Franceschini: "Berlusconi guardi avanti" Casini: "Il nuovo partito è democrazia"

Prime reazioni del leader del Pd e di quello dell'Udc. Per Franceschini "è importante che nasca un grande partito di destra, nostro avversario e nostro interlocutore". Per Casini il Pdl "è un partito che ha tanto consenso nel Paese"

"Quando nasce un partito è sempre un evento di democrazia", è il commento di del leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini a Cosenza dove si trova a sostegno della candidatura di Roberto Occhiuto parlamentare dell’Udc alla presidenza della Provincia bruzia. Rispondendo alle domande dei giornalisti Casini ha fatto gli auguri al Pdl aggiungendo che "è un partito che tra l’altro ha tanto consenso nel Paese". Il leader dell’Udc ha poi puntualizzato: "Oggi tutta questa terminologia destra, sinistra, centro conta poco. Conta utilizzare la crisi per avere un progetto di modernizzazione del Paese, risolvere i problemi che ci sono da anni sul tappeto e si rinviano".

Franceschini "Berlusconi dice le stesse cose, usa gli stessi slogan dal 1994, quando avevano tre anni molti degli elettori che voteranno nelle prossimo elezioni di giugno. Bisogna che si tolga dal linguaggio e dalla mente cose del passato e faccia uno sforzo di guardare avanti", è il commento del segretario Pd Dario Franceschini all’intervento di Berlusconi al congresso Pdl. È comunque positivo che "nasca un grande partito di destra, che sarà il nostro avversario, il nostro interlocutore, ma che semplifica il sistema politico italiano, Vorrei però che Berlusconi guardasse un pò avanti", ha sottolineato Franceschini, a Vina del mar per un vertice dei progressisti.