Frattini: "Protagonista del '900"

Il ministro degli Esteri: "Una donna straordinaria protagonista del '900". Franceschini: "Personalità forte e voglia di essere al centro degli eventi"

Roma - Il ministro degli Esteri Franco Frattini ha inviato alla famiglia Agnelli un messaggio di "profondo cordoglio" per la scomparsa di "una grande protagonista dell’ Italia del Novecento". "Desidero ricordare con un pensiero commosso - scrive Frattini - una donna straordinaria, che ci lascia una preziosa eredità grazie alla sua ammirevole opera umanitaria, all’ impegno politico ispirato da alto spirito di servizio e sincera vicinanza ai cittadini, alle sue eleganti e raffinate analisi della società italiana". "So di fare miei i sentimenti di tutto il personale della Farnesina - prosegue Frattini - nel rendere omaggio anche alla figura di un brillante Ministro degli Esteri, ricordato ancora oggi al Ministero con affetto e unanime apprezzamento come esempio di intelligenza politica e di attenzione per l’ Amministrazione". "Sono molto vicino ai familiari di Susanna Agnelli - conclude Frattini - ai quali rivolgo le mie fraterne condoglianz."

Il cordoglio di Schifani "Con Susanna Agnelli l’Italia perde una donna dalle straordinarie qualità, che ha posto con profonda dedizione la sua intelligenza e le sue conoscenze al servizio del Paese": così si è espresso il Presidente del Senato Renato Schifani, in un messaggio di cordoglio inviato ai familiari della Signora Agnelli. Esprimendo il profondo dolore suo personale e dell’Assemblea del Senato, il Presidente Schifani definisce Susanna Agnelli "protagonista della cultura e della politica italiana". "Per Susanna Agnelli - conclude il messaggio - appartenere a una grande famiglia non è mai stato un privilegio ma una responsabilità, ed è con questo spirito che, negli anni recenti, la abbiamo vista impegnarsi come attiva e tenace presidente della fondazione Telethon".

Prestigiacomo: "Grande lezione di semplicità" "Ho appreso con grande dolore la mesta notizia della scomparsa di Susanna Agnelli. Il nostro Paese piange la grave perdita di una delle protagoniste della sua storia che, con grande equilibrio, intelligenza, senso del dovere e spirito di servizio ha espresso un grande amore per l’Italia, dimostrato anche con la sua attività politica, prima e unica donna alla Farnesina. Vogliamo ricordare Susanna Agnelli, inoltre, per la grande lezione di semplicità che ha lasciato e manifestare alla famiglia Agnelli tutto il nostro più sincero cordoglio". Lo dichiara il ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo a seguito della scomparsa di Susanna Agnelli.

Matteoli: "Poliedrica attività" "Nella sua poliedrica attività di politica, scrittrice, imprenditrice e soprattutto di personalità impegnata nel sociale, Susanna Agnelli si è distinta per la sua autorevolezza e per il suo spessore. Desidero inviare ai familiari i sentimenti del mio cordoglio e della mia vicinanza". Lo ha dichiarato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli.

Franceschini: "Donna intelligente e impegnata" "Con Susanna Agnelli se ne va una donna intelligente, impegnata e attiva. Il suo impegno da ministro degli Esteri (unica donna ad aver ricoperto questo incarico) e più in generale l’esperienza politica come sindaco dell’Argentario, poi sui banchi di Montecitorio negli anni Settanta e poi a Strasburgo, ci parlano di una personalità forte e di una voglia di essere al centro degli eventi". Lo ha ricordato Dario Franceschini, segretario del Partito Democratico.

Fassino: "Una donna forte" "Una donna forte, autorevole, consapevole di cosa significasse chiamarsi Agnelli. Nelle tante occasioni di frequentazioni mi ha sempre colpito la sua fiera dignità, ma anche il suo essere donna di grande umanità, capace di straordinaria attenzione verso chiunque le si rivolgesse" ha dichiarato Piero Fassino.