Generali, accordo con Qatar bank per polizze "islamiche"

Il "Leone" mira al business delle polizze islamiche.
Qatar Islamic Bank (Qib), Generali e Beema hanno avviato "uno studio di fattibilità" finalizzato al futuro lancio di
una joint venture nel segmento delle polizze "Takaful", ovvero conformi ai precetti della legge islamica

Il "Leone" mira al business delle polizze islamiche. Qatar Islamic Bank (Qib), Generali e Beema hanno avviato «uno studio di fattibilità» finalizzato al futuro lancio di una joint venture nel segmento delle polizze ’Takaful’, ovvero conformi ai precetti della legge islamica. L`intesa preliminare appena raggiunta - informa una nota - mira alla creazione di una partnership «fondata sull`apporto tecnico assicurativo del gruppo Generali associato alla conoscenza del mercato ed alla capacità distributiva di Qib congiuntamente alle competenze specialistiche in ambito Takaful che saranno fornite da Beema». Quest’ultima è una compagnia diassicurazione partecipata da Qib con licenza per l`assicurazione Takaful.

Qib è la prima banca islamica in Qatar e si colloca tra i primi cinque istituti di credito al mondo ’Sharia- compliant’. Il settore Takaful, che segue i precetti della legge islamica, spiega la nota, presenta un significativo potenziale di crescita: si stima nel 2015 un volume premi a livello di mercato mondiale di circa 20 miliardi di dollari, di cui il 30% dovrebbe essere sottoscritto nel mercato "Gulf Cooperation Council" (GCC) che comprenede Bahrain, Kuwait, Oman, Qatar, UAE ed Arabia Saudita.