Frutta e verdura, a Expo festa dei sapori naturali

Oltre 50 quintali di frutta fresca distribuiti da Coldiretti a Expo. Tra queste le pesche, le susine e gli agrumi tardivi provenienti da Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Piemonte e Calabria. Agricoltori al padiglione No farmers no party. E al centro della giornata il Cluster Frutta e Legumi

Dalle pesche nettarine alle ciliegie, dalle albicocche alle nespole, dall’anguria al melone sino ai frutti più esotici, provenienti da ogni parte del mondo. E ancora melanzane, zucchine, pomodori e fiori di zucca. Oggi Expo Milano 2015 celebra la “Festa della Frutta e della Verdura”, ovvero mangiare sano e con uno stile di vita corretto.

Tante le iniziative in programma che coinvolgono i Paesi partecipanti e animano l’Esposizione Universale per tutto il giorno. Con la distribuzione a tutti i visitatori di oltre 50 quintali di frutta fresca, da parte di Coldiretti. Tra queste le pesche, le susine e gli agrumi tardivi provenienti dalla Lombardia, dal Veneto, dall’Emilia Romagna, dal Piemonte e dalla Calabria. Alle 10 davanti al padiglione No farmers no party all’ingresso del Cardo Sud, migliaia di agricoltori provenienti da tutta Italia si daranno appuntamento per dare il via ufficiale alla Festa. La frutta sarà distribuita in tre punti diversi: lungo il Cardo Sud davanti al Padiglione Coldiretti (all’interno del quale sarà presente la Regione Calabria che preparerà spremute di arance tardive e di bergamotto); lungo il Cardo Nord davanti a Palazzo Italia; sul Cardo angolo Decumano, all’altezza del Padiglione Lombardia.

Ma non è tutto. Sempre Coldiretti, con Onafrut, organizzerà dei laboratori del gusto, con dei “sommelier” che insegneranno alle persone come scegliere e distinguere la frutta migliore, e una serie di iniziative dedicate ai bambini, come le fattorie didattiche, con merendine a base di frutta fresca. E ci sono orti orizzontali e verticali, per raccontare la produzione di verdura in campagna e in città mentre ci si può divertire con giochi sul compostaggio domestico e sulla stagionalità dei prodotti dell’orto. Degli intagliatori realizzeranno sculture naturali artistiche, e l’Unione nazionale dei produttori di Ortofrutta ha preparato sagome a forma di frutta e verdura pronte per i selfie del grande pubblico. Scenografia a tema con quattro piramidi con prodotti naturali che decorano il Cardo Sud. Pesche, pere e albicocche sono distribuite in altre due postazioni, allestite lungo il Decumano, da Agrinsieme.

Protagonista della festa il Cluster Frutta e Legumi, dove i visitatori scoprono le caratteristiche dei frutti di stagione esposti in un mercato, a cura di Huiyuan. Assaggi di insalate, smoothies e un particolare succo di frutta e zafferano, la specialità del giorno. Anche i Paesi del Cluster partecipano all’iniziativa: l’Afghanistan con un cocktail di mango e un rinfresco allo zafferano, il Gambia con succhi di baobab e ibisco, Kyrgyzstan e Uzbekistan frutta tipica, mentre lo Sri Lanka propone due presentazioni dei prodotti ortofrutticoli del Paese. Una band accompgna gli eventi del Cluster. Qui, alle 15.30, sono previsti gli interventi istituzionali, a coronamento dei festeggiamenti, con la partecipazione del ministro per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Maurizio Martina, il commissario unico delegato Giuseppe Sala e in rappresentanza dei Paesi del Cluster, Harriet Saine del Gambia.

Foto: Expo 2015/Daniele Mascolo