Il derby dei lettori

Genoa: pare sia quasi ufficiale il contratto dell'allenatore per il prossimo campionato andrà a Fabio Liverani, già allenatore nazionale degli allievi del Genoa, già giocatore di ruolo centrocampista in varie squadre, ma soprattutto di classe '76, ergo, un giovane. La parola magica per il «nuovo» Genoa sarà «giovani». Lo indica lo stesso Presidente Preziosi le cui parole, «Liverani l'ho scelto io» possono venire interpretate come volontà di una scelta quasi obbligata rivolta ad un giovane che conosce i giovani giocatori (del Genoa, tanto meglio) e pronto quindi ad accoglierne altri su strategia della società rossoblù che ha bisogno di vendere e di comprare appunto dei giovani. In questo disegno la scelta di Liverani ci sta tutta.
Un altro fattore che potrebbe aver fatto optare Preziosi per l'italo-somalo è quello di voler salvare capre e cavoli. Tra tanti contendenti - per primo il bravo e Salvatore Ballardini, poi il non chiacchierato ed esperto Del Neri ed altri - ad avere la meglio è stato un genoano al di fuori dei giochi tattici, che in fondo forse risponde alla richiesta dei tifosi genoani veraci sin dall'inizio della diatriba-allenatore. Infatti, avevano chiesto disperatamente a Preziosi non solo di riconfermare Ballardini ma di scegliere un genoano d'hoc, uno che il Genoa lo sentisse nel sangue. Può darsi e mi auguro che tale messaggio sia arrivato all'alto. Se poi vi sono altre congetture, altri tipi di decisione commerciale, tecnica, societaria dall'esterno è molto difficile poter giudicare. Ma potremo giudicare invece l'operato del nuovo giovane allenatore già dal prossimo anno. E chissà se ritorneremo a dei déjà-vu? Non fasciamoci la testa e auguriamoci invece che vada tutto per il meglio. Tutti ce lo meriteremmo, anche lo stesso Liverani le cui porte per una ampia carriera calcistica sono ora spalancate. E non è poco.
Grazie e sempre Forza Grifone!