Da gennaio 2007 in Italia trentanove nuove moschee

L’Emilia Romagna è la regione italiana col più alto numero di moschee: 84, record nazionale. Nei primi sei mesi del 2007, in tutt’Italia ne sarebbero nate 39 e il totale di templi islamici presenti nel nostro Paese sarebbe ora arrivato a 735. I numeri sono quelli forniti dai nostri servizi segreti ma il condizionale è d’obbligo perché non esiste un vero e proprio inventario dei luoghi di culto e i centri culturali islamici in Italia. La mappa, infatti è ingarbugliatissima e tanti dati, anche ufficiali, si smentiscono fra loro. Una certezza però emerge, ed è che l’Emilia Romagna primeggia. Primeggia come numero di musulmani sul territorio - secondo la Caritas ce ne sarebbero oltre 130mila - mentre in Lombardia ce ne sono di più ma nel rapporto abitanti-musulmani l’Emilia Romagna è comunque prima in Italia. La regione, inoltre, primeggia anche per numero di moschee: 84 in tutto, di cui quasi la metà nel triangolo Bologna-Modena-Reggio. Forse, però, la parola moschea è impropria perché spesso si tratta di laboratori, capannoni, a volte addirittura appartamenti. Capita che in piccoli centri un ristretto numero di musulmani si riuniscano in un’abitazione privata per pregare: e i dati ufficiali non chiariscono se anche quella si possa considerare un luogo di culto. Nel 2000, comunque, i musulmani in Italia erano circa la metà.