Il compleanno di Mussolini spaventa Rapallo

È polemica a Rapallo per l'annuncio della celebrazione della nascita di Mussolini con un evento in un bar nella piazza centrale della città il 29 luglio. Il Partito Comunista dei Lavoratori è pronto a manifestare se il Comune consentirà lo svolgimento dell'incontro promosso dall'associazione “Circolo Culturale Proposte Visive”. «Definiscono Mussolini il più grande uomo politico italiano del '900 e l'iniziativa ha il sapore dell' apologia» li attacca Andrea Carannante.
«Ci rivolgeremo anche alla questura affinché blocchi l'ennesima provocazione dal sapore dell'apologia e sicuramente un problema di ordine pubblico - minaccia l'esponente comunista -. Se l'appuntamento sarà confermato non mancheremo di partecipare» ha aggiunto Carannante che ricorda «un anno fa il tentativo di svolgere un'iniziativa che voleva ricostituire il movimento sociale proprio il 25 Aprile in altro bar di Rapallo, respinto con la mobilitazione di alcuni cittadini».
«Gli ideali che ci spingono ad intervenire sono profondamente radicati e lo abbiamo dimostrato in più occasioni, vecchi e nuovi fascismi non sono tollerati, la città non può stare a guardare, serve una presa di posizione netta che ribadisca come Rapallo ripudi il fascismo - dice ancora il Partito Comunista dei lavoratori che chiede l'intervento della nuova amministrazione rapallese per evitare che l'evento abbia luogo -. Chiediamo al Sindaco di Rapallo Giorgio Costa e a tutte le istituzioni cittadine una ferma presa di posizione affinché questa iniziativa non si svolga».