Genova, stalker della Hunziker arrestato prima dello spettacolo

La tempestava con decine di e mail,
contenenti minacce, e la pedinava di continuo.
Ed era già pronto ad andare allo
spettacolo che la Hunziker avrebbe tenuto a Genova, ma è stato arrestato la sera prima Pietro Pingitore

Genova - La tempestava con decine di e mail, contenenti minacce, e la pedinava di continuo. Ed era già pronto ad andare allo spettacolo che la sua showgirl preferita, Michelle Hunziker, ha tenuto ieri a Genova. Ma è stato arrestato la sera prima, su mandato dei giudici milanesi che lo accusano di stalking proprio nei confronti della bionda soubrette. L’ultimo a molestare con minacce ripetute Michelle Hunziker è Pietro Pingitore, classe 1962, di Genova, al momento nullafacente.

Lo stalker allo spettaccolo Pingitore si trovava a Genova perché avrebbe dovuto assistere allo spettacolo che vede protagonista la soubrette in quella città. La showgirl aveva presentato una querela alla procura di Milano il 16 settembre scorso, dopo che qualche giorno prima, il 30 agosto, aveva ricevuto in un albergo a Senigallia (in provincia di Ancona), un cesto che conteneva, oltre a dei biglietti religiosi, una lettera inviata alla figlia minorenne. E' stato questo episodio che ha convinto la Hunziker, già in passato bersaglio di diversi stalker, a presentare una denuncia.

Minacce e pedinamenti A partire dallo scorso febbraio l'uomo ha inviato alla Hunziker numerose e mail dal contenuto "delirante, petulante, minaccioso e ingiurioso": dal "Ti amo. Domenica 14 sarò all’Arco della Pace, ti prego... Ti aspetto così ci prendiamo un tè". Al "Ciao amore mio, domani ci sarà una prova evolutiva forte per te, la tua incolumità potrà essere minacciata...", fino al "Prima o poi ti sfregio quel bel viso da..." e altre frasi del genere. Agli atti dell’indagine ci sono poi i pedinamenti e gli appostamenti dell’uomo sui luoghi di lavoro e di vacanza della showgirl: per esempio il 30 agosto si era presentato a Senigallia nell’albergo dell’attrice televisiva con un cesto con dentro alimenti e immagini religiose, e poi il primo settembre aveva assistito a uno dei suoi spettacoli teatrali e non aveva distolto lo sguardo non solo da Michelle Hunziker ma anche dalla figlioletta di 13 anni, a cui peraltro aveva indirizzato una o due lettere.