmanovic, Felipe Melo, Montolivo, Santana (Jovetic), Gilardino e Mutu.
Per i viola si tratta della settima trasferta tedesca nelle coppe europee: nei 6 precedenti ha raccolto solo un pareggio (1-1 a Brema in semifinale di coppa Uefa '89-90 con un gol di Nappi che valse la qualificazione alla finale) e 5 sconfitte (3-2 a Rostock nel '68-69, 1-0 a Colonia nel '70-71, 1-0 a Zwickau nel '75-76, 2-1 con lo Schalke nel '77-78 e appunto 3-0 a Monaco lo scorso anno).
Il Bayern invece riceve per la 14ª volta una squadra italiana e nei 13 precedenti ha perso solo 4 volte: con l'Inter nell'88-89 (0-2), quando poi ribaltò clamorosamente la qualificazione andando a vincere 3-0 a San Siro, con la Juve nel 2004-05 (0-1) e con il Milan nel 2002-03 (1-2) e nel 2006-07 (0-2). Per contro anche le vittorie dei tedeschi sono addirittura solamente 3: oltre alla già citata affermazione sui viola dell'ultima stagione, può contare solo un 2-0 sulla Roma in coppa Coppe '84-85 e un 2-1 alla Juve in Champions 2005-06.
La Fiorentina inoltre ha stabilito proprio in questa stagione il nuovo proprio primato assoluto di vittorie consecutive nelle coppe europee, con 5 successi nelle ultime 5 giornate della fase a gironi. Record, dunque, tuttora migliorabile, ma all'Allianz Arena ci vorrebbe proprio un'impresa. Soprattutto perchè i viola non segnano in assoluto in gare ufficiali dal 31 gennaio scorso quando, in serie A, pareggiarono 2-2 a Cagliari. L'autore del secondo gol viola fu Jovetic al 63': da allora si contano i restanti 27' di quel match, più le intere partite perdute contro Inter (0-1 esterno in coppa Italia), Roma (0-1 in casa in campionato) e Sampdoria (0-2 fuori casa in serie A), per un totale di 297' di digiuno assoluto. A Monaco dunque bisogna invertire la tendenza.