Il Barcellona rivuole Icardi, Tissone verso il TorinoLa Samp sfoltisce i ranghi e sul mercato opera con Pazienza

Andrea Poli alla Juventus (ma poi sarà girato alla Fiorentina), Tissone vicino al Torino, Icardi tentato da un clamoroso ritorno al Barcellona. In questi giorni il mercato della Sampdoria si sta sviluppando soprattutto in uscita. La necessità è quella di sfoltire un organico che - se si considerano anche i fuori rosa sempre al lavoro a Bogliasco - si presenta un po' troppo corposo. Una situazione simile a quella dell'anno scorso, quando però c'era da ricostruire la squadra, sulle ceneri di una retrocessione: stavolta, se non altro, i blucerchiati ripartono con l'entusiasmo della ritrovata serie A.
Per il passaggio di Poli ai bianconeri siamo ormai ai dettagli: 5 milioni più la comproprietà del giovane olandese Bouy (ex Ajax) per la Sampdoria. Poi però lo stesso Poli sarà girato, in prestito, alla Fiorentina. Forte pressing del Torino su Tissone. Il padre manager dell'argentino ieri ha ribadito come il figlio stia bene a Genova, ma il suo trasferimento ai granata sarebbe imminente. Non dovrebbe invece andare al Torino Angelo Palombo, che resta in attesa di una sistemazione.
Affascinante suggestione, secondo il quotidiano catalano «Sport», sul futuro di Icardi: il Barcellona rivorrebbe l'attaccante argentino. L'intero cartellino di «Maurito» è però in mano ai blucerchiati. Se l'interesse dovesse rivelarsi concreto, sarebbe la volontà del giocatore a fare la differenza. Su Sampietro – il giovane più elogiato da Ciro Ferrara dopo l'amichevole di sabato pomeriggio col Lucento – si registra la corte del Barletta. E i possibili rinforzi? Resta caldo il nome di Michele Pazienza, centrocampista della Juventus, 29 anni, già sul taccuino di Torino e Fiorentina: i buoni rapporti tra Sensibile e la società bianconera potrebbero giovare all'operazione. Sull'ex juventino Estigarribia (centrocampista paraguyano, ora al Deportivo Maldonado) la concorrenza del River Plate. Sfuma Rigoni, approdato ufficialmente al Chievo.
Intanto da Bardonecchia suona la carica Nenad Krsticic, 22 anni a settembre eppure già tra i veterani, visto che è alla Samp dal 2008. Una delle novità tattiche di questo avvio di stagione: Ferrara lo ha impiegato come esterno d'attacco. «Ho parlato col mister e gli ho assicurato che quel ruolo lo avevo già ricoperto in Serbia. Ho provato a giocare a destra nel tridente anche se sono mancino. Che intesa con Eder - dice il centrocampista serbo, che sposa la linea verde -. Vogliamo arrivare il più in alto possibile. Siamo una squadra di giovani. Ma giovani bravi».