Gennaio sempre più mite

Le statistiche dimostrano che le temperature dei mesi invernali della seconda metà del 1900 sono state quasi sempre molto più basse di quelle della prima decade del 2000: questo a causa del riscaldamento globale che, qualunque ne sia la causa, senz'altro si è verificato a partire dal 1998 ed è durato, secondo i nostri dati, fino al 2010. Durerà o sarà stato soltanto un minimo, brevissimo e ininfluente innalzamento della temperatura? «Ai posteri l'ardua sentenza».
Se, ad esempio, esaminiamo gennaio, il più freddo dei mesi invernali, e consideriamo il fenomeno meteorologico più vistoso, la neve, ci accorgiamo che molta è la differenza tra le decadi che vanno dal 1951 al 2000 e quella che è appena terminata, sia per l'intensità del fenomeno sia per le temperature raggiunte, tenendo sempre conto che parliamo di Genova, città dal clima mite dove la caduta della neve è un avvenimento che viene accolto con gioia... almeno dai bambini, anche se la città va subito in tilt.
Dal 1951 al 1960 si registrarono, ad esempio, diciassette nevicate fra cui tre molto forti (vere tempeste di neve) e il giorno 15 si verificarono sei gradi sotto zero; nel decennio successivo le nevicate furono soltanto nove, ma con una temperatura molto fredda (- 6°nel 1968); fra il 1971 e il 1980 le nevicate furono tredici e il giorno 4 si scese addirittura a -7°; fra il 1981 e il 1990 il mese di gennaio sopportò ben diciotto nevicate e nel 1985 il termometro scese nel giro di una settimana (dal 7 al 15 gennaio) fino a undici sotto zero; nella notte del 15 ci fu una vera tempesta di neve accompagnata, fatto rarissimo con il gelo, da un lungo e forte temporale. Per non parlare del gelicidio, fenomeno meteorologico rarissimo nelle nostra città (da me registrato otto volte in 72 anni) che tuttavia, quando si presenta, muta le strade della città in scivolose lastre di ghiaccio, come nel gennaio 1966 e due volte nel gennaio 1987.
Poi, all'improvviso, tra il 1991 e il 2000 le nevicate calano vertiginosamente (soltanto quattro), l'ultima nel 2000, con temperature normalmente fredde (tra -4° e -1°).
Nell'ultimo decennio, gennaio non ci ha dato neve ben quattro volte, nel 2001, 2002, 2003 e 2007. Per il resto, si sono contate sì nove nevicate, anzi vere tempeste di neve, ma con temperature che non scesero sotto lo zero.
In questa prima metà di gennaio 2011 sembra che l'inverno si sia già ritirato. In modo sempre più deciso si è fatto strada un promontorio anticiclonico di origine atlantica e africana che tiene lontana l'aria ghiacciata della Scandinavia e delle steppe russe, regalandoci un clima persino dolce. Sappiamo che è un'illusione, che il freddo tornerà, ma per intanto Genova, dopo tante piogge, riguadagna per un po’ la sua fama di stazione climatica ideale per trascorrervi i mesi freddi. Fin quando durerà l'idillio? Almeno una decina di giorni, fino al probabile ritorno, a fine mese, del Generale Inverno.